loader

Principale

Sinusite

Rinosinusite acuta e cronica: sintomi e trattamento

La rinosinusite è una malattia grave in cui il processo infiammatorio si sviluppa contemporaneamente nella cavità nasale e in uno o più seni paranasali. L'infiammazione può iniziare in qualsiasi seno. La malattia può essere virale, batterica o fungina e viene isolata anche la rinosinusite allergica.

Distingue tra forme acute, ricorrenti e croniche della malattia. La rinosinusite acuta dura non più di 12 settimane e i suoi sintomi scompaiono completamente dopo il recupero. La forma ricorrente della malattia è caratterizzata dal verificarsi di 1-4 episodi della malattia durante l'anno, i periodi di esacerbazione si alternano a periodi di remissione della durata di almeno 2 mesi.

La presenza di segni della malattia per più di 3 mesi dà motivo di dire che il paziente ha sviluppato rinosinusite cronica.

Cos'è?

La rinosinusite è una malattia complessa che si è sviluppata a causa dell'effetto di virus o batteri sui passaggi e sui seni nasali. Quando il processo infiammatorio si diffonde all'interno del naso, il tessuto mucoso si gonfia, si ispessisce e si sovrappone alle fistole attraverso le quali dovrebbe uscire il segreto patologico. Inoltre, i contenuti purulenti iniziano ad accumularsi nei seni, il che porta allo sviluppo della patologia.

La causa più comune di questa malattia è un'infezione virale acuta non trattata. La patologia può svilupparsi sullo sfondo di influenza, ARVI, adenovirus e altre malattie infettive. Quando si verifica la rinosinusite, vengono determinate le cause dell'infiammazione:

  • microrganismi fungini;
  • poliposi;
  • reazioni allergiche;
  • stafilococco e streptococco.

Se il naso è ferito, sono possibili la curvatura del setto nasale e la comparsa di altri difetti, che possono anche portare al restringimento dei seni nasali e, di conseguenza, all'accumulo di pus. Se si sviluppa rinosinusite, i sintomi e il trattamento negli adulti e nei bambini richiedono un'attenzione speciale. A seconda del tipo di questa patologia, viene selezionato il trattamento appropriato.

Classificazione

Questa malattia può avere diverse forme, che sono determinate dall'agente causale, dai sintomi, dal tasso di sviluppo. Sulla base di queste differenze, i medici hanno ricavato 4 classificazioni principali e per capire come trattare la rinosinusite a casa, è necessario determinare correttamente e completamente il suo tipo. La divisione può essere effettuata:

  • Virale: sono coinvolti i rinovirus, i virus dell'influenza e della parainfluenza, gli adenovirus e la sinusite dell'eziologia virale procede sempre in forma acuta
  • Batterici - i patogeni sono streptococchi polmonari e piogeni, emofili, Pseudomonas aeruginosa ed Escherichia coli, moraxella, Staphylococcus aureus, enterobatteri.
  • Fungo: la malattia è provocata da Aspergillus, Alternaria, culvularia, principalmente superinfezione (coinfezione di una cellula infetta con un altro ceppo o microrganismo).
  • Misto: l'infiammazione è di natura batterica e quindi ottiene una complicazione virale o fungina, o tutto inizia con l'influenza e quindi viene aggiunta una malattia batterica.

Per localizzazione del processo infiammatorio:

  • mascellare - sinusite classica;
  • frontale: colpisce i seni frontali;
  • etmoidale - infiammazione dei seni etmoidi;
  • sfenoidale - processo infiammatorio nei seni sfenoidali.

Per la gravità del corso:

Per natura della manifestazione:

Sintomi

La principale manifestazione di rinosinusite negli adulti con qualsiasi localizzazione dell'infiammazione è una violazione della respirazione nasale, a cui può essere aggiunta la secrezione mucosa (nell'ultimo stadio - con pus), che è assente se il naso è chiuso. I medici si riferiscono ai sintomi comuni della rinosinusite nelle persone di tutte le età:

  • un aumento della temperatura corporea a 38-39 gradi (assente nella natura cronica della malattia);
  • rinorrea;
  • debolezza;
  • perdita di appetito;
  • mal di testa (verso la fine della giornata);
  • respirazione difficoltosa;
  • voce nasale;
  • violazione dell'olfatto.

Rinosinusite acuta: sintomi

La rinosinusite acuta è caratterizzata da un quadro clinico pronunciato. Pochi giorni dopo l'inizio della progressione della malattia, una persona ha gonfiore di una parte del viso dal lato della lesione, dolore parossistico alla testa e riduzione delle prestazioni. Se i sintomi di questo modulo non si attenuano entro 7 giorni, ciò indica l'aggiunta di un'infezione batterica. In questo caso, è necessario consegnare il paziente all'ospedale il più presto possibile e condurre una terapia antibiotica..

Sintomi di rinosinusite acuta:

  • sindrome da intossicazione grave;
  • debolezza in tutto il corpo;
  • diminuzione dell'olfatto fino alla sua completa assenza;
  • ipertermia;
  • mal di testa di varia intensità. Carattere parossistico;
  • nasalness;
  • il muco scorre lungo la parte posteriore della gola.

Sintomi tipici della rinosinusite (a seconda dei seni interessati):

  • La sinusite acuta è caratterizzata da forte dolore e pesantezza da parte del seno colpito. La sindrome del dolore tende ad intensificarsi durante la rotazione o l'inclinazione della testa;
  • con frontalite acuta, c'è dolore nella regione frontale;
  • con etmoidite, il primo sintomo è la comparsa di nasalità;
  • con sfenoidite, una persona ha un forte mal di testa.

Gradi di rinosinusite acuta:

  • leggero. In questo caso, i sintomi non sono pronunciati. C'è ipertermia fino a 37,5-38 gradi. Se al momento viene eseguito un esame radiografico, l'immagine mostrerà che non vi è essudato patologico (mucoso o purulento) nei seni;
  • media. La temperatura sale a 38,5 gradi. Quando la palpazione dei seni colpiti, si nota l'insorgenza della sindrome del dolore. Il dolore può irradiarsi alle orecchie o ai denti. Inoltre, il paziente sviluppa mal di testa;
  • pesante. Grave ipertermia. Alla palpazione dei seni colpiti, appare un forte dolore. L'edema nell'area della guancia è visivamente notato.

Rinosinusite cronica: sintomi

I sintomi della rinosinusite cronica compaiono gradualmente nel paziente. A volte possono non essere pronunciati e il paziente stesso non presta attenzione a loro. Ma mentre la malattia progredisce, compaiono i seguenti segni:

  • diminuzione dell'olfatto;
  • congestione nasale. Questo sintomo dà al paziente molti inconvenienti, dal momento che non riesce a respirare completamente;
  • la voce diventa nasale;
  • l'essudato purulento può periodicamente distinguersi dal naso;
  • il muco dal naso scorre lungo la parte posteriore della faringe;
  • lacrimazione;
  • pesantezza in varie parti del viso. Questo sintomo è dovuto all'accumulo di essudato nei seni;
  • mal di testa. L'assunzione di antidolorifici dà solo un sollievo temporaneo, dopo di che questo sintomo ritorna di nuovo..

Durante il periodo di esacerbazione, si osservano i seguenti sintomi:

  • aumento della congestione nasale;
  • ipertermia, ma non superiore a 37,5–38 gradi;
  • il muco viscoso di colore marrone, verde o bianco viene rilasciato dalla cavità nasale;
  • dolore nell'area facciale;
  • forte mal di testa. Questo sintomo si manifesta più intensamente in caso di progressione di un processo purulento..

polipoide

L'infiammazione trascurata dei seni paranasali porta alla proliferazione delle mucose. La rinosinusite polipo cronica si sviluppa sullo sfondo di una diminuzione della concentrazione di immunoglobulina G. Un fattore provocante è l'effetto di sostanze chimiche aggressive, allergeni, virus, una predisposizione ereditaria alle allergie. Lo sviluppo della malattia si verifica secondo il seguente schema:

  • gonfiore delle mucose;
  • le pareti si addensano, crescono;
  • si formano escrescenze: polipi;
  • il ristagno di contenuti purulenti si verifica nei seni paranasali.

La malattia è pericolosa per le sue complicanze: meningite, danni ai bulbi oculari. È richiesto un trattamento chirurgico - rimozione di polipi. Il quadro clinico è caratterizzato da sintomi:

  • congestione nasale;
  • sentirsi dentro un corpo estraneo;
  • perdita o diminuzione del gusto, dell'olfatto;
  • problemi di deglutizione - con una forma avanzata;
  • disturbi del sonno;
  • tachicardia;
  • congestione dell'orecchio;
  • fatica cronica;
  • dolore alla testa, zona del seno.

Allergico

I fattori provocatori per lo sviluppo di questo tipo di malattia sono gli effetti degli allergeni. Può essere cibo, medicine, piante, polvere, spore fungine, peli di animali. La rinosinusite allergica richiede l'eliminazione delle sostanze irritanti che portano alla malattia, l'uso di antistaminici.

La malattia si distingue per sintomi clinici:

  • arrossamento del bulbo oculare;
  • abbondante essudato trasparente dal naso;
  • lacrimazione;
  • prurito nel rinofaringe;
  • malessere;
  • mal di testa;
  • sonnolenza;
  • starnuti.

Purulento

La causa più comune della malattia in questo caso è il raffreddore comune. Quando i virus entrano nei passaggi nasali, si sviluppa un'infiammazione, che è accompagnata da gonfiore della mucosa. Di conseguenza, i contenuti mucosi dei seni escono con difficoltà e si forma un ambiente favorevole per la riproduzione di agenti patogeni nei luoghi di accumulo di secrezioni.

La formazione di pus nei seni è spesso accompagnata da un aumento della temperatura a livelli elevati. Il paziente soffre di mal di testa che peggiora quando si piega, appaiono debolezza e malessere generale. La respirazione nasale è difficile a causa della congestione, una persona cerca di respirare attraverso la bocca, il che può portare allo sviluppo di una tosse.

Nei casi più gravi, appare l'alitosi, le guance e le palpebre si gonfiano. Una sensazione di pienezza si nota nei seni colpiti. Sullo sfondo di una temperatura elevata, può svilupparsi intossicazione generale del corpo.

vasomotoria

In caso di violazione del tono dei vasi sanguigni nei seni paranasali e nella cavità nasale, si verifica edema delle mucose. La rinosinusite vasomotoria inizia sullo sfondo del raffreddore, ARVI. Provocare lo sviluppo della malattia:

  • uso frequente di gocce nasali;
  • situazioni stressanti;
  • cambiamenti nei livelli ormonali;
  • fumatori;
  • cali di temperatura dell'aria;
  • ipotermia;
  • consumo di alcool;
  • malattie croniche dello stomaco;
  • patologie anatomiche del naso;
  • trauma.

La vasodilatazione improvvisa porta alla comparsa di edema, mentre il quadro clinico della malattia è caratterizzato da costante congestione nasale, secrezioni mucose acquose che passano nel verde essudato con la progressione della malattia. I sintomi si osservano:

  • voce nasale;
  • starnuti;
  • lacrimazione;
  • respiro affannoso;
  • diminuzione dell'olfatto;
  • mal di testa;
  • mancanza di appetito;
  • disordine del sonno;
  • aumento della temperatura.

catarrale

Questa è una delle malattie respiratorie, in cui la mucosa nasale, così come i seni paranasali, si infiammano. Lo stadio acuto della malattia non è pericoloso e risponde molto bene al trattamento. I sintomi della patologia sono in molti modi simili ai segni di altri tipi di rinosinusite:

  • sindrome del dolore localizzata nei seni;
  • gonfiore della mucosa e del suo arrossamento;
  • un aumento della temperatura corporea, a volte a segni molto alti;
  • congiuntivite;
  • lacerazione;
  • scarico mucoso abbondante.

Le complicanze di questa malattia sono estremamente rare. Tuttavia, alcuni pazienti possono sviluppare rinosinusite batterica sullo sfondo della malattia catarrale. In questo caso, il trattamento è integrato con antibiotici..

complicazioni

La sinusite virale di solito non è pericolosa, ma un'infezione batterica può avere gravi conseguenze, soprattutto se non trattata correttamente. Le complicanze della rinosinusite si verificano come erosione diretta delle pareti sottili dei seni adiacenti all'orbita e al cranio o attraverso la diffusione ematogena.

Le potenziali complicanze possono includere:

  • cellulite orbitale;
  • ascesso orbitale;
  • osteomielite;
  • empiema subdurale o epidurale;
  • meningite;
  • encefalite del cervello;
  • tromboflebite corticale;
  • trombosi del seno cavernoso.

La diagnosi precoce di queste complicanze è di vitale importanza.

I segni di una malattia grave includono:

  • febbre;
  • gonfiore intorno agli occhi;
  • pelle arrossata e infiammata;
  • forte dolore facciale;
  • sensibilità alla luce;
  • diplopia e ridotta acuità visiva.

Se noti tali sintomi, consulta immediatamente un medico.!

Come trattare la rinosinusite?

Quando compaiono i primi segni di malattia, è necessario consultare immediatamente un medico ORL. Solo lui farà la diagnosi corretta e prescriverà il trattamento appropriato. L'automedicazione è severamente vietata. Durante la gravidanza, il trattamento della rinosinusite è prescritto da un ENT con il permesso di un ginecologo.

Principi di base del trattamento farmacologico per la rinosinusite negli adulti:

  1. La terapia antibiotica viene eseguita tenendo conto dei risultati di un esame microbiologico del contenuto dei seni. Ai pazienti vengono prescritte cefalosporine, macrolidi, tetracicline. I rimedi più efficaci per la rinosinusite sono "Amoxicillina", "Azitromicina", "Claritromicina". La durata dell'assunzione di farmaci antibatterici è di 10-14 giorni. Nella rinosinusite acuta accompagnata da febbre alta, vengono prescritti antibiotici intramuscolari. Per il trattamento dei bambini, gli antibiotici vengono utilizzati sotto forma di sospensioni o compresse solubili..
  2. Spray nasali antibatterici locali - "Polydexa", "Isofra".
  3. Per ridurre i sintomi di infiammazione, corticosteroidi e antistaminici.
  4. Decongestionanti e vasocostrittori locali - gocce nasali "Nazivin", "Tizin", "Rinonorm". Dovrebbero essere usati non più di 5 giorni a causa del possibile sviluppo della dipendenza.
  5. Spray combinati locali - "Vibracil", "Rinofluimucil".
  6. Immunomodulatori - "Immunal", "Imunoriks", "Ismigen".
  7. Mucolitici per il diradamento del muco e deflusso normalizzante - "Sinupret", "ACC", localmente "Aquamaris".
  8. Terapia antinfiammatoria e disintossicante - farmaci antipiretici e analgesici "Ibuprofene", "Paracetamolo".

Rimedi popolari

A casa, la rinite e la sinusite negli adulti possono essere trattate con rimedi popolari. Ma non dovrebbero essere l'unica medicina, è meglio integrarli con la prescrizione del medico. Non è raccomandato l'uso di rimedi popolari nei bambini.

Come ingredienti per fare gocce fatte in casa, puoi usare i seguenti prodotti: aloe, barbabietole, miele, propoli, cipolle, ciclamino, ecc.:

  • Il succo di un ortaggio a radice viene diluito in proporzione uguale all'acqua. Gocciolare il naso 4 rubli / giorno, 3-4 gocce in ogni apertura nasale;
  • Unisci il succo di barbabietole, carote e olio d'oliva in un rapporto 1: 1, aggiungi 2 a. Succo d'aglio, lascia fermentare. Usa 2 gocce, 2 rubli / giorno;
  • Grattugiare la radice di ciclamino, diluire il succo risultante con acqua bollita 1: 4. Insisti in un luogo fresco per 2 ore. Utilizzare per 7 giorni, 2 gocce in ciascuna narice. La tariffa giornaliera è un'istillazione dopo il risveglio.

Per preparare l'unguento, hai bisogno di succo di aloe, bulbi nella stessa quantità, a cui devi aggiungere l'unguento di Vishnevsky. Inumidire con la risultante soluzione di turunda, inserire nei passaggi nasali per 10 minuti. Applicare mattina e sera per dieci giorni.

La medicina di erbe e i prodotti semplici aiuteranno ad alleviare il decorso della rinosinusite cronica e persino a liberarsi completamente della malattia. Prima di usare la medicina tradizionale, è necessario consultare uno specialista per evitare effetti collaterali, deterioramento della condizione e sviluppo di patologie concomitanti.

Chirurgia

Se il trattamento conservativo è inefficace, passa alla chirurgia.

  1. La puntura dei seni infiammati consente di estrarre il pus e somministrare farmaci antibatterici. Una puntura viene eseguita con un ago speciale nel punto più sottile del seno mascellare. Dopo aver lavato il seno con antisettici, viene iniettato un medicinale.
  2. Un'alternativa alla puntura è l'uso di un catetere YAMIK. Un catetere di gomma viene inserito nel naso con due palloncini gonfiabili che chiudono la cavità nasale, quindi il contenuto viene rimosso con una siringa.
  3. Un metodo non invasivo per curare una malattia è il movimento di droghe, il cosiddetto "cuculo". Questa procedura consente di rimuovere contemporaneamente i contenuti dai seni e risciacquarli con un antisettico. Per evitare che il farmaco penetri nella gola, il paziente deve costantemente dire "cuculo".

previsione

La rinosinusite è trattata con successo con moderni metodi di terapia farmacologica e chirurgica; in assenza di complicanze, la prognosi è favorevole.

Rinosinusite allergica

Nel contesto di una situazione ambientale in costante deterioramento, la rinosinusite allergica sta diventando una malattia sempre più comune, la cui soglia di età è in costante calo. Se non trattato, porta allo sviluppo di malattie croniche e altre gravi complicanze..

Il contenuto dell'articolo

Ragioni di sviluppo

Non sempre, come suggerisce il nome, è l'allergia che innesca i processi infiammatori nei seni (sinusite). Spesso accade il contrario: le mucose costantemente irritate diventano ipersensibili e danno manifestazioni di allergie alla minima esposizione a irritanti precedentemente sicuri.

Lo sviluppo della sinusite stessa può essere provocato da:

  • curvatura congenita o acquisita del setto nasale;
  • ristrettezza patologica dei passaggi nasali;
  • crescita eccessiva di adenoidi o polipi;
  • eventuali infezioni respiratorie;
  • rinite cronica di qualsiasi eziologia;
  • infezioni fungine delle mucose;
  • asma bronchiale, specialmente durante un'esacerbazione;
  • manifestazioni frequenti di reazioni allergiche;
  • impatto negativo di stimoli esterni;
  • aria troppo secca e calda nella stanza;
  • indebolimento improvviso o grave del sistema immunitario.

La forma acuta della malattia è solitamente provocata dall'effetto simultaneo di diversi fattori. Quindi tutti i sintomi della malattia sono più pronunciati..

In assenza di trattamento, la malattia si trasforma facilmente in una forma cronica e la sensibilità delle mucose irritate aumenta ancora di più, che è il problema più grande per il trattamento: la gamma di allergeni si espande significativamente nel tempo.

I principali sintomi

I sintomi che accompagnano la rinosinusite allergica sono abbastanza tipici per qualsiasi malattia respiratoria:

  • abbondante scarico acquoso dal naso;
  • grave gonfiore della mucosa nasale;
  • arrossamento e infiammazione della congiuntiva degli occhi;
  • macchie rosse e / o eruzioni cutanee;
  • debolezza generale, vertigini;
  • sindrome del dolore con una chiara localizzazione;
  • frequenti mal di testa la sera;
  • un aumento della temperatura corporea fino a 38 gradi e oltre;
  • accumulo di muco sul retro della laringe;
  • mal di gola, tosse secca, improduttiva.

Molto spesso, sono colpite le mucose dei seni mascellari e le cellule del labirinto etmoide. In questo caso, il dolore è localizzato su uno o entrambi i lati del ponte del naso e aumenta significativamente quando si preme sull'area interessata.

Se non si inizia il trattamento in tempo o se gli agenti patogeni entrano nei seni paranasali, il moccio trasparente dopo un po 'viene sostituito da uno scarico giallo-verde spesso con un odore caratteristico purulento.

Diagnosi della malattia

La diagnosi di rinosinusite allergica può essere difficile e identificare un allergene è ancora più difficile. Questo può essere fatto con elevata precisione solo usando i moderni metodi diagnostici. Pertanto, dopo l'esame iniziale, il medico di medicina di solito indirizza il paziente a test di laboratorio e consultazioni con altri specialisti..

I seguenti metodi di esame possono aiutare a fare la diagnosi finale e determinare i metodi di trattamento per la rinosinusite allergica:

  1. Endoscopia: esame interno della cavità nasale introducendo una sonda al suo interno con una videocamera in miniatura integrata che visualizza l'immagine su un monitor esterno. Consente di valutare le condizioni delle mucose del naso, determinare la presenza o l'assenza di polipi e altre neoplasie e raccogliere il muco per ulteriori ricerche.
  2. Radiografia: una vista multipla del naso consente di vedere fino a che punto si è diffusa l'infiammazione e quali dei seni sono danneggiati. In alcuni casi, le neoplasie diventano visibili nella foto..
  3. L'ecografia dei seni paranasali è necessaria nei casi in cui vi sia il sospetto che i processi infiammatori in essi siano provocati dalla crescita di polipi o formazioni cistiche. Ti consente di determinare con precisione le dimensioni e la localizzazione delle neoplasie e valutare la possibilità e la necessità della loro rimozione.
  4. Tomografia computerizzata - è prescritta per la rinosinusite allergica complicata, quando i sintomi sono impliciti e c'è il sospetto che la causa della patologia sia caratteristiche anatomiche individuali che non sono chiaramente visibili ai raggi X.
  5. La semina batterica del muco è necessaria se si sospetta una natura infettiva della malattia e la rinosinusite purulenta. Per raccogliere il muco dal seno frontale, viene utilizzata una sonda speciale, dal seno mascellare - una siringa normale con un ago spesso.

Nella maggior parte dei casi, non fa a meno di consultare un allergologo, che fornisce anche un rinvio per test di laboratorio..

Ti permetteranno di determinare il più accuratamente possibile quali gruppi di sostanze causano allergia e i suoi sintomi associati. E solo dopo che tutti i risultati degli esami sono stati raccolti insieme, il corso del trattamento è selezionato individualmente per ciascun paziente.

Trattamento farmacologico

Non esiste un regime farmacologico generale per la rinosinusite allergica. I farmaci sono selezionati rigorosamente individualmente per ciascun paziente. Gli antistaminici aiutano a rimuovere rapidamente le manifestazioni di una reazione allergica e i farmaci vasocostrittori aiutano a ridurre lo scarico trasparente che scorre abbondantemente.

Gli antibiotici sono necessari solo quando si è già sviluppata un'infiammazione purulenta dei seni paranasali. Quale farmaco sarà il più efficace viene rilevato durante l'inoculazione batterica e dipende esclusivamente dalla natura dell'agente causale della malattia sottostante.

Spesso la difficoltà sta nel fatto che chi soffre di allergie ha una reazione negativa alla maggior parte degli antibiotici. Quindi la selezione dei farmaci deve essere effettuata mediante prove ed errori, controllando attentamente il paziente per la tolleranza di ciascun farmaco. A volte la reazione allergica può essere significativamente ridotta o completamente soppressa dalla somministrazione simultanea di antistaminici.

In assenza di un forte aumento della temperatura corporea, si ottengono buoni risultati dal profondo riscaldamento dell'hardware dei seni nasali. Può essere fatto usando ultrasuoni o radiazioni infrarosse. Questi sono diversi tipi di influenze, ognuna delle quali ha le sue indicazioni e controindicazioni..

  • Il dispositivo a infrarossi crea un potente raggio orientabile direzionale nella gamma a infrarossi, che espande i vasi sanguigni, allevia i sintomi del dolore e il gonfiore e facilita la respirazione nasale. Ma questo tipo di trattamento è controindicato nei processi infiammatori acuti e nella rosacea - quando i vasi sanguigni sono molto dilatati o si trovano molto vicino alla superficie della pelle.
  • La terapia ad ultrasuoni attiva il processo di rigenerazione delle mucose danneggiate a causa dell'esposizione alle vibrazioni del suono ad alta frequenza. Praticamente non riscalda la superficie della pelle. Ma con l'infiammazione purulenta, questo tipo di esposizione è controindicato. In questo caso, devi prima pompare il pus accumulato dai seni e bere un ciclo di antibiotici.

Metodi popolari

Per la sinusite cronica, è possibile un trattamento domiciliare con rimedi popolari, ma per una forma acuta della malattia di natura infettiva, non lo è. Pertanto, qui è importante iniziare una diagnosi corretta, in modo da non perdere tempo con procedure inutili e impedire che la malattia diventi cronica..

Ma come metodi ausiliari di trattamento, i rimedi popolari spesso danno risultati eccellenti. Ecco alcuni dei più efficaci:

  1. Decotti di erbe. Utilizzato per il risciacquo e l'instillazione nasale. I decotti più efficaci sono camomilla, calendula, iperico, celidonia. Ma qui l'assenza di intolleranza individuale è importante..
  2. Tisane Dovrebbero essere bevuti almeno 1 litro al giorno caldi per rafforzare il sistema immunitario ed eliminare le tossine il prima possibile. Puoi preparare foglie di ribes, fiori di tiglio, equiseto, lamponi essiccati, petali di rose al vapore.
  3. Succo di ciclamino. Un agente antinfiammatorio e antibatterico molto efficace. È sufficiente instillare 3-4 volte solo 2 gocce in ciascuna narice e dopo alcuni giorni ci sarà un significativo sollievo.
  4. Succo di iperico. Non viene utilizzato nella sua forma pura a causa della sua elevata attività biologica: può causare un'ustione della mucosa. Si diluisce a metà con acqua e gocciola 5-6 gocce 2-3 volte al giorno.
  5. Succo di aloe Un rimedio efficace per la guarigione delle mucose interessate, allevia rapidamente l'infiammazione, idrata e ha proprietà antibatteriche. Può essere usato a metà con miele per instillazione o impacchi interni (immergere una garza turunda e aggiungere per 10-15 minuti). Non utilizzato per l'infiammazione purulenta!

Si consiglia di trattare con rimedi popolari durante la gravidanza o quando, per motivi medici, non è possibile utilizzare medicine tradizionali.

Ma ricorda che hai ancora bisogno di un monitoraggio medico periodico di come cambiano le condizioni generali del paziente. E dopo il completamento del ciclo di trattamento, è consigliabile ripetere i test per assicurarsi del completo recupero..

Prevenzione

La prevenzione della rinosinusite allergica praticamente non differisce dalla prevenzione di altre malattie respiratorie, con l'unica differenza che l'enfasi è sullo stato dell'aria nella stanza e l'assenza di irritanti esterni. Per fare questo, è necessario ispezionare regolarmente la stanza per la presenza di possibili allergeni, almeno tre volte a settimana per pulire tutte le superfici (comprese quelle verticali!) Dalla polvere e due volte l'anno per eseguire il trattamento antifungino dei condizionatori d'aria installati.

Ulteriori misure preventive sono:

  • rafforzamento delle difese immunitarie dell'organismo: indurimento, terapia vitaminica, assunzione di immunomodulatori;
  • rispetto del regime di temperatura ottimale nei locali residenziali e di lavoro;
  • regolare attività fisica, preferibilmente all'aria aperta;
  • evitando cambiamenti troppo bruschi di temperatura e pressione dell'aria;
  • l'uso della protezione respiratoria personale quando si lavora in settori "dannosi" e in ambienti polverosi;
  • completa nutrizione naturale, ricca di vitamine e minerali vitali;
  • mancanza di stress, lavoro eccessivo grave, sonno e riposo ottimali.

Devi anche consultare un medico in tempo. Le persone spesso cercano di curare la rinosinusite allergica da sole a casa. Non c'è niente di sbagliato in questo, e molti rimedi popolari sono abbastanza in grado di affrontare questo problema. Ma se il naso che cola non scompare entro 7-10 giorni o le condizioni generali del paziente continuano a peggiorare, è necessario interrompere l'automedicazione e rivolgersi al medico per un aiuto.

rhinosinusitis

La rinosinusite è una malattia molto spiacevole che crea molti problemi a una persona. Qual è questo problema e come sbarazzarsene?

Cos'è?

La rinosinusite è una malattia complessa in cui i seni paranasali e, di fatto, la mucosa nasale sono colpiti da infezioni o virus. Di norma, il processo infiammatorio inizia nel seno mascellare e successivamente passa alle principali strutture protettive delle mucose.

segni e sintomi

I principali sintomi della rinosinusite sono di solito congestione nasale e significativa difficoltà respiratoria. Indipendentemente dal grado e dalla gravità della malattia, il paziente ha anche mal di testa periodici con localizzazione alla base del naso, scarico costante della secrezione purulenta con il suo ingresso regolare nel rinofaringe, nonché edema generale della mucosa nasale.

I sintomi rimanenti determinano il tipo principale di questa malattia e la sua forma specifica..

I principali tipi e forme di rinosinusite

Il corso e i quadri clinici nei diversi tipi della suddetta malattia differiscono in casi speciali:

Rinosinusite acuta

La forma acuta di questo tipo di malattia è caratterizzata da grave intossicazione del corpo, una manifestazione rapida e vivida dei suddetti sintomi. Entro 5-7 giorni dopo l'inizio dei processi infiammatori, una persona non può condurre una vita piena, la sua capacità lavorativa è significativamente ridotta, le sindromi dolorose nella testa diventano parossistiche..

Allo stesso tempo, la temperatura corporea aumenta quasi sempre, superando spesso il segno di 39 gradi Celsius. Il gonfiore delle mucose può andare oltre l'organo e diffondersi alle palpebre e ai tessuti facciali superiori. La microflora patogena si moltiplica e cattura attivamente sempre più spazi, colpendo i seni adiacenti e provocando complicazioni.

Rinosinusite cronica

Un processo infiammatorio di questo tipo è meno pronunciato rispetto alla precedente forma di rinosinusite, ma è più prolungato e può spesso procedere in una forma lenta da dodici a trenta settimane. I principali sintomi di questa condizione sono una temperatura normale, un significativo indebolimento dell'udito e dell'olfatto, costante gonfiore moderato delle mucose con un forte blocco dei passaggi nasali, nonché una voce nasale e una secrezione mucopurulenta dal naso..

Le sindromi dolorose in questo caso appaiono molto meno spesso, sono "imbrattate" e, se si verificano regolarmente, causano una sensazione di debolezza e irritazione.

Nella forma cronica di rinosinusite, la probabilità di ottenere una complicazione è molto più elevata rispetto al caso di un decorso acuto della malattia.

Rinosinusite polipoidea

Un'ulteriore progressione della rinosinusite cronica di solito porta alla formazione di polipi - proliferazione attiva e ispessimento delle pareti delle mucose, a seguito delle quali il gonfiore aumenta significativamente di dimensioni e i farmaci vasocostrittori non aiutano a ripristinare temporaneamente la normale respirazione. Questa condizione è abbastanza spesso accompagnata da congestione dei seni, un gran numero di masse purulente, che intensificano ulteriormente i processi infiammatori nel corpo e formano la base per lo sviluppo di complicanze concomitanti, in particolare meningite mortale e danno tissutale / mele pigre.

Questo tipo di rinosinusite può essere curata solo con metodi chirurgici rimuovendo meccanicamente i polipi.

Rinosinusite allergica

La principale causa di rinosinusite allergica e decorso purulento catarrale della malattia è l'effetto degli allergeni sul corpo. Tali allergeni possono essere pollini delle piante, lana, reazioni del corpo a determinati farmaci, spore fungine, smog e polvere delle auto, ecc..

Il sintomo principale che indica direttamente un tipo di malattia allergica è considerato come eruzioni laterali sulla pelle, arrossamento significativo delle membrane del bulbo oculare, prurito nel rinofaringe, abbondante secrezione nasale trasparente. La lotta alla rinosinusite allergica con gli antibiotici è inutile, gli antistaminici e l'isolamento della persona / ambiente dall'allergene vengono utilizzati per eliminare efficacemente il problema.

Trattamento rinosinusite

Il trattamento della rinosinusite negli adulti è un processo complesso che include l'eliminazione della causa che ha causato la reazione, l'eliminazione del fuoco dell'infiammazione, la riduzione delle manifestazioni dei sintomi, il ripristino della difesa immunitaria naturale.

  1. La terapia antibiotica con antibiotici ad ampio spettro è l'azitromicina o l'alternativa Augmentin. La durata di tale corso non supera i dieci giorni.
  2. Massima rimozione delle secrezioni patogene dal naso e dai seni. Per questo, vengono utilizzati farmaci vasocostrittori (naftizina), farmaci idratanti e mucolitici (Aquamaris), nonché mezzi per il drenaggio e il lavaggio delle cavità (salino).
  3. Riduzione dell'infiammazione Per questo, un medico ORL può consigliare corticosteroidi (idrocortisone) e antistaminici (Loratadin).
  4. Rafforzare il sistema immunitario. Può essere eseguito sia a livello locale utilizzando speciali spray omeopatici (IRS 19), sia procedure generali, inclusa la normalizzazione della nutrizione, l'assunzione di interferone, l'esercizio regolare.

Trattamento della malattia nei bambini

La rinosinusite nei bambini viene trattata in modo più delicato, escluso l'uso di antibiotici ad ampio spettro e glucocorticosteroidi. In questo caso, è razionale usare gocce combinate locali dal comune raffreddore nei bambini a base di steroidi / antibiotici (Izofra, Bioparox, Protargol), più spesso risciacquare i seni con soluzioni saline, fare inalazioni con un nebulizzatore usando Borjomi, rafforzare l'immunità del bambino.

Solo nel caso più estremo, con una forma molto avanzata della malattia e in caso di pericolo diretto per la vita del bambino, è necessario utilizzare i classici farmaci "per adulti" che hanno forti effetti collaterali e causano gravi danni al fegato, ai reni e al cuore del bambino.

Rimedi popolari

I rimedi popolari per la rinosinusite, ovviamente, non sono una panacea per questa malattia, tuttavia, possono davvero aiutare a recuperare più velocemente in caso di terapia complessa con farmaci.

I metodi più popolari "dalla gente" sono considerati riscaldare i setti nasali usando sale caldo in una borsa, inalazione e instillare nel naso con preparazioni a base di erbe a base di calendula, valeriana, camomilla, eucalipto e salvia, nonché compresse a base di tinture delle stesse erbe. Dovrebbe essere chiaro che i metodi di cui sopra devono essere coordinati con il proprio medico al fine di prevenire il deterioramento della condizione e l'insorgenza di malattie concomitanti..

Rinosinusite cronica: forme, sintomi, trattamento

I processi infiammatori acuti nei seni paranasali e nella cavità nasale terminano con il recupero o la transizione a una forma cronica. La condizione che si sviluppa nel secondo caso si chiama rinosinusite cronica. Questa patologia può essere una malattia indipendente o accompagnare altre malattie della cavità nasale..

Tipi di rinosinusite

Il nome "rinosinusite" è raramente utilizzato dai medici ORL della vecchia scuola post-sovietica.

Nell'otorinolaringoiatria domestica, è consuetudine dividere il processo infiammatorio in base alla sua localizzazione:

  • Cavità nasale - rinite;
  • Seno mascellare - sinusite;
  • Seno frontale - seno frontale;
  • A forma di cuneo - sfenoidite;
  • Seno etmoide - etmoidite.

Questa divisione facilita la classificazione della malattia secondo l'ICD-10, struttura il trattamento, ma non tiene conto del fatto che con l'infiammazione in un seno, in un modo o nell'altro, tutti i seni paranasali e la cavità nasale sono coinvolti nel processo infettivo. I sintomi e il trattamento della rinosinusite cronica negli adulti dipendono principalmente dal tipo di malattia.

Si possono distinguere i seguenti tipi di patologia:

  • Purulento;
  • Iperplastica: cistica, poliposi, poliposi cistica;
  • Iperplastica purulenta;
  • Edematoso (con rinite cronica o vasomotoria).

Secondo l'ICD-10, non esiste un unico codice per la rinosinusite cronica. La nomenclatura dipende dal tipo di processo.

Rinosinusite purulenta

L'infiammazione suppurativa cronica dei seni paranasali e della cavità nasale, sfortunatamente, è abbastanza comune. La ragione di ciò è il trattamento errato e inadeguato dei processi infiammatori acuti. La sinusite diventa cronica se per lungo tempo (3-5-7 mesi, a seconda della letteratura), nonostante il trattamento, i sintomi persistono.

Il secondo fattore importante che contribuisce all'insorgenza della rinosinusite purulenta cronica è la presenza di un focus purulento attivo nel corpo. I denti cariati diventano spesso un punto focale..

L'infezione anaerobica dalle radici "marce" dei denti penetra facilmente nel seno mascellare, sviluppandosi rapidamente in assenza di ossigeno. Quindi tutti i seni sono coinvolti nel processo infiammatorio..

La base morfologica di questo tipo di rinosinusite cronica è l'edema della mucosa all'interno del seno, l'infiammazione con l'aggiunta di un'infezione batterica o fungina, la formazione di secrezione purulenta. La radiografia dei seni paranasali rivela livelli di liquidi, un tomogramma calcolato mostra edema della mucosa e secrezione di liquidi.

Codice ICD 10: J 32

Rinosinusite iperplastica

L'iperplasia è una delle varianti della reazione tissutale all'infiammazione prolungata. Di conseguenza, la mucosa all'interno del seno cresce, principalmente a causa del tessuto connettivo. Esistono principalmente 2 tipi di rinosinusite iperplastica: cistica e poliposi.

Un polipo è una formazione densa e separata con una base di tessuto connettivo, ricoperta di epitelio. I polipi sono densi al tatto, hanno un aspetto gelatinoso.

Il polipo può essere singolo o ce ne possono essere molti. Con un processo pronunciato, il seno si riempie rapidamente di masse di poliposi, quindi la parete ossea collassa, i polipi entrano nella cavità nasale, rendendo difficile la respirazione nasale.

Una cisti è una formazione che ha una membrana e contenuti. C'è un liquido cistico specifico all'interno della cisti. Il contenuto della cisti è in qualche modo simile al fluido tissutale; è sterile, di colore ambrato e consistenza oleosa.

Di per sé, cisti e polipi non sono pericolosi e sono spesso una scoperta diagnostica. Ad esempio, quando si esegue una radiografia dei seni paranasali o la tomografia computerizzata della testa. Non sono inclini alla malignità..

Uno dei processi "specifici" iperplastici è la rinosinusite poliposa con la triade di aspirina.

La classica triade di aspirina comprende:

  • Asma bronchiale;
  • Intolleranza ai farmaci antinfiammatori non steroidei (Aspirina, Diclofenac, Meloxicam);
  • Processo di poliposi bilaterale.

Pertanto, la rinosinusite poliposa può essere non solo una conseguenza di un prolungato processo microbico, ma anche un riflesso della patologia allergica..

Codice ICD-10: J 33.1, J 33.8 - rinosinusite da poliposi; J 34.1 - Sinusite cistica.

Rinosinusite nella rinite cronica

La rinite cronica (vasomotoria, allergica, ipertrofica) è una condizione patologica non solo della cavità nasale, ma anche della mucosa all'interno dei seni paranasali. A causa di edema persistente, il drenaggio è compromesso, si sviluppa l'aerazione dei seni paranasali, si sviluppa rinosinusite vasomotoria / allergica cronica.

La differenza tra questi processi risiede nella patologia della mucosa. Il processo allergico ha una causa specifica: un allergene domestico, alimentare o inalatorio.

Con la rinosinusite vasomotoria, il meccanismo di regolazione nervosa del lume dei vasi del letto capillare è disturbato. Questo è un sistema complesso di piccoli vasi nella cavità nasale (principalmente nei turbinati inferiori), che reagisce ai cambiamenti di temperatura, umidità e altro.

A causa del disturbo vasomotorio, i vasi della mucosa si espandono e si restringono indipendentemente dalle condizioni ambientali, l'edema è costantemente presente nella cavità nasale e nei seni nasali, il paziente è disturbato da una secrezione nasale senza fine tutto l'anno.

Codice ICD-10: J 34.3, J 31- rinosinusite ipertrofica; J 30 - rinosinusite allergica; J 30.1 - vasomotore.

Forme miste

Il corpo umano è un sistema così complesso che spesso è molto difficile distinguere tra cause ed effetti di vari processi. In rari casi, esiste un processo esclusivamente cistico o poliposo, le forme miste sono più comuni. La rinosinusite vasomotoria può manifestarsi come edema predominante della mucosa, con singoli polipi, ecc..

Quadro clinico

La clinica del processo dipende dal tipo di condizione patologica. Ad eccezione della rinosinusite vasomotoria, altre forme potrebbero non apparire in alcun modo al di fuori dell'esacerbazione.

In uno stato di remissione, il paziente può essere disturbato da:

  • congestione nasale prolungata,
  • sensazione di pressione sotto l'occhio o nella fronte,
  • naso che cola ricorrente prolungato, non associato a un raffreddore.

L'esacerbazione dei processi purulenti (ad esempio, con un raffreddore, una riduzione dell'immunità, la progressione della malattia) presenta una serie di sintomi:

  • Scarico purulento profuso dal naso. Durante i processi anaerobici, la scarica può avere un odore fetido pungente;
  • Dolore al viso Fa male sotto gli occhi, nella fronte, nel ponte del naso. Il dolore si irradia ai denti, aumenta con la flessione;
  • Mancanza di odore (anosmia) o senso dell'olfatto distorto (cacosmia). I pazienti possono annusare e gustare il pus;
  • Febbre, malessere generale.

Terapia

Il trattamento della rinosinusite cronica negli adulti è un processo complesso, compresi stadi conservativi e chirurgici.

Nella fase conservativa vengono utilizzati vari farmaci: steroidi nasali, antibiotici, secretolitici e procedure chirurgiche minori, ad esempio puntura dei seni paranasali.

Gli steroidi nasali sono il pilastro del trattamento per la sinusite cronica!

Secondo le moderne istruzioni per il trattamento della rinosinusite, prima di tutto, gli ormoni dovrebbero essere usati per via intranasale, sia in remissione che durante l'esacerbazione. I glucocorticosteroidi alleviano il gonfiore, riducono l'infiammazione e riducono l'intensità dei processi iperplastici. Questi farmaci includono mometasone (Nasonex, Avamis, Maurice), fluticasone (Fliksonase, Nasobek).

I farmaci antibatterici sono usati per esacerbare i processi purulenti. Sono preferiti gli antibiotici ad ampio spettro.

Nome internazionale non classificatoNome depositato
Amoxicillina clavulanatoAugmentin, Amoxiclav, Flemoklav
  • cefalosporine
  • Cefuroxime
  • Cefprozil
  • ceftriaxone
  • cefotaxime
  • Cefpodoxime
  • Cefixime
  • Zinnat, Megasef, Bioracef
  • Prefisso
  • Biotraxon, colofonia
  • Biotaxime
  • Sefpotec
  • Ceforal, Suprax
  • macrolidi
  • Claritromicina
  • iosamicina
  • Klacid,
  • Lecoclar,
  • Fromilid,
  • Claricar
  • Wilprafen
  • I fluorochinoloni
  • levofloxacina
  • Mefloxacin
  • Tavanik,
  • Lebel,
  • Leflox
  • Avelox

In casi difficili, specialmente nei processi odontogeni (dentali), combinazioni di vari agenti, ad esempio levofloxacina + metronidazolo, possono essere utilizzate per distruggere completamente la flora batterica patogena. Il noto farmaco azitromicina (Sumamed) per la rinosinusite cronica ha perso la sua rilevanza a causa dello sviluppo di resistenza in un gran numero di microrganismi.

Oltre all'azione antibatterica diretta, gli antibiotici, in particolare la claritromicina, vengono utilizzati per ridurre la velocità e l'intensità della crescita del polipo. Secondo la "teoria dei macrolidi", basse dosi di claritromicina per lungo tempo (2-3 mesi di seguito) riducono il rischio di ricrescita dei polipi. Ciò è particolarmente vero dopo la rimozione delle vegetazioni polipoidi. In questo caso, la claritromicina è prescritta non in un dosaggio specifico per età, ma a piccole dosi: 125 mg al giorno per un adulto (con una dose standard di 500-1000 mg).

I secretolitici non sono farmaci di prima linea per la rinosinusite cronica, ma aiutano a purificare i seni, facilitano il deflusso e accelerano l'inizio della remissione. A tal fine vengono utilizzati Sinupret, Sinuforte, Sinustrong, ACC, Fluditek e altri..

Piccoli metodi chirurgici, come la puntura del seno mascellare, la trepanopuntura del seno frontale, la sinusotomia endoscopica - vengono utilizzati per esacerbare un processo di poliposi purulenta / purulenta nei seni paranasali. Questi interventi vengono eseguiti in regime ambulatoriale, con l'obiettivo di irrigare i seni e migliorare il drenaggio.

Chirurgia

Il trattamento chirurgico viene utilizzato in caso di terapia conservativa senza successo a lungo termine.

Il tipo di intervento chirurgico dipende dalla forma del processo:

  • Rinosinusite odontogena purulenta. Una sinusotomia classica o endoscopica (sinusotomia, frontotomia, etmoidotomia) viene eseguita con espansione o formazione di anastomosi. Durante questa procedura, viene rimossa tutta la secrezione patologica dal seno, viene espansa la fistola naturale tra il seno e la cavità nasale o viene applicata una seconda fistola nel passaggio nasale inferiore. Recentemente, la percentuale di interventi endoscopici è aumentata a causa del loro minore trauma.
  • Processo iperplastico (poliposi / cistica). Produrre polipotomia e successiva sinusotomia. I polipi vengono rimossi con un cappio (metodo classico) o un rasoio (metodo endoscopico). Dopo la rimozione dei polipi, le cellule anteriori del labirinto etmoide vengono solitamente aperte per migliorare il deflusso dei contenuti dai seni..
  • Processo vasomotorio / ipertrofico cronico. Per migliorare le condizioni dei seni nasali, il gonfiore nella cavità nasale è ridotto. Per questo, vengono utilizzate la coagulazione laser dei turbinati inferiori, la disintegrazione ultrasonica dei turbinati inferiori (metodi non invasivi) o la conchotomia inferiore (metodo chirurgico classico)..

Metodi di aiuto

Tra le procedure che alleviano le condizioni del paziente, è necessario evidenziare una doccia nasale. Il risciacquo corretto e frequente del naso rimuove lo scarico patologico, contribuisce al miglior effetto dei farmaci.

Una doccia nasale può essere prodotta con mezzi speciali (Aqualor, Physiomer), con un dispositivo speciale (dispositivo Aquamaris) o con una siringa o una pera. Quando si risciacqua il naso con mezzi improvvisati, è necessario assicurarsi che il flusso di soluzione non sia troppo forte e non entri nel tubo uditivo.

Il risciacquo della cavità nasale con succo di celidonia, altri liquidi aggressivi non ha giustificazioni scientifiche, in quanto può portare a ustioni della mucosa nasale e del tratto respiratorio superiore. I trattamenti termici non sono raccomandati per la sinusite cronica, possono aumentare l'edema e contribuire allo sviluppo di un'esacerbazione.

Tra le procedure di fisioterapia, puoi applicare:

  • magnetoterapia;
  • Fototerapia (KUF, Bioptron);
  • Terapia laser.

Conclusione

La rinosinusite cronica può assumere molte forme e manifestazioni. Senza esacerbazione, il processo cronico può essere asintomatico o essere espresso in congestione nasale e difficoltà nella respirazione nasale.

Il trattamento consiste in un regolare risciacquo del naso, steroidi nasali, agenti antibatterici. La terapia è prescritta dal medico curante, che controlla anche l'efficacia dei fondi utilizzati. Se necessario, il paziente può essere inviato in ospedale per un trattamento chirurgico

Rinosinusite nei bambini e negli adulti: cause, segni, diagnosi, come trattare

La rinosinusite è un complesso di sintomi caratterizzato da infiammazione simultanea della mucosa della cavità nasale e dei seni paranasali. Questa malattia di solito colpisce gli adulti di età compresa tra 45 e 70 anni. Più spesso le donne si ammalano rispetto agli uomini.

I seni paranasali includono:

  • Gaimorova,
  • sphenoidal,
  • Frontale,
  • Reticolo.

La mucosa dei seni paranasali e della cavità nasale si gonfia e si ispessisce durante l'infiammazione, le fistole tra loro si sovrappongono e si forma una camera ermeticamente chiusa in cui si accumula secrezione mucosa o purulenta. Ecco come si sviluppa la rinosinusite. La patologia acuta dura circa un mese e la patologia cronica - circa 12 settimane.

Eziologia

Gli agenti causali della rinosinusite sono i virus. Molto spesso, lo sviluppo della patologia è causato da rinovirus, coronovirus, virus dell'influenza e parainfluenza.

L'infezione da un'infezione virale si verifica con goccioline trasportate dall'aria o attraverso il contatto diretto con una persona malata. Nei seni nasali aumenta la permeabilità vascolare e la secrezione, si verifica edema della mucosa e le perdite nasali diventano abbondanti. I virus sono in grado di interrompere la clearance mucociliare - un meccanismo naturale per proteggere la mucosa dalle infezioni e influenzare direttamente negativamente le ciglia nasali.

Provocano lo sviluppo di rinosinusite:

  1. Poliposi del naso negli adulti;
  2. Eredità;
  3. Adenoidite nei bambini;
  4. Lesioni al naso;
  5. Indebolimento dell'immunità;
  6. Allergia;
  7. Uso a lungo termine di determinati farmaci;
  8. Difetti congeniti o acquisiti nelle strutture del naso.

Il processo di pulizia del naso dal contenuto è di grande importanza. Soffiarsi il naso crea una maggiore pressione nella cavità nasale, che promuove il movimento delle secrezioni nei seni nasali.

Classificazione

Esistono diverse classificazioni di rinosinus da parte di gruppi.

  • Per eziologia: virale, batterica, fungina, mista.
  • A valle: acuto, cronico, ricorrente.
  • Per localizzazione del processo patologico: unilaterale e bilaterale.
  • Dal tipo di seno interessato: sinusite, sinusite frontale, etmoidite, sfenoidite.
  • Dalla gravità del corso: lieve, moderato e grave.

Sintomi di rinosinusite

La rinosinusite acuta si manifesta con i seguenti segni clinici:

  1. Intossicazione - febbre, affaticamento, sensazione di debolezza, distensione e pressione nelle orecchie;
  2. Violazione della respirazione nasale - congestione nasale, difficoltà respiratoria, tosse, riduzione o assenza di olfatto, secrezione abbondante, alitosi;
  3. Sindrome del dolore - dolore e disagio nell'area del seno colpito, aggravato dal paziente che si piega in avanti.

Sintomi che richiedono una visita urgente a un otorinolaringoiatra:

  • Gonfiore del viso,
  • Anomalie visive,
  • Disordini mentali.

La rinosinusite acuta si sviluppa rapidamente, accompagnata da vividi sintomi clinici e grave intossicazione. Già una settimana dopo l'insorgenza della malattia, la capacità lavorativa dei pazienti diminuisce, la parte superiore del viso si gonfia, il dolore alla testa diventa parossistico. I microrganismi patogeni, che si moltiplicano attivamente, infettano i seni vicini e causano lo sviluppo di complicanze.

Nell'infiammazione cronica, la fistola tra naso e seno si gonfia e si restringe. C'è una mancanza di ossigeno, che a sua volta aumenta l'infiammazione. La causa principale della patologia cronica è la rinosinusite acuta non trattata.

  1. Difetti congeniti o acquisiti del rinofaringe;
  2. Trauma facciale;
  3. Reazioni allergiche;
  4. Inalazione regolare di aria inquinata o polverosa;
  5. Grave intossicazione;
  6. Cattive abitudini.

Sintomi: secrezione purulenta, indebolimento dell'olfatto e dell'udito, voce nasale, sensazione di pienezza nella zona del seno. L'esacerbazione del processo cronico si manifesta con sintomi identici alla rinosinusite acuta.

La rinosinusite cronica per tipo di infiammazione è suddivisa in catarrale, purulenta, poliposi, cistica, mista.

La rinosinusite cronica è una malattia più prolungata, ma con sintomi meno gravi. La sua durata è di venti o trenta settimane. Una forma lenta di patologia è spesso indolore o con sindrome del dolore lieve, che provoca irritabilità e debolezza nei pazienti. A causa dell'assenza di sintomi caratteristici, le complicanze nella rinosinusite cronica si verificano molto più spesso che nell'acuto.

Rinosinusite polipoidea

Nelle persone con ridotta immunità, la mucosa del naso e dei seni reagisce con edema grave a determinate sostanze irritanti: polline di piante, polvere, microrganismi, sostanze chimiche. La rinosinusite cronica e l'edema a lungo termine portano alla formazione di sigilli sulla mucosa, al suo ispessimento, alla comparsa di crescite sulle pareti e alla successiva formazione di polipi. Di grande importanza nello sviluppo della rinosinusite poliposa è una predisposizione ereditaria alle allergie..

Nei seni nasali si verifica il ristagno di masse purulente, attivando l'infiammazione nel corpo e portando allo sviluppo di complicazioni pericolose - meningite e danni agli occhi.

Per ripristinare la respirazione nasale, è necessario eliminare le escrescenze. Per questo vengono eseguite operazioni endoscopiche e interventi microchirurgici..

I polipi sono le conseguenze di una malattia che richiede un trattamento etiotropico: antiallergico o antimicrobico.

Rinosinusite purulenta

La rinosinusite purulenta è un'infiammazione batterica della mucosa nasale e dei seni paranasali. La malattia ha pronunciato sintomi clinici: febbre, mal di denti, secrezione nasale purulenta, dolore e gonfiore del viso nell'area dei seni colpiti, altri segni di intossicazione - sonno e appetito scadenti, dolore muscolare, dolori articolari, debolezza.

La rinosinusite purulenta è una malattia pericolosa che è spesso complicata da meningite, ascessi o empiema del cervello e dell'orbita.

Trattamento complesso di patologia, compresi antibiotici, mucolitici, antistaminici, decongestionanti, immunomodulatori.

Rinosinusite allergica

La rinosinusite allergica cronica si sviluppa quando si è allergici a varie sostanze irritanti. I sintomi locali della patologia sono: bruciore, prurito, secrezione nasale acquosa, starnuti, lacrimazione.

La forma stagionale si manifesta, oltre ai sintomi locali, generale - malessere, sonnolenza, mal di testa, irritabilità. La malattia è associata all'esposizione al corpo di allergeni: polline di piante, lana, droghe.

Il trattamento per la rinosinusite allergica consiste nell'identificare ed eliminare l'irritante. Al paziente vengono prescritti antistaminici.

Rinosinusite vasomotoria

Lo sviluppo della rinosinusite vasomotoria è associato a una violazione del tono dei vasi sanguigni della cavità nasale e dei seni paranasali. La distonia è caratterizzata da improvvisa vasodilatazione ed edema della mucosa.

La lamentela principale dei pazienti è la costante congestione nasale. Le cause della patologia sono varie sostanze irritanti: fumo, polvere.

La forma acuta si trasforma spesso in una cronica, che porta allo sviluppo di complicanze: otite media o polipi nasali.

Caratteristiche della patologia nei bambini

I seni mascellari si formano nei bambini all'età di 7 anni. Il loro principale svantaggio è un grande volume e un'anastomosi stretta. Quando infetto, la mucosa si gonfia, le fistole si chiudono, lo scarico si accumula nel seno.

Nei bambini in età prescolare e nei bambini in età di scuola elementare, il seno frontale e il labirinto etmoide sono più spesso coinvolti nel processo patologico e negli adulti e negli adolescenti, la mucosa di tutti i seni è interessata dallo sviluppo della polisinusite..

I segni clinici della malattia nei bambini sono tipici e molto simili a quelli delle infezioni respiratorie..

Diagnostica

La diagnosi della malattia viene fatta da un medico ORL sulla base dei reclami del paziente, una valutazione delle condizioni generali, un esame otorinolaringoiatrico, i risultati degli studi di laboratorio e strumentali.

  • Dopo aver ascoltato le lamentele del paziente e aver raccolto l'anamnesi, il medico procede a un esame fisico, durante il quale palpa la fronte e gli zigomi. Ciò consente di determinare il dolore locale e rilevare anomalie della cavità nasale..
  • L'esame otorinolaringoiatrico comprende rinoscopia, otoscopia e faringoscopia.
  • L'esame microbiologico della secrezione del rinofaringe e del contenuto dei seni consente di identificare l'agente causale della malattia, identificarlo e determinarne la sensibilità agli antibiotici.
  • Ulteriori metodi di ricerca strumentale: tomografia computerizzata, radiografia, risonanza magnetica.

Trattamento rinosinusite

Quando compaiono i primi segni di malattia, è necessario consultare immediatamente un medico ORL. Solo lui farà la diagnosi corretta e prescriverà il trattamento appropriato.

L'automedicazione è severamente vietata. Durante la gravidanza, il trattamento della rinosinusite è prescritto da un ENT con il permesso di un ginecologo.

Terapia farmacologica

  1. La terapia antibiotica viene eseguita tenendo conto dei risultati di un esame microbiologico del contenuto dei seni. Ai pazienti vengono prescritte cefalosporine, macrolidi, tetracicline. I rimedi più efficaci per la rinosinusite sono "Amoxicillina", "Azitromicina", "Claritromicina". La durata dell'assunzione di farmaci antibatterici è di 10-14 giorni. Nella rinosinusite acuta accompagnata da febbre alta, vengono prescritti antibiotici intramuscolari. Per il trattamento dei bambini, gli antibiotici vengono utilizzati sotto forma di sospensioni o compresse solubili..
  2. Spray nasali antibatterici locali - "Polydexa", "Isofra".
  3. Per ridurre i sintomi di infiammazione, corticosteroidi e antistaminici.
  4. Decongestionanti e vasocostrittori locali - gocce nasali "Nazivin", "Tizin", "Rinonorm". Dovrebbero essere usati non più di 5 giorni a causa del possibile sviluppo della dipendenza.
  5. Spray combinati locali - "Vibracil", "Rinofluimucil".
  6. Immunomodulatori - "Immunal", "Imunoriks", "Ismigen".
  7. Mucolitici per il diradamento del muco e deflusso normalizzante - "Sinupret", "ACC", localmente "Aquamaris".
  8. Terapia antinfiammatoria e disintossicante - farmaci antipiretici e analgesici "Ibuprofene", "Paracetamolo".

Chirurgia

Se il trattamento conservativo è inefficace, passa alla chirurgia.

  • La puntura dei seni infiammati consente di estrarre il pus e somministrare farmaci antibatterici. Una puntura viene eseguita con un ago speciale nel punto più sottile del seno mascellare. Dopo aver lavato il seno con antisettici, viene iniettato un medicinale.
  • Un'alternativa alla puntura è l'uso di un catetere YAMIK. Un catetere di gomma viene inserito nel naso con due palloncini gonfiabili che chiudono la cavità nasale, quindi il contenuto viene rimosso con una siringa.
  • Un metodo non invasivo per curare una malattia è il movimento di droghe, il cosiddetto "cuculo". Questa procedura consente di rimuovere contemporaneamente i contenuti dai seni e risciacquarli con un antisettico. Per evitare che il farmaco penetri nella gola, il paziente deve costantemente dire "cuculo".

Etnoscienza

  1. Una miscela di rafano e limone è un trattamento efficace per la rinosinusite. Il succo di tre limoni è mescolato con radice di rafano schiacciata in un tritacarne. Prendi la composizione risultante al mattino a stomaco vuoto, mezzo cucchiaino per 4 mesi. Questo rimedio viene utilizzato anche in autunno e in primavera per prevenire le esacerbazioni..
  2. Il lavaggio del rinofaringe dà un buon risultato nel trattamento della patologia. Per fare questo, usa barbabietola diluita e salata, succo di limone o brodo di salvia.
  3. Una miscela di miele, succo di patate e cipolla viene instillata nel naso con esacerbazione della rinosinusite.
  4. Viene preparata una tintura di camomilla, calendula, valeriana, salvia ed eucalipto, che viene utilizzata per inalazione, impacchi e instillazione nel naso.

La medicina di erbe e i prodotti semplici aiuteranno ad alleviare il decorso della rinosinusite cronica e persino a liberarsi completamente della malattia. Prima di usare la medicina tradizionale, è necessario consultare uno specialista per evitare effetti collaterali, deterioramento della condizione e sviluppo di patologie concomitanti.