loader

Principale

Bronchite

Diossidina in fiale: istruzioni, recensioni, analoghi

La diossidina è un farmaco antibatterico. Come composto chimico, è un derivato della chinoxalina, che determina un ampio spettro di azione contro la microflora patogena e opportunistica.

I più sensibili al farmaco sono i microrganismi anaerobici, un bacillo di pus blu-verde, i batteri della famiglia delle Enterobacteriaceae e gli enterococchi.

In questo articolo considereremo perché i medici prescrivono il farmaco Diossidina, comprese le istruzioni per l'uso, analoghi e prezzi di questo farmaco nelle farmacie. REVISIONI reali di persone che hanno già usato la diossidina possono essere lette nei commenti.

Composizione e forma di rilascio

Un nome commerciale semplice e memorabile nasconde una sostanza organica complessa chiamata idrossimetilquinoxalina biossido. È prodotto in due diversi dosaggi e quando si acquista la diossidina per il risciacquo del naso con sinusite, questo fatto deve essere preso in considerazione.

Quindi, le aziende farmaceutiche russe producono soluzioni di diossidina:

  • soluzione ad una concentrazione dello 0,5%. Questa forma di rilascio viene applicata esternamente, per via endovenosa e intracavitaria ed è disponibile in fiale da 10 e 20 ml.
  • una soluzione in concentrazione dell'1%, che è intesa per uso intracavitario ed esterno ed è confezionata in fiale di vetro contenenti 10 ml di farmaco.

Per il risciacquo della cavità nasale, il farmaco viene più spesso utilizzato ad una concentrazione dello 0,1%.

A cosa serve la diossidina?

Il farmaco viene utilizzato in chirurgia (neurochirurgia), odontoiatria, urologia, otorinolaringoiatria per vari tipi e forme di infezione purulenta. Malattie per le quali la diossidina aiuta:

  • pustole sulla pelle;
  • ascesso polmonare, empiema pleurico, pleurite purulenta;
  • meningite purulenta secondaria, ascesso cerebrale;
  • mastite purulenta, cistite, peritonite, sepsi;
  • ferite infiammate con osteomielite;
  • flemmone, ascesso sulla pelle, ulcere trofiche, ustioni, ferite postoperatorie, post-traumatiche (superficiali e profonde);

I medici ORL prescrivono l'instillazione della soluzione per rinite, sinusite, otite media.

effetto farmacologico

La diossidina è un farmaco antibatterico ad ampio spettro.

Quando si trattano ferite purulente, danni all'integrità della pelle con essudazione fortemente pronunciata (superficie della ferita piangente, più spesso riscontrata nelle ustioni), la soluzione di diossidina accelera la pulizia della ferita, stimola la rigenerazione e ha un effetto positivo sull'ulteriore corso del processo.

È efficace per le infezioni causate da Proteus vulgaris (un tipo di microrganismo che, in determinate condizioni, può causare malattie infettive dell'intestino tenue e dello stomaco), Pseudomonas aeruginosa, stick di dissenteria e bastoncino di Klebsiella (Friedlander - batteri che causano infiammazione dei polmoni e processi purulenti locali), salmonella, stafilococchi, streptococchi, anaerobi patogeni (batteri che possono causare malattie umane in assenza di ossigeno), compresi gli agenti causali della cancrena gassosa.

È ben assorbito dalla superficie della pelle e delle mucose quando applicato localmente. Non si lega alle proteine ​​del sangue, viene escreto invariato attraverso i reni nelle urine. La concentrazione massima raggiunge 2 ore dopo la somministrazione. Se somministrato per via endovenosa, non ha un ampio effetto terapeutico. Non ha la capacità di accumularsi (accumularsi) in organi e tessuti.

Istruzioni per l'uso

La soluzione di diossidina è prescritta in ospedale secondo le istruzioni per l'uso. Applicato esternamente, intracavitario. La soluzione di diossidina all'1% non può essere utilizzata per la somministrazione endovenosa, a causa dell'instabilità della soluzione durante la conservazione a basse temperature.

  • Il farmaco viene solitamente iniettato nella cavità 1 volta / giorno. Secondo le indicazioni, è possibile somministrare una dose giornaliera in due fasi. Con una buona tolleranza e indicazioni, il farmaco può essere somministrato quotidianamente per 3 settimane o più. Se necessario, i corsi ripetuti vengono eseguiti dopo 1-1,5 mesi.
  • Nella cavità purulenta, a seconda delle sue dimensioni, vengono iniettati 10-50 ml di soluzione di diossidina all'1% / giorno. La soluzione di diossidina viene iniettata nella cavità attraverso un catetere, un tubo di drenaggio o una siringa.
  • La dose massima giornaliera per la somministrazione nella cavità è di 70 ml di soluzione all'1%.

Come diluire per il naso:

  • Prima di iniziare il trattamento, impara come diluire la diossidina per lavare il naso. Impara a mantenere la concentrazione corretta e non sorgeranno complicazioni. Per un adulto, un farmaco con una concentrazione dello 0,5% è praticamente innocuo. L'uno per cento diossidina dovrà essere miscelato con acqua in proporzioni uguali. Se stai trattando un bambino, diluisci l'antibiotico allo 0,5% con acqua in un rapporto 2: 1. Per preparare una soluzione da un medicinale con una concentrazione dell'1% per 1 parte del medicinale, utilizzare 3-4 parti di acqua.
  • Applicare soluzioni allo 0,1-1% di diossidina. Per ottenere soluzioni dallo 0,1 allo 0,2%, le soluzioni in fiale del farmaco vengono diluite alla concentrazione desiderata con soluzione isotonica sterile di cloruro di sodio o acqua per preparazioni iniettabili.
  • Per il trattamento di ferite purulente profonde nell'osteomielite (ferite della mano, del piede), vengono utilizzate soluzioni dallo 0,5-1% del farmaco sotto forma di bagni o un trattamento speciale della ferita con una soluzione del farmaco viene eseguito per 15-20 minuti (la soluzione viene iniettata nella ferita per questo periodo), seguita da una medicazione con Soluzione di diossidina all'1%.
  • Per il trattamento di ferite purulente infette superficiali, vengono applicati tovaglioli inumiditi con una soluzione di diossidina allo 0,5-1%. Le ferite profonde dopo il trattamento vengono leggermente tamponate con tamponi inumiditi con una soluzione di diossidina all'1% e in presenza di un tubo di drenaggio, vengono iniettati nella cavità da 20 a 100 ml di una soluzione allo 0,5% del farmaco.
  • La diossidina sotto forma di soluzioni allo 0,1-0,5% può essere utilizzata per prevenire l'infezione dopo l'intervento chirurgico. Secondo le indicazioni (pazienti con osteomielite) e con buona tolleranza, il trattamento può essere effettuato quotidianamente per 1,5-2 mesi.

Come fare l'inalazione:

  • Per preparare correttamente una soluzione per inalazione, è necessario monitorare la proporzione del farmaco. Se le viene prescritta la diossidina per la sinusite o l'angina, utilizzare una soluzione allo 0,25%. Per fare questo, mescolare una parte del 0,5% di medicinale con due parti di acqua. La diossidina con una concentrazione dell'1% viene diluita in due volte il volume del liquido. Per una inalazione, non vengono utilizzati più di 4 ml di soluzione.

Quando si tratta di trattare un bambino, nel processo di preparazione di una soluzione per inalazione, utilizzare una volta e mezza più acqua (3: 1 per un medicinale con una concentrazione dello 0,5% e 6: 1 per un medicinale con una concentrazione dell'1%). Il volume massimo di soluzione per una procedura di inalazione è di 3 ml. Calcola la concentrazione con la massima cura, altrimenti le mucose potrebbero essere danneggiate.

Controindicazioni

Il farmaco ha controindicazioni:

  • Ipersensibilità ai componenti del farmaco;
  • Insufficienza renale;
  • Insufficienza surrenalica.

È severamente vietato alle donne in posizione e alle madri che allattano, perché danneggia il feto e provoca mutazioni genetiche.

Effetti collaterali

Con l'introduzione della diossidina in una vena o cavità, sono possibili mal di testa, brividi, febbre, sintomi dispeptici (disturbi digestivi), spasmi convulsivi del topo.

Per prevenire reazioni avverse, si raccomanda di prescrivere antistaminici e preparati di calcio. Se si verificano reazioni avverse, la dose deve essere ridotta, devono essere prescritti antistaminici e, se necessario, la diossidina deve essere interrotta.

Analoghi

Preparazioni simili nella loro azione o che hanno anche un ingrediente attivo nella composizione:

  1. Dioxisept;
  2. Ossido di dicina;
  3. 5-LCM;
  4. Galenophillipt;
  5. Monural;
  6. Utrotravenol;
  7. Hexamethylenetetramine e altri.

Attenzione: l'uso di analoghi deve essere concordato con il medico curante.

Prezzo medio di DIOXIDIN, soluzione nelle farmacie (Mosca) 185 rubli.

Condizioni e periodi di conservazione

Elenco B. Conservare fuori dalla portata dei bambini, al riparo dalla luce ad una temperatura compresa tra 18 ° e 25 ° C. Periodo di validità - 2 anni.

Condizioni di erogazione dalle farmacie

Il farmaco è dispensato dalla prescrizione.

ORL per bambini nella nostra zona consiglia vivamente a tutti di seppellire la diossidina nel naso con un naso che cola. All'inizio ho dubitato, dal momento che non c'è una parola su questo nelle istruzioni per lui. Ma ho letto Internet e ho capito che molte persone lo fanno. E quando ancora una volta mio figlio ha avuto un moccio e un mal di gola - per 3 giorni gli ha instillato 2 gocce nel naso al mattino e alla sera. E comunque, l'ENT aveva ragione: il moccio è passato più velocemente del solito. sono molto soddisfatto.

Ho pulito il pesce, mi sono pizzicato il dito con un osso. Il giorno successivo, il dito era gonfio, arrossato e cominciò a "contrarsi". Il giorno dopo, il gonfiore e il dolore si intensificarono e aumentarono, occupando già il pavimento della mano. Al pronto soccorso sono state prescritte lozioni con diossidina. Tutto è passato in un paio di giorni e ho pensato che avrei dovuto bere e iniettare antibiotici!

Dioxidine

Istruzioni per l'uso:

Prezzi nelle farmacie online:

La diossidina è un farmaco antibatterico del gruppo dei derivati ​​della chinoxalina. Ha un ampio spettro di azione, fornendo un effetto antibatterico e battericida su vari agenti patogeni - stafilococchi, Pseudomonas aeruginosa, anaerobi patogeni e su alcuni ceppi di batteri resistenti ad altri antibiotici.

effetto farmacologico

Il principio attivo è idrossimetilquinoxalindioossido. La diossidina è utilizzata nel trattamento di vari processi infiammatori purulenti causati da Salmonella, Klebsiella, Staphylococcus, Proteus vulgaris, Dissentery bacillus, Pseudomonas aeruginosa, streptococchi, anaerobi patogeni. Promuove la pulizia e la guarigione rapide delle superfici delle ferite. Stimola anche la rigenerazione riparativa. È ampiamente usato in pediatria nel trattamento della rinite di varie origini.

Modulo per il rilascio

Il farmaco Diossidina viene rilasciato sotto forma di soluzione e unguento per uso esterno..

  • Diossidina in fiale dello 0,5% e soluzione all'1%. Per uso locale e intracavitario. 10 ml e 20 ml in un'ampolla. 10 pezzi per confezione;
  • Unguento per uso esterno 5%. In provette da 25 mg, 30 mg, 30 mg, 50 mg, 60 mg, 100 mg.

Indicazioni per l'uso di diossidina

La diossidina è utilizzata nel trattamento delle malattie purulente causate da varie infezioni batteriche.

Esternamente usato per:

  • Infetto da ustioni;
  • Ferite non cicatrizzanti e ulcere trofiche, nonché per la guarigione di ferite profonde e superficiali di varia localizzazione;
  • Flemmone dei tessuti molli;
  • Ferite purulente con osteomielite.

La somministrazione intracavitaria di diossidina in fiale viene utilizzata per:

  • Processi purulenti nel torace e nella cavità addominale;
  • Ascessi polmonari;
  • Peritonite;
  • Con pleurite purulenta ed empiema pleurico;
  • Cistite;
  • Ferite con profonde cavità purulente. Può essere flemmone del tessuto pelvico, ascessi dei tessuti molli, mastite purulenta, ferite postoperatorie del tratto urinario e biliare.

Controindicazioni

La diossidina, secondo le istruzioni, è controindicata in caso di ipersensibilità al principio attivo - idrossimetilquinoxalindioossido e insufficienza surrenalica.

Il farmaco non viene utilizzato durante la gravidanza e l'allattamento, nonché durante l'infanzia.

Con cautela, secondo le istruzioni, Dioxidin è prescritto per insufficienza renale. Se necessario, la dose del farmaco può essere ridotta.

In pediatria, le gocce nasali con diossidina sono spesso utilizzate nel trattamento della rinite e della sinusite. Essendo un antibiotico, il farmaco tratta con successo queste malattie di quasi tutte le origini, fornendo effetti antinfiammatori, antiallergici e antiedema. Per l'uso di Dioxidin nel naso, viene utilizzata una soluzione allo 0,5% del farmaco e instillata in ciascuna narice 4-5 volte. Prima dell'uso, è necessario consultare un medico ORL.

Istruzioni per l'uso della diossidina

Molto spesso, la diossidina viene utilizzata in condizioni stazionarie. Una soluzione all'1% del farmaco non viene solitamente utilizzata per iniezioni endovenose (a causa dell'instabilità del farmaco durante la conservazione a basse temperature). Applicare soluzioni allo 0,1-1%, per le quali il farmaco viene diluito con acqua per preparazioni iniettabili o soluzione di cloruro di sodio.

Uso esterno di diossidina:

  • Per il trattamento di ferite purulente profonde con osteomielite - sotto forma di bagni con una soluzione allo 0,5-1%. Meno spesso, viene eseguito un trattamento speciale della ferita con l'introduzione del farmaco per 15-20 minuti, quindi viene applicata una benda con una soluzione all'1% di diossidina. Se il farmaco è ben tollerato, il trattamento può essere effettuato quotidianamente per 1,5-2 mesi;
  • Quando si trattano ferite purulente infette superficiali, vengono applicati tovaglioli imbevuti di soluzione di diossidina allo 0,5-1%. Quando si trattano ferite profonde, vengono tamponate in modo lasco con tamponi pre-inumiditi in una soluzione all'1%. In presenza di un tubo di drenaggio, una soluzione allo 0,5% viene iniettata nella cavità, da 20 a 100 ml;
  • Per la prevenzione delle infezioni dopo le operazioni, la diossidina viene utilizzata sotto forma di una soluzione allo 0,1-0,5%.

Per la somministrazione intracavitaria, viene utilizzato un catetere, una siringa o un tubo di drenaggio. Una soluzione all'1% del farmaco viene iniettata nella cavità purulenta, la dose dipende dalla dimensione della cavità, di solito 10-15 ml al giorno. Di solito il farmaco viene somministrato una volta al giorno. La dose massima giornaliera è di 70 ml. Il trattamento può essere continuato per almeno tre settimane se indicato e ben tollerato.

Effetti collaterali

Con la somministrazione intracavitaria di diossidina, può verificarsi quanto segue:

  • Aumento della temperatura;
  • Brividi;
  • Mal di testa;
  • Contrazioni muscolari convulsive;
  • Vomito o nausea;
  • Reazioni allergiche.

Se applicato localmente, può svilupparsi dermatite peri-ferita..

Inoltre, a volte quando si utilizza la diossidina, possono apparire macchie di età sulla pelle. In questi casi, il tempo di somministrazione di una singola dose viene aumentato, la dose del farmaco viene ridotta e vengono prescritti farmaci antiallergici. Nei casi in cui questa profilassi non porta a un risultato, il farmaco viene annullato.

Il trattamento con diossidina inizia dopo un test di tolleranza - in assenza di effetti collaterali entro 3-6 ore dopo l'iniezione di 10 ml di una soluzione all'1% nella cavità.

La diossidina è prescritta in caso di inefficacia di altri farmaci antibatterici (carbapenemi, cefalosporine II-IV generazioni o fluorochinoloni).

Condizioni di archiviazione

La diossidina è disponibile su prescrizione medica. La durata è di 2 anni. Conservare a temperature comprese tra 18 ° e 25 ° C. Se durante la conservazione del farmaco cadono cristalli della sostanza attiva, le fiale vengono riscaldate a bagnomaria e agitate fino a completa dissoluzione. Se, quando si raffredda a 36-38 ° C, i cristalli non cadono, allora il farmaco può essere usato.

Diossidina: istruzioni per l'uso, analoghi e recensioni, prezzi nelle farmacie in Russia

La diossidina è un farmaco antibatterico con un ampio spettro di azione, ha un effetto antibatterico e battericida su vari agenti patogeni - stafilococchi, Pseudomonas aeruginosa, anaerobi patogeni e su alcuni ceppi di batteri resistenti ad altri antibiotici.

Il farmaco è disponibile sotto forma di soluzione intesa per uso intracavitario ed esterno. La soluzione ha una concentrazione dell'1% ed è disponibile in fiale di vetro trasparente da 10 ml, in scatole di cartone con istruzioni dettagliate. Il contenuto dell'ampolla è sterile, il medicinale può avere una tinta giallastra o verdastra.

Ingrediente attivo - idrossimetilquinoxalindioossido.

Il principio attivo Dioxidin rimuove efficacemente i processi infiammatori purulenti, i cui agenti causali sono Klebsiella, Salmonella, Staphylococcus, Bacillus di dissenteria, Proteus vulgaris, Pseudomonas aeruginosa, anaerobi patogeni e streptococchi.

L'uso di fiale Diossidina è molto più veloce nel processo di guarigione e pulizia delle superfici delle ferite. Inoltre, quando si utilizza il farmaco, viene attivata la rigenerazione riparativa..

Modulo per il rilascio

Il farmaco viene rilasciato sotto forma di soluzione e unguento per uso esterno..

  • Diossidina in fiale dello 0,5% e soluzione all'1%. Per uso locale e intracavitario. 10 ml e 20 ml in un'ampolla, 10 pezzi per confezione;
  • Unguento Diossidina per uso esterno 5% in provette da 25 mg, 30 mg, 30 mg, 50 mg, 60 mg, 100 mg.

Indicazioni per l'uso

Da cosa aiuta la diossidina? Secondo le istruzioni, il farmaco è prescritto nei seguenti casi:

  • infezioni batteriche purulente causate da microflora sensibile con l'inefficacia di altri agenti chemioterapici o la loro scarsa tolleranza.
  • ferite superficiali e profonde di varia localizzazione;
  • ferite non cicatrizzanti a lungo termine e ulcere trofiche;
  • flemmone di tessuti molli;
  • ustioni infette;
  • ferite purulente con osteomielite.
  • processi purulenti nel torace e nella cavità addominale;
  • con pleurite purulenta, empiema pleurico, ascessi polmonari, peritonite, cistite, ferite con cavità purulente profonde (ascessi dei tessuti molli, flemmone del tessuto pelvico, ferite postoperatorie del tratto urinario e biliare, mastite purulenta).
  • condizioni settiche (anche nei pazienti con ustioni);
  • meningite purulenta;
  • processi purulenti-infiammatori con sintomi di generalizzazione.

Istruzioni per l'uso Dioxidin (fiale / unguento), dosaggi

L'unguento alla diossidina è destinato esclusivamente all'uso topico. Secondo le istruzioni, il farmaco viene applicato sull'area interessata con uno strato sottile - 1 volta al giorno. Il corso del trattamento - fino a 3 settimane.

Diossidina in fiale

Le fiale sono destinate all'uso esterno o intracavitario. Di norma, il farmaco è prescritto in ambito ospedaliero. Prima di utilizzare la soluzione, è necessario eseguire un test di tolleranza. In assenza di effetti collaterali entro 4 ore, il farmaco può essere usato per il trattamento.

Secondo le istruzioni per l'uso, la soluzione di diossidina allo 0,1-1% viene utilizzata per uso esterno. Per ottenere una soluzione allo 0,1-0,2%, è necessario diluire l'ampolla alla concentrazione richiesta con una soluzione isotonica sterile di cloruro di sodio.

Per il trattamento di ferite superficiali purulente e infette, è necessario applicare sulla ferita tovaglioli imbevuti di una soluzione allo 0,5-1% del farmaco. Le ferite profonde dopo il trattamento sono tamponate con tamponi inumiditi con una soluzione all'1%.

Per il trattamento di ferite profonde con osteomielite, i bagni sono realizzati con una soluzione allo 0,5-1% del farmaco o la superficie della ferita viene trattata con una soluzione per 15-20 minuti, seguita da una medicazione sulla ferita imbevuta in una soluzione all'1% del farmaco.

Una soluzione del farmaco 0,5-1% viene utilizzata per la prevenzione delle infezioni nel periodo postoperatorio.

Il trattamento con diossidina può essere effettuato quotidianamente per 1,5-2 mesi.

Con la somministrazione intracavitaria, la soluzione di diossidina viene iniettata nella cavità purulenta mediante una siringa, un tubo o un catetere. Il dosaggio giornaliero massimo è di 70 ml di una soluzione all'1%.

Di norma, viene somministrato 1 volta al giorno, ma è consentita la somministrazione di due volte se indicato. Il trattamento continua per 3 settimane.

La diossidina nel naso viene utilizzata quando si sospetta la rinite allergica o vasomotoria o quando vi è motivo di sospettare una sinusite. Instillare la quantità di alcune gocce in ciascuna narice più volte. Le gocce riducono il tempo di trattamento, prevengono le complicanze e non seccano la mucosa nasale.

Soluzione per flebo endovenosa

Il farmaco viene diluito con una soluzione isotonica di cloruro di sodio allo 0,9% o una soluzione di destrosio al 5% ad una concentrazione dello 0,1-0,2%.

La dose giornaliera viene somministrata in 3-4 dosi (somministrazione frazionata) o una volta, ad una velocità di 60-80 gocce / min per 30 minuti.

Istruzioni di dosaggio raccomandate per la diossidina:

  • Nei processi purulenti cronici nei polmoni - una dose giornaliera di 500-600 mg (100-120 ml di una soluzione allo 0,5%).
  • Nel trattamento dell'infezione del tratto urinario purulento - una dose giornaliera di 200-400 mg (40-80 ml di una soluzione allo 0,5%).
  • In gravi condizioni settiche, una dose giornaliera di 600-900 mg (suddivisa in 3-4 dosi).
  • Con meningite purulenta, la dose giornaliera è di 600-700 mg (20-140 ml di una soluzione allo 0,5%).

Diossidina nell'orecchio

La soluzione di diossidina è prescritta ai pazienti come medicina indipendente o come parte della terapia complessa per l'otite media purulenta e la diffusione del processo patologico nella tromba di Eustachio.

In un ospedale, la cavità dell'orecchio viene lavata con una soluzione del farmaco, dopo di che un cotone o una garza turunda viene inserito nell'orecchio per 20-30 minuti.

Effetti collaterali

Le istruzioni avvertono della possibilità di sviluppare i seguenti effetti indesiderati quando si prescrive la diossidina:

  • aumento della temperatura.
  • mal di testa.
  • brividi.
  • contrazioni muscolari convulsive.
  • varie manifestazioni di reazioni allergiche (eruzioni cutanee, prurito e bruciore, arrossamento della pelle).
  • vomito o nausea.

Se applicato esternamente, è possibile sviluppare dermatite vicino alla ferita. In alcuni pazienti, dopo aver usato il farmaco, sulla pelle sono comparse macchie di età. In tali casi, il dosaggio viene ridotto, aumenta il tempo di somministrazione di un singolo dosaggio e vengono prescritti farmaci antiallergici. Se tali attività non portano alla scomparsa di effetti collaterali, l'uso di Diossidina deve essere sospeso..

Controindicazioni

È controindicato prescrivere fiale di diossidina nei seguenti casi:

  • intolleranza individuale al farmaco;
  • il periodo di gravidanza e allattamento;
  • insufficienza della corteccia surrenale;
  • grave insufficienza renale, insufficienza renale acuta;
  • bambini sotto i 12 anni.

Overdose

Con l'uso prolungato della soluzione per via endovenosa o intracavitaria, è possibile lo sviluppo di sintomi di sovradosaggio - inibizione della funzione renale e interruzione del funzionamento degli organi vitali.

Se dosi eccessive del farmaco vengono accidentalmente somministrate per via orale, il paziente deve rimanere sotto la supervisione di specialisti con il controllo di importanti parametri vitali. Se necessario, viene eseguito un trattamento sintomatico.

Con lo sviluppo di reazioni allergiche, vengono prescritti antistaminici, il dosaggio viene ridotto o la terapia viene completamente interrotta.

Analoghi Dioxidin, prezzo in farmacia

Se necessario, puoi sostituire la diossidina con un analogo per l'azione terapeutica: questi sono farmaci:

  1. Galenophillipt,
  2. hexamethylenetetramine,
  3. Linezolid,
  4. nitroxolina,
  5. Sanguirithrin,
  6. Urofosfabol,
  7. Zenix,
  8. Amizolid,
  9. Dioxycol,
  10. Quinoxidine.

Quando si scelgono analoghi, è importante comprendere che non si applicano le istruzioni per l'uso della diossidina in fiale, il prezzo e le recensioni per i farmaci di un'azione simile. È importante consultare un medico e non cambiare il farmaco da soli.

Prezzo nelle farmacie russe: Diossidina 10 mg / ml 5 ml soluzione 10 fiale - da 216 rubli, 1% 10 ml soluzione 3 fiale - da 240 rubli, è possibile acquistare 1 fiala 0,5% 0,5 ml soluzione da 42 rubli, secondo 593 farmacie.

Conservare fuori dalla portata dei bambini, al riparo dalla luce ad una temperatura di + 18... + 25 ° C. Periodo di validità - 2 anni.

Dioxidin® (10 ml)

Istruzioni

  • russo
  • қazaқsha

Nome depositato

Nome internazionale non proprietario

Forma di dosaggio

Soluzione per uso intracavitario ed esterno 10 mg / ml, 5 ml e 10 ml

Composizione

1 ml di farmaco contiene

principio attivo: idrossimetilquinoxalindioossido (diossidina) - 10,0 mg,

eccipiente: acqua per preparazioni iniettabili - fino a 1,0 ml

Descrizione

Liquido giallo-verdastro trasparente

Gruppo farmacoterapico

Antisettici e disinfettanti, altri

Proprietà farmacologiche

farmacocinetica

È ben assorbito quando introdotto nella cavità, nonché dalla superficie della ferita quando applicato localmente. Escreto dai reni.

farmacodinamica

Farmaco antibatterico ad ampio spettro del gruppo

derivati ​​della quinoxalina, ha attività chemioterapica nelle infezioni causate da Proteus vulgaris, Pseudomonas aeruginosa, Klebsiella pneumoniae, Escherichia coli, Shigella dysenteria, Shigella flexneri, Shigella boydii, Shigella sonnei, Salmonella spp., Staphylococcus pathogens. perfringens), agisce sui ceppi batterici resistenti ad altri farmaci chemioterapici, compresi gli antibiotici.

Lo sviluppo della resistenza ai farmaci dei batteri è possibile. Il trattamento delle ustioni e delle ferite purulente-necrotiche promuove una pulizia più rapida della superficie della ferita, stimola la rigenerazione riparativa e l'epitelizzazione marginale e ha un effetto benefico sul corso del processo della ferita.

Indicazioni per l'uso

Infezioni batteriche purulente causate da microflora sensibile con inefficacia di altri agenti chemioterapici o loro scarsa tolleranza.

- processi purulenti nel torace e nella cavità addominale, con pleurite purulenta, empiema pleurico, ascessi polmonari, peritonite, cistite, ferite con cavità purulente profonde (ascessi dei tessuti molli, flemmone del tessuto pelvico, ferite postoperatorie del tratto urinario e biliare, ecc.)

- prevenzione delle complicanze infettive dopo cateterismo vescicale.

- ferite superficiali e profonde di varia localizzazione, ferite non cicatrizzanti a lungo termine e ulcere trofiche, flemmone di tessuti molli, ustioni infette, ferite purulente nell'osteomielite.

Metodo di somministrazione e dosaggio

Dioxidin® è prescritto solo per gli adulti in ambito ospedaliero, sotto stretto controllo medico. Applicare esternamente, intracavitario.

Prescritto solo per forme gravi di malattie infettive o quando altri farmaci antibatterici sono inefficaci.

Prima di iniziare il corso del trattamento, viene eseguito un test per la tolleranza del farmaco, per il quale vengono iniettati 10 ml di una soluzione all'1% nel fuoco della cavità dell'infezione. In assenza di effetti collaterali (vertigini, brividi, febbre, ecc.) Entro 3-6 ore, inizia il trattamento del corso. Quando compaiono i primi segni di reazioni avverse, la somministrazione viene interrotta.

La soluzione all'1% di Dioxidine® non può essere utilizzata per somministrazione endovenosa, a causa dell'instabilità della soluzione durante la conservazione a basse temperature.

Se i cristalli cadono in fiale con la soluzione di Dioxidine® durante la conservazione (a temperature inferiori a 15 ° C), vengono dissolti riscaldando le fiale in un bagno di acqua bollente con agitazione fino a quando i cristalli non sono completamente sciolti (soluzione limpida). Se, raffreddati a 36-38 ° C, i cristalli non cadono di nuovo, il farmaco è utilizzabile.

Introduzione intracavitaria. Nella cavità purulenta, a seconda delle sue dimensioni, vengono somministrati da 10 a 50 ml di una soluzione all'1% (0,1 - 0,5 g) di Dioxidin® al giorno. La soluzione di diossidina® viene iniettata nella cavità attraverso un catetere, un tubo di drenaggio o una siringa.

La dose massima giornaliera per la somministrazione nella cavità è di 70 ml di una soluzione all'1% (0,7 g).

Il farmaco viene solitamente iniettato nella cavità una volta al giorno. Secondo le indicazioni, è possibile somministrare una dose giornaliera in due fasi. Con una buona tolleranza, il farmaco può essere somministrato quotidianamente per 3 settimane o più. Se necessario, i corsi ripetuti vengono eseguiti dopo 1-1,5 mesi.

Uso esterno. Applicare soluzioni allo 0,1-1% di Dioxidin®. Per ottenere soluzioni allo 0,1-0,2%, le soluzioni in fiala del farmaco vengono diluite alla concentrazione desiderata con una soluzione sterile di cloruro di sodio allo 0,9% o acqua per preparazioni iniettabili. Per il trattamento di ferite purulente infette superficiali, vengono applicati tovaglioli inumiditi con una soluzione di Dioxidin® allo 0,5-1%. Ferite profonde dopo il trattamento, tampone vagamente con tamponi inumiditi con una soluzione di diossidina all'1% e in presenza di un tubo di drenaggio, vengono iniettati nella cavità da 20 a 100 ml di una soluzione allo 0,5% del farmaco.

Per il trattamento di ferite purulente profonde con osteomielite (ferite della mano, del piede), utilizzare una soluzione allo 0,5% del farmaco sotto forma di bagni o eseguire un trattamento speciale della ferita con una soluzione del farmaco per 15-20 minuti (iniettando la soluzione nella ferita per questo periodo), seguita dall'applicazione di bende 1 % Soluzione di Dioxidin®. La dose massima giornaliera è di 2,5 g. La durata del trattamento è di 3 settimane..

Dioxidin® sotto forma di soluzioni allo 0,1-0,5% può essere utilizzato per la prevenzione e il trattamento delle infezioni dopo l'intervento chirurgico. Secondo le indicazioni (pazienti con osteomielite) e con buona tolleranza, il trattamento può essere effettuato quotidianamente per 1,5-2 mesi.

Se usato negli anziani, deve essere presa in considerazione una riduzione della funzione renale correlata all'età, che può richiedere una riduzione della dose del farmaco.

Effetti collaterali

Con somministrazione intracavitaria:

- mal di testa, brividi, febbre

- nausea, vomito, dolore addominale, diarrea

- contrazioni muscolari convulsive

- reazioni allergiche, raramente - shock anafilattico

- effetto fotosensibilizzante (comparsa di macchie pigmentate sul corpo quando esposto alla luce solare).

Per uso esterno:

- dermatite perineale, prurito.

Controindicazioni

- ipersensibilità a Dioxidin®

- insufficienza surrenalica (inclusa una storia)

- gravidanza e allattamento

- bambini e adolescenti fino a 18 anni.

Interazioni farmacologiche

In caso di ipersensibilità al farmaco, Dioxidin® viene usato contemporaneamente con antistaminici o preparati di calcio.

istruzioni speciali

Dioxidin® è prescritto solo per forme gravi di malattie infettive o in caso di inefficacia di altri farmaci antibatterici, tra cui cefalosporine delle generazioni II-IV, fluorochinoloni, carbapenemi.

In caso di insufficienza renale cronica, usare con cautela, ridurre la dose.

Quando compaiono macchie di pigmento, la durata della dose viene aumentata a 1,5-2 ore, la dose viene ridotta, vengono prescritti antistaminici o Dioxidin® viene annullato.

Caratteristiche dell'effetto del farmaco sulla capacità di guidare un veicolo o meccanismi potenzialmente pericolosi

Durante il periodo di trattamento, prestare attenzione quando si guidano veicoli e si svolgono altre attività potenzialmente pericolose che richiedono una maggiore concentrazione di attenzione e velocità delle reazioni psicomotorie.

Overdose

In caso di sovradosaggio di Dioxidin®, può svilupparsi insufficienza surrenalica acuta (riduzione della pressione sanguigna, bradia o tachicardia, disturbi del ritmo cardiaco, nausea, vomito, diarrea, flatulenza, dolore addominale, letargia, allucinazioni, parestesia, crampi muscolari, coma), che richiede immediato sospensione del farmaco e terapia ormonale sostitutiva appropriata.

Modulo di rilascio e confezione

5 ml o 10 ml in fiale di vetro neutro.

5 fiale sono poste in una striscia blister in film di polivinilcloruro.

2 confezioni in blister, insieme alle istruzioni per l'uso medico nelle lingue statali e russe e un coltello per l'apertura di fiale o uno scarificatore di fiale, sono collocati in una scatola di cartone.

Quando si imballano le fiale con un anello di rottura o un punto di rottura, non inserire un coltello per l'apertura di una fiala o uno scarificatore di fiale.

Condizioni di archiviazione

Conservare in un luogo buio a una temperatura da 15 a 25 ° C.

Tenere fuori dalla portata dei bambini!

Periodo di conservazione

Non utilizzare dopo la data di scadenza.

Condizioni di erogazione dalle farmacie

Produttore / Imballatore

Società per azioni aperta "Novosibkhimpharm", Russia

630028, Novosibirsk, st. Dekabristov, casa 275

Tel. (383) 363-32-44, fax (383) 363-32-55

Titolare dell'autorizzazione all'immissione in commercio

Società per azioni aperta "Valenta Pharmaceuticals", Russia

141101, regione di Mosca, Shchelkovo, st. Fabrichnaya, 2

L'indirizzo dell'organizzazione che accetta i reclami dei consumatori sulla qualità dei prodotti (merci) sul territorio della Repubblica del Kazakistan, responsabile del monitoraggio post-registrazione della sicurezza del medicinale

LLP "Valenta Asia"

Repubblica del Kazakistan, 050009, Almaty, Abai ave., Corner st. Radostovets, 151/115, centro affari "Alatau", ufficio n. 1102

Diossidina: istruzioni per l'uso di gocce nel naso

Diossidina: gocce nasali ad azione antibatterica, destinate al trattamento di malattie ORL, infiammazioni, ascessi, con scarico di pus. Il farmaco ha un lieve effetto sulle mucose, non provoca secchezza, ma presenta effetti collaterali in caso di sovradosaggio. È usato come medicinale principale per la rinite, è incluso in rimedi complessi.

Forma di rilascio, composizione e confezione

Il principale ingrediente attivo è il biossido di idrossimetilquinoxalina, che appartiene agli antibiotici sintetici. Si diluisce da 1 a 10 con acqua distillata. Il preparato non contiene coloranti, conservanti e aromi, quindi il rischio di una reazione allergica è minimo.

Le gocce di diossidina sono prodotte sotto forma di una soluzione limpida senza impurità e odori. Il farmaco viene offerto in fiale di vetro trasparente da 10 ml. Per i bambini, puoi usare una preparazione meno concentrata dello 0,5%. Una scatola di cartone contiene 10 o 20 fiale, istruzioni per l'uso.

effetto farmacologico

Il farmaco Diossidina combina le proprietà di un antibiotico e un antisettico, è raccomandato per uso topico nel trattamento della rinite complicata. Dopo l'instillazione nel naso, inibisce la crescita della microflora patogena sulle mucose, riduce il tasso di diffusione dell'infezione. La soluzione è efficace contro i seguenti gruppi di microrganismi:

  • Escherichia coli;
  • streptococchi;
  • proteas;
  • clostridi;
  • pseudomonas.

Quando instillato, il principio attivo penetra rapidamente nello strato superiore dell'epitelio, distrugge le pareti cellulari, arrestando la crescita e lo sviluppo dell'agente patogeno. Comincia ad agire dopo la prima applicazione, mantenendo alta efficacia 4-6 ore dopo la procedura.

farmacocinetica

Quando interagisce con microbi e batteri patogeni, la membrana viene distrutta, la nutrizione e l'attività vitale del patogeno si fermano. Il farmaco non contiene alcol, quindi, se sale sulle mucose, non provoca ustioni dolorose. Riduce la diffusione dell'infezione anaerobica attraverso il rinofaringe e il tratto respiratorio.

Il componente antibatterico entra nel flusso sanguigno attraverso le mucose, attraversa i tessuti e i linfonodi del corpo. Un'alta concentrazione viene fissata 5-6 ore dopo l'applicazione. La sostanza non reagisce con gli enzimi, viene escreta praticamente senza cambiamenti e metabolismo.

Indicazioni per l'uso

Il farmaco è disponibile come soluzione per uso endovenoso o locale. La diossidina può essere somministrata ai bambini nel naso dopo ulteriore diluizione con acqua, se necessario, miscelata con componenti ormonali o antinfiammatori (fenilefrina, desametasone).

Le principali indicazioni per l'uso di gocce di diossidina:

  • lesioni al setto nasale;
  • frontale;
  • sinusite;
  • rinite batterica acuta;
  • sinusite;
  • complicanze dopo otite media;
  • naso che cola su uno sfondo di immunità gravemente indebolita (dopo chemioterapia, radioterapia, meningite).

Con una soluzione allo 0,5%, i medici trattano le ferite dopo un'operazione per rimuovere i polipi, ripristinare il setto nasale. Viene iniettato nei seni mascellari come antisettico per pulire pus, muco e placca batterica accumulati.

Controindicazioni

Le gocce non sono raccomandate per l'uso con intolleranza individuale al principale ingrediente attivo. Tra le principali controindicazioni indicate dal produttore del farmaco:

  • gravidanza;
  • insufficienza renale.

Se il paziente è un bambino di età inferiore ai 18 anni, la necessità dell'uso di gocce è determinata dal pediatra o dall'otorinolaringoiatra presente. Precauzioni relative alla mancanza di informazioni affidabili sulla sicurezza dei bambini.

Con cautela, la diossidina nel naso di un paziente adulto viene prescritta per la disfunzione surrenalica. Il medicinale può provocare una grave esacerbazione, interrompere i livelli ormonali.

Dosaggio

Per l'instillazione nasale, gli otorinolaringoiatri raccomandano di scegliere un agente in una concentrazione dello 0,5%. Per neonati e pazienti con problemi di salute, può essere ulteriormente diluito con soluzione salina in un rapporto da 1 a 2. La composizione deve essere preparata in un pallone sterile o in una fiala, introdotta nel passaggio nasale usando una pipetta convenzionale per farmacia.

Con rinite o sinusite persistente, le istruzioni per l'uso prevedono l'uso di gocce senza diluizione preventiva. Prima della procedura, è necessario eliminare il naso dal muco, risciacquare con una soluzione di sale marino e quindi iniettare 2-3 gocce in ciascuna narice. Il trattamento deve essere ripetuto 3 volte al giorno..

Quante gocce usare per trattare il naso dei bambini dovrebbero essere determinate dal medico. Il dosaggio ottimale per i bambini dai 3 anni è di 1 goccia 3 volte al giorno. A un bambino di età superiore a 7 anni possono essere somministrate 2 gocce.

La soluzione di diossidina è raccomandata per l'uso in un nebulizzatore, un dispositivo speciale per condurre l'inalazione di vapore a casa. Per una procedura, puoi usare 4-5 ml di farmaci con una concentrazione dello 0,25%, trattare il rinofaringe 2 volte al giorno.

Effetti collaterali

Studi clinici hanno dimostrato che il farmaco provoca mutazione genetica nell'embrione. Pertanto, il medicinale è vietato per il trattamento delle donne durante la gravidanza. Tra le manifestazioni negative che si verificano nei pazienti quando si usano gocce di diossidina:

  • vertigini;
  • la comparsa di prurito sulle mucose dopo instillazione nel naso;
  • sentirsi deboli;
  • febbre con brividi.

Overdose

Secondo le istruzioni per l'uso, la dose massima della soluzione per un'applicazione non deve superare 0,3 g. Un effetto collaterale o un'allergia si manifesta con l'uso quotidiano del farmaco nella quantità di 0,6-0,7 grammi. I sintomi da sovradosaggio sono:

  • picchi di pressione sanguigna;
  • nausea;
  • vomito;
  • tachicardia.

Il sovradosaggio è pericoloso con danni alle ghiandole surrenali, sviluppo della loro disfunzione. Il paziente può sperimentare: annebbiamento della coscienza, ritmo cardiaco anormale, aumento del rischio di coma.

Interazioni farmacologiche con altri farmaci

Non ci sono informazioni affidabili sulla sicurezza e sulle reazioni chimiche del farmaco. Pertanto, i medici raccomandano ai pazienti di riferire sull'assunzione di farmaci per malattie croniche, ipertensione, allergie..

Gravidanza e allattamento

Il principio attivo nelle gocce di diossidina penetra facilmente nella barriera placentare attraverso il sistema circolatorio. Con un uso ripetuto, può provocare anomalie a livello genetico. Pertanto, non è raccomandato per il trattamento di donne in gravidanza in qualsiasi momento, non è usato per l'allattamento.

Condizioni di erogazione dalle farmacie

Le gocce di diossidina possono essere acquistate senza prescrizione medica.

Utilizzare per la sinusite

Nel trattamento di una forma acuta della malattia negli adulti e nei bambini di età superiore ai 12 anni, si consiglia di lavare con una composizione medicinale:

  • Naso libero di muco.
  • Diluire il medicinale ad una concentrazione dello 0,1% con acqua pura o soluzione salina.
  • Disegna il liquido in una siringa senza un ago appuntito.
  • Appoggiati alla vasca o al lavandino, inserisci con attenzione la siringa e dirigi la soluzione nella narice sotto pressione.
  • Soffia il naso accuratamente per rimuovere la composizione.

Condizioni e periodi di conservazione

In una fiala sigillata, il farmaco Diossidina può essere conservato per un massimo di 2 anni dalla data di produzione a temperatura ambiente non superiore a 25 ° C. Se il farmaco viene conservato in una stanza fresca, cambia la sua struttura e si cristallizza. Per ripristinare lo stato liquido, il farmaco viene riscaldato a bagnomaria.

Le gocce non contengono conservanti. Dopo aver aperto e preparato la soluzione, la fiala deve essere utilizzata completamente, non lasciare per la conservazione. Altrimenti, l'effetto curativo scompare.

Analoghi e costi

Se il paziente è allergico alla sostanza principale, è necessario selezionare un analogo che sia sicuro per il corpo. Tra i farmaci con un principio d'azione simile, spiccano:

Questi sono potenti antibiotici ad ampio spettro usati per trattare le malattie del rinofaringe con stafilococco, streptococco o Pseudomonas aeruginosa..

Il costo delle gocce medicinali La diossidina dipende dal dosaggio e dalla percentuale del componente principale.

Molte farmacie erogano il prodotto individualmente, consentendo al paziente di risparmiare sul trattamento.

Dioxidine

Prezzi nelle farmacie online:

La diossidina è un farmaco antibatterico.

Composizione e forma di rilascio di diossidina

La diossidina viene prodotta in fiale sotto forma di una soluzione per uso esterno e intracavitario dell'1%. Il principale ingrediente attivo del farmaco è l'idrossimetilquinoxilindossido. 1 fiala di diossidina contiene 100 mg di ingrediente attivo.

Azione farmacologica di diossidina

Secondo le istruzioni, la diossidina è un agente antibatterico correlato ai derivati ​​della chinoxalina. L'uso della diossidina ha attività chemioterapica in vari tipi di infezioni causate da dissenteria, Pseudomonas aeruginosa, Proteus vulgaris, Klebsiella, streptococchi, stafilococchi, salmonella.

L'uso della diossidina può contribuire allo sviluppo della resistenza ai farmaci dei batteri, pertanto durante il trattamento i dosaggi devono essere rigorosamente osservati. Il trattamento delle ferite purulente-necrotiche e delle ustioni contribuisce alla rapida pulizia delle superfici e ha un effetto benefico sul processo di guarigione.

Indicazioni per l'uso di diossidina

Secondo le istruzioni, la diossidina è prescritta per le infezioni batteriche purulente..

L'uso esterno di diossidina è consigliabile nei seguenti casi:

  • Ustioni infette;
  • Cellulite dei tessuti molli;
  • Ferite purulente con osteomielite;
  • Ulcere e ferite trofiche non cicatrizzanti a lungo termine;
  • Ferite profonde e superficiali di varia localizzazione.

La somministrazione intracavitaria di diossidina in fiale è indicata per:

  • Processi purulenti nella cavità addominale o toracica;
  • Ascessi polmonari, pleurite purulenta, cistite, peritonite, empiema pleurico, ferite profonde della cavità (mastite purulenta, ferite postoperatorie del tratto biliare e urogenitale, flemmone del tessuto pelvico, ascessi dei tessuti molli).

Uso efficace della diossidina nel naso con sinusite e rinite. Quando entra nei seni mascellari, il farmaco distrugge quasi tutti i batteri che causano l'infezione. In questo caso, lo sviluppo della sinusite si interrompe.

Controindicazioni

Secondo le istruzioni, la diossidina è controindicata in:

  • Gravidanza e allattamento;
  • Ipersensibilità al principio attivo del farmaco;
  • Insufficienza surrenalica.

La diossidina è prescritta con cautela in fiale per insufficienza renale.

Somministrazione di diossidina e regime posologico

La diossidina in fiale è destinata all'uso esterno o intracavitario. Di norma, il farmaco è prescritto in ambito ospedaliero.

Per uso esterno, utilizzare una soluzione dello 0,1-1% del farmaco. Per ottenere una soluzione allo 0,1-0,2%, è necessario diluire l'ampolla alla concentrazione richiesta con una soluzione isotonica sterile di cloruro di sodio.

Per il trattamento di ferite superficiali purulente e infette, è necessario applicare sulla ferita tovaglioli imbevuti di una soluzione allo 0,5-1% del farmaco. Le ferite profonde dopo il trattamento sono tamponate con tamponi inumiditi con una soluzione di diossidina all'1%.

Per il trattamento di ferite profonde con osteomielite, i bagni sono realizzati con una soluzione allo 0,5-1% del farmaco o la superficie della ferita viene trattata con una soluzione per 15-20 minuti, seguita da una medicazione sulla ferita imbevuta in una soluzione all'1% del farmaco.

Una soluzione del farmaco 0,5-1% viene utilizzata per la prevenzione delle infezioni nel periodo postoperatorio.

Il trattamento con diossidina può essere effettuato quotidianamente per 1,5-2 mesi.

Con la somministrazione intracavitaria, la soluzione di diossidina viene iniettata nella cavità purulenta mediante una siringa, un tubo o un catetere. Il dosaggio giornaliero massimo è di 70 ml di una soluzione all'1%.

Di norma, la diossidina viene somministrata 1 volta al giorno, ma è consentita anche la doppia somministrazione del farmaco se indicato. Il trattamento continua per tre settimane..

La diossidina nel naso viene utilizzata quando si sospetta la rinite allergica o vasomotoria o quando vi è motivo di sospettare una sinusite. La diossidina viene instillata nel naso nella quantità di poche gocce in ciascuna narice più volte. Le gocce di diossidina riducono il tempo di trattamento, prevengono le complicanze e non seccano la mucosa nasale.

Effetti collaterali di diossidina

La diossidina, quando somministrata per via intracavitaria, può causare brividi, mal di testa, disturbi dispeptici, febbre, reazioni allergiche, convulsioni, fotosensibilizzazione.

Se applicata localmente, la diossidina può provocare dermatite peri-ferita.

Informazioni aggiuntive

Secondo le istruzioni, la diossidina deve essere somministrata solo agli adulti. Prima di iniziare il corso del trattamento, è necessario verificare l'assenza di ipersensibilità introducendo 10 ml di soluzione nella cavità. Se gli effetti collaterali non si sviluppano entro 3-6 ore, puoi iniziare un trattamento del corso.

L'insufficienza renale cronica richiede una riduzione della dose di diossidina.

La diossidina appartiene all'elenco dei farmaci B con prescrizione medica. La durata raccomandata è di due anni.

Diossidina - istruzioni per l'uso nel naso e nell'orecchio per bambini e adulti (fiale)

Il farmaco Diossidina ha un elevato effetto antimicrobico, che si manifesta sotto forma di un effetto distruttivo di una vasta gamma di microrganismi patogeni (batteri gram-positivi e gram-negativi).

In relazione ad alcuni ceppi della flora patogena, al farmaco vengono assegnate proprietà chemioterapiche. Il farmaco è generalmente disponibile e può essere facilmente acquistato dalla farmacia senza prescrizione medica..

Informazioni generali sul farmaco, indicazioni

La diossidina è un agente battericida sintetico che viene utilizzato nel trattamento di patologie purulente e infettive. Di solito il farmaco viene utilizzato esternamente, tuttavia, se necessario, sono consentiti lavaggio intracavitario e somministrazione endovenosa.

La medicina liquida viene erogata in fiale di vetro trasparente. Se lo guardi visivamente, puoi notare una tinta giallastra, la soluzione non contiene sospensioni e sedimenti. La diossidina non ha odore caratteristico, ha un sapore amaro.

L'idrossimetilquinoxilindossido (nome completo del farmaco) è altamente tossico, pertanto, prima di utilizzarlo, è necessario consultare il proprio medico!

La diossidina ha un effetto dannoso sulle cellule patogene inibendo la formazione del DNA, mentre non influisce sulla produzione di RNA e proteine. Inoltre, il principale ingrediente attivo distrugge la struttura microbiologica (membrana e nucleotidi, che svolgono un ruolo importante nella formazione di energia intracellulare).

Il farmaco è ampiamente usato in medicina grazie alla sua efficace soppressione della flora patogena in condizioni anossiche.

Altri agenti antibatterici non hanno l'effetto descritto, quindi il loro uso, rispetto alla diossidina, non ha un effetto così pronunciato. Il farmaco stimola la produzione di radicali liberi, in particolare le specie reattive dell'ossigeno (le particelle contengono un elettrone libero a livello elettronico esterno). Questo meccanismo è alla base delle qualità antibatteriche del farmaco liquido..

Il farmaco penetra liberamente nel cervello attraverso la barriera fisiologica tra la rete del plesso sanguigno e il sistema nervoso centrale. Se applicato esternamente, la diossidina viene quasi completamente assorbita dalla superficie della ferita (questo deve essere preso in considerazione nel trattamento complesso per evitare il sovradosaggio) ed è escreto dal corpo (fino all'85%) attraverso il sistema urinario.

Quando si utilizza il farmaco per via endovenosa, un'alta concentrazione della sostanza di base può persistere nelle urine durante il giorno. Tuttavia, la diossidina non si accumula nel corpo.

Il farmaco viene utilizzato come trattamento indipendente o combinato con altri farmaci, compresi gli antibiotici (la reazione crociata si verifica in casi molto rari). La diossidina dimostra un buon successo nella lotta contro quegli organismi patogeni che in precedenza erano stati "sterminati" senza successo da altri agenti antimicrobici.

A causa delle proprietà tossiche, l'uso del farmaco è raccomandato solo sotto la diretta supervisione di operatori sanitari in ambito ospedaliero. Tuttavia, molti medici prescrivono la diossidina anche ai bambini in trattamento ambulatoriale (domiciliare)..

Tavolo. L'essenza terapeutica dell'uso di diossidina.

Il tipo di somministrazione di farmaciElenco di patologie per le quali è raccomandato un farmaco antimicrobicoPrincipali indicazioni per l'uso
Somministrazione endovenosa (flebo) (soluzione al 5%)Infezione generale del corpoSepsi grave, cancrena purulenta, a volte per prevenire l'avvelenamento del sangue postoperatorio
Lavaggio intracavitario (soluzione all'1%)Infusione di liquido attraverso uno scarico, un catetere, una siringa o una pipetta. L'organo della cavità viene lavato se è presente un'infezione.Pleurite, cistite, ascesso polmonare, infezione dei dotti biliari, danno agli organi addominali, complicato da peritonite. Nella pratica ORL - lavaggio dei seni ("cuculo") e tappi purulenti nell'orofaringe, instillazione nell'orecchio per otite media, nel naso - per rinite batterica
Applicazione esterna (unguento o lozioni all'1%)Trattamento delle superfici delle ferite, focolai purulenti sulla pelleCondizioni di ustioni, ferite profonde, ulcere trofiche, osteomielite, flemmone

Istruzioni per l'uso Dioxidin in fiale per inalazione

Non tutti sanno che la diossidina può essere utilizzata come inalazione. Questa procedura contribuisce alla disinfezione della mucosa dell'orofaringe e della cavità nasale, portando così alla rimozione dell'infiammazione e al ripristino dei tessuti edematosi.

Diossidina per inalazione viene utilizzata per le seguenti malattie:

  • tracheiti;
  • bronchite;
  • pleurite purulenta;
  • ascesso ed enfisema del polmone;
  • rinite cronica, adenoidite, infiammazione dei seni mascellari.

Per il trattamento del sistema respiratorio, vengono utilizzati 0,5% (proporzione con soluzione salina 1: 2) e 1% (proporzione 1: 4) soluzione di diossidina.

Alcuni pediatri praticano tali inalazioni per i bambini. A causa dell'elevata tossicità del farmaco, l'uso di questo trattamento deve essere prudente. Pertanto, la soluzione risultante dovrebbe avere una concentrazione "indebolita" di due o anche tre volte (0,5% di diossidina 1 ml, soluzione salina - 4 o 6 ml).

Applicazione di diossidina nel naso per bambini e adulti

L'instillazione nella cavità nasale con il farmaco favorisce un rapido recupero. Le proprietà battericide di un farmaco liquido riducono il numero di colonie patogene e ciò contribuisce alla liquefazione e al deflusso del contenuto di mucose.

  • La diossidina in fiale (nel naso) per gli adulti deve essere utilizzata 1%, per gli adolescenti - 0,5%. Per i bambini di età inferiore ai due anni, il farmaco è strettamente controindicato.!
  • L'istruzione dello 0,5% di diossidina in fiale nel naso (per un bambino) informa che il medicinale deve essere diluito con soluzione salina in un rapporto di 1: 2.

Instillare in ogni passaggio nasale due gocce tre volte al giorno, il corso deve essere continuato per non più di cinque giorni. Non vale la pena conservare la diossidina in fiale dopo aver subito la terapia, poiché quando viene aperta perde le sue proprietà medicinali. Durante il trattamento, l'apertura capacitiva deve essere coperta con un batuffolo di cotone sterile.

Molto spesso la diossidina viene utilizzata nel naso dei bambini come parte di gocce complesse. Il farmaco risultante mostra contemporaneamente vasocostrittore, antistaminico e azione antibatterica..

1. Diossidina (5 ml) + Idrocortisone (2 ml) + Farmazolina (5 ml)
2. Diossidina (5 ml) + Idrocortisone (1 ml) + Mezaton (1 ml)
3. Diossidina (5 ml) + Galazolina (5 ml) + Desametasone (2 ml)

Diossidina: nell'orecchio

Molti di noi, che almeno una volta nella vita hanno riscontrato otite media, sanno che questa malattia deve essere trattata nelle fasi iniziali. Altrimenti, la patologia minaccia una violazione della chiarezza uditiva e, nei casi più gravi, è possibile una penetrazione del pus nella regione del cervello.

La diossidina in fiale nell'orecchio per adulti e bambini viene utilizzata per l'otite media batterica. Per massimizzare l'effetto del trattamento, è necessario attenersi rigorosamente al regime terapeutico. Innanzitutto, è necessario riscaldare la cavità dell'orecchio per cinque minuti utilizzando un impacco caldo (37 gradi).

Quindi pulire il condotto uditivo e gocciolare 5-6 gocce di perossido di idrogeno. Dopo il "sibilo", rimuovere con cura l'umidità residua con un batuffolo di cotone. Ripeti la procedura 3-4 volte. Dopo tutto questo, gocciola la diossidina nell'orecchio (3-4 gocce).

A causa del fatto che l'orecchio e il naso hanno una struttura anatomica "comunicante", si raccomanda che l'agente antimicrobico goccioli parallelamente nella cavità nasale, anche se non c'è naso che cola. Ciò accelererà notevolmente il recupero..

Controindicazioni ed effetti collaterali Diossidina

Il farmaco è controindicato nei pazienti che hanno precedentemente manifestato reazioni avverse all'idrossimetilquinoxilindossido. Inoltre, la diossidina non è prescritta per le donne in gravidanza, in allattamento e con insufficienza surrenalica precedentemente diagnosticata.

Con cautela, "attribuiscono" a bambini e pazienti che soffrono di patologia del sistema urinario (il trattamento deve essere effettuato in ospedale).

I possibili effetti collaterali includono:

  • aumento della temperatura corporea;
  • brividi;
  • mal di testa;
  • nausea;
  • reazioni allergiche sotto forma di una piccola eruzione cutanea, macchie rosse, in rari casi - edema di Quincke.

L'articolo è solo a scopo informativo! Se usato in modo errato, la diossidina può causare una reazione negativa, che non avrà il miglior effetto sulle condizioni generali del corpo..

Il rinvio tempestivo al medico, l'adempimento di tutte le prescrizioni terapeutiche e i test di laboratorio è la chiave per un rapido recupero..