loader

Principale

Consulenza

Diossidina per sinusite - una descrizione dell'antisettico domestico

La diossidina antisettica veramente domestica ha molte qualità positive. Il suo ampio spettro di azione e disponibilità lo hanno reso uno degli agenti antimicrobici più popolari in Russia e nei paesi della CSI. E la possibilità di applicazione intracavitaria consente l'uso del farmaco nella sinusite acuta e cronica.

Diossidina: l'inizio di un lungo viaggio

La diossidina è una droga primordialmente russa sviluppata circa 30 anni fa dagli scienziati sovietici presso l'Istituto di ricerca chimica e farmaceutica dell'Unione. Quindi i chimici hanno condotto uno studio abbastanza ampio, durante il quale hanno studiato l'effetto antimicrobico di un gruppo di sostanze: i derivati ​​della chinossalina. Durante l'esperimento, si è scoperto che tra diversi composti, uno spicca, che ha l'effetto antimicrobico più pronunciato. Questa era Dioxidin.

Aggiungiamo che allo stesso tempo è stato sviluppato un altro farmaco di questo gruppo: la quinoxidina. È molto simile nella struttura al famoso antisettico e ha uno spettro simile di azione e attività. La quinoxidina viene utilizzata internamente, ma non ha raggiunto la stessa popolarità della sua controparte.

Composizione e forma di rilascio

Un nome commerciale semplice e memorabile nasconde una sostanza organica complessa chiamata idrossimetilquinoxalina biossido. È prodotto in due diversi dosaggi e quando si acquista la diossidina per il risciacquo del naso con sinusite, questo fatto deve essere preso in considerazione.

Quindi, le aziende farmaceutiche russe producono soluzioni di diossidina:

  • una soluzione a una concentrazione dell'1%, che è intesa per uso intracavitario ed esterno ed è confezionata in fiale di vetro contenenti 10 ml di farmaco;
  • soluzione ad una concentrazione dello 0,5%. Questa forma di rilascio viene applicata esternamente, per via endovenosa e intracavitaria ed è disponibile in fiale da 10 e 20 ml.

Per il risciacquo della cavità nasale, il farmaco viene più spesso utilizzato ad una concentrazione dello 0,1%.

Come funziona la diossidina?

La diossidina è una sostanza sintetica che ha un pronunciato effetto antibatterico contro una vasta gamma di microrganismi. L'antisettico ha un effetto battericida: inibisce la sintesi del DNA all'interno della cellula microbica e provoca anche "rotture" strutturali della membrana cellulare. Di conseguenza, il microbo risulta essere non vitale e muore..

I batteri sensibili includono microrganismi gram-positivi e gram-negativi, tra cui:

La caratteristica positiva del farmaco è che è efficace contro i ceppi batterici resistenti agli antibiotici, compresi quelli che producono beta-lattamasi.

Dato lo spettro d'azione della diossidina, viene utilizzato per il trattamento della sinusite acuta e cronica associata a infezione da stafilococco, streptococco, nonché con infezione da flora gram-negativa.

L'antisettico penetra molto rapidamente nei tessuti: entro 1-2 ore dopo l'applicazione, viene raggiunta la concentrazione nel sangue, vicino al massimo. Inoltre, l'efficacia del farmaco rimane abbastanza a lungo - entro 4-6 ore. Si noti che con l'uso locale (incluso il risciacquo della cavità nasale e dei seni mascellari), la soluzione di diossidina viene leggermente assorbita nel sangue, ma non irrita le mucose e praticamente ha un effetto sistemico. Un altro vantaggio del farmaco è la mancanza di un effetto accumulato.

Diossidina per sinusite: istruzioni per l'uso

Il farmaco viene utilizzato per una varietà di malattie infiammatorie, tra cui rinite e sinusite. Per lavare i seni mascellari, utilizzare una soluzione all'1% di diossidina con un volume di 10-50 ml. Va tenuto presente che la dose massima del farmaco che può essere utilizzata al giorno non è superiore a 70 ml di una soluzione standardizzata all'1%.

Di norma, 50 ml di diossidina sono sufficienti per lavare la cavità nasale e i seni paranasali - 25 ml per ciascun seno. La procedura viene eseguita una volta al giorno. Il corso del trattamento può essere piuttosto lungo - fino a tre settimane e, nei casi più gravi, è possibile un trattamento più lungo. Nella sinusite cronica, vengono prescritti cicli ripetuti di risciacquo della cavità nasale, che vengono eseguiti 1-1,5 mesi dopo il trattamento iniziale.

Prima di sciacquare la cavità nasale, non dimenticare di seguire la respirazione nasale: dovrebbe essere libera. Se il naso è bloccato, devono essere applicate gocce di vasocostrittore e ripristinata la normale respirazione. Abbiamo considerato i dettagli della procedura nell'articolo Risciacquo del naso: come, cosa e quando fare?

Trattamento per inalazione con diossidina

Le inalazioni con diossidina sono anche considerate molto efficaci nei processi infiammatori acuti e cronici nei seni mascellari. Il farmaco può essere utilizzato per la terapia del nebulizzatore utilizzando inalatori a compressore e mesh.

Di norma, per inalazione, si consiglia di utilizzare una soluzione di diossidina all'1% diluita con soluzione salina (cloruro di sodio 0,9%) in un rapporto di 1: 4.

Diossidina nelle gocce nasali

Spesso, i medici ENT prescrivono gocce nasali complesse con la diossidina. Sono efficaci, economici e molto facili da preparare. Molto spesso, tali ricette sono utilizzate in pediatria, nonostante il fatto che il farmaco non sia raccomandato per l'uso nei bambini. Tuttavia, va notato che la concentrazione di antisettico in tali farmaci è molto bassa..

Le ricette più famose per gocce nasali complesse includono combinazioni:

  • Diossidina, Naphthyzin (Xylometazoline), Idrocortisone;
  • Diossidina, naftitina, desametasone;
  • Diossidina, naftitina, desametasone, solfacile sodico.

Nella maggior parte dei casi, per preparare gocce complesse, tutti gli ingredienti vengono miscelati in volumi uguali. Le medicine vengono instillate in ogni passaggio nasale 1-2 gocce 2-3 volte al giorno per 5-7 giorni.

Efficacia: comprovata!

La diossidina è uno dei farmaci ben studiati che hanno dimostrato la loro efficacia in studi clinici su larga scala. Esperimenti per studiare l'attività dell'antisettico sono stati condotti sulla base di 24 istituti medici domestici di vari profili. Il farmaco è stato testato da specialisti in malattie infettive, urologi, chirurghi e, naturalmente, otorinolaringoiatri - medici ORL. Più di seimila volontari hanno preso parte allo studio generale.

I risultati sperimentali hanno dimostrato che la diossidina è altamente efficace, anche nei processi puramente infettivi purulenti, nonché nell'immunità - resistenza dei batteri agli antibiotici.

I dati della ricerca indicano che il farmaco agisce nel 75–91% dei casi. Pertanto, con l'applicazione locale o intracavitaria, quando gli effetti collaterali e la tossicità insiti nella forma di iniezione non sono praticamente manifestati, la diossidina è considerata uno degli antisettici più efficaci.

Fai attenzione o effetti collaterali di diossidina

La diossidina difficilmente può essere definita una droga innocente e molto sicura. Tuttavia, fortunatamente, gli effetti collaterali gravi di solito si sviluppano quando viene iniettato il farmaco. Ecco perché viene utilizzato per la terapia sistemica solo in casi di estrema necessità, quando semplicemente non esiste alternativa..

Un antisettico è in grado di cambiare la sequenza del DNA cellulare, cioè provocare mutazioni cellulari. Tuttavia, i ricercatori nazionali hanno scoperto che questo effetto non si sviluppa con l'applicazione locale ed esterna. Tuttavia, in base alla potenziale tossicità del farmaco, la diossidina è stata vietata dall'uso nei bambini di età inferiore ai 12 anni, nonché nelle donne in gravidanza e in allattamento..

Inoltre, un antisettico può ridurre la funzione della corteccia surrenale. In questo caso, l'effetto sulle ghiandole surrenali è più forte, maggiore è la dose di diossidina. Con un aumento multiplo del dosaggio del farmaco, si osserva una significativa riduzione della produzione di ormoni della corteccia surrenale - glucocorticosteroidi. E, ancora una volta, questo effetto avverso si sviluppa quando viene iniettato il farmaco. Data l'insufficienza renale correlata all'età, che spesso si sviluppa negli anziani, la diossidina è prescritta con cautela per il trattamento di pazienti di età superiore ai 60 anni..

Se usato localmente, indicato per il trattamento della sinusite acuta e cronica, il farmaco è ben tollerato. È anche noto che nella pratica chirurgica e otorinolaringoiatrica, viene prescritto anche un antisettico per il trattamento dei bambini..

Tuttavia, in tali casi, la responsabilità per la sicurezza è assunta dal medico curante, che si basa sull'esperienza personale con l'uso della diossidina in pediatria..

I principali eventi avversi associati all'uso intracavitario (incluso durante il lavaggio dei seni mascellari) di Diossidina includono:

  • mal di testa;
  • febbre;
  • disturbo dispeptico;
  • convulsioni: estremamente rare;
  • una reazione allergica;
  • fotosensibilità - la comparsa di macchie dell'età sotto l'influenza della luce solare.

Si noti che la probabilità di effetti collaterali è massima quando il dosaggio e la frequenza delle procedure sono significativamente superati. La pratica dimostra che l'uso di diossidina per il risciacquo della cavità nasale e altre procedure locali in conformità con le raccomandazioni e le istruzioni è sicuro e non accompagnato da eventi avversi.

Controindicazioni

Un antisettico è assolutamente controindicato per l'uso, incluso l'uso locale, per:

  • insufficienza della corteccia surrenale;
  • gravidanza;
  • l'allattamento al seno;
  • sotto i 12 anni;
  • intolleranza individuale o ipersensibilità all'antisettico.

Guarda tu stesso: test di tolleranza alla diossidina

La diossidina è una sostanza sintetica abbastanza tossica ed esiste la probabilità della sua intolleranza individuale. Per proteggersi da una possibile reazione allergica a un antisettico, viene eseguito un test di tolleranza prima di iniziare la terapia..

Per fare questo, 10 ml di una soluzione ad una concentrazione dell'1% vengono iniettati in un seno mascellare usando una siringa. Nelle successive 3-6 ore, la condizione viene monitorata. Con l'intolleranza ai singoli farmaci, si verificano effetti collaterali: brividi, vertigini e altri. Non aver paura di questo - la dose del test è così piccola che gli eventi avversi possono essere solo leggermente espressi e passeranno da soli e rapidamente.

L'assenza di effetti collaterali dopo il test significa che il corpo è insensibile alla diossidina ed è pronto per iniziare la terapia completa. Inoltre, il primo giorno di trattamento, il dosaggio del farmaco deve essere ridotto di soli 10 ml, utilizzati durante l'esperimento..

Sfumature che sono importanti da considerare

La diossidina, come farmaco che riduce la funzione della corteccia surrenale, è raccomandata per essere usata con estrema cautela nell'insufficienza renale cronica. Per tali pazienti, la dose di antisettico è ridotta e la frequenza di risciacquo o inalazione nasale e la durata del trattamento sono attentamente controllate..

Un'altra indicazione riguarda la possibilità di comparsa di macchie dell'età nel trattamento della sinusite e di altre malattie. Sotto l'influenza dei farmaci del gruppo della quinoxalina, è possibile la sensibilità individuale all'azione dei raggi ultravioletti. Si manifesta con la comparsa di macchie su aree aperte della pelle, molto spesso il viso e le mani. Se noti sintomi simili durante il trattamento, devi ridurre il dosaggio del farmaco e aggiungere un farmaco antiallergico.

Tuttavia, con la sinusite acuta, l'uso di antistaminici (antiallergici) insieme a Dioxidin è indesiderabile. Gli antistaminici possono portare a una diminuzione della produzione di muco e, di conseguenza, a un deterioramento della funzione di drenaggio. Pertanto, in tali casi, è ancora meglio annullare la diossidina. Nella sinusite cronica, vengono prescritti agenti antiallergici, tuttavia, sullo sfondo del loro uso, la frequenza di risciacquo della cavità nasale con soluzioni saline può essere aumentata. Ciò contribuirà ad evitare l'eccessiva secchezza delle mucose nasali e dei seni paranasali..

Attenzione alla temperatura, oppure conserviamo i medicinali correttamente

Vorrei prestare particolare attenzione alle regole di conservazione. Dal nulla, l'impegno di molti dei nostri compatrioti per conservare le medicine nel frigorifero si trasforma spesso in incidenti. Questo vale pienamente per la diossidina..

La soluzione antisettica deve essere conservata a temperature superiori a 18 ° C. Di norma, le condizioni nel frigorifero sono più severe: sugli scaffali più vicini al congelatore la temperatura varia da 2 a 5 ° С e nella "galleria" può salire a 10-15 ° С.

Se la diossidina viene conservata a basse temperature, nella soluzione si forma un precipitato cristallino, che è costituito principalmente dal principio attivo dell'antisettico.

La concentrazione della fase liquida del farmaco è drasticamente ridotta ed è impossibile capire esattamente quale sia il dosaggio per il farmaco raffreddato. Certo, non puoi usare un tale antisettico, ma è troppo presto per eliminarlo..

In caso di problemi, è possibile riscaldare una fiala sigillata con Dioxidin a bagnomaria. L'ampolla viene periodicamente agitata e la procedura continua fino a quando non si forma una soluzione limpida e i cristalli si dissolvono completamente. Successivamente, la soluzione viene raffreddata a una temperatura di 36–38 ° C e verificata la trasparenza. Se i cristalli non cadono di nuovo, il medicinale è pronto per l'uso. Altrimenti, puoi andare in farmacia per un nuovo pacchetto di antisettico.

Analoghi di diossidina

La diossidina è una medicina domestica e non ha analoghi importati. Una società farmaceutica russa produce un analogo chiamato Dioxisept ad una concentrazione dello 0,5%. Inoltre, l'unguento Dixikol 1% e Dioxidin 5%, così come le compresse di Quinoxidin, sono diventati abbastanza popolari. Tuttavia, la forma di compresse di un antisettico viene utilizzata molto raramente a causa della mancanza di vantaggi rispetto ai moderni agenti antimicrobici e di una tossicità piuttosto pronunciata.

La soluzione di Diossidina, nel corso degli anni della sua esistenza, ha dimostrato la sua alta efficienza e se si osservano i dosaggi e le regole d'uso e la sicurezza.

Diossidina nel naso per i bambini: come usarlo correttamente

La diossidina è un potente antibiotico con un ampio spettro di azione. È usato per la rinite causata da batteri e altre malattie degli organi ENT. È efficace durante altri processi purulenti (in urologia, oftalmologia, chirurgia). A volte il farmaco viene prescritto anche ai bambini. Se usi il medicinale con estrema cautela, secondo le raccomandazioni del pediatra, la diossidina, instillata nel naso dei bambini, curerà un naso che cola persistente ed eviterà complicazioni.

Composizione diossidina

Il principale ingrediente attivo del farmaco è idrossimetilquinoxalindioossido. Si chiama anche quinoxalina. Questo è un forte farmaco antimicrobico (antibiotico), in caso di sovradosaggio, ha un effetto tossico sulle cellule del corpo.

La soluzione di dixidina allo 0,5% contiene 5 mg di sostanza per 1 millilitro. Una soluzione farmacologica all'1% contiene 10 mg di principio attivo per 1 ml di farmaco. L'unico componente ausiliario è l'acqua sterile.

100 grammi del farmaco contengono 5 grammi di quinoxalina. L'unguento contiene monogliceridi, nipazolo, macrogol, nipagina.

Qual è la medicina prodotta

Le aziende farmaceutiche producono diossidina in due forme:

  • Sotto forma di una soluzione utilizzata per l'instillazione nasale. Viene anche usato esternamente ed endovenosamente. È disponibile in due concentrazioni: 1% e 0,5%. Se un bambino o un adulto soffre di sinusite o sinusite, solo una soluzione di diossidina allo 0,5% viene instillata nel naso. La soluzione all'1% viene diluita con soluzione salina o utilizzata nella pratica del trattamento dell'otite media. Nel trattamento di gravi malattie causate da batteri, lo 0,5% di diossidina viene iniettato in una vena. Il liquido è disponibile in fiale da 5 e 10 millilitri. È di colore giallo-verdastro, inodore. Una confezione contiene da 5 a 10 fiale;
  • Unguento applicato esternamente con una concentrazione del 5% del principio attivo. Il colore della sostanza è verdastro-giallastro. L'unguento viene prodotto in tubi o vasetti da 30 o 100 grammi.

Modalità di azione del farmaco

La diossidina allevia l'infiammazione e il gonfiore, ha un effetto antiallergico. L'antibiotico restringe i vasi sanguigni a causa dell'adrenalina nella sua composizione. Questo rende più facile la respirazione nasale. Il farmaco colpisce il DNA dei microrganismi, distruggendolo. Se usato localmente, il principio attivo entra rapidamente nel flusso sanguigno generale, poiché viene assorbito da piccoli vasi sanguigni. Il farmaco ha un effetto dannoso sui batteri patogeni, tra cui:

  • stafilococchi;
  • Salmonella;
  • Specie streptococciche di microrganismi.

L'effetto dell'uso è evidente dopo diverse procedure di instillazione della diossidina. Permette non solo di curare le malattie degli organi ENT, ma anche di evitare complicazioni.

A volte i medici prescrivono gocce complesse, una soluzione di diossidina e desametasone è mescolata in esse. Ma sono realizzati secondo una ricetta individuale. I farmaci sono miscelati in un rapporto da 10 a 1, rispettivamente.

Quando la diossidina può gocciolare nel naso

Il medicinale aiuta con una rinite persistente causata da microrganismi batterici. Le istruzioni per l'uso mostrano i seguenti casi:

  • Rinite prolungata, non suscettibile di terapia con altri mezzi, con essudato purulento;
  • Sinusite;
  • Otite media complicata che si diffonde lungo il tratto respiratorio superiore;
  • Patologie croniche dell'orecchio, della gola e del naso che richiedono un trattamento antibiotico a lungo termine;
  • Rinite in pazienti immunodeficienti.

Il farmaco è anche prescritto per la complessa terapia delle malattie urologiche. Spesso raccomandato da chirurghi, dentisti, oculisti. La diossidina viene utilizzata per inalazione per angina, ma di solito per gli adulti.

Come gocciolare la diossidina

La medicina è un potente antibiotico. I medici lo prescrivono raramente per i bambini. Ma se il pediatra ha ritenuto opportuno utilizzarlo per l'instillazione nel naso, è necessario seguire le raccomandazioni e il dosaggio prescritto. Mamme e papà spesso non sanno da quale età i bambini dovrebbero usare la diossidina e quanto gocciolano nel naso del bambino. I pediatri non consigliano di usare il farmaco fino a quando il bambino non raggiunge i dodici anni. Il bambino può essere molto più giovane, ma l'applicazione deve essere giustificata.

Lo schema di utilizzo è il seguente:

  • Libera il naso del bambino da croste e essudato purulento;
  • Preparare una fiala del medicinale, se la soluzione è dell'1%, quindi è necessario diluirla con soluzione salina in un rapporto di 1: 1;
  • Getta indietro la testa del bambino e gocciola una o due gocce, a seconda delle raccomandazioni del pediatra;
  • Successivamente, il bambino dovrebbe sdraiarsi per un paio di minuti con la testa all'indietro. Ciò è necessario affinché il medicinale penetri in profondità nel rinofaringe..

Il trattamento viene effettuato non più di una settimana (di solito 3-5 giorni), il farmaco deve essere instillato fino a tre volte durante il giorno. L'ampolla aperta, dopo la sua interazione con l'ossigeno, viene conservata in frigorifero per 24 ore.

Attenzione! Non usare la diossidina per il risciacquo nasale nei bambini, poiché l'antibiotico può entrare nella tromba di Eustachio e causare otite media. Se entra in gola, allora è irto di un sovradosaggio..

Controindicazioni

L'uso del medicinale è vietato nelle seguenti situazioni:

  • Se il bambino ha un'intolleranza individuale a qualsiasi componente del farmaco;
  • Con compromissione del funzionamento delle ghiandole surrenali in un bambino.

Inoltre, la diossidina non è raccomandata per i bambini di età inferiore ai 12 anni. A volte i medici prescrivono il farmaco a pazienti molto giovani, ma di solito ciò accade in ambiente ospedaliero, sotto la supervisione di un medico. Se a un piccolo paziente vengono diagnosticati problemi renali, il trattamento farmacologico è possibile solo sotto la supervisione del medico curante.

Molti medici, insieme al Dr. Komarovsky, ritengono che la diossidina debba essere utilizzata in casi estremi, se altri farmaci non aiutano..

Effetti collaterali

La diossidina non solo distrugge il DNA batterico, ma influenza anche negativamente le cellule umane. Ma se il farmaco viene applicato localmente e il dosaggio non viene superato, non ha un effetto dannoso sul bambino..

A volte la diossidina ha effetti collaterali, di solito causati da una reazione allergica del corpo al farmaco. Tra questi ci sono i seguenti:

  • Disturbi dispeptici: vomito o nausea, alterazioni della natura delle feci, disturbi dell'apparato digerente, dolore e crampi nell'addome;
  • Mal di testa e vertigini;
  • Crampi muscolari;
  • Allergie: eruzione cutanea, gonfiore, arrossamento della pelle.

Con un sovradosaggio di un antibiotico, la corteccia surrenale viene distrutta, si verificano cambiamenti distrofici nei suoi tessuti. Pertanto, è necessario utilizzare il medicinale come prescritto dal medico, senza superare il dosaggio.

Analoghi

Se un paziente ha una reazione allergica alla diossidina, i medici prescrivono farmaci simili in azione. Questi sono antibiotici ad ampio spettro simili nella composizione. I più comuni sono:

  • Dioxisept;
  • Ossido di dicina;
  • Monural;
  • Utrotravenol, ecc..

Questi medicinali devono anche essere gocciolati nel naso. Aiutano nel trattamento della rinite persistente causata da batteri. Distruggono cocchi, batteri patogeni anaerobici, Pseudomonas aeruginosa, ecc..

Conclusione

La diossidina aiuta nel trattamento di sinusite, sinusite, rinite persistente di natura batterica, otite media, come evidenziato da numerose recensioni dei pazienti. Il medicinale viene instillato nei bambini nel naso, ha un effetto dannoso sui batteri patogeni, distruggendoli. Il farmaco ha un effetto tossico sulle cellule umane, quindi non può essere utilizzato senza prescrizione medica..

Diossidina: istruzioni per l'uso di gocce nel naso

Diossidina: gocce nasali ad azione antibatterica, destinate al trattamento di malattie ORL, infiammazioni, ascessi, con scarico di pus. Il farmaco ha un lieve effetto sulle mucose, non provoca secchezza, ma presenta effetti collaterali in caso di sovradosaggio. È usato come medicinale principale per la rinite, è incluso in rimedi complessi.

Forma di rilascio, composizione e confezione

Il principale ingrediente attivo è il biossido di idrossimetilquinoxalina, che appartiene agli antibiotici sintetici. Si diluisce da 1 a 10 con acqua distillata. Il preparato non contiene coloranti, conservanti e aromi, quindi il rischio di una reazione allergica è minimo.

Le gocce di diossidina sono prodotte sotto forma di una soluzione limpida senza impurità e odori. Il farmaco viene offerto in fiale di vetro trasparente da 10 ml. Per i bambini, puoi usare una preparazione meno concentrata dello 0,5%. Una scatola di cartone contiene 10 o 20 fiale, istruzioni per l'uso.

effetto farmacologico

Il farmaco Diossidina combina le proprietà di un antibiotico e un antisettico, è raccomandato per uso topico nel trattamento della rinite complicata. Dopo l'instillazione nel naso, inibisce la crescita della microflora patogena sulle mucose, riduce il tasso di diffusione dell'infezione. La soluzione è efficace contro i seguenti gruppi di microrganismi:

  • Escherichia coli;
  • streptococchi;
  • proteas;
  • clostridi;
  • pseudomonas.

Quando instillato, il principio attivo penetra rapidamente nello strato superiore dell'epitelio, distrugge le pareti cellulari, arrestando la crescita e lo sviluppo dell'agente patogeno. Comincia ad agire dopo la prima applicazione, mantenendo alta efficacia 4-6 ore dopo la procedura.

farmacocinetica

Quando interagisce con microbi e batteri patogeni, la membrana viene distrutta, la nutrizione e l'attività vitale del patogeno si fermano. Il farmaco non contiene alcol, quindi, se sale sulle mucose, non provoca ustioni dolorose. Riduce la diffusione dell'infezione anaerobica attraverso il rinofaringe e il tratto respiratorio.

Il componente antibatterico entra nel flusso sanguigno attraverso le mucose, attraversa i tessuti e i linfonodi del corpo. Un'alta concentrazione viene fissata 5-6 ore dopo l'applicazione. La sostanza non reagisce con gli enzimi, viene escreta praticamente senza cambiamenti e metabolismo.

Indicazioni per l'uso

Il farmaco è disponibile come soluzione per uso endovenoso o locale. La diossidina può essere somministrata ai bambini nel naso dopo ulteriore diluizione con acqua, se necessario, miscelata con componenti ormonali o antinfiammatori (fenilefrina, desametasone).

Le principali indicazioni per l'uso di gocce di diossidina:

  • lesioni al setto nasale;
  • frontale;
  • sinusite;
  • rinite batterica acuta;
  • sinusite;
  • complicanze dopo otite media;
  • naso che cola su uno sfondo di immunità gravemente indebolita (dopo chemioterapia, radioterapia, meningite).

Con una soluzione allo 0,5%, i medici trattano le ferite dopo un'operazione per rimuovere i polipi, ripristinare il setto nasale. Viene iniettato nei seni mascellari come antisettico per pulire pus, muco e placca batterica accumulati.

Controindicazioni

Le gocce non sono raccomandate per l'uso con intolleranza individuale al principale ingrediente attivo. Tra le principali controindicazioni indicate dal produttore del farmaco:

  • gravidanza;
  • insufficienza renale.

Se il paziente è un bambino di età inferiore ai 18 anni, la necessità dell'uso di gocce è determinata dal pediatra o dall'otorinolaringoiatra presente. Precauzioni relative alla mancanza di informazioni affidabili sulla sicurezza dei bambini.

Con cautela, la diossidina nel naso di un paziente adulto viene prescritta per la disfunzione surrenalica. Il medicinale può provocare una grave esacerbazione, interrompere i livelli ormonali.

Dosaggio

Per l'instillazione nasale, gli otorinolaringoiatri raccomandano di scegliere un agente in una concentrazione dello 0,5%. Per neonati e pazienti con problemi di salute, può essere ulteriormente diluito con soluzione salina in un rapporto da 1 a 2. La composizione deve essere preparata in un pallone sterile o in una fiala, introdotta nel passaggio nasale usando una pipetta convenzionale per farmacia.

Con rinite o sinusite persistente, le istruzioni per l'uso prevedono l'uso di gocce senza diluizione preventiva. Prima della procedura, è necessario eliminare il naso dal muco, risciacquare con una soluzione di sale marino e quindi iniettare 2-3 gocce in ciascuna narice. Il trattamento deve essere ripetuto 3 volte al giorno..

Quante gocce usare per trattare il naso dei bambini dovrebbero essere determinate dal medico. Il dosaggio ottimale per i bambini dai 3 anni è di 1 goccia 3 volte al giorno. A un bambino di età superiore a 7 anni possono essere somministrate 2 gocce.

La soluzione di diossidina è raccomandata per l'uso in un nebulizzatore, un dispositivo speciale per condurre l'inalazione di vapore a casa. Per una procedura, puoi usare 4-5 ml di farmaci con una concentrazione dello 0,25%, trattare il rinofaringe 2 volte al giorno.

Effetti collaterali

Studi clinici hanno dimostrato che il farmaco provoca mutazione genetica nell'embrione. Pertanto, il medicinale è vietato per il trattamento delle donne durante la gravidanza. Tra le manifestazioni negative che si verificano nei pazienti quando si usano gocce di diossidina:

  • vertigini;
  • la comparsa di prurito sulle mucose dopo instillazione nel naso;
  • sentirsi deboli;
  • febbre con brividi.

Overdose

Secondo le istruzioni per l'uso, la dose massima della soluzione per un'applicazione non deve superare 0,3 g. Un effetto collaterale o un'allergia si manifesta con l'uso quotidiano del farmaco nella quantità di 0,6-0,7 grammi. I sintomi da sovradosaggio sono:

  • picchi di pressione sanguigna;
  • nausea;
  • vomito;
  • tachicardia.

Il sovradosaggio è pericoloso con danni alle ghiandole surrenali, sviluppo della loro disfunzione. Il paziente può sperimentare: annebbiamento della coscienza, ritmo cardiaco anormale, aumento del rischio di coma.

Interazioni farmacologiche con altri farmaci

Non ci sono informazioni affidabili sulla sicurezza e sulle reazioni chimiche del farmaco. Pertanto, i medici raccomandano ai pazienti di riferire sull'assunzione di farmaci per malattie croniche, ipertensione, allergie..

Gravidanza e allattamento

Il principio attivo nelle gocce di diossidina penetra facilmente nella barriera placentare attraverso il sistema circolatorio. Con un uso ripetuto, può provocare anomalie a livello genetico. Pertanto, non è raccomandato per il trattamento di donne in gravidanza in qualsiasi momento, non è usato per l'allattamento.

Condizioni di erogazione dalle farmacie

Le gocce di diossidina possono essere acquistate senza prescrizione medica.

Utilizzare per la sinusite

Nel trattamento di una forma acuta della malattia negli adulti e nei bambini di età superiore ai 12 anni, si consiglia di lavare con una composizione medicinale:

  • Naso libero di muco.
  • Diluire il medicinale ad una concentrazione dello 0,1% con acqua pura o soluzione salina.
  • Disegna il liquido in una siringa senza un ago appuntito.
  • Appoggiati alla vasca o al lavandino, inserisci con attenzione la siringa e dirigi la soluzione nella narice sotto pressione.
  • Soffia il naso accuratamente per rimuovere la composizione.

Condizioni e periodi di conservazione

In una fiala sigillata, il farmaco Diossidina può essere conservato per un massimo di 2 anni dalla data di produzione a temperatura ambiente non superiore a 25 ° C. Se il farmaco viene conservato in una stanza fresca, cambia la sua struttura e si cristallizza. Per ripristinare lo stato liquido, il farmaco viene riscaldato a bagnomaria.

Le gocce non contengono conservanti. Dopo aver aperto e preparato la soluzione, la fiala deve essere utilizzata completamente, non lasciare per la conservazione. Altrimenti, l'effetto curativo scompare.

Analoghi e costi

Se il paziente è allergico alla sostanza principale, è necessario selezionare un analogo che sia sicuro per il corpo. Tra i farmaci con un principio d'azione simile, spiccano:

Questi sono potenti antibiotici ad ampio spettro usati per trattare le malattie del rinofaringe con stafilococco, streptococco o Pseudomonas aeruginosa..

Il costo delle gocce medicinali La diossidina dipende dal dosaggio e dalla percentuale del componente principale.

Molte farmacie erogano il prodotto individualmente, consentendo al paziente di risparmiare sul trattamento.

"Diossidina" per instillazione nel naso: indicazioni, come funziona, l'ordine di applicazione

"Diossidina" per instillazione nasale è un agente antisettico affidabile e collaudato destinato all'uso topico e ha un ampio spettro di azione antimicrobica. Il farmaco è usato per trattare la patologia infettiva e infiammatoria degli organi ENT, che è prevalentemente di origine batterica. Il medicinale è efficace contro i gravi processi settici con formazione di ascessi nei tessuti e secrezione di pus. La "diossidina" ha un lieve effetto farmacologico sulle strutture del rinofaringe - non si secca o irrita la mucosa infiammata. Non ha praticamente effetti collaterali e controindicazioni. "Diossidina" è il farmaco di scelta nel trattamento della rinite, rinofaringite, sinusite. È spesso incluso in gocce nasali complesse.

Un naso che cola è uno dei sintomi più spiacevoli delle malattie respiratorie, che provoca al paziente un enorme disagio e interferisce con la respirazione completa del naso. Di tanto in tanto, tutti hanno un tale problema. Lo sviluppo della malattia colpisce persone di qualsiasi genere, età, origine - adulti e bambini, uomini e donne. In assenza di una terapia adeguata e tempestiva, un semplice naso che cola è spesso complicato da sinusite, un disturbo grave con conseguenze più gravi. Per evitare ciò, è necessario consultare un medico ai primi segni di rinite e iniziare il trattamento con "Dioxidin" il prima possibile.

Questo farmaco ha un ampio spettro di azione. Affronta facilmente agenti patogeni che causano malattie del rinofaringe. Il farmaco è prescritto se il paziente ha infezione da streptococco, stafilococco, emofilia, Pseudomonas aeruginosa. Il metodo di somministrazione e il dosaggio del farmaco dipendono dalla negligenza del processo e dalle sue manifestazioni cliniche. Il farmaco viene utilizzato per disinfettare la cavità nasale e i seni paranasali, distruggere i microbi patogeni nel tratto respiratorio superiore e normalizzare le condizioni generali del paziente. L'uso a lungo termine di "Diossidina" ha dimostrato la sua efficacia nel trattamento delle malattie ORL. Il medicinale può essere gocciolato nel naso senza paura, poiché non crea dipendenza, non danneggia la mucosa nasale e non ha alcun effetto negativo sull'organo olfattivo. Questo farmaco ha molti vantaggi e non è aggressivo come la maggior parte dei farmaci moderni..

"Diossidina" è un farmaco potente ed efficace che può eliminare rapidamente le secrezioni purulente e ripristinare la respirazione nasale. Può essere usato per trattare malattie acute e croniche.

indicazioni

"Diossidina" è un preparato battericida sintetico, il cui principio attivo è un derivato della chinoxalina. È caratterizzato da un ampio spettro di attività farmacologica e ha un potente effetto antibatterico contro i seguenti microbi:

  • Enterobatteriacee - Proteus, Escherichia coli, Shigella e Salmonella,
  • Pseudomonas aeruginosa e Haemophilus influenzae,
  • Microflora Coccale,
  • clostridi.

La "diossidina" si adatta facilmente ai ceppi resistenti agli antibiotici e non provoca irritazione locale.

Il farmaco è richiesto in vari campi medici: odontoiatria, chirurgia, urologia, dermatologia e otorinolaringoiatria. Il suo scopo principale è combattere gli agenti causali di infezione piogenica..

  1. La "diossidina" viene somministrata per via parenterale per patologie gravi e potenzialmente letali come sepsi e meningite purulenta.
  2. Gli oftalmologi seppelliscono questo rimedio versatile negli occhi..
  3. Il suo uso sistemico è giustificato per l'infiammazione della pleura e dei polmoni, del peritoneo, delle vie urinarie e della cistifellea.
  4. Il medicinale è usato per trattare la superficie della ferita e delle ustioni, ulcere ed erosione, ascessi.
  5. Gli ENT lo seppelliscono nel naso e nelle orecchie. Un agente diluito viene usato per trattare l'otite media acuta e la patologia cronica nella fase acuta.
  6. Con angina, sciacquare il mal di gola con una soluzione medicinale.
  7. La somministrazione per inalazione del farmaco è indicata per bronchite purulenta, polmonite o ascesso polmonare. Il farmaco penetra nei tessuti infetti, agendo direttamente sulla lesione e distruggendo l'agente patogeno. Viene preliminarmente diluito con soluzione salina..

La rinite prolungata, che è difficile da trattare con altri farmaci antimicrobici, è un'indicazione per l'uso della diossidina. Viene gocciolato nei passaggi nasali quando la secrezione nasale diventa verde e ha un odore sgradevole. Questi sono segni di un'infezione batterica.

Indicazioni per l'uso di gocce di diossidina in otorinolaringoiatria:

  • Lesione traumatica al naso,
  • Sinusite - sinusite frontale, sinusite, etmoidite,
  • Infiammazione della mucosa nasale di eziologia batterica,
  • Otite media e sue complicanze,
  • Condizione dopo l'uso di citostatici, radioterapia, terapia ormonale, accompagnata da naso che cola prolungato e persistente.

La soluzione medicinale viene utilizzata per trattare la mucosa dopo la rimozione di polipi nel naso o interventi chirurgici sul setto. Il medicinale viene iniettato nei seni paranasali per combattere i germi e liberarli da pus e muco. Prima di iniziare il trattamento, è necessario sottoporre il materiale per coltura batterica al fine di stabilire la causa specifica dell'infezione e determinare la sensibilità del microrganismo isolato a questo farmaco. A scopo profilattico, la "Diossidina" può essere spruzzata nella stanza durante le epidemie. Ciò ridurrà la concentrazione di microbi nell'aria e ridurrà il rischio di infezione..

Per sinusite, adenoidite, rinite persistente, i medici prescrivono spesso gocce complesse. Sono realizzati nel reparto di prescrizione della farmacia come prescritto dal medico. Questi fondi vengono utilizzati nei casi in cui un ingrediente attivo non affronta i sintomi della malattia. Con una grave congestione nasale causata dal gonfiore della mucosa, le gocce ordinarie non possono penetrare in profondità. A tali pazienti vengono prescritti agenti combinati, che includono vasocostrittore, antistaminici, componenti antibatterici e ormonali. Oli essenziali, erbe medicinali, vitamine vengono aggiunti alle gocce come ingredienti ausiliari. Hanno effetti antiossidanti, antinfiammatori ed emollienti. I mezzi composti con "Dioxidin" sono mostrati:

  1. Persone con un processo infiammatorio a lungo termine nel rinofaringe,
  2. Quando le gocce ordinarie non ti consentono di far fronte ai sintomi della malattia,
  3. Con lo sviluppo di complicanze della rinite,
  4. Per rinosinusopatia grave.

La selezione dei componenti e le loro proporzioni viene effettuata da specialisti qualificati. Prima di iniziare il trattamento deve essere eseguito un test allergologico. Gocce più spesso utilizzate, costituite da "Diossidina", "Desametasone" e "Nazivin".

Meccanismo di azione

"Dioxidin" è un potente antisettico con un pronunciato effetto antimicrobico contro la microflora batterica. Nella pratica ORL, viene utilizzato sotto forma di gocce nasali per forme complicate di rinite. Dopo essere entrato nell'area interessata, distrugge i microbi patogeni. Il farmaco combatte efficacemente contro i patogeni resistenti agli agenti antibatterici standard.

Il principale ingrediente attivo del farmaco, una volta sull'epitelio della cavità nasale, distrugge le membrane delle cellule batteriche, interrompe la loro divisione e interrompe la sintesi di nuovo DNA, nucleotidi e altri componenti strutturali. L'agente antibatterico, avendo adempiuto al suo scopo nel focus della lesione, entra nel flusso sanguigno e si diffonde negli organi interni, nei tessuti e nei linfonodi. La concentrazione terapeutica rimane nel sangue per 4-6 ore. Il principio attivo praticamente non subisce metabolismo, non si accumula ed è escreto dai reni.

"Dioxidin" inizia ad avere un effetto terapeutico dopo la prima applicazione e mantiene la sua alta efficienza per diverse ore. Nei pazienti, il naso che cola diminuisce o scompare completamente. Questo antisettico riduce significativamente i tempi di trattamento e previene lo sviluppo di complicanze..

Applicazione

"Diossidina" è un farmaco destinato all'uso generale e locale. L'industria farmaceutica produce una soluzione allo 0,5% o all'1% in fiale da 10 ml. Un liquido chiaro viene utilizzato in pratica in diversi modi: iniettato per via endovenosa o direttamente nella cavità interessata. È usato per curare malattie del naso, della gola e delle orecchie. L'antibiotico sintetico non interagisce con gli enzimi e lascia invariato il corpo. Il farmaco non contiene coloranti e additivi aromatici, quindi non provoca lo sviluppo di allergie. La "diossidina" non appartiene ai prodotti contenenti alcol - non irrita né brucia la mucosa del rinofaringe.

Per gocciolare il farmaco nel naso, apri la fiala e usa una pipetta normale. Prima dell'uso, si raccomanda di diluire il prodotto con acqua per preparazioni iniettabili in un rapporto da 1 a 10. Le forme prolungate di rinite o sinusite sono trattate con una soluzione concentrata senza diluizione preliminare. I passaggi nasali devono essere puliti in anticipo da croste e coaguli di muco. 1-2 gocce vengono iniettate in ciascuna narice tre volte al giorno. Il corso del trattamento è in media 3-5 giorni. Nei casi più gravi, come la sinusite, può essere prolungato fino a 7-10 giorni. Solo un medico qualificato può prescrivere un farmaco, scegliere il corso e il dosaggio ottimali. Se dopo il periodo specificato non vi è alcun miglioramento, il paziente deve essere attentamente esaminato e deve essere prescritto un trattamento diverso in base ai risultati dei test diagnostici..

Per il trattamento della rinite nei bambini, è necessario scegliere una soluzione allo 0,5% di "Dioxidin". Per i bambini e le persone con immunodeficienza, viene inoltre diluito due volte con soluzione salina. Preparare il prodotto in un contenitore sterilizzato. Durante la conservazione del farmaco in fiale, possono formarsi cristalli. Devono essere sciolti prima dell'uso. Per questo, il medicinale viene riscaldato a bagnomaria e agitato fino a quando il precipitato scompare completamente. La soluzione dovrebbe essere completamente trasparente. Se i cristalli si formano di nuovo dopo aver raffreddato il liquido, il farmaco è considerato inadatto all'uso..

La "diossidina" diluita viene utilizzata non solo per l'instillazione, ma anche per il risciacquo del naso. La procedura viene eseguita utilizzando cateteri speciali o una siringa. L'operatore medico estrae il medicinale in una siringa, rimuove l'ago e, inclinando la testa del paziente sul lavandino, e versa il liquido alternativamente in ciascuna narice. Dopo alcuni secondi, il paziente si soffia il naso. La manipolazione con rinite viene ripetuta due volte al giorno. La soluzione di lavoro viene conservata in frigorifero per 12 ore e l'ampolla aperta del farmaco viene conservata per 24 ore. Prima di sciacquare il naso, rimuovere meccanicamente muco e croste e, se necessario, gocciolare gocce di vasocostrittore.

Manipolazioni che aumentano l'efficacia del trattamento con "Dioxidin" e riducono la durata della terapia:

  • Lavare i passaggi nasali con soluzioni saline - "Aquamaris", "Aqualor", "Marimer",
  • Riscaldare i seni con il permesso del medico curante,
  • Umidificazione dell'ambiente,
  • Ventilazione frequente e pulizia regolare,
  • Terapia vitaminica e terapia immunomodulatoria con rimedi erboristici,
  • Indurimento del corpo,
  • Idroterapia,
  • Massaggio dei punti di agopuntura che promuovono la rimozione delle secrezioni mucose ed eliminano la congestione nasale.

Queste semplici raccomandazioni aiuteranno a rafforzare il sistema immunitario, a riprendersi più rapidamente dalla malattia e a prevenirne il ripetersi..

Controindicazioni ed effetti collaterali

La diossidina ha poche controindicazioni. È vietato applicarlo a persone che soffrono di reazioni allergiche o che hanno un'intolleranza individuale al principale ingrediente attivo. Il farmaco è controindicato durante la gravidanza. È stato clinicamente dimostrato di causare una mutazione genetica nell'embrione. Il principio attivo penetra facilmente nella barriera placentare. Con l'uso ripetuto, ha effetti teratogeni, mutageni ed embriotossici. Il medicinale non deve essere instillato nel naso e nelle orecchie di donne che allattano, neonati e lattanti, pazienti con insufficienza renale nella fase di scompenso. Con grave disfunzione surrenalica, la "Diossidina" viene gocciolata nel naso con estrema cautela.

Quando si utilizza "Dioxidin" in conformità con le norme di trattamento, dosaggio e frequenza, il farmaco è ben tollerato. In alcuni casi estremamente rari, si osservano reazioni collaterali:

  1. Febbre con brividi,
  2. Capogiri e mal di testa,
  3. Sintomi dispeptici - nausea e vomito,
  4. Eruzione cutanea pruriginosa,
  5. Disagio al naso,
  6. Sensazione di debolezza,
  7. Irritazione sotto il naso e sviluppo di dermatite,
  8. Iperemia facciale,
  9. Dolore addominale,
  10. Disturbo delle feci,
  11. Disturbi del sonno,
  12. Convulsioni.

La comparsa di tali segni e un deterioramento delle condizioni generali del paziente sono un motivo per interrompere il trattamento, per assumere qualsiasi enterosorbente e antistaminico. Per evitare effetti collaterali, è necessario utilizzare il farmaco solo come indicato da un medico, seguendo tutti i requisiti e le prescrizioni. Questo è particolarmente importante per i bambini. La violazione del dosaggio e del numero di dosi può portare a conseguenze irreparabili. Se il medicinale viene usato con cura, non ci sono effetti collaterali.

In caso di sovradosaggio di "Diossidina", nausea e vomito, interruzioni nel lavoro del cuore, compaiono fluttuazioni della pressione sanguigna. Secondo le istruzioni, la singola dose massima della soluzione non deve superare 0,3 grammi. Il suo aumento più volte porta allo sviluppo di allergie e effetti indesiderati. Macchie di età possono apparire sulla pelle. Per sbarazzarsene, è necessario ridurre immediatamente la dose del farmaco, aumentando la durata del trattamento e integrandolo con agenti desensibilizzanti. Il sovradosaggio è pericoloso con danni agli organi vitali, che si manifestano con annebbiamento di coscienza, aritmia e un alto rischio di coma. Il trattamento farmacologico non controllato può causare insufficienza renale acuta, ipotensione arteriosa, epilessia, allucinosi.

Conclusione

I pazienti che hanno ricevuto il trattamento con "Dioxidin", nella maggior parte dei casi, lasciano recensioni positive e raccomandano il farmaco ad altri. Notano un notevole miglioramento delle condizioni generali fin dai primi giorni di utilizzo del farmaco, una diminuzione dei sintomi di rinite e sinusite e sollievo della respirazione nasale. Il farmaco tratta efficacemente la tosse persistente, disinfetta i passaggi nasali e i seni paranasali, distrugge i patogeni nel rinofaringe, elimina la congestione nasale, pulisce la superficie infetta, accelera la rigenerazione della mucosa e previene la formazione di secrezioni purulente. Se usato correttamente e il dosaggio è osservato, il medicinale ha dimostrato di essere efficace..

"Diossidina" è un agente antimicrobico ampiamente utilizzato nel trattamento delle patologie degli organi ENT. Il medicinale non ha praticamente effetti collaterali ed è compatibile con altri farmaci: antibiotici, antisettici, corticosteroidi. Al momento, non ci sono state conseguenze negative con un'ammissione combinata, così come recensioni negative o risultati inefficaci. La maggior parte degli esperti lo utilizza regolarmente nella propria pratica e nota l'elevata efficacia del farmaco per le malattie infettive e infiammatorie protratte.

La "diossidina" è un farmaco molto potente che deve essere usato in assenza di risultati del trattamento con altri mezzi "più facili". Puoi usare un farmaco così forte solo come indicato dal tuo medico. Con il solito aspetto di un raffreddore, non è prescritto. Il medicinale promuove un rapido recupero da infezioni batteriche purulente provocate da microflora patogena sensibile.

Dioxidine

Composizione

Un millilitro di una soluzione all'1% per uso esterno e intracavitario contiene 10 mg di idrossimetilquinoxalindioossido, nonché acqua per preparazioni iniettabili in un volume fino a 1 ml.

Un millilitro di una soluzione allo 0,5% per uso locale, endovenoso e intracavitario contiene 5 mg di idrossimetilquinoxalindioossido e acqua per preparazioni iniettabili come eccipiente (fino a 1 ml).

Un grammo di unguento di diossidina contiene 50 mg, oltre a sostanze eccipiente: polietilene ossido 400, polietilene ossido 1500, nipagina, acido paraossibenzoico acido propilico.

Modulo per il rilascio

Il farmaco ha le seguenti forme di dosaggio:

  • Soluzione di diossidina all'1% per uso intracavitario e locale;
  • Soluzione di diossidina allo 0,5% per uso locale, endovenoso e intracavitario;
  • Unguento alla diossidina 5%.

Una soluzione all'1% è disponibile in fiale da 10 ml di vetro incolore, 10 fiale in una confezione; La soluzione allo 0,5% viene fornita alle farmacie in fiale di vetro incolore con un volume di 10 e 20 ml; l'unguento è confezionato in tubi da 25, 30, 50, 60 e 100 grammi.

effetto farmacologico

La diossidina è un agente del gruppo di farmaci battericidi antibatterici sintetici. Il principio attivo del farmaco appartiene al gruppo dei derivati ​​della chinoxalina ed è caratterizzato da una vasta gamma di attività farmacologica.

Farmacodinamica e farmacocinetica

Il meccanismo d'azione della diossidina è associato all'effetto dannoso dell'idrossimetilquinoxalindioossido sulle pareti cellulari dei microrganismi, che alla fine sopprime la loro attività vitale e porta alla morte.

Il farmaco è attivo contro proteus vulgaris (Proteus vulgaris), bastoncini di Friedlander, Pseudomonas aeruginosa, agenti patogeni della dissenteria batterica del genere Shigella (Shigella dysenteria, Shigella Flexner (Shigella flexneri), Shigella boydii), Shigella sonneella l'agente causale più comune di diarrea acuta (Salmonella spp.), E. coli (Escherichia coli), stafilococchi (Staphylococcus spp.), streptococchi (Streptococcus spp.), che sono patogeni di toxicoinfezioni patogene di origine alimentare da batteri patogeni di Clostride.

La diossidina è in grado di agire su ceppi di batteri resistenti ad altri agenti antimicrobici (compresi gli antibiotici). Allo stesso tempo, l'agente non causa irritazione locale..

Non è esclusa la possibilità di sviluppare resistenza farmacologica della microflora al farmaco.

Quando iniettato in una vena, ha una piccola ampiezza terapeutica d'azione, che a sua volta implica una stretta aderenza al regime posologico specificato nelle istruzioni.

Il trattamento con la preparazione delle aree bruciate del corpo, nonché le ferite purulente-necrotiche, consente di accelerare il processo di guarigione della superficie della ferita, la rigenerazione riparativa (riparativa) dei tessuti, così come la loro epitelizzazione marginale, ha un effetto benefico sul corso del processo della ferita.

Studi sperimentali hanno permesso di stabilire che il farmaco è in grado di esercitare effetti teratogeni, mutageni ed embriotossici..

Se applicato come agente topico, viene parzialmente assorbito dalla ferita o dalla superficie bruciata trattata con esso. Eliminato dal corpo dai reni.

Dopo l'introduzione in una vena, la concentrazione terapeutica dell'idrossimetilquinoxalindioossido nel sangue rimane per le successive 4-6 ore. La concentrazione plasmatica dopo una singola iniezione della soluzione raggiunge un massimo in circa 1-2 ore.

Il principio attivo penetra rapidamente e facilmente in tutti i tessuti e gli organi interni ed è escreto dai reni. Con somministrazioni ripetute non si accumula nel corpo.

Indicazioni per l'uso

Le indicazioni per la somministrazione di Diossidina IV sono:

  • condizioni settiche (comprese le condizioni che si sviluppano sullo sfondo della malattia da ustioni);
  • meningite purulenta (lesione purulenta-infiammatoria delle membrane del cervello);
  • processi infiammatori purulenti accompagnati da sintomi di generalizzazione.

La somministrazione intracavitaria di diossidina in fiale è indicata per i processi piroinfiammatori nel torace o nella cavità addominale, tra cui:

  • pleurite purulenta (empiema pleurico);
  • peritonite (un processo infiammatorio che colpisce i fogli parietali e viscerali del peritoneo);
  • cistite (infiammazione della vescica);
  • empiema della cistifellea (infiammazione purulenta acuta della cistifellea).

Le iniezioni intracavitarie possono anche essere prescritte a scopo profilattico per prevenire lo sviluppo di complicanze infettive dopo il cateterismo della vescica..

Come rimedio esterno e locale, viene utilizzata la diossidina:

  • per il trattamento di ustioni, ulcere trofiche e ferite (anche profonde e superficiali, di varia localizzazione, guarigione infetta e purulenta, difficile ea lungo termine);
  • per il trattamento di ferite caratterizzate dalla presenza di cavità purulente profonde (ad esempio pleurite purulenta, ascessi dei tessuti molli, ascessi flemmatici e pelvici, ferite postoperatorie sugli organi del sistema urinario e biliare, mastite purulenta, ecc.);
  • per il trattamento di lesioni cutanee infettive (piodermite) provocate dall'attività di streptococchi o stafilococchi.

Controindicazioni

L'uso di diossidina è controindicato:

  • con ipersensibilità ai componenti del farmaco;
  • con insufficienza surrenalica (compreso se si nota nell'anamnesi);
  • durante la gravidanza;
  • durante l'allattamento;
  • nella pratica pediatrica.

Il farmaco è prescritto con cautela nei pazienti con insufficienza renale cronica..

Effetti collaterali

La somministrazione intracavitaria e l'introduzione della diossidina in una vena possono essere accompagnate da:

  • mal di testa;
  • brividi;
  • disturbi dispeptici, che sono espressi sotto forma di nausea, diarrea e vomito;
  • un aumento della temperatura corporea;
  • spasmi muscolari inaspettati;
  • effetto fotosensibilizzante (comparsa di macchie pigmentate sul corpo quando esposte alla pelle dei raggi ultravioletti);
  • reazioni allergiche.

Con l'applicazione locale di diossidina, possono verificarsi dermatite peri-ferita e prurito nell'area trattata del corpo.

Istruzioni per l'uso di diossidina (via e dosaggio)

Istruzioni per l'uso di diossidina in fiale

La diossidina viene somministrata per via endovenosa a goccia. In gravi condizioni purulento-settiche, la soluzione viene diluita preliminarmente con una soluzione isotonica (soluzione di destrosio al 5% o soluzione di NaCl al 9%) prima della somministrazione fino a ottenere una concentrazione dello 0,1-0,1%.

La dose singola massima consentita - 0,3 grammi, ogni giorno - 0,6 grammi.

Nei casi in cui l'uso esterno di Diossidina viene mostrato al paziente, il farmaco viene utilizzato per tappare ferite profonde e per irrigare le aree interessate del corpo.

Si consiglia alle ferite profonde dopo la pulizia e la lavorazione preliminari di essere tamponate liberamente con tamponi inumiditi in soluzione all'1%.

Se il paziente ha un tubo di drenaggio, gli viene mostrata l'introduzione nella cavità da 20 a 100 ml di una soluzione allo 0,5%.

La terapia delle ferite purulente profonde sulle mani o sui piedi con osteomielite comporta l'uso di soluzioni di diossidina (0,5 o 1%, come indicato dal medico curante) sotto forma di bagni.

È inoltre consentito un trattamento speciale della superficie della ferita per 15-20 minuti: il farmaco viene iniettato nella ferita per un periodo di tempo specificato, dopodiché viene applicata una benda con una soluzione all'1% del farmaco sull'area interessata del corpo.

Il trattamento delle ferite purulente infette superficiali comporta l'applicazione di tovaglioli inumiditi con una soluzione allo 0,5 o all'1% sulla superficie della ferita.

Si consiglia di ripetere la procedura quotidianamente o a giorni alterni (la frequenza d'uso dipende dalle condizioni della ferita e dalle caratteristiche del decorso del processo della ferita). La dose giornaliera massima è di 2,5 grammi. Il trattamento con diossidina di solito dura fino a 3 settimane.

I pazienti con osteomielite, nonché con una buona tolleranza del farmaco, in alcuni casi, il trattamento può continuare per 1,5-2 mesi.

Se è necessaria la somministrazione intracavitaria del farmaco, il paziente deve essere iniettato quotidianamente da 10 a 50 ml di una soluzione all'1% nella cavità attraverso un catetere o un tubo di drenaggio. Il farmaco viene iniettato con una siringa, di regola, una volta. In alcuni casi, la diossidina, secondo le indicazioni, può essere somministrata in 2 dosi.

Il corso del trattamento dura da 3 settimane. Se appropriato, ripeterlo dopo 1-1,5 mesi.

La dose giornaliera più alta per la somministrazione intracavitaria - 70 ml.

Istruzioni per l'uso della diossidina nell'orecchio

Gli antibiotici e i farmaci vasocostrittori sono generalmente usati per trattare l'otite media. Tuttavia, nei casi in cui non sono efficaci, la diossidina diventa il farmaco di scelta, una caratteristica della quale è la sua efficacia contro i batteri anaerobici..

Prima di instillare il farmaco, si consiglia di eliminare il canale uditivo dallo zolfo utilizzando un bastoncino cotonato inumidito con una soluzione al 3% di perossido di idrogeno o speciali tamponi di cotone (per comodità, il padiglione auricolare è leggermente tirato indietro). Se l'orecchio è molto sporco, il tampone di perossido viene lasciato in esso per circa 5 minuti.

Con l'otite media purulenta, che è spesso accompagnata dalla perforazione della membrana timpanica e dallo scarico del pus, tutto il contenuto purulento viene rimosso dal canale uditivo prima dell'instillazione.

Con l'otite media, la diossidina deve essere iniettata contemporaneamente nel naso e nel condotto uditivo. La soluzione disinfetta efficacemente la cavità nasale e sopprime il processo infiammatorio in esso, e poiché il naso è collegato all'orecchio dalla tuba di Eustachio, la rimozione del processo infiammatorio nel naso ha un effetto benefico sulla situazione nel suo insieme..

La dose e la frequenza di instillazione sono selezionate individualmente in ciascun caso ed esclusivamente dal medico curante.

Secondo le istruzioni per l'uso, le gocce di diossidina non devono essere prescritte a pazienti di età inferiore ai 18 anni. Tuttavia, in alcune situazioni, quando non è possibile ottenere l'effetto con l'aiuto di altri mezzi, i pediatri prescrivono la medicina anche ai bambini piccoli..

Istruzioni per l'uso di diossidina nel naso

La nomina di biossido nelle fiale nel naso viene utilizzata quando è necessario trattare alcune forme di rinite, nonché per la sinusite.

Per il trattamento di pazienti adulti, il farmaco deve essere diluito con soluzione di NaCl, idrocortisone o acqua per preparazioni iniettabili prima dell'instillazione. Dosaggio nel naso per un adulto - da 2 gocce a ⅓ pipetta. Le gocce di diossina vengono gocciolate nel naso da 3 a 5 volte al giorno. Più precisamente, la dose e la frequenza richiesta delle procedure sono determinate dal medico curante.

La durata massima del trattamento non deve superare i 7 giorni. Se, dopo questo periodo, il paziente non mostra miglioramenti, ha bisogno di un esame approfondito e della nomina, in base ai suoi risultati, di un trattamento adeguato..

Non ci sono istruzioni ufficiali per l'uso di diossidina nel naso per i bambini. Tuttavia, se appropriato, i medici usano il farmaco per curare i bambini. Prima di instillare la diossidina nel naso, la soluzione deve essere diluita a una concentrazione dello 0,1-0,2%. Come nella situazione con gli adulti, il medico seleziona il regime di trattamento individualmente.

Di norma, la diossidina viene iniettata nel naso del bambino 1-2 gocce 2 o 3 volte al giorno per 3-5 (massimo 7) giorni.

Inalazione con Dioxidin per adulti

La terapia inalatoria è uno dei principali trattamenti per le malattie del tratto respiratorio..

Per preparare una soluzione per inalazione, il farmaco viene diluito con soluzione salina in un rapporto di 1: 4 per un farmaco con una concentrazione dell'1% e in un rapporto di 1: 2 per un farmaco con una concentrazione dello 0,5%.

Per una procedura, vengono utilizzati da 3 a 4 ml della soluzione risultante. Tasso di frequenza delle procedure - 2 volte al giorno.

Unguento Diossidina: istruzioni per l'uso

L'unguento viene applicato localmente. Si consiglia di applicarlo sulla zona interessata del corpo con uno strato sottile una volta al giorno. Il corso del trattamento dura fino a tre settimane.

Overdose

In caso di sovradosaggio con diossidina, è possibile lo sviluppo di insufficienza acuta della corteccia surrenale, il che implica un ritiro immediato del farmaco e la nomina di un'adeguata terapia ormonale sostitutiva.

Interazione

Per i pazienti con ipersensibilità all'idrossimetilquinoxalindioossido, la diossidina è prescritta in combinazione con antistaminici o preparati di calcio.

Condizioni di vendita

Condizioni di archiviazione

La diossidina è inclusa nell'elenco B. Si raccomanda di conservare il medicinale in un luogo protetto dalla luce, fuori dalla portata dei bambini. Temperatura di conservazione ottimale - 15-25 ° С.

Data di scadenza

istruzioni speciali

La diossidina viene utilizzata solo nei casi in cui l'uso di altri farmaci antimicrobici (inclusi carbapenemi, fluorochinoloni, cefalosporine II-IV generazione) non ha dato l'effetto atteso.

Per i pazienti con insufficienza renale cronica, il regime posologico deve essere rivisto al ribasso..

Quando somministrata per via endovenosa, la diossidina ha una larghezza terapeutica ristretta, che richiede un monitoraggio costante del rispetto del regime posologico raccomandato.

Per prevenire lo sviluppo di effetti collaterali, il trattamento con diossidina è integrato con la nomina di antistaminici e preparati di calcio. Se si verificano reazioni avverse, la dose viene ridotta e al paziente vengono prescritti antistaminici.

In alcuni casi, la comparsa di reazioni avverse è la ragione per l'interruzione del farmaco..

Quando compaiono macchie di pigmento sulla pelle, la dose deve essere ridotta, mentre la durata della sua somministrazione deve essere aumentata (una singola dose viene somministrata in un'ora e mezza o due ore) e integrata con la terapia antistaminica.

Se i cristalli compaiono in fiale con il farmaco durante lo stoccaggio (di solito, se la temperatura scende sotto i 15 ° C), si consiglia di dissolverli riscaldando le fiale a bagnomaria (l'acqua dovrebbe bollire) e agitandole periodicamente fino a quando i cristalli non si sono completamente dissolti.

La soluzione dovrebbe essere completamente trasparente. Se, dopo averlo raffreddato a 36-38 ° C, non si formano cristalli, la diossidina è considerata adatta per l'uso..

Durante il periodo di trattamento farmacologico, prestare attenzione quando si guidano veicoli, si impegnano in attività potenzialmente pericolose per la salute e la vita, oltre a svolgere lavori che richiedono un'alta velocità di reazioni psicomotorie.

Analoghi

Diossidina per i bambini

Il farmaco non è destinato al trattamento di bambini e adolescenti di età inferiore ai 18 anni. Questa controindicazione è principalmente dovuta al possibile effetto tossico dell'idrossimetilquinoxalindioossido.

Tuttavia, in alcune situazioni in cui il beneficio atteso per il bambino supera i potenziali rischi, il medico può trascurare questa limitazione. Nel caso di prescrizione di diossidina, il trattamento deve essere effettuato in ambito ospedaliero o sotto la costante supervisione del medico curante.

In pediatria, la soluzione di diossidina viene spesso utilizzata per trattare le malattie ORL, principalmente forme purulente di rinite o sinusite. Il più appropriato è l'uso di un farmaco con una concentrazione di sostanza attiva dello 0,5%.

Inoltre, la soluzione e l'unguento possono essere utilizzati per trattare le superfici delle ferite. Una soluzione con una concentrazione dello 0,5% è prescritta se il paziente ha lesioni profonde.

Tuttavia, la diossidina con un tale dosaggio di principio attivo non deve essere utilizzata per molto tempo. Pertanto, man mano che le condizioni della ferita migliorano, passano a una soluzione o unguento allo 0,1%.

Diossidina con un raffreddore

Il farmaco non è disponibile sotto forma di gocce nasali, quindi, prima di instillare la diossidina nel naso del bambino, il contenuto della fiala viene diluito con una soluzione ipertonica per ottenere una soluzione con una concentrazione di idrossimetilquinoxalindioossido 0,1-0,2%.

Si raccomanda di somministrare gocce nasali per bambini tre volte al giorno, una o due in ciascuna narice, soprattutto dopo l'instillazione di farmaci vasocostrittori che riducono il gonfiore dei tessuti e facilitano la respirazione nasale. Durante la procedura di instillazione, il paziente deve inclinare la testa all'indietro in modo che il medicinale penetri il più profondamente possibile nei passaggi nasali..

Va ricordato che dopo aver aperto la fiala con il medicinale, la soluzione è considerata adatta per l'uso entro un giorno. La durata massima consentita del trattamento per un raffreddore è di 1 settimana. Tuttavia, la maggior parte dei pediatri consiglia di limitarsi a 3-4 giorni..

Parallelamente al trattamento con Dioxidin, si raccomanda di applicare i metodi tradizionali di trattamento della rinite (riscaldare i passaggi nasali e sciacquarli con soluzioni saline deboli) e monitorare l'umidità nella stanza.

Diossidina nell'orecchio

Droxidinum nell'orecchio è indicato per forme gravi di infiammazione acuta dell'orecchio medio, nei casi in cui gli antibiotici prescritti al bambino non danno l'effetto desiderato.

Prima di utilizzare la soluzione, si consiglia di pulire accuratamente l'orecchio con un batuffolo di cotone dalla cera.

La soluzione in fiale viene instillata nell'orecchio due volte al giorno. Inoltre, per l'otite media, le procedure sono integrate anche dall'instillazione nel naso..

Il farmaco non è ototossico e non influisce sul nervo uditivo.

Diossidina con sinusite

La diossidina nelle fiale viene spesso utilizzata nel trattamento di processi infettivi localizzati nei seni paranasali. Con la sinusite, la soluzione viene utilizzata sotto forma di inalazione o come gocce nasali. Le gocce vengono iniettate due o tre in ciascun passaggio nasale. Le procedure vengono ripetute 2 volte al giorno..

Per il trattamento della sinusite, possono anche essere utilizzate gocce complesse, che vengono preparate utilizzando soluzioni di diossidina, adrenalina e idrocortisone. Gocce complesse vengono iniettate una ad una in ciascun passaggio nasale 4-5 volte durante il giorno.

Le gocce composte vengono preparate secondo la prescrizione del medico in farmacia oa casa.

Diossidina per inalazione

Le recensioni indicano che la nomina di inalazioni a bambini che usano la soluzione di diossidina può trattare efficacemente la tosse persistente. Inoltre, l'uso del farmaco contribuisce alla disinfezione dei passaggi nasali e dei seni paranasali, provoca la morte di agenti patogeni nei bronchi e nella faringe, elimina anche la congestione nasale e impedisce la separazione delle secrezioni purulente..

Si raccomanda di inalare con Dioxidin per i bambini che usano un nebulizzatore. Di norma, questo metodo viene utilizzato per la bronchite persistente, che non risponde al trattamento con altri farmaci antibatterici..

Per inalazione, viene prescritta una soluzione allo 0,5%. Prima della procedura, dovrebbe essere diluito con una soluzione ipertonica in un rapporto di 1: 2. La durata dell'inalazione è di 3-4 minuti. Tasso di frequenza delle procedure - 2 volte al giorno.

Diossidina per gargarismi

La possibilità di utilizzare una soluzione per il risciacquo della gola è dovuta alla capacità dell'idrossimetilquinoxalindioossido di eliminare l'infezione, pulire la superficie infetta e accelerare la rigenerazione della mucosa.

Queste caratteristiche del farmaco contribuiscono al processo di guarigione in caso di infezioni batteriche purulente provocate da microflora sensibile alla diossidina in caso di inefficacia di altri agenti antibatterici prescritti o se sono scarsamente tollerati dal paziente..

Il risciacquo con una soluzione è prescritto per faringite, mal di gola, tonsillite e solo nei casi più gravi in ​​cui altri farmaci non aiutano.

Per preparare una soluzione per il risciacquo, il contenuto di un'ampolla di una soluzione all'1% di diossidina viene diluito in un bicchiere di acqua potabile calda, acqua per preparazioni iniettabili o soluzione isotonica di NaCl.

Una piccola quantità di liquido viene presa in bocca e, gettando indietro la testa, gargarismi per alcuni secondi. Successivamente, la soluzione viene espulsa e il risciacquo continua fino a quando la soluzione non viene completamente utilizzata. La procedura viene ripetuta tre volte al giorno..

Il corso del trattamento con risciacquo con soluzione di diossidina - 5 giorni (se non diversamente raccomandato dal medico curante).

Durante la gravidanza

Le proprietà farmacologiche della diossidina ne rendono inammissibile l'uso durante la gravidanza e l'allattamento.

Il farmaco può causare una violazione dell'embriogenesi e influire negativamente sullo sviluppo del sistema nervoso fetale. Assorbito dalla superficie delle mucose nella circolazione sistemica, può penetrare nel latte materno e attraverso di esso - nel corpo del bambino.

Recensioni su Dioxidine

Le recensioni sulla diossidina sono piuttosto contraddittorie. La maggior parte dei pazienti a cui è stato prescritto descrive il farmaco come un rimedio molto efficace, specialmente per le malattie accompagnate da un processo settico purulento.

Le revisioni negative sono associate al fatto che il farmaco è piuttosto tossico (la sua dose terapeutica è solo leggermente inferiore a quella tossica) e la sua assunzione è spesso accompagnata da effetti collaterali indesiderati.

Le revisioni dell'unguento ci consentono di concludere che la diossidina in questa forma di dosaggio non irrita la pelle, stimola la guarigione dei tessuti e generalmente ha un effetto benefico sul processo della ferita, tuttavia, con un uso prolungato, i microrganismi sviluppano resistenza al farmaco.

La diossidina viene utilizzata principalmente come agente di riserva, cioè viene utilizzata solo in casi estremi.

Le istruzioni affermano chiaramente che il farmaco è destinato esclusivamente al trattamento di pazienti adulti, ma è spesso usato per trattare le malattie otorinolaringoiatriche nei bambini.

Nonostante il fatto che la diossidina non abbia una base di prove che confermerebbe la sicurezza del suo uso in pediatria, le gocce nasali, se si ritiene che le recensioni lasciate su Internet, siano un rimedio abbastanza efficace per tali forme di rinite patologica, come, ad esempio, la rinite purulenta.

Nel frattempo, la diossidina non è inclusa negli standard per il trattamento delle malattie ORL e non ci sono dati ufficiali sul suo uso come gocce nasali. Pertanto, prescrivendo questo farmaco a un bambino, sia il medico che i genitori (se concordano con il regime terapeutico prescritto) agiscono a proprio rischio e pericolo..

Va notato che fino ad ora, l'uso del farmaco non è stato associato a complicanze o conseguenze negative per il corpo del bambino..

Prezzo della diossidina dove acquistare

Il prezzo della diossidina varia a seconda della forma di rilascio del farmaco. Quindi, ad esempio, il prezzo medio della diossidina in fiale con una concentrazione di idrossimetilquinoxalindioossido 0,5% (questa forma viene utilizzata per preparare gocce nasali) è di 547 rubli.

Il costo del confezionamento di fiale con una soluzione all'1% va da 477 a 795 rubli (a seconda del produttore e del numero di fiale nella confezione). Unguento per uso esterno può essere acquistato per circa 385 rubli.

Categorie Popolari

Una Cisti Nel Naso

Perdita Dell'Olfatto