loader

Principale

Rinite

Come trattare la rinite durante la gravidanza?

La gravidanza è un processo normale, che è accompagnato da profondi cambiamenti nelle varie funzioni, volto a soddisfare le esigenze del feto in via di sviluppo e le riserve che gli consentono di crescere e svilupparsi continuamente.

Cos'è la rinite allergica nelle donne in gravidanza

La rinite allergica della gravidanza è un'infiammazione della mucosa nasale. La causa principale sono vari allergeni: polline vegetali, allergeni domestici e alimentari, allergeni epidermici. La rinite delle donne in gravidanza, secondo le statistiche, colpisce circa il 50 - 70% delle donne in gravidanza.

Cause di rinite allergica nelle donne in gravidanza

I principali cambiamenti fisiologici nel corpo della madre durante la gravidanza provocano lo sviluppo di rinite allergica:

  • un aumento del contenuto di ormoni nel sangue, che aiuta a rilassare i muscoli lisci dell'utero, del tratto respiratorio superiore e del tratto gastrointestinale;
  • il carico psicoemotivo, la temperatura, ecc. aumentano, il che può provocare congestione nasale e broncospasmo nelle donne in gravidanza a causa di iperreattività bronchiale e nasale non specifica;
  • i cambiamenti nel funzionamento del sistema immunitario di una donna incinta sono causati da una diminuzione delle risposte immunitarie della donna. Una diminuzione dell'immunità cellulare è facilitata da un aumento del contenuto di cortisolo, estrogeni, progesterone.

Le principali cause di rinite allergica nelle donne in gravidanza sono:

  • un aumento del volume del sangue circolante;
  • un aumento della concentrazione di progesterone, che provoca il rilassamento dei muscoli lisci dei vasi del naso;
  • gli effetti degli estrogeni che causano gonfiore della mucosa nasale.

Sintomi di rinite allergica in donne in gravidanza

I principali sintomi clinici della rinite allergica sono:

  • difficoltà nella respirazione nasale;
  • starnuti;
  • scarico mucoso trasparente;
  • prurito dell'epidermide;
  • gonfiore della mucosa nasale.

Trattamento della rinite allergica nelle donne in gravidanza

Farmaci per la rinite allergica

Per le donne in gravidanza, il medico prescrive più spesso:

  • preparati di acido cromoglicico (intale, cromolyn);
  • antistaminici di azione locale (allergodil);
  • glucocorticosteroidi topici (nasali) (flixonase);
  • antistaminici sistemici (loratadina, claritina);
  • la terapia barriera è più spesso utilizzata come misura preventiva (prevalina, nazavale).

Gli obiettivi principali del trattamento della rinite allergica sono alleviare i sintomi della malattia o trasferirli in uno stato di massima sicurezza per la madre e il feto durante la gravidanza e il parto e preservare il normale funzionamento delle vie respiratorie e degli altri sistemi corporei della donna incinta. Nel trattamento della rinite allergica durante la gravidanza, sono prescritti solo quei farmaci che sono approvati per l'uso in donne in gravidanza, indicati nelle istruzioni ufficiali per l'uso.

1. I preparati di acido cromoglicico - intale (sodio cromoglicato), cromolyn sodio - stabilizzanti delle membrane dei mastociti, hanno un profilo di sicurezza elevato. I dati ottenuti su donne in gravidanza e animali indicano l'assenza di teratogenicità in questi farmaci..

2. Un farmaco topico - l'allergodil (azelastina) ha mostrato un'alta efficienza nella rinite allergica e congiuntivite. Non ci sono dati sull'efficacia clinica e la sicurezza del farmaco nelle donne in gravidanza e in allattamento. Quando testato su animali, non è stata ottenuta alcuna prova di azione teratogena. Allergodil: ha un antistaminico, effetto antiallergico, riduce la permeabilità e l'essudazione capillare, stabilizza la membrana dei mastociti e previene il rilascio di mediatori da essi (istamina, serotonina, leucotrieni) che causano il broncospasmo e contribuiscono allo sviluppo di reazioni allergiche e infiammazioni.

3. Nella rinite allergica grave, è possibile utilizzare glucocorticosteroidi per via nasale - flixonase (fluticasone propionato), che hanno maggiore efficacia e sicurezza.

4. I farmaci ad azione sistemica nelle donne in gravidanza sono prescritti solo se nelle istruzioni per l'uso del farmaco è indicato che può essere utilizzato in uno specifico periodo di gravidanza. Gli antistaminici sistemici sono approvati solo per l'uso nelle categorie A o B. Sono preferiti antistaminici non sedativi di seconda generazione. Per alcuni antistaminici, l'uso è possibile solo nel caso. Se il beneficio previsto supera il potenziale rischio per il feto (loratadina, fexofenadina).

5. Le terapie con barriera includono metodi che creano ostacoli all'esposizione all'allergene. Proteggendo il corpo dal contatto con un allergene e dall'esacerbazione di una malattia allergica, specialmente nel primo trimestre, nonché durante l'allattamento - prevalina, nazavale, ecc. Prevalina è raccomandata per la prevenzione della rinite allergica nelle donne in gravidanza, tutti i suoi componenti sono inerti e non tossici. Il farmaco non provoca sonnolenza, non contiene conservanti e profumi chimici.

Attenzione! Per molti farmaci, l'eccezione indiscutibile è il primo trimestre di gravidanza, durante il quale vengono deposti gli organi del nascituro. Qualsiasi influenza chimica durante questo periodo può avere un effetto negativo sul feto in via di sviluppo, prima di usarlo è necessario consultare un medico.

Cosa devi sapere con la rinite durante i sintomi della gravidanza, i pericoli e le regole di trattamento

Come distinguere la rinite durante la gravidanza da altre forme di malattia

La principale caratteristica distintiva della rinite durante la gravidanza è la normale condizione generale di una donna. Con questa malattia, la temperatura corporea non aumenta, il malessere non appare, la donna non si sente sopraffatta, non ha mal di testa, il suo appetito non è disturbato e i sintomi di intossicazione del corpo non compaiono.

Questo è ciò che rende possibile, durante la diagnosi iniziale, distinguere la rinite delle donne in gravidanza dalla solita virale - con infezioni virali respiratorie acute, la norma è un deterioramento del benessere, intossicazione del corpo e un aumento della temperatura.

La malattia differisce dalla rinite allergica per l'assenza di mal di occhi e eruzioni cutanee sul viso e sul corpo. Inoltre, con la rinite delle donne in gravidanza, si sviluppa raramente uno starnuto forte, tipico di una rinite allergica..

È possibile distinguere la rinite delle donne in gravidanza da un raffreddore (rinite acuta non specifica) dal normale stato di salute della donna e 5-6 giorni dopo l'insorgenza della malattia - dal colore e dalla consistenza del muco nasale. Con la rinite acuta in questo momento, diventa spessa, verde o giallo-verde, con la rinite delle donne in gravidanza durante la malattia, rimane trasparente e abbastanza liquida.

È molto più difficile distinguere la rinite delle donne in gravidanza da varie forme di rinite cronica: atrofica, ipertrofica, iperplastica. Il sintomo principale della rinite delle donne in gravidanza qui è il suo esordio proprio durante il periodo di gestazione, poiché altre forme di malattia tormentano una donna anche prima della gravidanza. Cioè, se prima dell'inizio della gravidanza il paziente non aveva una rinite cronica e, mentre il feto si sviluppa, è apparso molto probabilmente sulla rinite delle donne in gravidanza..

Allo stesso tempo, se il paziente ha sofferto di una rinite cronica prima della gravidanza, durante la gestazione, la rinite delle donne in gravidanza può essere sovrapposta ad essa..

Solo uno specialista dopo aver esaminato le mucose può differenziare chiaramente la rinite delle donne in gravidanza da altre forme di rinite cronica. Dalla natura dell'infiammazione e dall'aspetto dei tessuti, sarà in grado di escludere patologie associate a atrofia, proliferazione o degenerazione della mucosa nasale e fare una diagnosi affidabile. A casa, è quasi impossibile distinguere la rinite delle donne in gravidanza da altre forme di rinite cronica solo dai sintomi generali..

Fondamentalmente, la rinite in gravidanza differisce da altre forme di rinite cronica in quanto non porta a cambiamenti irreversibili nella mucosa nasale. Dopo il suo completamento, viene ripristinato il normale funzionamento del naso e non rimangono segni residui della malattia sulla mucosa. Al contrario, con la stessa rinite atrofica, la mucosa può degenerare completamente, con la rinite ipertrofica non ritorna al suo stato normale e la respirazione nasale non viene ripristinata.

Poiché il trattamento di diverse forme di rinite richiede l'uso di diversi medicinali, molti dei quali sono controindicati in gravidanza, la prima cosa da fare se si sospetta che la rinite in gravidanza sia consultare un medico. Non c'è nulla di cui preoccuparsi: gli esami del naso e la diagnostica di solito non richiedono test e vengono eseguiti rapidamente. Ma dopo ciò, il medico sarà sicuramente in grado di dire cosa dovrebbe fare la donna dopo..

Come trattare la rinite nelle donne in gravidanza Cosa può essere

Non aspettare che il naso che cola scompaia da solo. Solo un medico può dire a una donna cosa fare e come trattarlo durante la gestazione e la loro selezione dovrebbe essere affrontata in modo significativo.

Inoltre, non è possibile alleviare i sintomi della rinite incinta fino a quando la mucosa nasofaringea si adatta alle nuove condizioni - l'uso di farmaci darà solo un sollievo a breve termine.

La terapia della rinite in gravidanza ha lo scopo di ridurre la gravità dei sintomi, con l'uso temporaneo di farmaci durante un'esacerbazione. La terapia viene eseguita secondo il seguente schema:

  1. Ripristino del tessuto mucoso del rinofaringe. Per fare questo, una donna dovrebbe sciacquare la cavità nasale con soluzione salina, rimanere all'aperto più spesso e mantenere un regime di temperatura ottimale di 19-21 ° C in una casa e un'umidità dell'aria del 55-75%.
  2. Riduzione del gonfiore del naso durante la notte. L'opzione più semplice è alzare la testata del letto..
  3. Uso di farmaci nasali approvati. Nei momenti critici, quando il naso non respira affatto, i farmaci glucanasici per via endovenosa vengono utilizzati in dosi approvate per non danneggiare il bambino. Tali fondi includono Alcedin, Nazonex, Budoster, Fluticasone, ecc..

Questi farmaci intranasali alleviano il gonfiore della mucosa nasale in poche ore. La durata della loro azione è di 6-24 ore, a seconda della gravità della condizione e della risposta del corpo al farmaco.
Non sono raccomandati spray e gocce vasocostrittori, antiallergici, antivirali e immunostimolanti, nonché medicinali con antibiotici durante la gestazione, tranne nei casi in cui la malattia si protragga.

Il risciacquo dei passaggi nasali con soluzione salina (1 cucchiaino di sale marino / da tavola per 1 litro di acqua bollita) e mezzi di azione simile (Aquamaris, Humer, Marimer, Dolphin, ecc.) Consente di lavare il muco accumulato, idratare la mucosa rinofaringea e normalizzare le capacità respiratorie.

Medicina tradizionale


Tra l'ampia varietà di "ricette della nonna" per il raffreddore durante la gravidanza, i medici raccomandano di utilizzare quanto segue:

Gocce fatte in casa a base di cipolle, aglio, carote o barbabietole mescolando il loro succo con la stessa quantità di acqua o olio d'oliva. È utile una miscela di succhi di aloe e Kalanchoe, presi in proporzioni uguali. Seppellire il naso con composti pronti ogni 2 ore.
2

Infuso di erbe di ribes nero, foglie di eucalipto, camomilla (opzionale). Risciacquare i passaggi nasali con un'infusione pronta.
3

Lessare le patate, il soffitto, senza scaricare il liquido, aggiungere miele, anice e olio di abete. Respirare a vapore con un asciugamano avvolto intorno alla testa.

Trattamento della rinite ormonale

Non è necessaria una terapia specifica per questo tipo di rinite: i sintomi scompaiono non appena il bambino nasce. Ma una donna deve sapere come alleviare le sue condizioni con una grave congestione nasale:

  • Risanamento della cavità nasale con soluzioni saline;
  • Inalazione con infusi di erbe e olio di eucalipto.

Trattamento della rinite allergica

Quando un naso che cola di natura allergica inizia durante la gravidanza, è necessario eliminare il fattore irritante.

L'isolamento dall'allergene di solito aiuta ad alleviare i sintomi.

Se la congestione nasale persiste, il terapista prescrive gocce intranasali, consentite durante la gestazione.

Trattamento della rinite infettiva

Un naso che cola con raffreddore è solo un sintomo. Pertanto, per sbarazzarsene, la causa della malattia dovrebbe essere eliminata. Con la rinite infettiva sono mostrati:

  • manipolazioni termiche - intonaci senape sulle gambe, riscaldando i seni;
  • medicinali sicuri per il raffreddore (destrometorfano, guaifenesina, acetamorfina, immuno morenica);
  • rimedi popolari.

Unguento per il raffreddore durante la gravidanza

Un naso che cola durante la gravidanza è uno dei primi sintomi che indicano la possibilità che un'infezione virale entri nel corpo. Naturalmente, ci possono essere altre cause di rinite, ma molto spesso questo sintomo è associato a epidemie stagionali del raffreddore e dell'influenza comuni. Le donne in gravidanza, che hanno una diminuzione delle forze immunitarie del corpo, sono particolarmente sensibili all'infezione da ARVI. Per il trattamento di un raffreddore comune e il motivo principale del suo sviluppo durante la gravidanza, è necessario scegliere solo quei farmaci che non avranno un effetto negativo sulla formazione del feto. Fondamentalmente, alle future mamme vengono prescritte gocce nasali omeopatiche, spray o unguenti, che non contengono componenti proibiti durante la gravidanza.

L'unguento per il raffreddore comune durante la gravidanza, che viene spesso utilizzato per virale e raffreddore, sia a fini terapeutici che profilattici, è ossolinico. Nel meccanismo dell'azione principale di questo farmaco è coinvolta l'ossolina, una sostanza che riduce l'attività dell'influenza, dell'adenovirus e dei virus dell'herpes. Grazie all'ossolina, l'infezione viene trattenuta nel tratto respiratorio superiore e non penetra più in profondità nel corpo.

La procedura per applicare l'unguento ossolinico è abbastanza semplice: viene applicata con uno strato sottile della mucosa nasale. Una donna incinta dovrebbe applicare questo unguento ogni volta che esce di casa in luoghi affollati dove aumenta il rischio di contrarre il virus. Nella stagione dei raffreddori, per prevenire l'unguento ossolinico, è sufficiente applicare due volte al giorno. Per il trattamento di un comune raffreddore di eziologia virale, il farmaco deve essere usato tre volte per diversi giorni..

In generale, non vi sono controindicazioni all'uso di unguento ossolinico da parte di donne in gravidanza. In caso di sensibilità all'ossolina, il principio attivo del farmaco, può verificarsi una sensazione di bruciore nel naso. Tuttavia, in considerazione del fatto che non sono stati condotti studi medici sulla presenza o l'assenza di conseguenze negative da questo unguento in donne in gravidanza, è impossibile affermare l'assoluta sicurezza del farmaco. In ogni caso, un medico dovrebbe prescrivere un unguento ossolinico a una donna incinta, tenendo conto di tutti i benefici dell'uso del farmaco, poiché le possibilità di contrarre il virus in un organismo indebolito dalla gravidanza sono troppo alte.

Molti esperti medici consigliano di usare un unguento omeopatico per il raffreddore durante la gravidanza, che contiene utili estratti di erbe. Uno degli unguenti più comuni è considerato "Doctor Mom" ​​- una preparazione a base di erbe fatta sulla base di una complessa combinazione di oli di noce moscata, trementina ed eucalipto, mentolo, canfora, timolo e vaselina. Penetrando in profondità nella pelle, i componenti attivi dell'unguento di Doctor Mom distruggono germi e microrganismi dannosi, alleviano efficacemente l'infiammazione e aiutano a migliorare le condizioni generali di una donna incinta: ripristino della respirazione, alleviare la rinite, sbarazzarsi di altri sintomi del raffreddore.

L'evamenolo, un unguento ad azione anti-freddo, si è dimostrato efficace, il che è molto efficace nel trattamento del raffreddore comune nelle donne in gravidanza. I componenti attivi dell'unguento (estratto di mentolo e olio di eucalipto) hanno un effetto complesso sull'infezione, fornendo un effetto anestetico, antinfiammatorio e antisettico. Grazie a questo effetto, il benessere migliora in modo significativo con congestione nasale, raffreddore, sinusite..

L'uso dell'unguento Evamenol viene effettuato applicandolo in piccole quantità alla mucosa nasale più volte al giorno per una settimana. A causa degli effetti locali di questo farmaco, il rischio del suo effetto sullo sviluppo fetale è significativamente ridotto.

Un naso che cola durante la gravidanza di natura cronica viene efficacemente trattato con unguento omeopatico di Thuja contenente germogli di thuja, propoli, semi di lino, olio di palma ed eucalipto, nonché estratto di camomilla. L'unguento viene applicato alle narici due volte al giorno per diverse settimane.

Per il trattamento di varie riniti nelle donne in gravidanza, viene utilizzato l'unguento di Fleming, che contiene oligoelementi come glicosidi, carotenoidi, anetolo, erba medica, cineole, mentolo e ha un effetto antibatterico. Usando un batuffolo di cotone, è necessario lubrificare ogni narice dall'interno con unguento due volte al giorno. L'unguento di Fleming migliora l'immunità locale e migliora la microcircolazione.

Quanto è pericoloso il naso che cola durante la gravidanza

Se le donne in stato di non gravidanza spesso non prestano praticamente alcuna attenzione a un naso che cola, quindi, trovandosi in una posizione interessante, sorgono molte domande su questo. Capo tra loro - qual è il pericolo di un raffreddore?

Nelle prime fasi, non è lo stesso naso che cola a rappresentare un grande pericolo, ma ciò che ha causato il suo aspetto. Questo può essere il risultato di un'infezione che entra nel corpo. A loro volta, i virus entrano nel sangue del bambino, che nelle prime fasi può provocare.

Nel 2 ° e 3 ° trimestre, un naso che cola e i suoi sintomi, in particolare la congestione nasale, impediscono all'ossigeno di entrare nel corpo della madre e del bambino. Se non viene fatto nulla, questo può provocare lo sviluppo di ipossia..

Inoltre, anche le complicazioni che possono causare la comparsa di un raffreddore sono pericolose. Tra quelli:

  • sinusite;
  • sinusite frontale acuta;
  • sinusite acuta;
  • crescita eccessiva di polipi nella cavità nasale.

Trattamento della rinite acuta

Il trattamento della rinite acuta nelle donne in gravidanza ha le sue specificità. Una donna "in posizione" è controindicata nelle procedure convenzionali di riscaldamento e fisioterapia. Non puoi fare un bagno caldo, sollevare i piedi, mettere cerotti di senape, fare UHF, elettroforesi.

Ma poi puoi scaldarti le mani, indossare calzini caldi con senape secca, avvolgere la gola con una sciarpa, scaldare “localmente” il naso, ad esempio con una lampada blu, uova sode, sacchetti di sale caldo o sabbia.

Gli antibiotici sono impotenti contro un'infezione virale, quindi è inutile usarli. E a proposito, è molto dannoso! Durante la gravidanza, è necessario astenersi dal prendere immunostimolanti. Ad esempio, le tinture di echinacea, ginseng, liquirizia aumentano la pressione sanguigna e accelerano la frequenza cardiaca non solo in te, ma anche nel tuo bambino. E il bambino ha già circa 200 battiti al minuto!

Il miele e le vitamine possono essere usati solo come indicato da un medico. Possono essere pericolosi in determinate fasi della gravidanza..

Per il trattamento e il sollievo della respirazione, sono adatti tutti i mezzi sopra elencati: risciacquo con soluzioni saline, massaggio, rimedi omeopatici, inalazioni, cuscino alto.

Allo stesso modo, con cautela, è necessario trattare le gocce di vasocostrittore. Potrebbe essere necessario utilizzarli durante la fase acuta della malattia, ma non gocciolarli per più di 5-7 giorni.

I farmaci specifici, il loro dosaggio e la frequenza di utilizzo devono essere prescritti dal medico.

Per il trattamento della rinite acuta, puoi anche utilizzare:

  • Gocce di succo appena spremuto di barbabietole, carote, mele, Kalanchoe. I succhi possono essere miscelati, instillati in ogni passaggio nasale circa 6 gocce 3 o 4 volte al giorno.
  • Inalazione con cipolla e aglio bolliti.
  • Inalazione con oli (mentolo, eucalipto, ecc.).
  • Balsami come "Star" - possono essere usati per imbrattare il ponte del naso e gli angoli esterni delle narici.
  • Bevanda fortificata: infusi di rosa canina, tè al limone, succo di mirtillo, composta di ribes, ecc..

Medicinali

La prima cosa che una donna compra in una posizione sono le gocce di vasocostrittore. Forniscono risultati immediati, a meno che la congestione non sia stata causata da un allergene. È meglio consultare un medico ORL, poiché non è raccomandato l'uso di gocce nel 1 ° e 3 ° trimestre. Per le donne in gravidanza sono vietati i farmaci: naftizina, tizina, xymelin. Il minimo rischio quando si usano gocce contenenti fenilefrina, che non ha un pronunciato effetto negativo sul corpo della madre e del bambino. Ad esempio, Nazol Baby e Nazol Kids. È buono se usi le gocce una volta al giorno e prima di andare a letto. Le goccioline sinupret hanno un lieve effetto indiretto.

Ideale da combinare con altri medicinali nasali con acqua di mare:

Irrigano perfettamente la mucosa, alleviano l'infiammazione. Eccellenti prodotti per l'igiene nasale. Esiste un analogo più economico, questa è la soluzione salina Dolphin. Venduto in una farmacia ed è già riuscito a raccogliere recensioni positive da gestanti.

Ricorda di fare i gargarismi quando ti risciacqua il naso.

Uno dei farmaci antibatterici più efficaci è il bioporox. Cura le malattie nasali (sinusite, tracheite, tonsillite). Il principio attivo non viene assorbito nel flusso sanguigno. Segui rigorosamente le istruzioni, ma piuttosto consulta il tuo ginecologo.

Una rinite allergica sconfiggerà Nazal. Estrae la mucosa dagli effetti degli allergeni. Un altro buon farmaco ormonale è il nasonex (prescritto dal secondo trimestre). Blocca anche gli effetti delle allergie, aiuta anche a ridurre i polipi nasali. Dalle compresse del terzo trimestre, i medici prescrivono la Loratadina. La rinite vasomotoria è sconfitta dall'unguento omeopatico - Evamenol. Con lo stato asmatico, vengono prescritte iniezioni di corticosteroidi, ma questa procedura è irta di effetti collaterali.

Dei medicinali omeopatici sono prescritti Compositum, Euformibum. Il modo più semplice per aumentare la resistenza del corpo e fornirgli una serie completa di micro e macro elementi è assumere vitamine. Per le donne in gravidanza è Vitrum, prenatale. Analogo russo economico - mamma Complivit.

Attenzione! Non usare immunomodulatori come terapia aggiuntiva!

Come prevenire il raffreddore

Consiste in un'attenta attenzione alla tua salute..

  • Non raffreddare eccessivamente;
  • Prima di uscire, spalma il naso con unguento ossolinico;
  • Evitare il contatto con persone malate;
  • Se qualcuno in famiglia è infetto da ARVI o dall'influenza, indossa una benda di garza;
  • Monitorare l'umidità e la temperatura ambiente ottimale.

La gravidanza è un momento emozionante per una donna che non dimenticherà mai. Se durante questo periodo hai il naso che cola e il raffreddore, prova a consultare rapidamente il medico che ti sta guidando. Le medicine progressive e la medicina tradizionale ti aiuteranno a migliorare rapidamente la tua salute. Concediti il ​​riposo a letto, le abbondanti bevande calde, solleva la testata del letto. Una rinite virale scompare entro 7-14 giorni, una rinite allergica - dopo che la causa è stata eliminata e causata da un microclima errato nell'appartamento ancora più veloce. Dovresti umidificare l'aria e tenerla pulita.

complicazioni

Delle complicanze della rinite nelle donne in gravidanza, molto probabilmente sono le seguenti:

  1. L'ipossia è possibile sia con un aumento dell'attività fisica che senza di essa, poiché le vie aeree sono ostruite. La mancanza di ossigeno influenza direttamente non solo il metabolismo della madre, ma anche la formazione di organi, il metabolismo del feto. Aumenta il rischio di sviluppare ipossia nelle donne che hanno una predisposizione allo sviluppo dell'asma bronchiale; la mancanza di ossigeno influisce sul benessere delle donne in gravidanza
  2. Ipertensione arteriosa, insonnia, debolezza - a causa di ipossia tissutale già persistente.

Rinite delle conseguenze della gravidanza per il bambino. Un naso che cola, che è stato trattato nelle prime fasi della gravidanza, è assolutamente sicuro, devi solo contattare il tuo medico in tempo. Va notato che la rinite "ormonale" per un lungo periodo praticamente non influisce sulla salute del bambino..

La rinite incinta non è andata via dopo il parto. Se una donna ha partorito, ma il naso che cola non è scomparso, dovrebbe contattare un otorinolaringoiatra e un endocrinologo, poiché tale condizione può essere causata solo da due motivi: interruzione ormonale, che non può passare durante la gravidanza e ipersecrezione della membrana epiteliale della cavità nasale sullo sfondo di cambiamenti strutturali.

8 Manifestazioni di ARVI

Nel secondo trimestre, la possibilità di contrarre virus aumenta notevolmente se una donna ha il naso che cola. Con un naso chiuso, devi inalare aria attraverso la bocca, il che aumenta la possibilità che i batteri patogeni entrino direttamente nei polmoni. Nel naso, questi batteri vengono trattenuti ed escreti. Se un naso che cola appare in una stagione fredda, puoi facilmente raffreddare. L'aria che passa attraverso i passaggi nasali ha il tempo di riscaldarsi prima di entrare nella gola e nei polmoni. Quando l'aria fredda viene inalata direttamente attraverso la bocca, non consente all'aria di riscaldarsi, la gola è super raffreddata e infiammata.

Con l'ARVI, l'influenza e altre malattie virali, si dovrebbe prestare particolare attenzione al trattamento per alcuni semplici motivi:

Una grave congestione nasale disturberà a lungo il metabolismo placentare. Al bambino mancherà anche l'ossigeno ricevuto dalla madre, il che provocherà ipossia fetale. Durante questo periodo, il bambino cresce attivamente e rafforza i suoi organi interni. Con naso che cola prolungato, la mancanza di ossigeno può causare un parto prematuro: il bambino nascerà con un peso ridotto, possibilmente ritardato fisicamente o mentalmente.

Infezioni e virus, che si spostano attraverso il sangue nella placenta fino al bambino (la placenta non può sempre proteggere il bambino dalle infezioni), gli causano danni irreparabili. Una volta nel feto, il virus influisce sulla divisione cellulare attiva, causando patologie di vario grado.

3 Rinite dovuta a infezione virale

Fino a 8 settimane, tutti gli organi principali si formano nell'embrione. Se durante questo periodo un'infezione penetra nell'utero, le conseguenze possono essere gravi:

  • sviluppo ritardato;
  • mancanza di ossigeno (ipossia);
  • formazione impropria di organi interni;
  • aborto spontaneo.

Durante il periodo di malattia durante la gravidanza nel 1 ° trimestre, non è necessario posticipare la visita dal medico. Solo lui sarà in grado di fare la diagnosi corretta, spiegare cosa è possibile per le donne in gravidanza con un raffreddore e prescrivere un trattamento adeguato. È necessario chiedere aiuto al medico se, dopo una settimana, il naso che cola non può essere curato o se sono stati aggiunti nuovi sintomi. Un aumento della temperatura corporea, tosse, naso che cola e mal di testa danno ragione per identificare la donna incinta nel reparto delle malattie infettive. È meglio non resistere a questo, in modo da non guarire te stesso e il tuo futuro bambino con metodi inefficaci. In caso di infezione virale, solo il medico curante può aiutare a recuperare con un danno minimo al feto.

10 misure preventive

La migliore malattia è quella che non si è ammalata. Dovresti sempre monitorare la tua salute, migliorare il sistema immunitario temperando, fare esercizi fisici e quindi la possibilità di ammalarsi sarà molto più piccola. Se una persona normale si ammala, dopo un ciclo di trattamento si riprenderà, ma se stiamo parlando di una donna incinta, l'assunzione di farmaci è indesiderabile e in molti casi è semplicemente pericolosa per la vita del bambino. Anche un comune naso che cola può danneggiare un bambino. Ma come rafforzare la tua immunità nella posizione?

Molte persone pensano erroneamente che essere a casa senza uscire garantisca un futuro sano per se stessi. Ma in realtà, seduti a casa, hanno maggiori probabilità di ammalarsi. Per un'immunità salutare, è necessario uscire all'aria aperta ogni giorno. A casa (specialmente durante la stagione di riscaldamento), l'aria in casa diventa con bassa umidità e ristagni. Di conseguenza, la mucosa nasale si asciuga, si irrita e compaiono microcricche. In questo stato, è molto facile afferrare un bacillo. E batteri e virus possono essere portati dalla strada dai parenti. Pertanto, non dovresti trascurare le passeggiate in strada..

In caso di epidemia, non dovresti ancora esporti al rischio di infezione. È necessario ventilare periodicamente la stanza e umidificare l'aria. Questo può essere fatto con asciugamani bagnati, alimentati a batteria o un umidificatore..

È necessario spostare più organizzazione. Le passeggiate quotidiane saturano il corpo con aria fresca. L'aria fresca è utile, anche se una donna incinta ha il naso che cola, al contrario - diventerà molto più facile respirare fuori.

Trattamento

Ci sono alcuni farmaci che puoi assumere durante la gravidanza. Tuttavia, le stesse mamme stesse si sentono spesso in ansia per eventuali farmaci durante questo periodo. Pertanto, per il trattamento delle donne in gravidanza, viene data preferenza agli agenti non farmacologici..

Durante la gravidanza, le donne preferiscono i trattamenti non farmacologici

La loro azione può essere diretta a:

  • rimozione del gonfiore;
  • normalizzazione dei livelli ormonali;
  • stabilizzazione dello stato emotivo;
  • sbarazzarsi dell'ipersensibilità della mucosa;
  • idratare le vie respiratorie e mantenere la salute della mucosa.

Di seguito sono riportati alcuni modi diversi per affrontare la rinite durante la gravidanza..

Tabella 1. Terapia senza farmaci

MetodoDescrizione
Idratante per il nasoL'inalazione con acqua alcalina o soluzione salina contribuirà a ripristinare la salute delle mucose del tratto respiratorio e purificarle dalle impurità in eccesso.
Condizioni climatiche favorevoliL'aria fresca e umida è considerata ideale per la salute respiratoria. I parametri ottimali sono una temperatura di 20 gradi e un'umidità del 60%. Ciò può essere ottenuto con dispositivi speciali: umidificatori o asciugamani bagnati appesi nella stanza. Aiuterà a rimuovere la congestione nasale, ad esempio le passeggiate estive serali. Si consiglia la pulizia giornaliera a umido per ridurre la quantità di polvere e altre particelle nell'aria inalata.
Piante medicinaliOli aromatici o tisane alla menta sono un buon rimedio per il raffreddore se la donna incinta non è allergica a tali ingredienti.
Posizione del corpo elevataLe donne in gravidanza non dovrebbero mentire, ma essere in posizione semi-seduta. Si consiglia di dormire su un cuscino alto o una testiera rialzata. Ciò contribuirà a ridurre il gonfiore dei passaggi nasali e alleviare il russare..

Tabella 2. Medicine

Una drogaDescrizione
Contiene enzimi naturali che hanno effetti antinfiammatori, decongestionanti e immunomodulatori. Normalizza naturalmente molti processi biologici nel corpo. Il farmaco accelera anche l'eliminazione delle tossine e dei prodotti di decomposizione nel sito dell'infiammazione. Quando assume farmaci ormonali, Wobenzym riduce il numero di effetti collaterali e li rende più sicuri per la madre e il feto.
AscorutinContiene vitamine che rafforzano le pareti dei capillari e riducono la loro permeabilità. Il farmaco aiuta ad aumentare la resistenza del corpo a fattori avversi, comprese situazioni stressanti nelle donne in gravidanza e condizioni meteorologiche variabili.
fluticasoneSotto forma di spray nasale, i medici prescrivono questo farmaco per alleviare le condizioni gravi. L'azione si svolge all'istante. Il fluticasone aiuta quando altri farmaci sono inefficaci. Il dosaggio esatto e la durata dell'uso devono essere consultati con un medico..

Suggerimento: non tentare di diagnosticare te stesso. Molti trattamenti comuni sono vietati durante la gravidanza. Questo vale, ad esempio, per gli intonaci di senape e alcune medicine popolari..

Non automedicare, è pericoloso per la salute e la salute del bambino

Per alleviare il gonfiore e la congestione nasale, il gruppo più popolare di farmaci vasocostrittori sotto forma di gocce. Le donne dovrebbero ricordare che è impossibile utilizzare tali prodotti durante la gravidanza. L'effetto vasocostrittore può provocare un aumento del tono dell'utero e portare alla minaccia di aborto spontaneo. Inoltre, l'effetto di tali gocce si estende ai vasi della placenta, riducendo l'apporto di nutrienti e ossigeno al feto..

Rinite allergica durante la gravidanza

Una donna incinta è incredibilmente vulnerabile a tutti i tipi di disturbi a causa di processi speciali nel suo corpo. Le proprietà protettive dell'immunità sono ridotte e non è sempre possibile nascondersi da venti e correnti d'aria penetranti. La congestione nasale è un sintomo molto comune che i pazienti cercano di curare con rimedi popolari, senza attribuire molta importanza ad esso.

Cause di rinite allergica nelle donne in gravidanza

I medici consigliano vivamente di contattare gli specialisti anche con il minimo deterioramento della salute. Molte donne incinte e madri che allattano si trovano di fronte a rinite allergica, anche se non hanno mai sofferto di una tale malattia prima. La natura allergica della malattia può essere stabilita solo in condizioni di laboratorio, pertanto non è necessario intraprendere l'automedicazione.

Una diagnosi tempestiva e metodi di terapia attentamente selezionati da un medico sono la chiave per la salute della futura mamma e bambino. Le cause della malattia sono la risposta del sistema immunitario umano dopo l'inalazione delle seguenti sostanze irritanti: polvere, polline, aria fredda, muffa, funghi e molti altri.

I sintomi della malattia nelle donne in gravidanza sono gli stessi di altri pazienti di età e sesso diversi:

  • secrezione nasale incolore;
  • prurito;
  • respirazione difficoltosa;
  • starnuti;
  • mancanza di appetito;
  • debolezza fisica.

Non appena una donna incinta ha avvertito i sintomi elencati, tuttavia, non si osservano dolori nel corpo e nei muscoli, febbre, brividi, che sono abituali per un'infezione virale respiratoria, quindi molto probabilmente si tratta di rinite allergica. Una donna in una posizione simile dovrebbe pensare non solo al proprio benessere, ma anche allo stato del feto, mentre la sua salute, e talvolta la vita, dipendono direttamente dalla diagnosi e dal trattamento tempestivi dei disturbi del paziente. La rinite allergica, sebbene a prima vista si manifesti come sintomi molto innocui, merita una grande attenzione sia da parte del paziente che del medico..

Diagnosi di rinite allergica in donne in gravidanza

La diagnostica include una visita all'ENT, che esaminerà la cavità nasale e un immunologo. Un tampone dalla cavità nasale per determinare il numero di eosinofili confermerà (più del 5%) o confuterà (meno del 5%) la causa allergica della malattia. Per confermare la diagnosi, il medico curante ordina al paziente di eseguire un esame del sangue per la presenza di immunoglobuline E. Se i test indicano che la paziente è malata di rinite allergica, è importante stabilire la causa, l'irritante con cui avrebbe potuto essere in contatto recentemente. Il moderno metodo di test cutanei ti permetterà di determinare l'irritante, che è importante nel successivo trattamento e prevenzione.

Trattamento della rinite allergica nelle donne in gravidanza

Il trattamento della rinite allergica nelle donne in gravidanza è incredibilmente complesso e richiede la massima attenzione alla selezione di medicinali. Se il medico scopre che è impossibile fare a meno degli antistaminici, allora prescrive medicine "leggere" (Telfast) in dosi minime. Gli spray nasali per combattere i sintomi spiacevoli sono anche selezionati tenendo conto delle condizioni del paziente, tutti devono avere una base naturale ("Aqua Maris" viene creato sulla base dell'acqua del Mare Adriatico).

Metodi tradizionali di trattamento della rinite allergica durante la gravidanza

Molti medici per i pazienti con rinite allergica nel primo trimestre di gravidanza escludono completamente i farmaci tradizionali, sostituendoli con efficaci rimedi popolari.

Il succo di aloe, che dovrebbe essere spremuto dal gambo spennato della pianta, deve essere diluito in un rapporto di 1: 3. Questo rimedio deve essere instillato nel naso, 2-3 gocce in ciascuna narice 3-4 volte al giorno, a seconda del grado di manifestazione dei sintomi. Un altro metodo efficace è il succo di aglio mescolato con olio vegetale (5-6 gocce per cucchiaio).

La miscela deve essere instillata una goccia tre volte al giorno, se si avverte una sensazione di bruciore e secchezza dopo l'uso, modificare la proporzione riducendo il numero di gocce di aglio.

Prevenzione della rinite allergica nelle donne in gravidanza

La prevenzione della rinite allergica è molto importante per una donna incinta. Come molti altri disturbi, il cui trattamento in questa situazione è difficile e talvolta impossibile, può facilmente passare da uno stadio lieve a uno grave. Soprattutto se la futura mamma ha già osservato segni di allergie stagionali. In periodi "pericolosi" dell'anno, è meglio mantenere la temperatura e l'umidità ottimali a casa utilizzando la tecnologia moderna. L'aria secca creata dal riscaldamento dei radiatori, i caminetti irrita la mucosa, provoca starnuti, prurito.

La casa deve essere pulita giornalmente con acqua. Un'altra importante misura preventiva è monitorare attentamente la dieta di una donna incinta, poiché quasi tutti i prodotti possono diventare un potenziale allergene. Se un irritante alimentare è la causa della rinite allergica, escludilo dalla dieta. La profilassi è necessaria anche dopo il parto durante il periodo di allattamento per evitare il deterioramento e il trattamento indesiderato.

Un trattamento efficace e sicuro per la rinite allergica durante la gravidanza

La rinite allergica durante la gravidanza diventa una spiacevole sorpresa per la futura mamma. La malattia può influire sulla salute del feto, ma il suo trattamento tempestivo e competente garantisce il benessere della madre e del suo bambino.

Un trattamento efficace e sicuro per la rinite allergica durante la gravidanza

La rinite allergica durante la gravidanza è una reazione patologica del corpo a determinate sostanze allergeniche. Prima del concepimento, le donne possono provare intolleranza individuale a cibo, componenti chimici, polline e altri agenti allergici e la situazione è aggravata quando portano un bambino. D'altra parte, le donne incinte perfettamente sane, sullo sfondo dei cambiamenti ormonali nel corpo, possono trovare una patologia in sé, che scompare senza lasciare traccia dopo il parto..

Ragioni per lo sviluppo di rinite allergica nelle donne in gravidanza

Dopo il concepimento, iniziano i cambiamenti violenti nel corpo femminile: l'utero aumenta di dimensioni, il feto cresce, i nutrienti entrano nell'embrione attraverso la placenta. Il sangue della madre, arricchito con ossigeno, assicura il normale sviluppo degli organi interni del bambino. La rinite allergica della gravidanza è una condizione pericolosa in cui si osserva ipossia nelle future donne in travaglio. La carenza di ossigeno si sviluppa a causa della mancanza di respiro che si verifica con il gonfiore della mucosa nasale. Il feto manca anche di ossigeno, che può portare a anomalie dello sviluppo nei diversi trimestri di gravidanza..

Durante il periodo di gravidanza, vengono prodotti attivamente ormoni della crescita, estradiolo, progesterone. Sebbene il loro aumento del livello non sia una causa diretta della rinite allergica nelle donne in gravidanza, crea uno sfondo favorevole per il suo verificarsi. La sensibilizzazione (sensibilità) a sostanze che sono potenziali allergeni aumenta notevolmente. Pertanto, i picchi ormonali aumentano il rischio di rinite allergica. La malattia può essere provocata da:

  • polline di piante - i fiori sbocciano sugli alberi in primavera, i fiori selvatici acquistano forza nei mesi estivi;
  • prodotti chimici domestici - creme, deodoranti, detergenti con additivi, detergenti;
  • componenti chimici in produzione;
  • piumino e piume di uccelli;
  • escrementi di animali domestici (gatti, cani) e dei loro capelli;
  • polvere domestica;
  • acari della polvere, che si riproducono attivamente in vecchi cuscini in piuma, tappeti di lana naturale, abiti inutilizzati realizzati con fibre naturali "in riserva";
  • alcuni prodotti alimentari - miele, agrumi, cioccolato;
  • coloranti alimentari.

Le donne in gravidanza prima della nascita di un bambino devono limitarsi in molti modi, ma anche dopo il parto, occorre prestare attenzione, introducendo gradualmente alcune innovazioni nella loro vita e nel bambino, sia esso nuovo cibo o un cambiamento di scenario. La rinite allergica, quando nasce un bambino, non "perde terreno" immediatamente, ma si allontana gradualmente, quindi l'autocontrollo dovrebbe essere costantemente presente. Inoltre, se la madre avesse una predisposizione alle reazioni allergiche anche prima del concepimento. Solo un allergologo esperto sa come curare una malattia in una donna incinta - accompagna la futura donna in travaglio per tutto il periodo di gravidanza.

Sintomi della malattia

Con la rinite allergica, si osserva una reazione patologica dei vasi della mucosa nasale. La capacità di regolazione (restringimento ed espansione) è compromessa, le cellule del calice sono piene di muco, la mucosa iperemica si trasforma in un epitelio squamoso stratificato. I passaggi nasali si restringono; durante il riposo notturno, uno di essi (sul lato su cui dorme la persona) può sovrapporsi completamente. Con una maggiore sensibilità della mucosa a vari allergeni, si osservano i sintomi:

  • secrezione nasale persistente o ricorrente - chiara, acquosa, abbondante;
  • arrossamento e irritazione della pelle vicino alle ali del naso e sopra il labbro superiore;
  • sensazione di sabbia negli occhi;
  • prurito nella cavità nasale e pelle sotto il naso;
  • starnuti;
  • lacrimazione;
  • sensazione di pesantezza alla testa, mal di testa;
  • debolezza generale, riduzione delle prestazioni.

I sintomi di una rinite allergica con un decorso lieve non influiscono sulla qualità del sonno, ma una donna sperimenta una sensazione di sovraccarico fisico, spesso cerca di riposare e si sente stanca. Si sente come se qualcuno stesse assorbendo energia da lei..

Nella fase intermedia di una rinite allergica, la mucosa gonfia crea problemi respiratori e in questa fase il trattamento sintomatico non può più essere evitato. Se viene rilevato ed eliminato un allergene, il problema viene risolto senza l'uso di droghe e le condizioni della futura mamma torneranno rapidamente alla normalità. Ma se l'effetto dell'agente allergico è costante, non puoi fare a meno dei farmaci. Fondamentalmente, si tratta di rimedi omeopatici che non danneggiano né la donna né il bambino. Ma non possono essere utilizzati senza prima consultare un medico. In questa fase, possono verificarsi disturbi del sonno e nevrosi. La fatica si fa sentire continuamente.

Nella terza fase della malattia, il deterioramento della respirazione nasale e la tosse frequente possono portare a processi distruttivi nei polmoni - bronchite e persino asma bronchiale. Durante il periodo della gravidanza, l'uso di potenti farmaci può avere conseguenze imprevedibili per la madre e il feto, ma non possono essere fatti senza di loro, quindi i medici corrono il rischio di prescrivere a una donna farmaci che eliminano l'effetto degli allergeni e fermano lo scarico dell'essudato acquoso.

La rinite allergica è pericolosa per il feto??

Lo stato del corpo di una donna durante la gravidanza è instabile: si verificano picchi di pressione, i livelli ormonali cambiano e si verificano cambiamenti emotivi. Il bambino ha bisogno di assumere abbastanza nutrienti e ossigeno, che viene erogato attraverso il sangue della madre. Per evitare la comparsa di reazioni allergiche, è necessario ridurre al minimo i possibili rischi: riposarsi completamente, camminare all'aria aperta, evitare l'ipotermia e organizzare correttamente il menu.

Se l'immunità di una donna è indebolita, il suo corpo diventa più suscettibile agli effetti degli allergeni. Sullo sfondo di malessere fisico e interruzioni ormonali, anche l'ipotermia banale o il fumo delle sigarette possono servire come causa di una rinite allergica. Pertanto, la minaccia al feto esiste tanto quanto il corpo della madre è resistente (resistente) a una minaccia esterna. Se l'allergia non è stagionale (ad esempio, febbre da fieno - intolleranza al polline delle piante), ma costante (l'esposizione all'allergene non si ferma), la predisposizione a una reazione allergica può essere trasmessa al bambino.

La carenza di ossigeno si sviluppa a causa della mancanza di respiro che si verifica quando la mucosa si gonfia.

Le conseguenze delle allergie per il feto
La madre aveva allergie prima del concepimentoL'allergia alla madre è apparsa durante la gravidanza
Esiste la possibilità che il bambino abbia una predisposizione ereditaria alle allergie alle stesse sostanze della madreSe l'allergene viene eliminato, i sintomi allarmanti della donna scompaiono e il bambino nasce sano
Se la respirazione nasale è disturbata, l'ipossia minaccia i disturbi dello sviluppo fetaleLa mancanza di ossigeno può provocare anomalie dello sviluppo nel bambino
L'uso per tutta la vita di farmaci antiallergici riduce la resistenza di una donna alle malattie e ciò può influire negativamente sulla salute del bambinoIl trattamento farmacologico periodico può rimuovere i sintomi allergici (a condizione che siano selezionati da uno specialista competente) e ciò non influirà sulle condizioni del feto.

Se la rinite allergica viene diagnosticata in donne in gravidanza, solo un medico può prescrivere un trattamento. Anche se il rimedio è relativamente sicuro per la salute, la reazione del corpo femminile in questo momento è imprevedibile, specialmente quando la malattia è progredita anche prima di concepire un bambino.

Metodi di trattamento per la rinite allergica nelle donne in gravidanza

La terapia di questa forma di rinite viene eseguita in un complesso e include l'uso di farmaci, rimedi popolari, fisioterapia, formazione psicologica. È stato notato che l'instabilità emotiva e lo stress creano un "gap" nell'immunità, che rende il corpo femminile meno resistente alla rinite allergica. Pertanto, è necessario "mantenere la protezione" da tutte le parti: sia fisiche che psicologiche.

Medicinali

Gli sforzi per curare la rinite allergica ormonale mirano ad eliminare i sintomi della malattia e trovare la causa che l'ha provocata. I medici evitano i farmaci che contengono sostanze chimiche perché possono danneggiare il feto. Per disinfettare i passaggi nasali e interrompere il processo infiammatorio, vengono prescritti risciacqui con soluzioni saline:

Per l'irrigazione della cavità nasale viene utilizzato Pinosol - un medicinale contenente estratti di piante medicinali. Efficace contro la rinite allergica e le gocce di Euphorbium Compositum. Un organismo, avvelenato dalle sue stesse tossine, ha una debole resistenza alle malattie, quindi i sorbenti possono essere prescritti: carbone attivo, Enterosgel. "Raccolgono" i veleni e li rimuovono naturalmente. Oltre al risciacquo della cavità nasale con soluzioni saline, vengono utilizzati farmaci che regolano l'attività dei mastociti. Contengono istamina e se ce n'è molta nel corpo, inizia una violenta reazione allergica. Nel 2 ° e 3 ° semestre di gravidanza, sono ammessi antistaminici:

  • Clorapamina (Suprastin);
  • Azelastine;
  • Fexofenadine (Telfast).

I farmaci sono prescritti solo dal medico curante, che controlla le condizioni della donna e regola il regime di trattamento, se necessario. L'autotrattamento è inaccettabile!

Trattamento domiciliare

Il metodo più sicuro per il trattamento della rinite allergica durante la gravidanza è l'inalazione. Non è pratico effettuare decotti da erbe antinfiammatorie, poiché solo goccioline di umidità entrano nella cavità nasale, ma ha senso usare oli essenziali:

Aggiungi 2-3 gocce di uno qualsiasi degli oli essenziali a 1 litro di acqua calda. Puoi usare il balsamo “Asterisco” se una donna lo tollera normalmente: la composizione lubrifica le ali del naso e l'area sopra il labbro superiore. Per l'inalazione di vapore, viene utilizzata acqua salata o leggermente gassata, da cui è necessario prima rilasciare bolle di gas e diluirlo con la stessa quantità di acqua. Con questo trattamento, lo sviluppo dell'edema si interrompe e la mucosa infiammata e screpolata inizia a guarire. L'inalazione non può essere utilizzata per attacchi acuti della malattia: vengono utilizzati durante la remissione..

Con la congestione nasale, i medici consentono alle donne in gravidanza di sciacquare con soluzione salina: 0,5-1 cucchiaino di sale per 1 litro di acqua bollita. Ma è molto più conveniente utilizzare soluzioni già pronte a base di acqua di mare: Aqualor, Aquamaris. Durante la spruzzatura, il medicinale viene distribuito uniformemente sulla cavità nasale ed è meglio eliminato dal muco accumulato.

Le ricette popolari sono metodi ausiliari che vengono utilizzati in combinazione con le procedure prescritte dal medico curante.

Massaggio

Nella lotta contro la rinite allergica nelle donne in gravidanza, il massaggio è un rimedio efficace. Deve essere fatto ogni giorno - in media ci vogliono 2-3 minuti per massaggiare un punto.

Posizione del puntoTecnica di esecuzione
La parte posteriore dell'avambraccio ha una larghezza di 3 dita sopra il polsoPremere con il pad del pollice su un punto situato d'altra parte. Il massaggio viene eseguito su entrambe le mani.
Depressione tra le ossa dell'indice e del pollicePremere sul punto con il pollice dell'altra mano fino a quando la pelle diventa rossa
La punta si trova alla base del collo, lungo la superficie frontale, nella fossa giugulareFai movimenti circolari leggeri con il dito in senso orario e antiorario. Puoi sistemare una moneta di rame in questo posto con cerotto adesivo

Previsioni e prevenzione

I medici assicurano alle future donne durante il parto che, con la stretta aderenza alle raccomandazioni mediche, la rinite allergica può essere gestita senza danni al corpo della madre e senza conseguenze negative per il bambino. I medici consigliano:

  • eliminare i potenziali allergeni nei cuscini di casa, in lana;
  • pulire più spesso la polvere che si accumula sugli oggetti interni;
  • ventilare e umidificare lo spazio abitativo;
  • monitorare la nutrizione - gli alimenti devono avere abbastanza calcio (tali alimenti hanno proprietà anti-allergeniche);
  • passare regolarmente tempo all'aria aperta;
  • condurre procedure di indurimento delicato;

I medici sono molto cauti nel prescrivere farmaci per le donne in gravidanza perché la loro risposta può essere imprevedibile. D'altro canto, i metodi popolari non sono molto efficaci. È importante trovare una via di mezzo in modo che la futura mamma sia sana e dia alla luce un bambino forte. Pertanto, molto dipende dalle decisioni della donna stessa..