loader

Principale

Bronchite

Rinite allergica

La rinite allergica (naso che cola) è una malattia infiammatoria della mucosa nasale, provocata dall'esposizione agli allergeni. Secondo le statistiche, questa patologia si presenta in varie forme in circa un quarto della popolazione mondiale..

Con rinite allergica, si osservano secrezioni nasali, gonfiore della mucosa, starnuti. In alcuni casi, questi sintomi possono scomparire da soli, ma con un nuovo contatto con l'allergene, ritornano. La malattia può colpire persone di tutte le età, ma molto spesso si verifica in pazienti giovani e molto giovani (bambini e adolescenti).

Tipi di rinite allergica

La rinite allergica è divisa in tipi in base alla sua durata:

  • intermittente (episodico) si verifica meno di 4 giorni a settimana / 4 settimane all'anno;
  • persistente (permanente) dura più di 4 giorni a settimana / 4 settimane all'anno.

A seconda della gravità dei sintomi, ci sono tre forme di rinite allergica:

  • Forma leggera. I sintomi sono insignificanti e non peggiorano la qualità della vita: il paziente rimane in grado di lavorare e la precedente qualità del sonno.
  • Forma media. I segni della rinite allergica si intensificano, la malattia rende in qualche modo difficile mantenere uno stile di vita abituale: le prestazioni si deteriorano, c'è un esaurimento, il sonno è disturbato.
  • Forma grave. Il paziente ha insonnia, ci sono problemi significativi con la tolleranza dell'attività fisica e le prestazioni ne soffrono molto. La qualità della vita diminuisce notevolmente.

Cause di rinite allergica

La malattia si sviluppa quando gli allergeni entrano nelle mucose della cavità nasale e degli occhi. La rinite allergica condizionale può essere suddivisa in tre tipi, a seconda delle cause che la provocano:

  • Stagionale (febbre da fieno). Principalmente osservato in primavera e in estate, durante la fioritura attiva delle piante. In Russia (corsia centrale) ci sono tre periodi più pericolosi. Alberi e denti di leone fioriscono da inizio aprile a fine maggio. I cereali fioriscono da giugno a luglio. E da luglio a settembre - fioriscono le erbacce.
  • Durante tutto l'anno. La rinite allergica può verificarsi in qualsiasi stagione. Gli allergeni più comuni sono cibo, polvere, peli di animali domestici, muffe e prodotti chimici domestici. La rinite per tutto l'anno si sviluppa a causa del costante contatto del paziente con sostanze a cui il suo corpo è sensibile. In questo caso, il paziente può avere difficoltà a determinare la causa specifica (motivo per cui è importante consultare un medico per identificare un fattore provocante).
  • Professionale. Questo tipo di rinite allergica si verifica nelle persone che, per professione, incontrano regolarmente potenziali allergeni: fumi tossici, sostanze chimiche, resine, polvere e altri irritanti..

I pazienti sono spesso vulnerabili a diversi allergeni contemporaneamente. In alcuni casi, esiste una combinazione di due tipi di rinite allergica contemporaneamente. Ad esempio, il paziente soffre di febbre da fieno ed è allo stesso tempo sensibile alla polvere o ai peli di animali domestici.

Il gruppo di rischio comprende:

  • bambini nati prematuri;
  • persone con eredità sfavorevole (parenti stretti soffrono di rinite allergica);
  • residenti di grandi città o altri luoghi con cattive condizioni ambientali.

La rinite allergica può peggiorare durante:

  • fatica;
  • mangiare cibi piccanti;
  • ipotermia;
  • malattie respiratorie (ARI, ARVI)..

Sintomi di rinite allergica

I sintomi della malattia possono essere suddivisi in principali e concomitanti. Le caratteristiche principali includono:

  • congestione nasale;
  • nasalness;
  • Cancella secrezione nasale (acquosa o mucosa)
  • diminuzione dell'olfatto;
  • prurito al naso;
  • starnuti (di solito parossistico);
  • congestione dell'orecchio;
  • gola infiammata.

I sintomi associati sono:

  • arrossamento degli occhi;
  • gonfiore del viso;
  • lacrimazione;
  • respirazione della bocca;
  • presenza di occhiaie sotto gli occhi.

Spesso, con la rinite allergica, ci sono anche segni di raffreddore - febbre, malessere generale, tosse.

Possibili complicanze della rinite allergica

Se non trattata, la rinite allergica può portare a:

  • asma bronchiale;
  • Sindrome dell'affaticamento cronico;
  • russare;
  • depressione;
  • sinusite;
  • sindrome da apnea ostruttiva del sonno (la respirazione a breve termine si ferma durante il sonno).

Inoltre, la malattia può compromettere significativamente le prestazioni del paziente..

Diagnostica

Innanzitutto, l'otorinolaringoiatra raccoglie un'anamnesi: ascolta le lamentele del paziente, gli pone domande di chiarimento. Quindi conduce un esame generale. Durante esso, puoi trovare segni tipici di rinite allergica: arrossamento della pelle sulle ali del naso, gonfiore, arrossamento degli occhi, ecc. Successivamente, viene eseguita l'endoscopia - esame della cavità nasale utilizzando uno speciale dispositivo ottico - un endoscopio.

Se le informazioni ottenute durante le procedure di cui sopra non sono sufficienti per effettuare una diagnosi, vengono effettuati numerosi studi aggiuntivi:

  • un esame del sangue per determinare il livello di immunoglobulina E (IgE) - in presenza di allergie, è significativamente aumentato;
  • Radiografia dei seni paranasali (se si sospetta la sinusite);
  • tampone dalla cavità nasale (in presenza di allergie, la scarica contiene cellule speciali - eosinofili).

Per identificare gli allergeni, vengono effettuati i seguenti studi:

  • Test cutanei: l'integrità della pelle viene violata con un'iniezione o un graffio e varie sostanze vengono introdotte nel corpo;
  • Test provocatorio endonasale (intranasale): se i risultati dei test cutanei non possono essere interpretati in modo inequivocabile, le soluzioni contenenti allergeni vengono iniettate nella cavità nasale. Se si verifica una reazione positiva alla sostanza, il paziente mostra segni di rinite allergica.

Durante la diagnosi e il trattamento di questa malattia, un otorinolaringoiatra potrebbe aver bisogno dell'aiuto di un allergologo e immunologo..

Metodi di trattamento

Il trattamento della rinite allergica mira a raggiungere due obiettivi contemporaneamente:

  • eliminazione delle manifestazioni della malattia;
  • prevenzione delle ricadute.

Prima di tutto, è necessario identificare l'allergene che ha provocato lo sviluppo della malattia e, se possibile, proteggere completamente il paziente dai suoi effetti. Non è difficile per un paziente rifiutarsi di utilizzare un determinato prodotto alimentare o prestare maggiore attenzione alla pulizia con acqua se è allergico alla polvere. Ma, sfortunatamente, il paziente non può influenzare il processo di fioritura delle piante ed è improbabile che possa spostarsi in un'altra regione o in un altro paese..

Per eliminare i sintomi della rinite allergica, è possibile prescrivere:

  • farmaci antistaminici (antiallergici);
  • risciacquo del naso (per pulire la mucosa nasale dagli allergeni che si sono depositati su di essa);
  • farmaci antinfiammatori;
  • spray o gocce per il raffreddore comune;
  • corticosteroidi nasali - ormoni steroidei sintetici (in caso di malattia grave o inefficacia di altri trattamenti);
  • inalazione (per alleviare l'infiammazione, purificare le vie respiratorie, migliorare l'afflusso di sangue, aumentare l'immunità);
  • spray e gocce vasocostrittori.

Sebbene molti medicinali per la rinite allergica siano disponibili al banco, possono essere acquistati e utilizzati solo come indicato da un medico. Altrimenti, sono possibili complicazioni. Ad esempio, l'uso incontrollato di farmaci vasocostrittori può causare rinite medicamentosa.

Se è impossibile isolare il paziente dal contatto con l'allergene, viene prescritta l'immunoterapia specifica (ASIT). L'allergene viene somministrato per via intradermica al paziente per diverse settimane, aumentando gradualmente la dose. Nel tempo, il corpo del paziente diventa immune a questa sostanza e diventa meno sensibile ad essa. La terapia specifica viene generalmente somministrata prima della riacutizzazione anticipata (ad esempio, prima della stagione di fioritura).

Il trattamento chirurgico viene effettuato in questi casi:

  • se la terapia conservativa non ha dato il risultato desiderato;
  • con una curvatura del setto nasale, che complica il decorso della rinite;
  • se il paziente ha processi patologici nei seni (cisti, sinusite).

L'intervento chirurgico viene eseguito il più minimamente invasivo possibile. Se è necessario ridurre il volume del concha nasale inferiore, l'intervento chirurgico viene eseguito utilizzando il metodo delle onde radio.

Prevenzione della rinite allergica

Lo sviluppo della rinite allergica causata da eventuali fattori provocatori può essere prevenuto adottando le seguenti misure:

  • Pulizia bagnata spesso;
  • Installare un purificatore d'aria e un umidificatore nella stanza;
  • Cerca il più possibile di evitare fattori provocatori (muffa, polvere, ecc.);
  • Applicare speciali spray nasali prima di sospettare il contatto con l'allergene;
  • Monitorare l'igiene nasale ed eseguire il risciacquo preventivo.

Se sei allergico al polline delle piante durante la stagione di fioritura, dovresti:

  • Cambia vestiti dopo essere tornato dalla strada;
  • Fare la doccia almeno due volte al giorno (preferibilmente con lo shampoo);
  • Ventilare l'appartamento con tempo calmo;
  • Cerca di essere meno fuori quando fa caldo;
  • Asciugare i capi lavati all'interno e non all'esterno, poiché potrebbero essere esposti ad allergeni.

Dovresti anche consultare il tuo medico sulla terapia farmacologica preventiva..

Rinite allergica

Una delle manifestazioni di una risposta immunitaria paradossale è la rinite allergica, altrimenti si chiama stagionale. La malattia viene anche definita febbre da fieno, perché compaiono segni di problemi di salute quando viene a contatto non solo con il polline, ma anche con l'erba secca. Il contatto primario con l'allergene si verifica a livello del tratto respiratorio superiore, nelle cellule della mucosa nasale. A causa della reazione specifica dell'organismo, che è di natura genetica, gli anticorpi vengono sintetizzati a determinate sostanze organiche - immunoglobuline del gruppo E. Si legano particelle estranee, formando complessi: antigene-anticorpo. Una reazione violenta si verifica al contatto ripetuto con particelle estranee. Poiché i complessi immunitari si depositano nelle cellule del naso, in primo luogo, con una tale reazione, la rinite allergica si sviluppa con tutte le sue manifestazioni..

Rinite allergica, meccanismo di sviluppo

Con il costante contatto con gli allergeni, lo stato di un processo infiammatorio cronico nella cavità nasale provoca esacerbazioni durante tutto l'anno. Quando la rinite allergica è solo stagionale, le esacerbazioni "scompaiono" dopo la fine del periodo di fioritura di alcune piante. Molto spesso, la fonte di questa condizione non è il polline, ma gli alberi di betulla durante il periodo in cui le foglie fioriscono.

Molto spesso, la rinite allergica si sviluppa in primavera e in autunno - questo è dovuto a un altro allergene comune - i microfunghi che si muovono liberamente nell'aria.

Stimoli non specifici: i trigger provocano attacchi di starnuti, naso che cola e altri sintomi di rinite allergica. In termini di composizione chimica, non hanno nulla a che fare con gli allergeni, ma irritano i recettori della mucosa nasale. In uno stato di ipersensibilità del sistema nervoso, la risposta immunitaria segue immediatamente. I seguenti fattori possono fungere da fattori scatenanti per la rinite allergica:

  • Fumo di tabacco, indipendentemente dalla marca di sigarette;
  • Gas di scarico dei veicoli a motore;
  • Aria fredda quando ci si sposta da una stanza calda;
  • Odore pungente di profumeria o prodotti chimici domestici.

La cavità nasale, i seni risonanti paranasali del cranio facciale e l'albero tracheobronchiale formano un unico sistema anatomico e fisiologico. Tutti questi organi sono rivestiti con la stessa copertura epiteliale. Pertanto, la rinite allergica è spesso accompagnata dalle seguenti malattie:

  • Rinosinusite polipoidea;
  • Bronchite asmatica;
  • Asma bronchiale.

Se la rinite allergica non viene trattata in modo tempestivo, si sviluppano condizioni simili. Inoltre, non come malattie o complicanze concomitanti, ma indicano la prevalenza del processo infiammatorio.

Rinite allergica, sintomi

Il quadro clinico dei sintomi della rinite allergica da malattia è il seguente:

Le manifestazioni principali includono:

  • Secrezione nasale acquosa;
  • Starnuti parossistici senza motivo apparente, soprattutto al mattino;
  • Bruciore al naso, prurito che si diffonde in tutto il rinofaringe;
  • Respirazione attraverso la bocca a causa di congestione nasale, russamento, gonfiore, diminuzione dell'olfatto, suono nasale.

La rinite allergica ha una caratteristica: "saluto allergico". Il bambino corre il palmo verso l'alto lungo la punta del naso, combattendo il prurito. Come risultato di questo movimento, graffi e graffi appaiono sul naso, si forma una piega nasale trasversale.

Manifestazioni aggiuntive di rinite allergica non si verificano in tutti i pazienti, ma si verificano nella maggior parte dei casi. Questi sono i seguenti sintomi:

  • Lacrimazione, fotofobia, comparsa di occhiaie sotto gli occhi;
  • Una sensazione di crack nelle orecchie durante la deglutizione, problemi di udito
  • Gola infiammata;
  • Naso dal naso a causa dell'irritazione meccanica della mucosa;
  • Irritazione della pelle delle ali del naso e triangolo nasolabiale.

I sintomi generali della rinite allergica non sono specifici, ma accompagnano costantemente la malattia:

  • Irritabilità, letargia;
  • Perdita di appetito, associata a nausea;
  • Mal di testa;
  • Insonnia.

Molto meno spesso, la rinite allergica è accompagnata da un aumento della temperatura corporea. Ciò si verifica quando i batteri si moltiplicano nel sito delle lesioni epiteliali. I bambini mostrano segni di indigestione a causa della deglutizione di contenuti copiosi dal rinofaringe.

Rinite allergica, rimedi per il trattamento

L'obiettivo principale del trattamento della rinite allergica è prevenire lo sviluppo dell'asma bronchiale. Per fare questo, è necessario stabilire il controllo sui sintomi e livellare tutte le malattie associate..

La rinite allergica deve essere trattata secondo un chiaro programma, che comprende le seguenti misure:

  • Eliminazione del contatto con l'allergene;
  • Terapia antinfiammatoria;
  • Terapia sintomatica;
  • Dieta ipoallergenica;
  • Terapia immunitaria.

Nei casi in cui l'identificazione di fattori allergici è difficile, è necessario che il paziente crei un ambiente vicino alla sterilità. La pulizia frequente della stanza, l'aria condizionata e umidificata aiuta ad eliminare i motivi per cui si sviluppa la rinite allergica, mentre i prodotti chimici per la casa dovrebbero essere scelti con grande cura. Meglio usare acqua normale.

Il trattamento antinfiammatorio della rinite allergica viene effettuato con farmaci ormonali - glucocorticoidi.

Gli antistaminici di ultima generazione sono raccomandati per alleviare i sintomi, poiché non hanno effetti collaterali che deprimono il sistema nervoso centrale.

Con la rinite allergica perenne, il cibo cambia solo quando la malattia è combinata con allergie alimentari. Con la manifestazione stagionale della malattia, gli alimenti vegetali che hanno un'affinità con gli allergeni sono esclusi dalla dieta.

La terapia immunitaria viene eseguita secondo le indicazioni di un allergologo.

Cosa ricordare per un paziente allergico durante una pandemia

L'opinione del professore di allergologo-immunologo Tataurschikova N.S..

La rinite allergica è un'infiammazione della mucosa nasale a seguito del contatto con un allergene. La malattia è abilmente mascherata da un comune raffreddore, quindi in molti casi rimane senza trattamento. Esistono due forme di malattia: tutto l'anno e stagionale.

La rinite allergica può disturbarti solo poche volte all'anno o può disturbarti più di quattro volte a settimana o più di un mese all'anno (persistente). In base alla gravità del corso, distinguono anche tra lieve, moderato o grave.

Sintomi di rinite allergica

I sintomi della rinite allergica includono quanto segue:

  • infiammazione della mucosa;
  • gonfiore del naso;
  • soffocamento del naso e dei seni;
  • rinorrea;
  • prurito al naso, agli occhi, alle orecchie;
  • sudore;
  • sensazione di un "nodo" in gola;
  • secrezione nasale abbondante, solitamente acquosa.

Una caratteristica distintiva di una rinite allergica sarà l'assenza di segni di una malattia infettiva: mal di gola, febbre, linfonodi ingrossati. Ma è ancora difficile ottenere una diagnosi accurata sulla base di questi segni, quindi sono in corso ulteriori ricerche:

  • prelievo di campioni allergici;
  • spirografia computerizzata;
  • citologia dei compartimenti nasali;
  • Radiografia del naso e dei seni paranasali.

Rinite allergica in un bambino

Nella maggior parte dei casi, le manifestazioni allergiche si fanno sentire dalla nascita quando le allergie alimentari e le eruzioni cutanee diventano irritanti. All'età di due anni, i primi sintomi della rinite allergica iniziano ad apparire sotto forma di naso che cola, che può essere interpretato erroneamente come un raffreddore..

Dal 2002 sono state fatte molte ricerche per capire le cause delle allergie nei bambini piccoli. Di conseguenza, è stata dimostrata la relazione tra la microflora del tratto gastrointestinale e, di fatto, le malattie allergiche. Pertanto, nei bambini con allergie, il contenuto di bifidobatteri nell'intestino era basso, mentre la quantità di batteri e lattobacilli aumentava. Ciò significa che uno squilibrio nella microflora può diventare un presagio di patologie allergiche..

Successivamente, nel 2012, è stata ottenuta una base di prova per ripristinare l'equilibrio di bifidobatteri e batterioidi come trattamento promettente per chi soffre di allergie 1.

Rinite allergica durante la gravidanza

La rinite allergica durante la gravidanza è una manifestazione stagionale (pollinosi) e si manifesta con gonfiore delle vie respiratorie nasali 2.

Anche se l'allergene non ha causato disagio prima della gravidanza, una donna può improvvisamente trovare ipersensibilità durante il periodo di gestazione. Ciò è dovuto al fatto che il sistema immunitario della donna incinta sta lavorando in una modalità stressante 2.

Trattamento della rinite allergica

Le linee guida cliniche includono la prevenzione e la terapia farmacologica della rinite allergica. Molto spesso, i corsi di trattamento vengono eseguiti in regime ambulatoriale (tranne che per le forme gravi di rinite allergica e, se necessario, un ciclo accelerato di immunoterapia specifica) 2.

Il trattamento non farmacologico include l'evitare il contatto con un allergene che è stato trovato attraverso l'anamnesi o durante l'assunzione di campioni allergici.

La terapia farmacologica prevede il trattamento con antistaminici o glucocorticoidi 2.

Nel trattamento della rinite allergica con antistaminici, è più efficace utilizzare farmaci di seconda generazione. Uno dei farmaci moderni in questo gruppo è Cetrin ®. L'azione di Cetrin ® ha lo scopo di bloccare i recettori dell'istamina, che sono responsabili del verificarsi di una reazione allergica. Indipendentemente dai motivi che hanno causato l'allergia, il farmaco blocca i recettori H1 e aiuta nel più breve tempo possibile a sbarazzarsi di tutte le principali manifestazioni di rinite allergica: edema, naso che cola, lacrimazione, attacchi di starnuti, ecc. 1.

Il farmaco ha un effetto terapeutico a lungo termine. Per adulti e bambini di età superiore ai 6 anni, è sufficiente assumere 1 compressa (10 mg) ogni 24 ore o mezza compressa (5 mg) due volte al giorno 3.

Rinite allergica negli adulti

La rinite allergica è un problema ossessivo che si verifica sullo sfondo dell'azione di irritanti e allergeni sulla mucosa nasale. La malattia si manifesta con starnuti, gonfiore della mucosa, lacrimazione, diminuzione o completa scomparsa del senso dell'olfatto, comparsa di uno scarico trasparente o giallo chiaro dal naso. La rinite allergica è molto spiacevole.

Molti adulti lamentano che questa condizione riduce significativamente la loro qualità di vita ed è un sacco di problemi, il che non sorprende. È abbastanza difficile lavorare, studiare, fare attività quotidiane quando il naso praticamente "non respira". Esiste una soluzione al problema, ma prima vale la pena capire più in dettaglio cos'è la rinite allergica..

Ragioni per lo sviluppo di rinite allergica

Il nome stesso "rinite allergica" parla della causa di questa malattia. Un naso che cola è una manifestazione comune di allergie alle sostanze irritanti comuni, molto spesso allergeni domestici: polvere, polline, sostanze chimiche, peli di animali e piume di uccelli. Le allergie possono essere causate da un numero enorme di irritanti che colpiscono la mucosa sensibile del naso e altri organi e sistemi del sistema respiratorio 1.

Ci sono fattori che provocano una reazione allergica 1:

  • Eredità in termini di malattie allergiche;
  • Immunità debole congenita;
  • Reazioni di stress del corpo;
  • Suscettibilità alle malattie infettive degli organi ENT;
  • Processi autoimmuni nel corpo;
  • Malattie croniche dell'intestino e del tratto digestivo.

La causa più comune della forma cronica è il contatto costante con un allergene (polvere, particelle dell'epidermide degli animali domestici, ecc.).

Possibili allergeni

Poiché la reazione provoca il contatto diretto con l'agente allergenico, è necessario prestare attenzione alle sostanze irritanti riscontrate..

L'allergia acuta o stagionale sotto forma di rinite può essere scatenata da 2:

  • ambrosia fiorita o altre erbe infestanti (quinoa, assenzio, bacche di sambuco);
  • fioritura primaverile di betulla, ontano, nocciolo e altri alberi;
  • lanugine di pioppo - il motivo potrebbe non essere la lanugine stessa, ma la sua saturazione con microparticelle di sostanze chimiche, polvere che trasporta;
  • polline di fiori da giardino, piante ornamentali per la casa;
  • fumi, particelle di erbe appassite, fogliame, rami di alberi secchi, arbusti.

Le cause professionali della malattia sono il contatto costante con le seguenti 2 sostanze irritanti:

  • Farina di pane, scaglie di frutta, spezie;
  • Oli essenziali;
  • Prodotti chimici volatili;
  • Microscopici elementi di polvere nell'industria della lavorazione del legno;
  • Medicinali e concentrati per il trattamento di superficie negli istituti medici.

La congestione nasale cronica si verifica sullo sfondo di un contatto regolare con agenti, è difficile escludere incontri con chi in condizioni normali 2:

  • Pezzi di capelli e peli di animali domestici;
  • Escrementi di topi, ratti;
  • Microparticelle della copertura chitinosa dei parassiti (pulci, scarafaggi, insetti);
  • Polvere domestica;
  • Muffa;
  • Fragranze di profumi, cosmetici e prodotti per la cura personale;
  • Piume di uccelli, cibo per animali domestici, in particolare per la fauna dell'acquario.

Questo è curioso!

Secondo le statistiche, ogni terzo adulto nel nostro paese soffre di una malattia allergica. La forma più comune di allergia è la febbre da fieno (18-19%), un attacco allergico complesso dovuto al polline delle piante. Il secondo più comune (8-12%) è la rinite allergica.

La completa cessazione del contatto con l'allergene è impossibile, come nel caso della polvere domestica. In altre situazioni, l'allergene è difficile da identificare. Diciamo che è quasi impossibile indovinare che starnuti, congestione nasale si verificano periodicamente sullo sfondo di un aumento del numero di scarafaggi nel seminterrato di un condominio. Oppure è raramente possibile associare la manifestazione di allergie all'arrivo dell'autunno, con la caduta del fogliame appassito. Le ragioni potrebbero essere le più inaspettate.

Sintomi di rinite allergica

Naso che cola, starnuti, congestione nasale sono le manifestazioni più sorprendenti di rinite in presenza di allergie. Ma questi stessi sintomi sono comuni in numerose altre malattie. La rinite allergica differisce da altri problemi associati alle malattie nasali nelle seguenti 3 caratteristiche:

  • Le manifestazioni di rinite allergica negli adulti sono caratterizzate da stagionalità o una combinazione con determinati fattori (fioritura, irrorazione di sostanze aromatiche, comparsa di un animale nelle vicinanze).
  • Il tipo di rinite nella rinite allergica differisce dalle manifestazioni nelle malattie infettive. Il colore del muco è trasparente, la consistenza spesso non è spessa come con un raffreddore. A volte non c'è flusso dal naso, mentre il naso è chiuso, vuoi starnutire.
  • Il trattamento sintomatico standard usato per alleviare le manifestazioni infettive non dà risultati visibili né migliora l'effetto negativo delle allergie.
  • La rinite allergica è raramente accompagnata da un aumento della temperatura corporea. La febbre emergente (febbre) è un sintomo di un'infezione spontanea o associata.
  • Spesso, con la rinite allergica, c'è un sintomo come lacrimazione, gonfiore del viso, starnuti.

Tutte le manifestazioni sono accompagnate da letargia, apatia, diminuzione dell'appetito. I sintomi allergici sono quasi sempre gli stessi. Tuttavia, per tutti, può procedere con le sue caratteristiche. È possibile stabilire una diagnosi accurata solo sulla base dei risultati di un esame professionale..

Diagnosi di rinite allergica

Per fare una diagnosi, oltre a identificare un fattore provocatorio, vengono utilizzate diverse opzioni per gli studi diagnostici 1:

  • Ispezione, endoscopia, rinoscopia;
  • Test cutanei ed esami del sangue biochimici per determinare gli allergeni;
  • Esame del sangue e assunzione di strisci per determinare il numero di eosinofili (cellule del sangue specifiche, che indicano la presenza di una reazione allergica del corpo);
  • Citologia e istologia del muco secreto (analisi chimica).

Insieme alla diagnostica specifica, al paziente vengono assegnati esami del sangue generali, viene effettuato un esame della pelle e delle mucose per determinare la condizione concomitante, nonché per escludere l'aggiunta di un'infezione batterica o virale.

Come trattare la rinite allergica

Un approccio terapeutico completo viene utilizzato per trattare la rinite allergica e attenuarne i sintomi..

Trattamento sintomatico. Terapia di soppressione dei sintomi. Include l'uso di farmaci che alleviano le manifestazioni di rinite allergica: eliminazione di gonfiore, prurito, lacrimazione, naso che cola.

Di solito, il complesso del trattamento sintomatico comprende antistaminici e farmaci vasocostrittori. Si consiglia di utilizzare questi ultimi con cautela. I farmaci vasocostrittori non possono essere utilizzati a lungo, tali gocce per il naso non sono adatte per il trattamento di forme croniche di rinite allergica, altrimenti potrebbe svilupparsi una dipendenza 4.

Soppressione del rilascio di istamina. Per alleviare le condizioni del paziente durante la fase acuta della rinite allergica, i cromoni sono spesso prescritti come gocce nasali per le allergie. Questi sono farmaci che stabilizzano le membrane dei mastociti (cellule di difesa) che producono istamina (una sostanza responsabile della risposta del corpo agli allergeni). Tali farmaci sono prodotti sotto forma di spray e gocce nasali, nonché in forma di compresse. I cromoni sono buoni per prevenire le riacutizzazioni di allergie. L'effetto terapeutico dei farmaci si ottiene solo con un uso prolungato. All'inizio dell'uso, l'effetto è debole 4.

Terapia ormonale. I corticosteroidi intranasali sono spesso prescritti per ottenere un effetto terapeutico persistente. Tali farmaci migliorano rapidamente e qualitativamente le condizioni del paziente. Con la terapia del corso, l'effetto è fissato per un tempo piuttosto lungo. Nelle forme gravi di allergia (forma asmatica), possono essere prescritte iniezioni di farmaci ormonali, nonché l'uso regolare di inalatori. Tuttavia, nelle forme più lievi del problema, la terapia ormonale non è raccomandata. I farmaci di questo gruppo possono creare dipendenza e resistere alla loro azione 4.

Fondi di barriera. Sono più spesso usati a scopo preventivo. Questi sono farmaci progettati per ridurre o prevenire il contatto diretto delle mucose con un allergene e ammorbidire il suo effetto sul corpo. Spray e unguenti sono usati come agenti barriera. Gli enterosorbenti sono un mezzo efficace per ridurre l'effetto degli allergeni sul corpo, che assorbono e rimuovono in modo affidabile le sostanze "in eccesso" dal corpo, prevenendo la saturazione. Questi farmaci sono usati come terapia aggiuntiva 4.

È interessante!

Il modo più semplice per creare una barriera a contatto con un irritante è una maschera da farmacia. È necessario indossarlo durante il periodo di diffusione stagionale del fattore provocante o in luoghi in cui la saturazione di sostanze indesiderate è prevedibilmente superiore al normale.

Terapia immunitaria. Per ridurre la sensibilità del corpo a determinate sostanze, è possibile utilizzare l'immunoterapia specifica. Il metodo consiste nell'introduzione graduale di un preparato contenente microdosi dell'allergene. Il programma e il dosaggio sono chiaramente selezionati e calcolati in modo da non provocare una reazione indesiderata del corpo, ma per formare gradualmente l'immunità allo stimolo. L'immunoterapia viene effettuata sotto la stretta supervisione di uno specialista. Questo metodo di trattamento è scelto in casi gravi di malattia, quando gli antistaminici e i farmaci ormonali non possono essere utilizzati o non danno l'effetto desiderato 4.

Fisioterapia. La terapia fisica può essere raccomandata in aggiunta al trattamento principale. Può essere elettroforesi dei seni, terapia CMB, terapia ad ultrasuoni, magneti, KUF, trattamento laser, grotte di sale e molto altro..

Terapia purificante e locale. Le soluzioni saline possono essere utilizzate per pulire i seni nasali dall'irritante, formare una barriera antisettica affidabile e aumentare la resistenza delle mucose all'influenza di agenti estranei. Aerosol, spray, gocce a base di acqua di mare sono agenti efficaci che sono prescritti per combattere la congestione nasale, starnuti, naso che cola a causa di allergie 5.

Il risciacquo regolare dei passaggi nasali con acqua di mare riduce i sintomi e allevia la suscettibilità agli allergeni. Per le forme lievi di rinite su uno sfondo di allergie, le soluzioni di acqua di mare possono essere utilizzate come trattamento principale 5.

Metodi tradizionali. Per le forme più lievi, la rinite allergica può essere trattata con rimedi casalinghi. Tuttavia, la scelta delle prescrizioni deve essere coordinata con il medico curante, altrimenti la situazione può essere aggravata. Qualsiasi metodo alternativo per il trattamento della rinite allergica può essere utilizzato solo come aggiunta al corso principale. La cosa migliore che puoi fare per te stesso a casa è di fornire un clima adatto regolando il livello di umidità e temperatura nella stanza, osservare il regime prescritto ed eseguire tutte le procedure. Se l'allergene si trova nella stanza in cui si trova il paziente, il contatto con questo irritante dovrebbe essere escluso 4.

Al giorno d'oggi, la rinite allergica si trova spesso negli adulti. È importante non iniziare la malattia e il trattamento precoce aiuterà a appianare i sintomi spiacevoli. Nelle forme lievi della malattia, le soluzioni di acqua di mare si manifestano con successo 5.

Uno di questi farmaci è Marimer - acqua di mare naturale contenente rame, manganese, magnesio e selenio. La combinazione di pura acqua di mare con oligoelementi aiuta a pulire il naso dagli allergeni accumulati e ha effetti antinfiammatori e antibatterici (rame, magnesio). La mucosa nasale è satura di antiossidanti (manganese) e migliora le sue funzioni protettive (selenio) 6.

Marimer è rappresentato da un'intera linea di strumenti: ognuno può trovare lo strumento di cui ha bisogno. Per gli adulti, il farmaco è disponibile in un comodo formato di aerosol 6.

1. Zaykov, S. Rinite allergica: diagnosi e trattamento / S. V. Zaikov // Consulenti scientifici - 2010 - P. 24.
2. Shot, O. Rinite allergica: il punto di vista di un allergologo / O.S. Drobik, A. Yu. Nasunova // Bollettino di otorinolaringoiatria - 2014 - n. 2. - S. 82-85.
3. Astafieva, N. Rinite allergica e non allergica: una caratteristica comparativa / N.G. Astafieva et al. // Assistente medico - 2013 - N. 4 - P. 10-17.
4. Kryukov, A. Principi di trattamento della rinite allergica / A.I. Kryukov et al. // Consiglio medico - 2013 - n. 7.
5. Kiselev A. Terapia di eliminazione delle malattie del naso e dei seni paranasali / A.B. Kiselev, V.A. Chaukina // Novosibirsk. Linee guida. - 2007.
6. Istruzioni per l'uso medico del farmaco aerosol nasale Marimer dal 05/11/2018

MedGlav.com

Elenco medico delle malattie

Rinite allergica. Cause, sintomi e trattamento della rinite allergica.

RINITE ALLERGICA.


La rinite allergica può essere chiamata solo quei casi di rinite, nella patogenesi di cui le allergie svolgono un ruolo guida. Quest'ultimo deve essere provato in ogni caso utilizzando una serie di moderni metodi diagnostici..

Nella pratica clinica, ci sono due tipi di rinite allergica: stagionale e per tutto l'anno. Nel primo caso si intende la rinite causata dal polline delle piante, nel secondo è causata da una serie di allergeni esogeni, il cui contatto è possibile indipendentemente dalla stagione dell'anno..


Eziologia e patogenesi.

La rinite allergica durante tutto l'anno è più comunemente causata da:

  • polvere domestica e industriale,
  • epidermide e peli di animali,
  • cuscini di piume,
  • spore fungine, la cui sensibilizzazione porta a manifestazioni durante tutto l'anno di rinite allergica, principalmente nei paesi con climi caldi.
  • allergia alimentare nel 4-5% dei casi.

La rinite allergica tutto l'anno appartiene al gruppo delle malattie atopiche. Un ruolo significativo nel suo sviluppo appartiene all'istamina, il cui effetto principale è l'espansione dei capillari che forniscono abbondantemente la mucosa, un aumento della loro permeabilità con la formazione di edema, il rilascio di abbondante essudato liquido nell'ambiente esterno e anche l'ipersecrezione di muco da parte delle ghiandole che formano il muco. L'azione dei fattori chemiotossici eosinofili è associata all'eosinofilia delle secrezioni secrete dal naso e all'accumulo di eosinofili nella mucosa nasale.

Il decorso della malattia dipende dalla durata del contatto con l'allergene "colpevole". Se con la rinite da polline il contatto è limitato a diverse settimane, quindi con il contatto per tutto l'anno è quasi costante con fluttuazioni durante il giorno. Le interruzioni del contatto per diverse ore non sono sufficienti per invertire lo sviluppo di una reazione allergica, quindi i sintomi persistono quasi costantemente. Le remissioni sono possibili solo con l'eliminazione a lungo termine (uscire di casa, vacanze, viaggi d'affari).

Questa costanza e durata dei disturbi morfologici e funzionali portano alla formazione di alcune caratteristiche delle reazioni locali a stimoli sia antigenici che non antigenici (non specifici). Caratterizzato da esacerbazione di rinite nella polvere fredda, non antigenica, odori forti. Negli ultimi anni, l'iperreattività della mucosa nasale è stata attribuita a uno squilibrio del sistema nervoso autonomo, forse simile a quello dell'asma bronchiale, ma con la differenza che nella rinite, le principali strutture di reazione sono vasi, non cellule muscolari lisce. Alcune delle manifestazioni caratteristiche della rinite perenne sono associate a disturbi circolatori locali. Quindi, una lamentela frequente di una maggiore difficoltà nella respirazione nasale in posizione supina, a quanto pare, è il risultato di una diminuzione del tono vascolare.

È stato dimostrato che in una posizione orizzontale nei pazienti con rinite, la resistenza intranasale aumenta in media 3 volte. L'allergologo dovrebbe tenerlo presente quando discute possibili fonti di allergeni, che in questi casi il paziente stesso considera la biancheria da letto. Noto per ridurre o scomparire completamente l'ostruzione nasale durante l'esercizio.

Ciò suggerisce che l'effetto dell'esercizio fisico è mediato attraverso il sistema simpatico. Il sollievo dall'esercizio dura da pochi minuti a un'ora. Molti pazienti notano non tanto un sollievo dell'ostruzione al momento dello sforzo fisico, ma un aggravamento delle manifestazioni di rinite immediatamente dopo la sua fine.

Quadro clinico.

I sintomi della rinite allergica durante tutto l'anno dipendono in una certa misura dall'allergene con cui il paziente è sensibilizzato, dal grado di sensibilizzazione e dalla durata del contatto..

Un'immagine simile alla classica rinite allergica nella febbre da fieno può essere osservata in pazienti con un alto grado di sensibilità agli allergeni epidermici di animali a diretto contatto con loro. Un paziente ha prurito al naso e rinofaringe, starnuti, abbondante secrezione acquosa dal naso, aumentando rapidamente la difficoltà nella respirazione nasale durante 10-15 minuti di esposizione. Prurito delle palpebre e lacrimazione compaiono allo stesso tempo.

Con un grado di sensibilità inferiore e con contatto costante con gli animali, nonché polvere domestica, piume di cuscino, molte polveri industriali. manifestazioni cliniche leggermente diverse sono caratteristiche. Lo starnuto è raro, soprattutto al mattino quando il paziente si sveglia. La congiuntiva di solito non è coinvolta nel processo. La lamentela predominante è la difficoltà quasi costante nella respirazione nasale, solitamente aggravata in posizione supina. Una lamentela è caratteristica di una maggiore gravità della congestione nasale sul lato situato sotto. Lo scarico dal naso è meno abbondante, più spesso di carattere mucoso piuttosto che acquoso. Con grave ostruzione, il muco scorre nel rinofaringe. L'anosmia (perdita dell'olfatto) con rinite allergica è rara.

Le malattie atopiche sono spesso annotate nella storia familiare e personale dei pazienti con rinite allergica.

Quando si esamina la cavità nasale, è visibile una mucosa pallida edematosa, i passaggi nasali sono più o meno ristretti, lo scarico è di solito acquoso o mucoso. Con edema grave, è necessario un riesame dopo l'applicazione di uno qualsiasi dei vasocostrittori locali, in modo che sia possibile esaminare la regione dei seni etmoidali, dove i polipi sono spesso localizzati. Questi ultimi con vera rinite allergica sono molto rari. All'esame del rinofaringe, si nota l'ipertrofia del tessuto linfoide.

Sulla radiografia dei seni paranasali, di solito si trova un ispessimento uniforme, leggermente pronunciato della mucosa dei seni mascellari. L'analisi del sangue mostra moderata eosinofilia.

Diagnosi, diagnosi differenziale.

Diagnosi, diagnosi differenziale si basa sui dati di anamnesi, quadro clinico e ricerca specifica. Quest'ultimo include test cutanei, test nasali provocatori, determinazione di IgE generali e specifiche.
I test cutanei rivelano più spesso reazioni immediate agli allergeni da polvere domestica, forfora e peli di animali domestici, dafnia, meno spesso ad altri inalanti e allergeni alimentari.

In quasi tutti i casi, la rinite allergica perenne deve essere differenziata dalla rinite non atopica e vasomotoria. La diagnosi differenziale con rinite allergica perenne è particolarmente difficile, poiché le manifestazioni cliniche sono in gran parte simili. Per la rinite non atopica, una relazione clinica con un'infezione è più caratteristica, una predominanza di un processo iperplastico, spesso con poliposi, una frequente combinazione con intolleranza ai farmaci antinfiammatori non steroidei.

Altre forme di rinite con cui la rinite allergica deve essere differenziata:

  • rinite della gravidanza - descritta come una forma indipendente. L'eziologia e la patogenesi sono sconosciute. Nelle manifestazioni cliniche, è vicino al tipo non atopico. Dopo il parto, si verifica il recupero spontaneo;
  • rinite, descritta come un effetto collaterale non allergico dei farmaci rauwolfia. La patogenesi non è chiara. Dopo l'interruzione del farmaco passa;
  • rinite associata all'uso locale di simpaticomimetici (naftitina, sanorina, galazolina, otrivina, privina) e efedrina. In molti pazienti, dopo 3-4 giorni di efficace trattamento della rinite allergica o non atopica con questi farmaci, i sintomi della malattia sembrano aggravarsi, la successiva instillazione del farmaco dà un effetto a breve termine, seguito da un'ostruzione nasale pronunciata, che richiede al paziente di riapplicare il farmaco con la stessa sequenza di effetti. La rinoscopia rivela un'immagine indistinguibile dalla rinite allergica. Alcuni autori chiamano la sindrome di "rimbalzo" per analogia con la sindrome che si verifica con un sovradosaggio di β-adrenostimulanti negli asmatici;
  • mastocitosi della mucosa nasale, descritta come una malattia indipendente [Connel, 1969]. Il quadro clinico è lo stesso della rinite non atopica. Diagnosi confermata dalla biopsia.

complicazioni.

Di solito, l'aggiunta di un'infezione con lo sviluppo di sinusite ed etmoidite più spesso purulenta. Tuttavia, l'aggiunta di infezione è più caratteristica della rinite non atopica..
Un'altra complicazione sono i cambiamenti ipertrofici nella mucosa del naso e dei seni nasali con la formazione di polipi.
A volte la rinite allergica perenne è complicata da otite media sierosa. Ciò è particolarmente vero durante l'infanzia..
Solo il 30% circa dei bambini con rinite allergica sviluppa successivamente asma.

In primo luogo, la violazione o il completo arresto della respirazione nasale porta al fatto che il paziente respira costantemente attraverso la bocca, l'aria non trattata, non riscaldata e non umida entra nei bronchi, il che contribuisce all'infezione dell'albero bronchiale e alla maggiore disponibilità della sua mucosa per l'azione irritante delle impurità chimiche e meccaniche e sensibilizzazione.
In secondo luogo, l'infiammazione allergica della mucosa nasale può irritare le zone del riflesso e quindi causare ulteriori stimoli per l'insorgenza di convulsioni. Infine, l'infezione dei seni nasali, complicando la rinosinusite allergica, contribuisce alla formazione di bronchite, che complica notevolmente il problema del trattamento dell'asma atopico..

TRATTAMENTO.

  • La terapia specifica include l'interruzione dell'esposizione ad allergeni specifici e l'immunoterapia. L'immunoterapia viene effettuata in istituti allergologici specializzati. Vengono utilizzati i metodi di somministrazione sottocutanea dell'estratto di allergene e l'irrigazione locale della mucosa nasale con un aerosol dell'estratto di allergene. L'efficacia dell'immunoterapia per la rinite allergica si osserva nel 70-80% dei casi.
  • Nella fase acuta della malattia, sono indicati gli antistaminici. Allevia rapidamente prurito, starnuti e rinorrea abbondante. In caso di prevalenza di ostruzione dei passaggi nasali della mucosa edematosa, l'effetto degli antistaminici è meno pronunciato.
  • Il trattamento con istaglobulina è stato usato con un certo successo. L'efficacia dell'istaglobulina nella rinite allergica raggiunge il 60-70% dei casi. Intranasalmente per via intranasale sotto forma di insufflazione di polvere o instillazione di una soluzione al 4%, 2 gocce in ciascuna metà del naso 4-6 volte al giorno. È stato osservato che è stato ottenuto un effetto maggiore in pazienti con elevati livelli sierici di IgE..
  • Gli agenti vasocostrittori locali sono prescritti per la rinite allergica solo in casi di emergenza, se, ad esempio, a causa dell'esacerbazione della rinite, il paziente non riesce a dormire. Il paziente deve essere avvisato che in caso di sovradosaggio e uso prolungato (più di una settimana), il farmaco provoca l'effetto opposto..
  • Il trattamento sistemico con corticosteroidi (per via orale o parenterale) per la rinite allergica può essere raccomandato solo in circostanze speciali, ad esempio per fermare i farmaci vasocostrittori.

Il corso dovrebbe essere breve - non più di una settimana, ma la dose è sufficiente per un effetto terapeutico (3-4 compresse di qualsiasi farmaco corticosteroideo al giorno nei primi 2-3 giorni). Una riduzione graduale della dose non è necessaria se il paziente non è stato precedentemente trattato con steroidi o li ha assunti sotto forma di rari corsi brevi.

  • Il beclametasone dipropionato (BDP) viene utilizzato sotto forma di insufflazione intranasale, ma solo nei casi in cui altri metodi di trattamento, incluso quello intale, non danno un chiaro effetto. Utilizzato anche per poliposi nasale ricorrente.
    Non può essere utilizzato per infezioni fungine del tratto respiratorio superiore, lesioni erpetiche batteriche, infezioni respiratorie acute.

Sintomi e trattamento della rinite allergica acuta

La rinite allergica acuta è una malattia associata all'infiammazione della mucosa nasale causata da allergeni. Ha uno sviluppo rapido e un percorso estremamente scomodo.

La rinite allergica acuta colpisce almeno il 25% della popolazione del paese, compresi bambini e adulti.

Il trattamento della rinite allergica acuta è necessario, perché se lasciato incustodito, la forma cronica diventa uno sviluppo naturale. E lei, a sua volta, è estremamente difficile da trattare. Ma la sintomatologia della malattia può essere lieve e molto simile a una rinite comune. Ecco perché i pazienti vengono dal medico ORL più spesso con rinite cronica..

Come distinguere la rinite comune dalla rinite allergica, quali sintomi sono estremamente importanti nella diagnosi, come trattare la malattia e come è pericoloso durante la gravidanza - in dettaglio nel nostro articolo.

Tipi e cause di rinite allergica acuta

La rinite allergica acuta è una rinite improvvisa accompagnata da grave congestione nasale, starnuti acuti e ripetuti, prurito e flusso nasale abbondante. Può iniziare come se senza una ragione apparente, è impossibile prevederlo.

La rinite allergica è spesso suddivisa in tre forme: stagionale, per tutto l'anno e professionale. Qual è la differenza?

La forma stagionale è familiare a molti in prima persona e appare in determinati periodi dell'anno. Molto spesso è primavera-estate, quando vari arbusti fioriscono attivamente. La concentrazione di polline nell'aria in questo momento è semplicemente fuori scala ed entra attivamente negli organi respiratori di una persona. Ciò è facilitato dal tempo ventoso e secco, che rende il polline più volatile. Naturalmente, per le piante questo è un vantaggio: si verifica l'impollinazione e la riproduzione, ma per chi soffre di allergie inizia il vero inferno. È difficile salvarsi dalle allergie stagionali anche a casa, perché le particelle di polline volano nelle finestre e vengono trasportate su scarpe e vestiti.

La rinite durante tutto l'anno può verificarsi in qualsiasi momento dell'anno, poiché ci sono molte ragioni per il suo sviluppo. It:

  • Peli di animali domestici;
  • Cibo;
  • polvere domestica;
  • cosmetici (shampoo, deodoranti, profumi);
  • prodotti chimici domestici (polveri, detersivi per lavastoviglie);
  • la presenza di muffe nel bagno (e non solo);
  • acari della polvere;
  • scarafaggi.

Questo non è un elenco completo delle possibili cause della rinite allergica perenne, che può essere acuta. Una reazione al freddo in inverno, al decadimento delle foglie in autunno è possibile, perché la malattia può anche dipendere da diversi motivi contemporaneamente.

La rinite professionale è di solito diagnosticata in età adulta. Ciò è dovuto al fatto che il contatto regolare con qualsiasi sostanza contribuisce all'accumulo graduale dell'allergene nel corpo. Gli allergeni professionali comprendono composti chimici (per parrucchieri - per vernici, per ebanisti - per colle e vernici), metalli (per operai), secrezioni di lana e animali (per veterinari e allevatori), lattice (per medici per guanti sterili) e altri.

Inoltre, la rinite allergica è classificata anche in base alla sua durata. Ci sono intermittenti (che durano meno di 4 giorni a settimana o meno di 4 settimane all'anno) e persistenti (rispettivamente, che durano più di 4 giorni a settimana o più di 4 settimane all'anno).

Rinite intermittente - meno di 4 giorni a settimana o meno di 4 settimane all'anno.

Rinite persistente - più di 4 giorni a settimana o più di 4 settimane all'anno.

Questa classificazione è stata creata nel quadro della rinite allergica e del suo programma Impact on Ashma, sviluppato nel 2001 in collaborazione con l'OMS. ARIA contiene raccomandazioni per il trattamento della rinite allergica e delle malattie allergiche associate (in particolare l'asma).

La rinite allergica è sempre causata da un'allergia acuta a qualsiasi sostanza o prodotto. In questo caso, l'allergia stessa può svilupparsi gradualmente, nel corso degli anni, e poi improvvisamente farsi sentire. Ed è buono se si tratta di rinite allergica e non di shock anafilattico..

Sintomi

I sintomi della rinite allergica acuta compaiono immediatamente. Non appena l'allergene entra nella mucosa nasale, la reazione del corpo si manifesta immediatamente: inizia uno starnuto acuto, forte e ripetuto, dopodiché il naso si intasa (a differenza di un normale naso che cola, dopo lo starnuto, il contenuto viene diluito e si può soffiare il naso) in modo che diventi impossibile inspirare. Allo stesso tempo, inizia un forte prurito nel naso, che può anche diffondersi nella zona degli occhi..

Se sintomi simili della malattia si sono manifestati più di una volta e non due volte, allora possiamo dire con fiducia che questo è un segno di rinite allergica acuta.

Sfortunatamente, il corpo non sempre ci fa capire immediatamente cosa gli sta succedendo. I sintomi possono essere lievi e molto simili a quelli di un comune raffreddore. La maggior parte nota l'aspetto standard dei sintomi:

  • Il naso non respira;
  • sensazione di secchezza al naso;
  • mal di testa;
  • starnuti;
  • problemi di odore;
  • congestione dell'orecchio.

E pensano che sia un raffreddore. Una differenza importante tra la rinite (virale) comune dalla rinite allergica acuta è che quest'ultima si manifesta immediatamente, cioè in un lampo. Mentre una rinite virale ha bisogno di 2-3 giorni per avere pieno effetto (il periodo di incubazione, mentre i batteri si "fissano" sulla mucosa e si moltiplicano per la quantità richiesta).

Come capire quali manifestazioni sono i sintomi della rinite allergica? I segni (sintomi) tipici sono:

  • starnuti ripetuti (3-4 volte di seguito, starnuti è molto forte, acuto, che non può essere contenuto);
  • mancanza di odore e respirazione nasale (può essere completamente assente: diventa difficile da mangiare, poiché il naso non respira affatto ed è estremamente difficile respirare con la bocca mentre si mangia);
  • disturbi del sonno (problemi respiratori impediscono il sonno o causano frequenti risvegli, più volte a notte);
  • irritabilità (a causa della mancanza di sonno a causa della scarsa qualità del sonno);
  • sensazione di "testa pesante" (persistente congestione nasale provoca pressione nella zona del seno);
  • prurito al naso e agli occhi (forse lo sviluppo della congiuntivite allergica).

Questi sintomi possono manifestarsi sia simultaneamente che selettivamente. Inoltre, i sintomi dell'allergia aumentano gradualmente di intensità se il contatto con l'allergene continua..

Trattamento della malattia

La rinite allergica, come altre malattie ORL, deve essere trattata con un aiuto professionale, vale a dire sotto la supervisione e la supervisione di un otorinolaringoiatra. Ciò è necessario principalmente affinché la diagnosi sia corretta e il trattamento prescritto sia individuale. Se il paziente ha già una reazione allergica che ha provocato la rinite allergica, allora i farmaci devono essere selezionati con maggiore attenzione, poiché i medicinali sono uno dei vasti gruppi di allergeni. Se, tuttavia, il trattamento prescritto risulta essere un farmaco a cui appare una reazione inappropriata, allora un medico esperto sarà immediatamente in grado di prendere un analogo che avrà un effetto simile, ma senza conseguenze negative.

Amici! Un trattamento tempestivo e corretto garantirà un rapido recupero!

Affinché il gonfiore della mucosa si attenui il più rapidamente possibile, la respirazione nasale venga ripristinata e la salute ritorni alla normalità, nella clinica ORL viene prescritta la fisioterapia, che non può essere eseguita a casa (quasi nessuno a casa ha molti dispositivi specializzati costosi). Tra le procedure di trattamento più efficaci ci sono:

  • Contrazione della mucosa nasale;
  • irrigazione della mucosa mediante una mietitrebbia ENT;
  • terapia a infrarossi della cavità nasale e rinofaringe;
  • irradiazione ultravioletta della cavità nasale e rinofaringe;
  • terapia vibroacustica per i seni nasali;
  • terapia fotodinamica laser della cavità nasale e del rinofaringe;
  • magnetoterapia;
  • esposizione laser a infrarossi (transdermica).

Tutte queste manipolazioni consentono di arrestare rapidamente una malattia acuta: eliminare la mucosa dagli allergeni, eliminare gonfiore e congestione e alleviare il prurito. Come risultato della respirazione nasale ripristinata, il sonno migliorerà, il senso dell'olfatto e la gioia della vita torneranno con esso..

Tuttavia, vale la pena ricordare che tutto ciò è possibile solo nel caso dell'assistenza professionale in clinica. L'automedicazione con rimedi popolari e medicinali per il trattamento del raffreddore non può non solo portare sollievo, ma anche peggiorare significativamente la situazione, alleviando solo temporaneamente i sintomi della malattia

L'automedicazione può causare danni significativi alla salute e causare lo sviluppo di molte gravi complicanze.!

Quindi, ad esempio, combattere la congestione nasale con spray vasocostrittori può portare alla dipendenza da droghe. Usando erbe anti-infiammatorie, puoi aggravare la reazione allergica: cosa succede se nella confezione c'è un altro allergene nella miscela? Con un'infiammazione prolungata della mucosa della cavità nasale, il processo patologico può anche influenzare i seni - e ciao, sinusite! Ignorare una certa reazione del tuo corpo può causare lo sviluppo di altre malattie allergiche, ad esempio l'asma bronchiale..

E questa è solo una piccola parte delle complicazioni e dei problemi che possono essere ottenuti con l'automedicazione. Affida la tua salute ai professionisti che ti aiuteranno rapidamente e senza problemi inutili a eliminare i sintomi della malattia e le sue cause.

Caratteristiche durante la gravidanza

Durante la gravidanza, il corpo della futura mamma subisce enormi cambiamenti - c'è una completa ristrutturazione ormonale e fisiologica. In questo contesto, è possibile provare un background emotivo disturbato e disturbato e disturbi fisici..

Naturalmente, numerosi cambiamenti non aggirano il sistema immunitario, che può improvvisamente fallire: ad esempio, reagire bruscamente alle fragole precedentemente tanto amate e dare una reazione allergica (prurito, arrossamento, orticaria, congestione nasale sono sintomi di allergie). Se non ti ascolti attentamente e non controlli il tuo benessere, alla fine il "prodotto dannoso" porterà alla rinite allergica..

Perché la rinite allergica in forma acuta è pericolosa per il feto? Certo, è ben protetto dalla reazione allergica stessa dalla placenta, ma prima di assumere farmaci antiallergici è assolutamente indifeso..

I gruppi di farmaci usati possono causare lo sviluppo di varie patologie nel nascituro, la formazione di una maggiore eccitabilità. Nelle fasi iniziali (molto spesso nel primo trimestre), il trattamento incontrollato può persino portare ad aborto spontaneo.

La maggior parte degli antistaminici sono dannosi per il feto. L'automedicazione della rinite allergica durante la gravidanza è severamente vietata.!

Pertanto, qualsiasi medico dirà che l'automedicazione non è assolutamente consentita! Questo è ciò che i farmaci antiallergici più popolari possono minacciare un nascituro con:

  • La difenidramina può causare ipertonicità uterina;
  • la terfenadina porta alla perdita di peso nel neonato;
  • Suprastin e Claritin devono essere prescritti solo se i benefici del trattamento superano il potenziale rischio di aborto spontaneo;
  • Tavegil influisce negativamente sullo sviluppo del feto, viene utilizzato solo quando la vita della futura mamma è minacciata.

E questa è solo una piccola parte dei farmaci che comportano rischi durante la gravidanza. Ecco perché il trattamento è solo sotto la supervisione di un medico, ma è meglio usare metodi preventivi: pulizia regolare a umido, controllo del cibo, rifiuto degli animali domestici o cura attenta per loro, pulizia e umidificazione dell'aria nella stanza - il minimo che la futura mamma deve osservare per mantenerla Salute. E ai primi sintomi della malattia, devi consultare un medico.