loader

Principale

Sinusite

È possibile essere vaccinati se un bambino ha il naso che cola: ricevono DPT, vaccino contro la poliomielite e altri?

La vaccinazione viene effettuata per formare il sistema immunitario del bambino. La maggior parte degli effetti collaterali dopo la procedura compaiono a causa del mancato rispetto di alcune regole e controindicazioni. Per una serie di malattie è vietata la somministrazione di vaccini. I genitori sono spesso interessati a sapere se è possibile farsi vaccinare per i sintomi di un raffreddore che non è associato ad altre manifestazioni di una malattia infettiva. Per rispondere a questa domanda, vale la pena studiare le informazioni sui tipi di vaccini che possono essere utilizzati in un bambino con raffreddore e su quelle vaccinazioni per le quali il moccio è una controindicazione.

La vaccinazione con un raffreddore è consentita, tuttavia, se vaccinare o meno, i genitori decidono insieme al pediatra in ogni singolo caso.

Pro e contro delle vaccinazioni nei bambini con raffreddore

Quando un bambino ha il raffreddore, le vaccinazioni non sono controindicate, ma non vi è alcuna garanzia che il vaccino avrà l'effetto previsto e non provochi gravi complicazioni. Gli esperti non hanno un consenso sulla vaccinazione per la rinite. La maggior parte dei medici non approva questa idea, spiegando che il vaccino è molto stressante per il corpo del bambino e la probabilità di complicanze aumenta con l'immunità indebolita.

Prima della vaccinazione, il pediatra deve esaminare il bambino e prescrivere un esame del sangue e delle urine. Se vengono rilevate deviazioni nell'esame dai valori normali, il medico raccomanda di rimandare la vaccinazione fino al completo recupero del piccolo paziente..

Quando il BCG viene vaccinato contro la tubercolosi, il sistema immunitario del bambino è gravemente stressato. L'introduzione di farmaci che creano immunità da tale patologia provoca spesso l'insorgenza di varie complicazioni. Per questo motivo, è vietato vaccinare con BCG durante la malattia. Tuttavia, alcuni esperti non considerano il naso che cola senza un aumento della temperatura una controindicazione a questa procedura. In una situazione così ambigua, i genitori dovrebbero decidere autonomamente se vaccinare con BCG o meno..

Dopo la vaccinazione con BCG, somministrata a un bambino malato, possono seguire una serie di conseguenze negative; pertanto, è meglio astenersi dal realizzarlo con un raffreddore

Da epatite

La vaccinazione di routine contro l'epatite B è una misura necessaria per proteggere un bambino da patologie pericolose. Nella maggior parte dei casi, il vaccino è facilmente tollerato dai bambini, le complicanze sono limitate al rossore e alla leggera compattazione nel sito di iniezione. Un naso che cola non è una controindicazione per la vaccinazione contro l'epatite B, a meno che non vengano rilevati altri segni di una malattia infettiva.

Polio

Il vaccino contro la poliomielite contiene piccole dosi di virus vivo. Per questo motivo, la vaccinazione viene eseguita solo se il bambino non ha malattie. Se le difese del corpo del bambino sono indebolite, un'iniezione orale standard può essere sostituita con un vaccino che non contiene cellule di polio vive. Tale vaccinazione non è tossica e non è in grado di provocare lo sviluppo della malattia..

Per tetano, difterite, pertosse (DPT)

DPT è un vaccino multicomponente complesso. La vaccinazione tempestiva costituisce l'immunità del bambino contro il tetano, la difterite e la pertosse. L'effetto della vaccinazione dura 5-7 anni. L'esecuzione di DTP con un raffreddore non è vietata, ma la procedura deve essere eseguita con grande cura. Il pediatra deve prima valutare le condizioni del piccolo paziente. L'introduzione del DTP è possibile se la rinite non è associata a ipertermia e altri sintomi della malattia respiratoria acuta. In ogni caso, spetta ai genitori del bambino decidere se mettere DPT o meno..

Morbillo, rosolia, parotite (MMR)

MMR è un vaccino, il cui uso è mirato a sviluppare l'immunità del corpo del bambino a morbillo, rosolia e parotite. La componente del morbillo nel vaccino aumenta la probabilità di sviluppare una manifestazione reattiva. Al fine di evitare complicazioni, il bambino deve essere vaccinato solo dopo il completo recupero..

I medici consentono il CPC da somministrare a un bambino con rinite residua, a condizione che non vi siano altri sintomi di una malattia respiratoria virale

Tuttavia, molti esperti hanno un'opinione diversa su questo argomento. Credono che la vaccinazione sia controindicata solo quando un naso che cola appare sullo sfondo di tosse, febbre e altri segni di malattia respiratoria acuta. Se il moccio è un fenomeno residuo del comune raffreddore, il vaccino PDA può essere fatto.

Test di Mantoux

Il test di Mantoux periodico è una procedura obbligatoria per i bambini in età prescolare e in età scolare. Questo metodo aiuta i medici a valutare adeguatamente lo stato del sistema immunitario del bambino in relazione alla tubercolosi. La reazione del corpo del bambino all'introduzione di una piccola quantità di antigene appare entro 3 giorni dopo l'iniezione. Il rispetto di una serie di regole influisce sull'affidabilità del risultato. Questi includono:

  • divieto di pettinare il sito di iniezione;
  • esclusione di acqua e di eventuali farmaci dall'accesso;
  • eliminazione di una serie di alimenti dalla dieta, ad esempio uova, agrumi, cioccolato.
Per una reazione Mantoux affidabile, è necessario che il bambino al momento del test sia completamente sano

Il test di Mantoux è completamente sicuro per un bambino e non è considerato una vaccinazione. Tuttavia, la sua attuazione con la rinite può provocare complicazioni. Poiché le difese del corpo del bambino sono indebolite durante il periodo di malattie respiratorie acute, l'esecuzione della procedura in questo momento può minare ulteriormente la ridotta immunità. Inoltre, quando viene eseguito un test di Mantoux in un bambino con raffreddore, esiste un rischio elevato di ottenere un risultato inaffidabile..

Diaskintest

Diaskintest è usato per rilevare la tubercolosi in un bambino. Se un naso che cola non è una conseguenza dello sviluppo di una malattia infettiva, non è vietato eseguire una tale procedura in presenza di moccio. Altrimenti, la vaccinazione per la rinite può causare effetti collaterali come:

  • infiammazione nel sito di iniezione;
  • ipertermia;
  • allergie.

Influenza

Il vaccino antinfluenzale non è una procedura di routine. Può essere posposto fino a quando la rinite del bambino non è completamente guarita. Tuttavia, i pediatri durante le epidemie raccomandano la vaccinazione antinfluenzale nonostante la rinite. Prima della procedura, il medico esamina il piccolo paziente senza fallo. In assenza di qualsiasi manifestazione di una malattia infettiva, prescrive un rinvio al bambino per una vaccinazione anti-influenzale.

Quando eventuali vaccinazioni sono strettamente controindicate?

Esistono controindicazioni assolute per qualsiasi tipo di vaccino. Questi includono:

  • incompatibilità con i componenti del farmaco iniettato;
  • intolleranza al bianco d'uovo;
  • malattie respiratorie acute associate ad un aumento della temperatura corporea;
  • patologia dei sistemi circolatorio, respiratorio ed endocrino;
  • insufficienza cardiaca;
  • nefropatia.

Il corpo di ogni bambino reagisce in modo diverso alla vaccinazione, quindi è impossibile prevedere la sua reazione all'introduzione di un particolare antigene. I genitori dovrebbero essere responsabili delle vaccinazioni somministrate ai loro figli.

È possibile fare (mettere) un vaccino DPT su un bambino con naso che cola e tosse

Il calendario delle vaccinazioni fornisce istruzioni chiare su quali periodi della vita di un bambino ea quali intervalli i vaccini devono essere somministrati per la loro massima efficacia..

Tuttavia, in pratica, i genitori si trovano spesso a chiedersi se è possibile fare DTP per un raffreddore o altre malattie, in quali casi è consentito e quando è meglio trasferire il vaccino.

Interazione tra il vaccino e il raffreddore comune

L'efficacia della vaccinazione dipende dalla salute generale del sistema immunitario del bambino. Inoltre, l'adesione generale alle regole e alle tecniche di vaccinazione influisce sull'efficacia dello sviluppo dell'immunità contro i gruppi selezionati di malattie. Questi includono la scelta dell'età ottimale per la vaccinazione, l'intervallo stabilito tra le dosi.

Eventuali deviazioni dovute a motivi minori o false controindicazioni (che includono il rifiuto di somministrare una dose di DPT per un lieve raffreddore) possono avere conseguenze negative per la formazione dell'immunità.

In età avanzata, possono manifestarsi durante situazioni epidemiologiche..

Quando non fare

Le controindicazioni assolute al riutilizzo del vaccino complesso per la prevenzione della pertosse, della difterite e del tetano sono:

  1. Encefalopatia che si manifesta fino a 7 giorni dopo la precedente dose di vaccino.
  2. Una forte riduzione del tono vascolare o del volume del sangue circolante, manifestata da una diminuzione della pressione arteriosa e venosa con inibizione delle funzioni vitali di base (48 ore dopo la somministrazione della precedente dose di vaccino DPT).
  3. Insufficienza cardiaca, il cui sviluppo è stato notato entro 3 giorni dalla prima vaccinazione con questo farmaco.
  4. Crampi duri e incessanti per più di 3 ore consecutive entro 2 giorni dalla precedente dose di vaccino DPT.

Una controindicazione relativa alla vaccinazione, incl. che si estende alla somministrazione di vaccini DTP in caso di malattia lieve è la presenza nella casa in cui vive il bambino, altri membri della famiglia con gravi sintomi della malattia. Ad esempio, nel mezzo di un'epidemia di influenza, se c'è un fratello maggiore malato, uno scolaro, il viaggio in clinica per la prossima vaccinazione dovrebbe essere posticipato, ma non ritardato.

Ulteriori studi aiuteranno a rispondere alla domanda se è permesso fare DPT con un raffreddore, se il bambino ha un moccio verde e una consistenza densa..

Gli esami del sangue e delle urine generali sono in grado di:

  • determinare la presenza di un'infezione virale o batterica nel corpo;
  • mostra la gravità, la natura e lo stadio della malattia.

Nella fase acuta della maggior parte delle malattie, uno dei sintomi che può essere un naso che cola, è meglio rimandare la somministrazione del vaccino per diverse settimane fino al completo recupero, considerando la malattia come una controindicazione temporanea.

Quando puoi farlo

Gli immunologi ritengono che un bambino possa essere vaccinato con DPT in caso di raffreddore senza la presenza di ulteriori sintomi della malattia, ad esempio senza febbre, disturbi digestivi inerenti ai bambini, con tosse residua.

La frequente paura dei giovani genitori di sapere se un bambino con moccio può essere vaccinato con DPT è associata a precedenti reazioni di vaccinazione. Gli esperti dell'OMS e i pediatri nazionali ritengono che sia consentita la nuova somministrazione del vaccino con i seguenti sintomi osservati dopo la precedente vaccinazione:

  • un aumento della temperatura corporea fino a 38,5 ° C, che è stato abbattuto da farmaci antipiretici a base di paracetamolo o ibuprofene, consentito durante l'infanzia;
  • piccoli cambiamenti nel comportamento (stati d'animo moderati, debolezza, disturbi del sonno minori);
  • dolori articolari;
  • mal di testa, vertigini, temporanea perdita di orientamento nello spazio;
  • dolore allo stomaco, vomito singolo.

È possibile mettere DPT anche con un naso che cola di natura allergica, che è confermato da ulteriori esami e dalla conclusione del medico curante.

Il segno principale a cui dovresti prestare attenzione per una buona tolleranza e per ridurre al minimo le conseguenze negative e gli effetti collaterali dell'iniezione è la condizione generale del bambino: il suo umore, la presenza di appetito, l'adesione al regime giornaliero caratteristico e il sonno normale. Se tutto è in ordine, l'immunità è sufficiente per far fronte alle conseguenze della vaccinazione anche con un raffreddore.

Posso essere vaccinato per il raffreddore

Nell'infanzia, le vaccinazioni vengono eseguite secondo il programma approvato dal Ministero della Salute. La vaccinazione viene effettuata dopo aver visitato il pediatra, al fine di identificare possibili controindicazioni o manifestazioni temporanee nel bambino che richiedono il trasferimento della procedura. Molto spesso, i medici osservano un naso che cola, che, a seconda dell'eziologia, è la base per rifiutare di somministrare il vaccino ai bambini. Considera quando puoi essere vaccinato per la rinite e quando no.

Che cos'è un naso che cola

La cavità nasale in uno stato normale protegge efficacemente il corpo umano dalle infezioni. Con una diminuzione dell'immunità (anche dopo le vaccinazioni), il cambiamento delle condizioni meteorologiche, l'ipotermia, le reazioni allergiche, la penetrazione del virus nella membrana epiteliale del naso, si verifica un processo infiammatorio - rinite. Il paziente lamenta gonfiore (congestione) del naso, secrezione, deterioramento dell'olfatto, solletico e bruciore. Cosa sta succedendo?

Sotto l'influenza dei microbi, il lavoro dei vasi sanguigni, che sono in gran numero nel naso, viene interrotto. Di conseguenza, i vasi si dilatano, il che porta allo sviluppo di iperemia tissutale e disturbi nel drenaggio della cavità..

Inizia la produzione attiva di secrezione, che viene prodotta per proteggere le membrane interne della cavità nasale dall'essiccamento, riduce l'attività della microflora patogena.

Secondo le caratteristiche fisiche, la composizione chimica dello scarico, giudicano l'origine del raffreddore comune in un bambino. Ad esempio, un naso che cola di origine batterica si verifica con un aumento del volume della secrezione muconasale, un cambiamento nella sua qualità da liquido trasparente a denso verde, essudato parzialmente purulento.

È accompagnato dai seguenti sintomi:

  • un aumento della temperatura fino a 38 ° C;
  • dolore nella colonna cervicale, nella parte posteriore della testa, nella testa (a seconda della posizione dell'infezione);
  • affaticamento, debolezza, congestione del seno;
  • manifestazioni di intossicazione.

Vi è una rapida progressione del processo con una transizione alla patologia con trattamento improprio, danni ai bronchi, all'orecchio medio, ai polmoni, alla laringe.

Cosa causa un naso che cola

La provocazione è associata a diversi gruppi di fattori. Ci sono i seguenti motivi:

  • infezione da microbi respiratori virali (influenza, adeno- e renovirus);
  • contaminazione con batteri;
  • famiglia (lana, prodotti per l'igiene o prodotti per la pulizia, profumi), allergie alimentari;
  • ipotermia;
  • adenoidi, provocano infezione cronica;
  • assunzione di prodotti farmaceutici;
  • vivere in una zona industriale;
  • reazione alle irritazioni esterne (freddo, odore pungente);
  • immunità indebolita (HIV, tubercolosi).

Il naso che cola di un bambino può essere una conseguenza della patologia dei passaggi nasali o della curvatura del setto. Il trattamento incontrollato dei bambini con gocce nasali, il mancato rispetto della durata del loro uso, continua lo sviluppo della malattia.

Vale la pena farsi vaccinare con il raffreddore per bambini e adulti

La vaccinazione è finalizzata allo sviluppo, alla formazione di immunità persistente al ceppo virale introdotto. Dopo l'iniezione, tutte le forze del corpo sono dirette alla produzione di anticorpi verso gli antigeni ricevuti. Qualsiasi deviazione nelle indicazioni sulla salute può minare la barriera immunitaria, portare a un'infezione da una malattia o causare effetti collaterali indesiderati.

I vaccini moderni vengono inattivati, ovvero contengono virus indeboliti o uccisi che non sono in grado di causare gravi danni alla salute. Tuttavia, quando si usano le vaccinazioni, ci sono controindicazioni, comprese quelle immunosoppressive, se non osservate, esiste il rischio di danni al benessere.

Il ruolo decisivo nella decisione sulla vaccinazione è svolto dal medico che analizza le condizioni del bambino, valuta i risultati del test. In caso di sbiadimento, in forme più lievi, è possibile effettuare una vaccinazione senza aumento della temperatura. In caso di rinite virale, il pediatra rimanderà la procedura fino al completo recupero del bambino. Va ricordato che la resistenza immunitaria viene ripristinata 3-4 settimane.

Le opinioni dei medici sono contraddittorie. Alcuni sostengono che la vaccinazione con le nuove generazioni di vaccini non sia controindicata per il moccio, altri sono convinti che le vaccinazioni danneggino l'immunità fisiologica di un bambino.

La vaccinazione contro il BCG è controindicata?

La vaccinazione contro la tubercolosi (BCG) in un bambino viene eseguita nell'infanzia (3 - 5 giorni dal giorno in cui appare il neonato) e di nuovo a 6 anni. La procedura di vaccinazione è pianificata in natura, eseguita con un farmaco moderno che non causa complicazioni. Tuttavia, in caso di naso che cola causato da infezioni respiratorie acute o infezioni virali respiratorie acute, è vietato vaccinare. La misura è dovuta al fatto che, nonostante la composizione ipoallergenica della composizione, esiste un rischio minimo di sviluppare reazioni negative in un bambino su uno sfondo di immunità indebolita.

Nei bambini fino a un anno, si osserva un "naso che cola" - fisiologico, causato dall'adattamento delle mucose del bambino all'ambiente esterno. Il medico, dopo l'esame, diagnostica una secrezione nasale trasparente in piccole quantità. Il tipo confermato di neonato è considerato normale, non una controindicazione per il rifiuto delle vaccinazioni.

Se eseguire un test di Mantoux durante il naso che cola

Mantoux non è classificato come un vaccino, ma contiene componenti che, con una sensibilità speciale, con il raffreddore, possono provocare complicazioni. Con la rinite infettiva dopo Mantoux, osserva:

  • un aumento della temperatura corporea del bambino;
  • il processo di gonfiore nel sito di iniezione;
  • allergie.

Il test di Mantoux è progettato per indurre il corpo a reagire alla tubercolina (bastoncini di Koch uccisi), al fine di diagnosticare la tubercolosi. È possibile una distorsione dei risultati del test, quindi è meglio eseguire Mantoux su un bambino sano per non perdere una malattia pericolosa. Raccomandazioni simili sono seguite con l'introduzione di Diaskintest, che sostituisce Mantoux nei bambini dai 7 anni di età.

La vaccinazione DTP è sicura per la rinite

Il DPT combinato di droga è considerato un vaccino reattogenico, cioè la sua somministrazione può causare raffreddori, reazioni locali e portare a complicanze. È indesiderabile essere vaccinati durante il periodo di infezione del bambino con una malattia virale, che è accompagnata da un naso che cola. Inoltre, è necessario studiare l'elenco completo delle controindicazioni prima della vaccinazione..

Il medico consentirà il vaccino DTP per un raffreddore solo se non ci sono sintomi clinici. In altri casi, la responsabilità della decisione di eseguire la procedura per un bambino malato ricade sui genitori.

È consentito mettere il checkpoint durante un raffreddore

La vaccinazione completa contro morbillo, parotite, rosolia consente al bambino di formare una barriera protettiva contro le malattie infettive in modo tempestivo. Le misure preventive hanno ridotto significativamente il livello di infezione con le malattie indicate, quindi la vaccinazione deve essere effettuata nei tempi previsti. È ammessa la vaccinazione di un bambino con una rinite vasomotoria, allergica. Il tipo infettivo, funge da controindicazione all'iniezione, è in grado, in caso di violazione di un consiglio medico, di provocare la reattogenicità del corpo, poiché contiene virus vivi.

Se ottenere un vaccino contro l'influenza

Il vaccino antinfluenzale viene somministrato ogni anno, la sua impostazione non è limitata a limiti rigorosi, quindi è meglio scegliere un periodo in cui il bambino è assolutamente sano. In modo ottimale - 2 - 4 settimane prima dell'incremento previsto nell'incidenza.

Produzione

L'immunizzazione dei bambini dall'infanzia aiuta a mantenere la salute generale della popolazione, per evitare l'infezione di massa con infezioni e raffreddori. È importante condurre un esame pediatrico prima di ogni vaccinazione in modo che il bambino sviluppi un'immunità stabile agli antigeni iniettati.

Con disturbi lievi, è consentito effettuare una serie di vaccinazioni per un raffreddore causato da fattori fisiologici quotidiani. In altre situazioni, il vaccino viene rinviato di 3 settimane, in attesa che il bambino si riprenda e che il suo sistema immunitario si riprenda.

È possibile fare akds per naso che cola e tosse in un bambino

Home ›Sintomi e trattamento›

La vaccinazione è un passo importante verso la prevenzione di molte malattie infettive. Tutti sono vaccinati dalla nascita. Ma ci sono controindicazioni per la somministrazione del vaccino. La domanda è spesso posta, è possibile fare DPT con un raffreddore? Questo passaggio porterà a complicazioni? Quindi, proviamo a capirlo..

Controindicazioni alla vaccinazione

Indipendentemente da quale vaccino viene somministrato, ci sono controindicazioni per la vaccinazione. Malattie e condizioni in cui i medici non raccomandano di vaccinare un bambino:

  • intolleranza ai componenti costitutivi del vaccino;
  • immunodeficienza;
  • anomalie patologiche nello sviluppo del sistema nervoso;
  • crampi quando la temperatura aumenta.
  • malattie infettive;
  • esacerbazione della diatesi.

La maggior parte degli esperti ritiene che vi siano condizioni ingiustificatamente incluse nell'elenco delle controindicazioni:

  • allargamento della ghiandola del timo nei bambini;
  • disbiosi;
  • all'encefalopatia;
  • Sindrome di Down;
  • dermatite cronica di natura allergica;
  • anemia.

La vaccinazione DTP è difficile, poiché contiene componenti che contribuiscono allo sviluppo dell'immunità contro il tetano, la difterite e la pertosse. La sua natura multicomponente aumenta il rischio di sviluppare manifestazioni negative. Pertanto, molti sono interessati alla domanda: è possibile fare DPT con un raffreddore o è meglio aspettare?

La risposta a questa domanda dipende dalla natura della rinite, nonché dalla forza della difesa immunitaria..

Varietà del raffreddore comune

I medici distinguono i seguenti tipi di rinite:

  • fisiologico;
  • allergico;
  • infettivo.

A seconda della forma della patologia, il problema della vaccinazione viene risolto. Per fare questo, prima di visitare la sala di trattamento, tutti dovrebbero visitare un medico e decidere l'adeguatezza della vaccinazione durante questo periodo..

Vaccinazione e rinite fisiologica

Nei primi mesi di vita, molti bambini hanno perdite nasali che colano. Ciò è dovuto al periodo di adattamento del corpo del bambino a fattori esterni. Ciò non influisce sulle condizioni generali, quindi non è necessario posticipare la vaccinazione. Ma per escludere la presenza di altre controindicazioni, il bambino deve essere esaminato da un pediatra.

Frequentare la scuola materna con moccio per un bambino

È possibile fare DTP per la rinite allergica?

L'esposizione a vari tipi di allergeni può provocare rinite allergica in un bambino. Se il fattore negativo circonda costantemente il bambino, la condizione lascia molto a desiderare. Il bambino è osservato:

  • starnuti frequenti;
  • prurito e bruciore nella cavità nasale;
  • scarico di muco dal naso in grandi quantità.

Se il bambino si sente normale, le manifestazioni allergiche sono scarsamente evidenti, quindi la vaccinazione è consentita.

Nota: con un'esacerbazione di una rinite allergica, la DPT, come qualsiasi altra, non è raccomandata.

DTP per rinite infettiva

Se deve essere somministrato DPT, la vaccinazione con un raffreddore non è vietata, ma a condizione che la rinite sia lieve. Dovremo rimandare la vaccinazione se il naso che cola è accompagnato dai seguenti sintomi:

  • C'è una maggiore sensibilità ai componenti del farmaco.
  • Diagnosi di immunodeficienza.
  • Il bambino sviluppa convulsioni ad alta temperatura.
  • Gravi anomalie nel funzionamento del sistema nervoso.

Nota: se il bambino ha una malattia respiratoria o diatesi, la vaccinazione viene eseguita con grande cura. Se la temperatura è presente, la vaccinazione dovrà essere posticipata.

Se lo snot appare dopo DPT, ciò significa che l'immunità è indebolita da condizioni o patologie concomitanti.

Conseguenze negative dopo la vaccinazione

Quali sono le cause delle complicazioni? Si possono prevedere conseguenze indesiderate dopo la vaccinazione per i seguenti motivi:

  1. Complicazioni locali che si manifestano sotto forma di arrossamento, gonfiore nel sito di iniezione, suppurazione.
  2. Inosservanza delle controindicazioni. Le complicazioni possono essere molto gravi. Se il bambino ha un'immunodeficienza congenita, l'introduzione di vaccini vivi contro il morbillo o la rosolia può essere fatale.
  3. Violazione della tecnica e delle regole per la somministrazione del vaccino, è stata introdotta una dose maggiore del farmaco o è stato scelto il metodo di somministrazione sbagliato.
  4. Scarsa qualità del vaccino. Di solito, tutti i bambini a cui è stato iniettato il farmaco dalla stessa serie di rilascio hanno quasi le stesse complicazioni.
  5. Violazione delle regole di trasporto e stoccaggio. Il mancato rispetto del regime di temperatura porta a un cambiamento nelle proprietà del vaccino, che influisce sulla sua efficacia e può portare allo sviluppo di reazioni allergiche. Nei casi più gravi, per shock anafilattico.
  6. Intolleranza individuale ai componenti costitutivi del vaccino. È difficile prevedere lo sviluppo di complicanze. Questa reazione del corpo molto spesso porta a manifestazioni allergiche o problemi neurologici..

Secco secco nei bambini durante un forte raffreddore

Produzione

Il corpo di ogni bambino è individuale, quindi non puoi provare le controindicazioni esistenti per la vaccinazione su tutti i bambini.

Uno non ha alcuna reazione avversa alla somministrazione del farmaco, mentre l'altro ha una temperatura elevata, la scarica inizia dal naso, il sito di iniezione si gonfia e si fa festa.

Se è possibile vaccinare DTP per un raffreddore dovrebbe essere deciso dal pediatra dopo aver esaminato il bambino e il compito della madre è informare il pediatra di tutte le manifestazioni indesiderabili dopo qualsiasi vaccinazione.

È possibile vaccinare DTP per un collegamento freddo alla pubblicazione principale

Controindicazioni alle vaccinazioni e cosa fare se un bambino ha la tosse o il naso che cola?

La vaccinazione aiuta a proteggere i bambini da pericolose malattie infettive, tuttavia, in modo che le vaccinazioni non incidano sulla salute del bambino, è importante considerare che sono controindicate per alcuni bambini. Perché la vaccinazione a volte viene ritardata o annullata del tutto? E la presenza di naso che cola o tosse può interferire con la somministrazione del vaccino??

  • Le vere controindicazioni includono condizioni nelle quali, tenendo conto della salute del bambino, la vaccinazione non può essere effettuata.
  • Tutte le vere controindicazioni possono essere suddivise in generali, che si riferiscono a qualsiasi vaccinazione, nonché privata, caratteristica di una particolare vaccinazione.
  • Possono anche essere permanenti, a causa dei quali la vaccinazione viene completamente annullata, oltre che temporanea, che impedisce la vaccinazione solo per un certo periodo..

Questo gruppo di controindicazioni include motivi soggettivi per non essere vaccinati. Provengono sia dai genitori che dal personale medico. Ad esempio, i genitori possono rifiutare di somministrare un vaccino se ritengono che il loro bambino sia doloroso o allergico e i medici potrebbero non inviare una vaccinazione per naso che cola o disbiosi.

Le false controindicazioni che spesso sono la ragione del "ritiro medico" dalle vaccinazioni comprendono allergie, anemia ed encefalopatia. In molti casi, non sono un motivo per annullare la profilassi del vaccino..

Controindicazioni all'introduzione di eventuali vaccini sono:

  • Condizioni primarie di immunodeficienza.
  • Oncopathology.
  • Terapia immunosoppressiva.
  • Malattie acute.
  • Esacerbazioni di patologie croniche.
  • Reazioni o complicanze gravi dopo la precedente somministrazione del vaccino: shock anafilattico e altre forme gravi di allergia, febbre superiore a 40 gradi, alterazioni locali con un diametro superiore a 8 cm, danni al sistema immunitario, comparsa di malattie associate al vaccino.

Per quanto riguarda le controindicazioni private, tra queste ci sono le seguenti:

  • La presenza di lieve diarrea, una reazione moderata o lieve a una precedente somministrazione di vaccino, infezioni respiratorie acute con un decorso lieve non sono controindicazioni alle vaccinazioni. Se la malattia è moderata o grave, il bambino può essere vaccinato non appena le sue condizioni migliorano.
  • L'uso di antibiotici non costituisce un ostacolo alla prevenzione del vaccino. Oltre all'assunzione di farmaci endocrini, antiallergici, cardiaci e di altro tipo necessari come trattamento di supporto per patologie croniche. Se i farmaci steroidi vengono utilizzati per via topica (inalazione, spray, colliri, pomate), anche questo non sarà un ostacolo all'introduzione del vaccino.
  • Inoltre, le controindicazioni non includono il contatto tra un bambino e una persona che ha una malattia infettiva..
  • Se il bambino è stato trasfuso con prodotti sanguigni, l'introduzione di vaccini vivi viene rimandata di un certo periodo (dipende dal tipo di prodotto sanguigno e dal suo volume), poiché con la trasfusione, gli anticorpi entrano nel corpo del bambino, che interferiscono con lo sviluppo dell'immunità per vivere i virus del vaccino.
  • Se un bambino ha emofilia, l'iniezione intramuscolare del vaccino è pericolosa con il rischio di sanguinamento, quindi il vaccino viene posto per via sottocutanea in un luogo in cui è possibile premere la zona di iniezione. Inoltre, al bambino vengono prescritti farmaci per supportare la coagulazione.
  • I casi di reazione al vaccino o convulsioni in un parente stretto non rappresentano un ostacolo all'introduzione del DTP. Se le malattie neurologiche del bambino sono stabili (ritardo dello sviluppo, paralisi cerebrale), possono essere vaccinate.
  • Un test di Mantoux positivo non dovrebbe costituire un ostacolo alla vaccinazione contro parotite, rosolia e morbillo.
  • Se il bambino è stato sottoposto a intervento chirurgico, si consiglia di iniziare la vaccinazione 3-4 settimane dopo..
  • Se il bambino ha una lieve anemia, può essere vaccinato.
  • Per quanto riguarda le malattie allergiche, al contrario, si raccomanda la vaccinazione, poiché le loro infezioni sono molto più gravi (ad esempio, se un bambino con asma viene infettato da pertosse).
  • Non è necessario rifiutare le vaccinazioni per un bambino con malformazioni congenite se le sue condizioni sono compensate.

Se il bambino ha controindicazioni, i rischi di infezione aumentano, ma ciò non significa affatto che il bambino avrà necessariamente quelle malattie infettive da cui proteggono le vaccinazioni. Non dimenticare che oltre alla vaccinazione, l'immunità dovrebbe essere rafforzata dal temperamento, da una dieta equilibrata, dal camminare e da un sonno sano..

Discutere con il pediatra su come migliorare la resistenza del bambino alle infezioni in modo che nulla interferisca con la crescita e la presenza del bambino nella squadra dei bambini.

Puoi votare l'articolo qui

Condividi l'articolo con i tuoi amici se ti è piaciuto

Un bambino può essere vaccinato quando tossisce??

Per proteggere il bambino dai rischi di contrarre malattie gravi e pericolose, l'immunizzazione viene effettuata mediante l'introduzione di vaccini speciali. Anche nell'ospedale di maternità, al bambino viene somministrata la prima vaccinazione contro la tubercolosi da BCG.

Quindi, secondo il programma stabilito, viene eseguita la successiva vaccinazione. Affinché le vaccinazioni non danneggino la salute del bambino, è necessario conoscere le regole per la loro attuazione. A volte l'immunizzazione viene posticipata o annullata del tutto.

Anche una tosse elementare o naso che cola può servire come controindicazione..

Tipi di vaccinazioni durante l'infanzia

L'immunizzazione, effettuata secondo il piano, in breve tempo costituisce un'immunità specifica alle malattie gravi e pericolose. I vaccini contengono agenti patogeni indeboliti o eliminati. La loro quantità è sufficiente per attivare le cellule immunitarie per produrre anticorpi. Gli anticorpi specifici rimangono a lungo nel corpo e proteggono il corpo.

Ai bambini vengono somministrate le seguenti vaccinazioni contro:

  • Tubercolosi.
  • Difterite.
  • Pertosse.
  • Tetano.
  • Poliomielite.
  • Rosolia.
  • parotite.
  • Epatite B.
  • Corey.

Questo non è l'intero elenco dei vaccini usati per i bambini. L'elenco del calendario delle vaccinazioni viene aggiornato ogni anno.

Controindicazioni

Grazie alle vaccinazioni, l'umanità è stata in grado di resistere a una serie di malattie mortali e ridurre significativamente i rischi di essere colpito da molti disturbi gravi. Affinché la vaccinazione sia efficace e pienamente in grado di proteggere il corpo, è necessario tenere conto della presenza di controindicazioni alla sua attuazione..

Le vere controindicazioni includono casi in cui, quando si valuta la salute di un bambino, si determina che il vaccino non può essere somministrato in modo categorico. Possono applicarsi a tutte le vaccinazioni o a un farmaco specifico..

Nessuna vaccinazione deve essere somministrata se una ragazza o un ragazzo ha:

  • Oncopathology.
  • Stati di immunodeficienza.
  • Malattie croniche acute ed esacerbate.
  • Reazioni o conseguenze avverse causate da precedenti vaccinazioni.
  • Gravi reazioni allergiche.

Quali sono le controindicazioni relative? Questi sono quelli che hanno ragioni soggettive:

  • Quando i genitori si oppongono al vaccino se pensano che il bambino non stia bene (può occasionalmente tossire) o può essere allergico al farmaco.
  • Quando i medici rifiutano di somministrare il vaccino, se il bambino ha una chiara secrezione nasale o, ad esempio, disbiosi. Soprattutto quando si tratta di vaccinazione DTP.
  • Rifiuto delle vaccinazioni in presenza di anemia, allergie ed encefalopatia.

Le ragioni relative non giustificano un rifiuto completo della prevenzione del vaccino.

Vaccinazioni per la tosse

La maggior parte dei medici specializzati in pediatria è unanime nell'opinione che se un bambino tossisce gravemente, non può schiarirsi la gola, quindi è indesiderabile vaccinare un tale paziente. È meglio rimandare la vaccinazione fino al completo recupero. Le vaccinazioni provocano stress nel corpo e un generale indebolimento del benessere.

Quando i bambini soffrono di infezioni respiratorie virali o infezioni respiratorie acute, una delle manifestazioni della malattia è la tosse. Le funzioni protettive del corpo del bambino durante la malattia sono indebolite e sarà difficile per lui far fronte alla procedura di immunizzazione.

In una situazione in cui una piccola persona è malata di asma bronchiale, qualsiasi vaccinazione comporta un pericolo mortale. L'immunizzazione è controindicata in questi bambini..

È possibile vaccinare un bambino con DPT quando si tossisce? Prima di iniziare la vaccinazione, è necessario che ogni bambino sia esaminato da un medico. Sulla base dei risultati, viene presa la decisione di vaccinare ora o di rimandare a una data successiva fino al completo recupero del paziente..

Se un bambino tossisce e allo stesso tempo ha la febbre alta, in questo caso i medici consigliano vivamente di rimandare la procedura. Si raccomanda di attendere almeno un mese dopo la fine della malattia fino al completo ripristino del corpo del bambino.

Caratteristiche della vaccinazione

Affinché un bambino possa sviluppare l'immunità artificiale, è necessario effettuare l'immunizzazione secondo il programma sviluppato, che è approvato dal Ministero della Salute. Il programma di vaccinazione elenca in modo specifico i tipi di vaccini e quando devono essere somministrati. Il calendario nazionale delle vaccinazioni si divide in due parti:

  • La prima sezione elenca i vaccini contro le malattie che generalmente colpiscono tutte le persone (varicella, rosolia, morbillo, pertosse).
  • Il secondo contiene vaccini contro le infezioni focali, come l'influenza.

Il problema più controverso è il vaccino antinfluenzale. I professionisti medici sono divisi. Alcuni insistono sulla vaccinazione e la considerano salvavita durante le epidemie.

Altri sono assolutamente convinti della sua inutilità. Il vaccino antinfluenzale viene somministrato esclusivamente su richiesta di una persona specifica nel periodo autunno-inverno, quando si diffondono epidemie virali e da raffreddore.

La DPT appartiene a quei vaccini difficili da tollerare per i bambini. È questo vaccino che può causare reazioni avverse, anche se il bambino è ben tollerato con altri farmaci. Per evitare conseguenze indesiderate, i genitori devono conoscere i motivi per cui la vaccinazione deve essere annullata..

  • Fattori temporanei. Questi sono raffreddori e malattie infettive; aumento degli indicatori della temperatura corporea; aggravamento di disturbi cronici. Anche un bambino che tossisce non deve essere vaccinato; in primo luogo, deve essere completamente guarito. In presenza di tosse secca, quando l'espettorato non tossisce, non è inoltre consigliabile somministrare il vaccino.
  • Controindicazioni assolute. Questi includono deviazioni progressive nel lavoro del sistema nervoso centrale; vaccinazioni precedenti difficili; una storia di convulsioni, anche dopo vaccini precedentemente somministrati; immunodeficienza; sensibilità individuale e intolleranza ai componenti del farmaco.

Se tuo figlio o tua figlia hanno qualche malattia o se sei preoccupato che il farmaco iniettato possa provocare lo sviluppo di conseguenze indesiderate, sarà corretto consultare prima un medico. Esistono vaccini che non contengono il tossoide pertosse, che sono provocatori di effetti collaterali. Forse è lei che il dottore nominerà.

È importante capire che la vaccinazione DPT richiede cure e responsabilità speciali da parte di genitori e medici..

Riassumendo

Non arrabbiarti se non dai a tuo figlio nessuna delle vaccinazioni se ha controindicazioni alla sua introduzione. Ciò non significa affatto che il bambino in futuro si ammalerà necessariamente di questo disturbo. Oltre alle vaccinazioni, ci sono altri modi per rafforzare il sistema immunitario. Discutere con il pediatra su come aumentare le difese del corpo del bambino e sviluppare resistenza agli effetti di infezioni e virus.

Vale anche la pena notare che nessuno dei vaccini fornisce una protezione del 100% contro le malattie. Ma se il bambino viene vaccinato, la malattia procede molto più facilmente e la probabilità di sviluppare gravi conseguenze è significativamente ridotta. Le vaccinazioni più efficaci, dopo le quali è possibile verificare la presenza di anticorpi nel sangue. Se la vaccinazione non ha completato il suo compito, la vaccinazione può essere ripetuta.

Se mamme e papà credono che la vaccinazione non sia appropriata per il loro bambino, allora i genitori possono essere avvisati di sottoporsi a diagnosi di immunità. I suoi risultati mostreranno il livello di capacità protettive del corpo del bambino contro le malattie infettive. Un immunologo può emettere un rinvio per diagnosi. I dati ottenuti aiuteranno i genitori a prendere la decisione giusta in merito alla vaccinazione..

È possibile fare DPT con un raffreddore: Komarovsky, cosa succederà se lo fai

Con una malattia della mucosa, i genitori sono preoccupati per la domanda, è possibile fare DPT con un raffreddore? Preoccuparsi di ciò è giustificato dal fatto che la rinite abbassa il sistema immunitario del bambino. La vaccinazione per l'infiammazione del corpo può causare una serie di effetti collaterali e complicanze. Pertanto, è importante scoprire le controindicazioni e cosa accadrà se si fa DPT con un raffreddore.

I tempi della vaccinazione sono limitati nel tempo, quindi se non si ottiene il vaccino in tempo, il bambino ha il rischio di sviluppare rinite a lungo termine e una chiara diminuzione delle funzioni protettive del corpo. Cosa accadrà in questo caso, oltre a come evitare conseguenze indesiderabili, lo scopriremo in questo materiale.

È possibile vaccinare un bambino con rinite

DTP è un'abbreviazione internazionale che sta per un vaccino combinato che protegge dalla formazione di film bianchi nella faringe, dalle malattie batteriche acute infettive del sistema nervoso e dalla tosse convulsa. Il vaccino contro la difterite, il tetano e la pertosse sviluppa il sistema immunitario in tutti i bambini vaccinati.

Dopo la somministrazione del vaccino, vengono prodotti anticorpi nel corpo del paziente, che formano determinate cellule della memoria.

Quando il corpo è affetto dalle malattie elencate, il sistema immunitario attiva cellule già familiari e forma una reazione protettiva.

La vaccinazione è un'imitazione di una malattia in una forma non essenziale. Come risultato di questo processo, il paziente mostra un leggero indebolimento del corpo, durante il quale il bambino può sviluppare la rinite.

L'ammissibilità della vaccinazione DTP in caso di raffreddore è determinata dal medico, ma la secrezione di secrezioni mucose non è un motivo per rifiutare la vaccinazione.

È possibile mettere DTP con un raffreddore, ma solo in caso di rinite lieve. È vietato mettere un vaccino contro il raffreddore in caso di manifestazione simultanea delle seguenti controindicazioni:

  • ipersensibilità ai componenti del vaccino;
  • in caso di una carenza del sistema immunitario del paziente, che si manifesta come un'assenza di immunità gravemente indebolita o completa;
  • con la progressione dell'infiammazione nel sistema nervoso;
  • con convulsioni;
  • a una temperatura corporea molto alta.

Tuttavia, in questi casi, l'iniezione può essere erogata senza il componente pertosse..

Inoltre, è meglio posporre il vaccino se il naso che cola è accompagnato dai seguenti sintomi:

  • diatesi;
  • se il bambino ha recentemente sofferto di infezioni respiratorie acute;
  • con sintomi acuti di malattia sintomatica;
  • crampi fibrilici.

Alcuni medici possono vietare il vaccino se la rinite è causata da una reazione allergica.

Se il paziente soffre di un comune naso che cola, la DTP non è una controindicazione. Dopo l'iniezione, il bambino può aumentare la secrezione di secrezioni mucose, ma anche in questo caso non dovresti preoccuparti.

Dove farsi vaccinare

Ma i genitori possono acquistare il vaccino da soli. I medici si offrono di acquistare la medicina popolare "Infanrix", in vista della sua grande popolarità tra gli operatori sanitari.

  • Tuttavia, tutte le vaccinazioni certificate sono sicure, quindi puoi acquistare un vaccino domestico o importato in qualsiasi farmacia..
  • Un noto vaccino di fabbricazione russa, oltre a Infanrix, è Bubo-Kok.
  • Tra i farmaci stranieri, dai la preferenza a prodotti comprovati, il contenuto di conservanti dannosi in cui è ridotto al minimo:
  • "Pentaxim®";
  • "Tetrakok";
  • "Tritanrix-HB".

Puoi acquistare ogni vaccino in farmacia. Ricorda che l'auto-vaccinazione è vietata.!

Reazione di vaccinazione

Immediatamente dopo la vaccinazione, un bambino può sviluppare una serie di effetti collaterali minori. Questo segno indica un processo favorevole nel corpo..

Ciò significa che la corretta formazione del sistema immunitario avviene all'interno del corpo. Ma se il paziente non mostra alcun sintomo, non preoccuparti. In modo simile, si manifesta l'efficacia del farmaco e la sua completa percezione da parte del corpo..

Indipendentemente dal farmaco che scegli, DPT è considerato difficile per il corpo di qualsiasi bambino. La gravità del suo trasferimento è dovuta ai componenti della pertosse.

  1. Dopo la vaccinazione, il bambino mostra dolore nel sito di iniezione, arrossamento della pelle, gonfiore, febbre, irritabilità, malumore, un forte deterioramento del benessere.
  2. Dopo l'iniezione, il sito di puntura può gonfiarsi fino a otto centimetri!
  3. Inoltre, le reazioni avverse includono:
  • rifiuto di mangiare;
  • sonnolenza;
  • disturbo da defecazione;
  • vomito.

Se il vaccino è stato effettuato al momento della rinite, i sintomi del paziente possono aumentare e diventare più acuti. Pertanto, in caso di infiammazione acuta dei seni nasali o della mucosa nasale, è meglio attendere che il bambino si riprenda completamente. Ma se la rinite non è accompagnata da un deterioramento del benessere e da un aumento della temperatura corporea, non dovresti rifiutare la vaccinazione.

L'opinione di un pediatra

Il noto medico pediatra Komarovsky ritiene che la vaccinazione con rinite sia possibile solo se un naso che cola si manifesta con sintomi minori.

Il vaccino DPT, secondo Komarovsky, ha salvato milioni di vite dei bambini. Prima dell'inizio delle vaccinazioni, quasi il venti percento dei bambini soffriva di difterite, di cui quasi tutti sono morti. Ad oggi, queste statistiche sono migliorate e tutto grazie all'inizio della vaccinazione. Pertanto, la vaccinazione per il bambino è obbligatoria..

Un naso che cola e DPT sono incompatibili solo con una forte temperatura corporea e un'infiammazione acuta della mucosa o dei seni paranasali. Se al momento della vaccinazione il bambino non ha la febbre, ma lo stato di salute generale è deplorevole, il bambino ha gli occhi acquosi, una tosse, nessun appetito e altri segni di intossicazione compaiono, la vaccinazione deve essere effettuata dopo il completo recupero.

Conclusione

Di conseguenza, comprendiamo che la DPT con la rinite non è una controindicazione. Ma la necessità di un'infiammazione acuta dovrebbe essere determinata solo dal medico curante. Non applicare la soluzione da solo, poiché è importante chiarire tutte le possibili controindicazioni ed effetti collaterali.

Un bambino ha il naso che cola: è possibile ottenere un vaccino o è meglio posticipare la vaccinazione?

Quando si verifica una malattia come un naso che cola in un bambino, i genitori sono disturbati dalla domanda, è possibile fare DPT con un naso che cola? Le preoccupazioni al riguardo sono pienamente giustificate, perché un naso che cola riduce significativamente l'immunità del bambino.

La vaccinazione in presenza di infiammazione può portare a complicanze e ad alcuni effetti collaterali. Diventa importante chiarire quelle controindicazioni per le quali è necessario rifiutare la vaccinazione e cosa seguirà se si mette DPT con rinite.

Il tempo di vaccinazione è limitato. Se non si ottiene il vaccino in tempo, il bambino avrà un rischio di persistente rinite e una riduzione visibile delle funzioni protettive del sistema immunitario. È necessario considerare questo aspetto in dettaglio.

È possibile ottenere un vaccino DPT per il raffreddore?

La vaccinazione DTP è un vaccino sintetizzato che può prevenire la difterite, il tetano e la pertosse. Questo vaccino è in grado di formare una forte immunità a queste malattie in tutti i bambini a cui è stato somministrato il vaccino indicato..

Dopo che al bambino è stata fatta un'iniezione, è stato iniettato un vaccino, la formazione di anticorpi inizia a formarsi attivamente nel corpo, creando cellule della memoria. In caso di danno al corpo da parte dei disturbi di cui sopra, il sistema immunitario attiva le cellule familiari e quindi crea una reazione protettiva.

In sostanza, la vaccinazione è una malattia imitante in una forma minore. A causa di questo processo, il bambino può sperimentare un certo indebolimento del corpo, a causa del quale può verificarsi un naso che cola..

L'autorizzazione a iniettare questo vaccino è data dal pediatra distrettuale, che deve prima determinare l'entità del disturbo spiacevole. Il medico deve esaminare il bambino, misurare la temperatura, esaminare la gola, ascoltare il torace e la schiena per respiro sibilante, tosse. Dopo aver effettuato le manipolazioni specificate, il pediatra prende una decisione.

Ugelli senza temperatura

Esistono diversi motivi per la rinite, che non porta ad un aumento della temperatura:

  • diminuzione delle funzioni protettive del corpo. Il motivo più famoso per la comparsa di moccio senza temperatura;
  • superlavoro. Va notato che il superlavoro contribuisce spesso a ridurre l'immunità. Con un carico intenso, in assenza del tempo necessario per il riposo e il recupero, il sistema immunitario non è in grado di funzionare come al solito;
  • allergia. Lo snot può verificarsi a causa di un'esposizione prolungata all'allergene sul corpo del bambino. Può trattarsi di peli di animali domestici, detersivi per bucato, sapone, piante, creme, polveri spolveranti e così via;
  • virus. È abbastanza difficile per un piccolo organismo identificare tempestivamente un patogeno virale, poiché può integrarsi nelle proprie cellule del corpo. La risposta alla penetrazione dei batteri è un aumento della temperatura e, con un virus virale, la temperatura può essere normale per lungo tempo.

Un naso che cola, che non è accompagnato da altre complicazioni, non sarà un motivo per annullare il vaccino.

Prima della vaccinazione, è indispensabile visitare un pediatra che valuti lo stato di salute, fornisca raccomandazioni e li invii per la vaccinazione, se non ci sono controindicazioni.

Rinite con febbre

Il noto medico Komarovsky, insieme a un immunologo per bambini, spiega i salti di temperatura fino a tre anni di età in quanto la termoregolazione del corpo del bambino è in uno stato instabile. E 'normale.

Un salto di temperatura a poco più di 37 gradi è una caratteristica fisiologica. Ma solo un medico può separare la caratteristica indicata e la malattia..

Non è possibile vaccinare se il bambino ha segni di ARVI, come tosse, moccio, temperatura corporea elevata.

Se il bambino ha la dentizione, che è accompagnata da malessere generale, allora il vaccino può essere somministrato. In questo caso, c'è solo una limitazione: questa è una temperatura aumentata. Quindi la vaccinazione deve essere posticipata fino a quando lo stato di salute non è normalizzato. Se non c'è temperatura, è possibile somministrare il vaccino DPT.

Cosa succede se metti DPT su un bambino con raffreddore: possibili complicazioni

Se un naso che cola porta con sé tutti i segni di ARVI, la vaccinazione viene posticipata fino al completo recupero del bambino. Inoltre, quando si esaminano le briciole, il pediatra stabilirà una diagnosi accurata, prescriverà un trattamento e in nessun caso darà l'autorizzazione per la vaccinazione.

Elenco delle controindicazioni assolute e temporanee alla vaccinazione

Controindicazioni assolute:

  • una grave reazione a questo vaccino, che è stato somministrato in precedenza. Ciò include: temperatura corporea superiore a 40 gradi, arrossamento, gonfiore di oltre 8 centimetri nel sito di iniezione;
  • complicanze di questo vaccino, precedentemente fatto. Questi includono: shock anafilattico, forte calo di pressione, convulsioni;
  • immunodeficienza ereditaria e acquisita.

Controindicazioni temporanee:

  • ARVI;
  • malattie croniche come il diabete e altri;
  • trasfusioni di sangue, immunoglobuline;
  • reazione allergica.

In questi casi e in tutti gli altri casi, la questione della nomina della vaccinazione deve essere risolta con il pediatra.

Video collegati

Dr. Komarovsky sull'opportunità di vaccinare un bambino con il raffreddore:

Pertanto, un naso che cola non è una controindicazione acuta per la vaccinazione DTP se non ci sono fattori di accompagnamento. Il corpo di ogni bambino è individuale, quindi è necessario trattarne le caratteristiche con maggiore attenzione. Non devi prendere decisioni da solo, senza consultare uno specialista altamente qualificato.

AKDS lo fa per il raffreddore - puoi prendere un vaccino per il raffreddore

Guarda anche

  • se lo fanno con un raffreddore Le ragazze mi dicono come essere. abbiamo preso un raffreddore una settimana fa, non c'era ritmo, c'era solo un naso che colava. neanche la gola era rossa. Ma ce n'è uno MA. I sopli non sono andati fino in fondo. Sì sì. Giovedì vediamo il pediatra e secondo il piano...
  • Fare o non fare DPT... Abbiamo già sei mesi, ma non ho ancora deciso. E capisco che nessuno deciderà per me, ma quanto è spaventoso assumersi tale responsabilità! E fare è spaventoso e non farlo è rischioso.
    Dalla nascita…
  • Il primo DPT e il naso che cola Domani mia figlia ha 3 mesi, dopodomani - un'osmosi programmata dal pediatra e, per quanto ho capito, il primo DPT? Bene, almeno è così che ho letto il programma di vaccinazione su Internet. La figlia ha il naso che cola per una settimana. Nessuna febbre, nessuna tosse o...
  • Naso che cola e secondo DPT Buona giornata a tutti. Chiedo consiglio sulla situazione attuale: mia figlia ha 4 mesi e 24 giorni, abbiamo il naso che cola, la tosse, non c'è ritmo. Tossisco a causa del muco accumulato nel rinofaringe, risciacquo l'Aquamaris e la soluzione salina, lo succhio con un aspiratore, gli do...
  • Chi NON ha potenziato DTP? Ragazze, buon pomeriggio!
    Abbiamo bisogno del tuo feedback... Figlio 2.2. Facciamo le vaccinazioni nei tempi previsti. Hanno fatto di tutto, tranne il 4 ° DPT, la rivaccinazione. Abbiamo il "nostro" programma, forse abbiamo avuto il miele. curve, ecc. Avrei dovuto farlo a luglio, ma non...
  • Naso che cola dopo akds Ciao a tutti! Dimmi cosa c'è che non va in noi. Il primo DPT + polio è stato fatto martedì. Abbiamo 4 mesi. La sera t 37'5. Alle 5 del mattino già 38'5 tutto il giorno bussando. Di notte 37'5 di nuovo. Alle 7 am 38, io...
  • Le ragazze dell'AKDS, che si sono rifiutate dell'AKDS, come succede, firmo il rifiuto e mi hanno lasciato indietro? Voglio rifiutare completamente o rimandarlo di un anno e fare una fanteria francese (come ho fatto a mio figlio maggiore).
    Qualcun altro ha amici...
  • A proposito di akds Il 5 ottobre avremo i primi akds, il pediatra ha detto 3 giorni per dare qualsiasi farmaco per le allergie, ma probabilmente non sono tutti adatti ai bambini? Dimmi chi ha già superato questo, che è più sicuro, e voglio anche ascoltare...
  • La polio e il DTP possono essere eseguiti contemporaneamente? Bambino 7,5 mesi. ad oggi, BCG-M è stato fatto in ospedale per la maternità e due per l'epatite B secondo lo schema 0-1, il terzo non è stato ancora fatto a causa del benessere del bambino. La prima cosa che mi ha confuso dal pediatra è stata che la terza...
  • Ciao ragazze riguardo akds! Non sono un fan sfegatato delle vaccinazioni, ma ho un carattere così debole che ogni volta fino a 8 mesi mia figlia, arrivando a un appuntamento, ha firmato un consenso per la vaccinazione, perché il pediatra ha convinto / ha insistito su di loro. Cioè...

È consentito eseguire DTP per un bambino con raffreddore

La vaccinazione DTP è una fase importante nella vaccinazione obbligatoria di un bambino.

Questo è un vaccino internazionale completo che contiene componenti che contribuiscono allo sviluppo dell'immunità contro malattie come la pertosse, la difterite e il tetano per un periodo di 5-7 anni.

Il risultato del vaccino è la formazione di cellule della memoria, a causa delle quali il corpo, incontrandosi con i patogeni, inizia un'attività protettiva attiva.

È possibile somministrare a un bambino un vaccino DPT per il raffreddore

Nonostante l'importanza della vaccinazione, molti genitori temono le conseguenze della vaccinazione di un bambino senza capire il problema..

Ed è per questo che molti sono preoccupati per la questione se è possibile fare DPT con un raffreddore. In effetti, durante una malattia respiratoria, le forze del corpo sono impiegate per il recupero, a causa delle quali il sistema immunitario diminuisce.

Se in questo momento, in un corpo già indebolito, viene somministrato un vaccino, questo può portare a una serie di complicazioni.

È importante notare che ottenere un colpo freddo può essere non solo pericoloso ma anche inutile. Per lo stesso motivo: durante l'infiammazione della mucosa, il corpo sarà occupato a riprendersi e non si verificherà la risposta immunitaria prevista. Pertanto, è importante capire quali sono le controindicazioni per la vaccinazione..

Programma di vaccinazione

Secondo il programma approvato, la vaccinazione DTP viene eseguita in 4 fasi. Idealmente, il bambino dovrebbe essere vaccinato a partire da 3 mesi e le successive due iniezioni dovrebbero essere somministrate con un intervallo di 2 mesi. La rivaccinazione della DPT deve avvenire esattamente un anno dopo l'ultima vaccinazione.

Se, per qualche motivo, la vaccinazione di routine non è iniziata a 3 mesi, allora viene eseguita più tardi, ma con un intervallo di 1,5 mesi tra le vaccinazioni. Il quarto tiro è previsto un anno dopo il terzo tiro..

  • il vaccino specificato può essere somministrato solo a bambini di età inferiore a 4 anni;
  • inoltre, è possibile utilizzare solo una preparazione che non contiene un componente pertosse;
  • fino a 6 anni, puoi essere vaccinato con ADS e dopo 6 - ADS-M.

In realtà, non è sempre possibile vaccinarsi in tempo, perché i bambini molto spesso si ammalano di malattie respiratorie. E a volte un naso che cola banale può ritardare indefinitamente l'inizio della vaccinazione. Pertanto, sorge la domanda se valga la pena rimandare la vaccinazione se il bambino non è preoccupato per qualcosa di diverso dalla rinite..

Controindicazioni vere e false

Come tutti i medicinali, il vaccino DPT ha controindicazioni e ce ne sono parecchie se confrontate, ad esempio, con il vaccino antinfluenzale.

Le ragioni comuni per non giustificare la vaccinazione includono:

  • intolleranza individuale a uno dei componenti del farmaco;
  • stato di immunodeficienza;
  • diatesi, infezioni virali respiratorie acute in uno stato di picco e qualche tempo dopo la scomparsa dei sintomi;
  • malattie neurologiche;
  • convulsioni che si verificano senza febbre (in questo caso, è possibile la vaccinazione con un farmaco che non contiene un componente pertosse).

Se si verificano convulsioni su uno sfondo di febbre alta durante una malattia respiratoria, ciò non può essere considerato una controindicazione alla vaccinazione.

Oltre alle controindicazioni vere elencate, ci sono anche false, che vengono erroneamente considerate una ragione per posticipare la vaccinazione. Questi includono:

  • allargamento della ghiandola del timo;
  • interruzione del tratto digestivo, disbiosi;
  • dermatite atopica;
  • anemia;
  • Sindrome di Down.

Le manifestazioni allergiche in un bambino sono la ragione più comune per non essere vaccinati. Inoltre, alcuni ritengono che anche le reazioni allergiche in parenti stretti siano considerate controindicazioni alla vaccinazione. Solo l'allergia ai componenti del farmaco è un serio argomento "contro".

Le opinioni dei medici domestici differiscono per quanto riguarda la possibilità di vaccinazione durante un raffreddore..

Nella maggior parte dei paesi del mondo, una lieve forma di infezioni respiratorie acute, in assenza di infiammazione acuta, non influirà in alcun modo sul processo di vaccinazione e non causerà complicazioni.

Cioè, un naso che cola senza febbre e altri fenomeni correlati non è un motivo per posticipare la vaccinazione DPT. Ma per qualsiasi accenno allo sviluppo di un raffreddore, l'introduzione del vaccino dovrebbe essere posticipata.

Reazione vaccinale

C'è un malinteso secondo cui una buona reazione a un vaccino è la completa assenza di effetti collaterali. Questa opzione è anche possibile, ma poiché il DTP è un vaccino pesante, il corpo reagisce alla sua introduzione ristrutturando il sistema immunitario. Pertanto, non dovresti farti prendere dal panico se il bambino ha tali reazioni:

  • dolore, gonfiore o arrossamento nel sito di iniezione (il gonfiore può raggiungere 8 cm di diametro, ma non di più);
  • aumento della temperatura corporea;
  • letargia, apatia, perdita di appetito;
  • mal di stomaco, vomito;
  • irritabilità, ansia;
  • malessere generale.

Se una tale reazione al vaccino può essere in una persona completamente sana, quindi per un bambino con raffreddore, le conseguenze possono arrivare molto prima ed essere molto più pericolose..

A volte un naso che cola è di per sé una reazione al vaccino, che indica la presenza di infiammazione o malessere al momento dell'iniezione.

Un medico esperto non può sempre determinare con precisione la presenza di malattie nascoste o la natura della rinite..

Molti medici non considerano un naso che cola persistente un motivo per rimandare le vaccinazioni, credendo che se la rinite non è accompagnata da febbre alta e raffreddori, allora la DPT può essere fatta.

È meglio rimandare la somministrazione del vaccino fino al momento del completo recupero. Dopotutto, l'organismo di ogni bambino è individuale ed è impossibile dire con certezza quale sarà la reazione alla vaccinazione, soprattutto se al momento della sua attuazione si è verificato un lieve malessere. Ciò ridurrà al minimo i rischi della vaccinazione..

È possibile vaccinare un bambino con il raffreddore: somministrano DPT, poliomielite e altri vaccini?

La vaccinazione viene effettuata per formare il sistema immunitario del bambino. La maggior parte degli effetti collaterali dopo la procedura compaiono a causa del mancato rispetto di alcune regole e controindicazioni. Per una serie di malattie, è vietata l'introduzione di vaccini.

I genitori sono spesso interessati a sapere se è possibile farsi vaccinare per i sintomi di un raffreddore che non è associato ad altre manifestazioni di una malattia infettiva.

Per rispondere a questa domanda, vale la pena studiare le informazioni sui tipi di vaccini che possono essere utilizzati in un bambino con raffreddore e su quelle vaccinazioni per le quali il moccio è una controindicazione.

La vaccinazione con un raffreddore è consentita, tuttavia, se vaccinare o meno, i genitori decidono insieme al pediatra in ogni singolo caso.

Pro e contro delle vaccinazioni nei bambini con raffreddore

Quando un bambino ha il naso che cola, le vaccinazioni non sono controindicate, ma non esiste alcuna garanzia che il vaccino avrà l'effetto previsto e non provochi gravi complicazioni.

Gli esperti non hanno un consenso sulla vaccinazione per la rinite.

La maggior parte dei medici non approva questa idea, spiegando che il vaccino è molto stressante per il corpo del bambino e la probabilità di complicanze aumenta con l'immunità indebolita.

Prima della vaccinazione, il pediatra deve esaminare il bambino e prescrivere un esame del sangue e delle urine. Se vengono rilevate deviazioni nell'esame dai valori normali, il medico raccomanda di rimandare la vaccinazione fino al completo recupero del piccolo paziente..

Quando il BCG viene vaccinato contro la tubercolosi, il sistema immunitario del bambino è gravemente stressato. L'introduzione di farmaci che creano immunità da tale patologia provoca spesso l'insorgenza di varie complicazioni..

Per questo motivo, è vietato vaccinare con BCG durante la malattia. Tuttavia, alcuni esperti non considerano il naso che cola senza un aumento della temperatura una controindicazione a questa procedura..

In una situazione così ambigua, i genitori dovrebbero decidere autonomamente se vaccinare con BCG o meno..

Dopo la vaccinazione con BCG, somministrata a un bambino malato, possono seguire una serie di conseguenze negative; pertanto, è meglio astenersi dal realizzarlo con un raffreddore

Da epatite

La vaccinazione di routine contro l'epatite B è una misura necessaria per proteggere un bambino da patologie pericolose. Nella maggior parte dei casi, il vaccino è facilmente tollerato dai bambini, le complicanze sono limitate al rossore e alla leggera compattazione nel sito di iniezione. Un naso che cola non è una controindicazione per la vaccinazione contro l'epatite B, a meno che non vengano rilevati altri segni di una malattia infettiva.

Polio

Il vaccino contro la poliomielite contiene piccole dosi di virus vivo. Per questo motivo, la vaccinazione viene eseguita solo se il bambino non ha malattie. Se le difese del corpo del bambino sono indebolite, un'iniezione orale standard può essere sostituita con un vaccino che non contiene cellule di polio vive. Tale vaccinazione non è tossica e non è in grado di provocare lo sviluppo della malattia..

Per tetano, difterite, pertosse (DPT)

DPT è un vaccino multicomponente complesso. La vaccinazione tempestiva costituisce l'immunità del bambino contro il tetano, la difterite e la pertosse. L'effetto della vaccinazione dura 5-7 anni.

L'esecuzione di DTP con un raffreddore non è vietata, ma la procedura deve essere eseguita con grande cura. Il pediatra deve prima valutare le condizioni del piccolo paziente.

L'introduzione del DTP è possibile se la rinite non è associata a ipertermia e altri sintomi della malattia respiratoria acuta. In ogni caso, spetta ai genitori del bambino decidere se mettere DPT o meno..

Morbillo, rosolia, parotite (MMR)

MMR è un vaccino, il cui uso è mirato a sviluppare l'immunità del corpo del bambino a morbillo, rosolia e parotite. La componente del morbillo nel vaccino aumenta la probabilità di sviluppare una manifestazione reattiva. Al fine di evitare complicazioni, il bambino deve essere vaccinato solo dopo il completo recupero..

I medici consentono il CPC da somministrare a un bambino con rinite residua, a condizione che non vi siano altri sintomi di una malattia respiratoria virale

Tuttavia, molti esperti hanno un'opinione diversa su questo argomento. Credono che la vaccinazione sia controindicata solo quando un naso che cola appare sullo sfondo di tosse, febbre e altri segni di malattia respiratoria acuta. Se il moccio è un fenomeno residuo del comune raffreddore, il vaccino PDA può essere fatto.

Test di Mantoux

Il test di Mantoux periodico è una procedura obbligatoria per i bambini in età prescolare e in età scolare.

Questo metodo aiuta i medici a valutare adeguatamente lo stato del sistema immunitario del bambino in relazione alla tubercolosi..

La reazione del corpo del bambino all'introduzione di una piccola quantità di antigene appare entro 3 giorni dopo l'iniezione. Il rispetto di una serie di regole influisce sull'affidabilità del risultato. Questi includono:

  • divieto di pettinare il sito di iniezione;
  • esclusione di acqua e di eventuali farmaci dall'accesso;
  • eliminazione di una serie di alimenti dalla dieta, ad esempio uova, agrumi, cioccolato.

Per una reazione Mantoux affidabile, è necessario che il bambino al momento del test sia completamente sano

Il test di Mantoux è completamente sicuro per un bambino e non è considerato una vaccinazione. Tuttavia, la sua attuazione con la rinite può provocare complicazioni..

Poiché le difese del corpo del bambino sono indebolite durante il periodo di malattie respiratorie acute, eseguire la procedura in questo momento può minare ulteriormente l'immunità ridotta.

Inoltre, quando viene eseguito un test di Mantoux in un bambino con raffreddore, esiste un rischio elevato di ottenere un risultato inaffidabile..

Diaskintest

Diaskintest è usato per rilevare la tubercolosi in un bambino. Se un naso che cola non è una conseguenza dello sviluppo di una malattia infettiva, non è vietato eseguire una tale procedura in presenza di moccio. Altrimenti, la vaccinazione per la rinite può causare effetti collaterali come:

  • infiammazione nel sito di iniezione;
  • ipertermia;
  • allergie.

Influenza

Il vaccino antinfluenzale non è una procedura di routine. Può essere posposto fino a quando la rinite del bambino non è completamente guarita..

Tuttavia, i pediatri durante le epidemie raccomandano la vaccinazione antinfluenzale nonostante la rinite. Prima della procedura, il medico deve esaminare il piccolo paziente.

In assenza di qualsiasi manifestazione di una malattia infettiva, prescrive un rinvio al bambino per una vaccinazione anti-influenzale.

Quando eventuali vaccinazioni sono strettamente controindicate?

Esistono controindicazioni assolute per qualsiasi tipo di vaccino. Questi includono:

  • incompatibilità con i componenti del farmaco iniettato;
  • intolleranza al bianco d'uovo;
  • malattie respiratorie acute associate ad un aumento della temperatura corporea;
  • patologia dei sistemi circolatorio, respiratorio ed endocrino;
  • insufficienza cardiaca;
  • nefropatia.

Il corpo di ogni bambino reagisce in modo diverso alla vaccinazione, quindi è impossibile prevedere la sua reazione all'introduzione di un particolare antigene. I genitori dovrebbero essere responsabili delle vaccinazioni somministrate ai loro figli.

Categorie Popolari

Una Cisti Nel Naso

Perdita Dell'Olfatto