loader

Principale

Bronchite

Perché l'angina è pericolosa durante la gravidanza nel primo trimestre?

L'angina durante la gravidanza nel primo trimestre è particolarmente pericolosa, poiché durante questo periodo si verifica la formazione e la formazione dei principali organi e sistemi dell'embrione. Qualsiasi malattia durante la gravidanza ha conseguenze negative. Compresa la tonsillite. Non solo la malattia stessa può causare intossicazione fetale, ma anche quei farmaci che vengono utilizzati per il trattamento.

Tipi di infezioni e loro impatto

Le infezioni intrauterine, in cui il corpo della madre è la fonte di infezione del feto, portano a:

  • alla nascita di un bambino morto nel 15-17%;
  • a manifestazioni di morbilità neonatale precoce nel 5-27%.

In altri casi, un risultato favorevole è dovuto all'azione congiunta del sistema immunitario del feto e della madre. La patologia fetale causata dall'infezione intrauterina può essere provocata da circa 30 tipi di batteri, virus, 6 tipi di funghi e 4 tipi di protozoi. L'angina all'inizio della gravidanza può essere causata da:

  • adenovirus;
  • virus dell'influenza;
  • coronavirus;
  • herpesvirus.

Muffe, funghi candida, protozoi (micoplasmi, clamidia), Pseudomonas aeruginosa ed Escherichia coli, ecc. Diventano agenti patogeni. a seconda della patogenicità e della localizzazione, possono causare diversi tipi di tonsillite:

Con un trattamento prematuro o inadeguato, la tonsillite acuta può causare gravi complicazioni in una donna, provocare congelamento fetale e aborto spontaneo.

Il meccanismo di influenza della patologia

Nella pratica ostetrica, si osserva che non vi è alcuna correlazione tra la gravità delle manifestazioni della patologia nella madre e nel feto. Ad esempio, un decorso asintomatico o lieve dell'angina può causare anomalie fetali incompatibili con la vita. Questo fenomeno è spiegato dai diversi livelli di suscettibilità dei tessuti embrionali a vari agenti patogeni infettivi..

Il rischio di sviluppare patologie fetali all'inizio della gravidanza è anche spiegato dal fatto che i tessuti in via di sviluppo hanno una maggiore velocità e intensità energetica dei processi che si verificano in essi, che è un ambiente eccellente per i microrganismi patogeni per la vita. Oltre ai patogeni stessi, il feto ha un effetto dannoso:

  • tossine prodotte da microrganismi patogeni;
  • prodotti di decomposizione durante la morte di microrganismi;
  • sostanze sintetizzate durante i disordini metabolici nel corpo materno;
  • ipertermia che accompagna la tonsillite acuta;
  • ipossia dovuta a insufficiente afflusso di sangue.

Le conseguenze di un mal di gola dipendono dall'età gestazionale. Tuttavia, nel 1o trimestre di gestazione (nel periodo di embriogenesi e sviluppo placentare), non possono verificarsi danni a ovulo, embrione e feto precoce. Ciò è dovuto al fatto che fino a 14 settimane l'embrione manca di strutture che interagiscono con l'agente infettivo..

L'assenza del sistema immunitario durante questo periodo di gestazione è accompagnata dall'assenza di cellule immunocompetenti, immunoglobuline endogene, un meccanismo di distruzione del corpo microbico dipendente dal complemento. Nonostante il fatto che l'istituzione di formazioni immunitarie avvenga nelle prime fasi dell'embriogenesi (4-5 settimane), la protezione del feto viene effettuata nel primo periodo di gestazione da cellule immunitarie e anticorpi che migrano attraverso la placenta dal corpo della donna.

I linfociti fetali nel primo periodo dell'ontogenesi sono coinvolti nella soppressione degli ausili T materni, che riflette l'orientamento soppressivo del sistema immunitario. Pertanto, lo stato del sistema immunitario di una donna incinta nelle prime fasi della gestazione è di grande importanza. Quanto prima un agente infettivo viene introdotto in un feto non protetto, tanto più gravi sono le conseguenze dell'infezione.

Conseguenze dell'infezione in diverse fasi della gestazione

Se l'infezione si è verificata durante la fecondazione, potrebbe verificarsi la morte dello zigote. Nelle prime fasi dell'embriogenesi e durante il periodo di placentogenesi (da 6 giorni a 8 settimane), l'angina può portare a deformità, sviluppo di insufficienza placentare o morte dell'embrione. Nelle prime settimane di gravidanza, l'effetto patogeno di un agente infettivo porta al verificarsi di cosiddette pseudo-deformità, allo sviluppo di cambiamenti sclerotici nei tessuti e negli organi del feto.

La malattia di una donna incinta alla fine del primo trimestre di gestazione può portare a disturbi negli organi già formati. Nel secondo trimestre, il feto reagisce all'introduzione dell'infezione in un modo peculiare, vale a dire l'insorgenza di infiltrazioni di leucociti, cambiamenti nei tessuti e una violazione della regolazione umorale.

Modi di infezione

Con l'angina, l'agente infettivo entra nel feto principalmente attraverso la via ematogena. Un focus purulento-infiammatorio nel corpo della madre contribuisce alla penetrazione di infezioni e tossine nella circolazione sistemica, da dove entrano nel liquido amniotico e nel sistema circolatorio fetale attraverso la placenta.

Si verifica un danno generalizzato ai sistemi fetali e alla sepsi intrauterina. Colpendo la parte fetale della placenta e violando la barriera placentare, l'agente infettivo viene introdotto nella circolazione sistemica del feto, quindi si diffonde nei tessuti secondo il principio del tropismo. L'angina nel primo trimestre di gravidanza può portare alle seguenti anomalie nel feto:

  • micro e idrocefalo;
  • calcificazione intracranica;
  • anomalie dello sviluppo degli arti;
  • patologie del sistema cardiovascolare.

La patologia può manifestarsi sia immediatamente alla nascita che avere conseguenze a lungo termine. L'inizio della pielonefrite cronica o del diabete mellito giovanile è spiegato dall'introduzione dell'infezione da enterovirus.

L'organismo in gravidanza subisce una serie di cambiamenti adattativi. Una diminuzione del livello di immunità durante la gestazione è dovuta a una diminuzione del rischio di sviluppare processi autoimmuni e il rifiuto del feto come organismo estraneo. Durante questo periodo, il corpo della donna è indifeso, la penetrazione di un agente infettivo che causa mal di gola può essere sia dall'esterno, da una persona malata, sia dall'interno, da un focus di infiammazione cronica.

Fattori predisponenti della malattia

L'immunodeficienza fisiologica rende il corpo di una donna molto sensibile non solo alle infezioni, ma anche a fattori esterni come l'ipotermia. I seguenti fattori contribuiscono al verificarsi dell'angina:

  • la presenza di focolai cronici di infezione (carie, rinite, sinusite, ecc.);
  • violazione dell'integrità delle tonsille;
  • la curvatura del setto nasale e lo sviluppo di processi infiammatori in questo contesto;
  • reazioni allergiche accompagnate da febbre da fieno;
  • ipotermia;
  • aumento della secchezza dell'aria inalata;
  • vivere in condizioni sfavorevoli per l'ambiente.

Conoscendo una possibile infezione, una donna dovrebbe prendere misure per prevenire infetti e raffreddori, sullo sfondo del quale può svilupparsi l'angina, cercare prontamente un aiuto medico quando si verificano i primi sintomi della malattia. Un atteggiamento frivolo nei confronti dell'angina può portare a gravi patologie non solo del feto, ma anche della donna incinta.

Sintomi di patologia

Per rispondere in modo tempestivo all'insorgenza della malattia, una donna dovrebbe sapere quali sintomi accompagnano la malattia. Nelle prime fasi della gestazione, l'angina può verificarsi in una forma lubrificata o asintomatica, dovuta all'immunodeficienza fisiologica, poiché le forze del corpo mirano a mantenere la gravidanza e non a formare una risposta adeguata all'invasione di un agente infettivo. L'inizio asintomatico dell'angina può successivamente portare a una complicazione del suo decorso, che è accompagnata dai seguenti sintomi:

  • un forte aumento della temperatura corporea ai valori subfebrilici:
  • dolore alla gola, che è caratterizzato da un aumento della gravità;
  • difficoltà a deglutire;
  • iperemia ed edema delle tonsille con l'apparenza di una placca bianco-gialla sulla loro superficie;
  • manifestazioni generali di una condizione febbrile;
  • diminuzione dell'appetito, nausea;
  • indolenzimento dei linfonodi regionali.

Diversi tipi di mal di gola differiscono nei cambiamenti che si verificano nelle tonsille. Con l'angina follicolare, sulla superficie delle tonsille compaiono punti di placca separati e, con una forma lacunare, la placca copre completamente la ghiandola, formando un film. Il tipo necrotico di patologia è accompagnato dalla distruzione (necrotizzazione) del tessuto tonsillare.

Il mal di gola erpetico è accompagnato da eruzioni cutanee, disturbi dispeptici, dolore muscolare. Quasi tutti i sintomi si osservano nella forma ulcerosa membranosa della patologia. Nonostante la gravità della malattia, può manifestarsi solo come mal di gola. È impossibile determinare in modo indipendente il tipo di mal di gola e il tipo di agente infettivo. Pertanto, è necessario consultare immediatamente un medico per eseguire misure diagnostiche e chiarire la diagnosi. L'angina che si sviluppa durante la gravidanza ha una serie di caratteristiche nel trattamento della patologia.

Caratteristiche del trattamento sistemico della malattia

Il trattamento di una donna incinta con qualsiasi patologia dovrebbe essere il più delicato possibile, poiché la maggior parte dei farmaci ha un effetto dannoso sul feto. Tuttavia, il trattamento del mal di gola batterico è impossibile senza la nomina di antibiotici. Pertanto, il compito del medico curante è quello di scegliere un medicinale che non influisca sul feto. Il gruppo più sicuro di antibiotici sono:

  • Suprax, Cefazolin, Zinnat, Cefepim, Zinacef;
  • Azitromicina, Claritromicina, Emocina, Sumamed, Eritromicina, Rovamicina;
  • Ampicillina, Amoxiclav, Flemoklav, Oxacillin.

Questi antibiotici sono ammessi durante la gravidanza. Ma possono essere prescritti da un medico solo dopo aver deciso che è impossibile curare l'angina senza di loro. Nel trattamento del mal di gola catarrale, il medico può prescrivere clorofillio, che non contiene componenti sintetici e può anche essere prescritto ai bambini. O Miramistin ed Hexoral, che sono raccomandati per mal di gola e mal di gola per le donne in gravidanza.

Per ridurre la temperatura corporea, si raccomandano i preparati di paracetamolo, poiché i farmaci a base di acido acetilsalicilico sono controindicati durante la gravidanza. Non è raccomandato l'uso di integratori alimentari, poiché non vi sono dati provenienti da studi clinici sull'effetto dei farmaci sul corpo di una donna incinta o del feto. Non automedicare. Poiché i metodi alternativi possono anche avere effetti collaterali e spesso non ci sono dati sull'effetto delle erbe sul feto.

Viene mostrata una bevanda abbondante. Nel primo trimestre, non vi è ancora alcun rischio di sviluppare edema e il liquido pulirà il corpo dalle tossine e ripristinerà l'equilibrio idrico alle alte temperature. Una donna incinta dovrebbe prestare attenzione all'alimentazione. Non dovresti forzare a mangiare con il pretesto della necessità di nutrire il feto se la donna non lo desidera. Cibo e bevande devono essere a una temperatura confortevole, non irritante per la gola e facilmente assorbibili. È necessario introdurre complessi vitaminici e minerali per mantenere la forza.

I medici non raccomandano nemmeno il trattamento omeopatico, poiché con l'angina non è sempre efficace, ma può aumentare il carico di droga sul corpo della donna. Devi anche stare attento quando scegli le losanghe per succhiare. Puoi usare Faringosept, Lizobact, Chlorophyllipt, Laripront, Travisil vegetale, Imudon. Ma il loro uso deve anche essere concordato con il medico. La terapia del mal di gola purulenta dovrebbe avvenire solo su raccomandazione di un medico, l'automedicazione può portare alla sepsi.

Terapie locali

Il trattamento locale della malattia dovrebbe includere il trattamento delle ghiandole con antisettici: clorofillio, stomatodina, soluzione di perossido di idrogeno, clorexidina. I gargarismi danno un buon risultato. Puoi preparare decotti di erbe medicinali (camomilla, salvia, piantaggine, calendula, harmala, petto peloso, corteccia di quercia, ecc.).

Puoi preparare una soluzione di risciacquo da preparati farmaceutici (un complesso di estratti di erbe Rotokan o il farmaco antibatterico Furacilin). Puoi sciacquare con mezzi già pronti per disinfettare la gola Miramistin e Clorexidina. Il risciacquo all'inizio della malattia deve essere eseguito ogni 2 ore, quindi è possibile ridurre la procedura a 3 volte al giorno fino al completo recupero..

Il primo trimestre di gravidanza è un periodo molto importante nella formazione del feto, quindi non puoi tollerare la malattia alle gambe e ignorare le raccomandazioni del medico. È necessario rispettare il riposo a letto, evitare lo stress, trattare l'angina in modo completo, usando farmaci sistemici e locali.

Quali metodi sono vietati

Durante la gravidanza, non è possibile utilizzare non solo antibiotici del gruppo di fluorochinoloni e farmaci della serie tetraciclina, soluzioni locali contenenti iodio, ma anche procedure di fisioterapia. Le donne in gravidanza non devono eseguire procedure termiche: impacchi caldi, intonaci di senape, pediluvi caldi. Il surriscaldamento, anche localizzato, può diffondere l'infezione o causare un aborto spontaneo.

I farmaci correttamente selezionati, il dosaggio e il corso del trattamento garantiscono un risultato favorevole. Per fare ciò, si raccomanda che quando compaiono i primi segni della malattia, consultare immediatamente un medico che, sulla base dei risultati dell'esame diagnostico passato, prescriverà il trattamento corretto e competente..

Angina durante la gravidanza nel primo trimestre

L'angina è una malattia infettiva acuta in cui si infiammano gli elementi dell'anello faringeo e delle tonsille palatine. Un altro nome per questa patologia è la tonsillite acuta. La comparsa di mal di gola nel primo trimestre di gravidanza minaccia gravi complicazioni e aumenta il rischio di un risultato sfavorevole sia per la donna che per il suo bambino.

Le ragioni

L'angina è una malattia infettiva. Nel 90% dei casi, l'agente causale della tonsillite acuta è lo streptococco b-emolitico di gruppo A (GABHS). Molto meno spesso, l'esame rivela Staphylococcus aureus, pneumococco o altri microrganismi. La flora patogena mista (infezione mista) spesso diventa il colpevole dell'angina..

L'angina può anche essere di origine virale. Gli agenti causali della malattia sono virus Coxsackie, herpes, adenovirus. In rari casi, i funghi simili al lievito del genere Candida si trovano in combinazione con altri microrganismi patogeni.

Fattori di rischio per lo sviluppo di mal di gola:

  • ipotermia;
  • lesione alle tonsille;
  • violazione della respirazione nasale;
  • esacerbazione delle malattie croniche, con conseguente riduzione dell'immunità generale e locale;
  • processi infiammatori cronici nella cavità orale (tonsillite cronica, carie dentale);
  • vivere in una zona ecologicamente sfavorevole (aria inquinata);
  • eccessiva aria secca.

La gravidanza stessa è un serio fattore stimolante per lo sviluppo di tonsillite acuta. È noto che durante l'attesa di un bambino, il sistema immunitario di una donna cessa di far fronte al suo carico. C'è un indebolimento fisiologico delle difese del corpo. In questo contesto, possono insorgere facilmente qualsiasi processo infettivo, inclusa la tonsillite. Dopo la nascita di un bambino, l'immunità nella maggior parte dei casi viene ripristinata entro i prossimi 6 mesi..

I meccanismi di sviluppo dell'angina

La penetrazione di microrganismi patogeni avviene attraverso il tratto respiratorio superiore. Il focus primario dell'infiammazione si forma nel tessuto linfoide del rinofaringe. Spesso, l'angina si verifica poco dopo aver subito un'infezione virale respiratoria acuta a seguito di una naturale riduzione dell'immunità. La maggior parte degli agenti causali di ARVI noti riduce le proprietà protettive della mucosa orale e favorisce la penetrazione di altri microrganismi in quest'area.

GABHS è un microrganismo che si trova più spesso nell'angina. Questi batteri hanno la proprietà unica di essere fissati sulla superficie delle tonsille e di altri elementi del tessuto linfoide della cavità orale. Gli streptococchi secernono una tossina speciale che aumenta la suscettibilità di una persona a questo microrganismo, che provoca lo sviluppo di tutti i sintomi dell'angina e delle sue complicanze.

L'azione dello streptococco b-emolitico non si limita alla cavità orale. Le tossine che entrano nel flusso sanguigno interrompono il funzionamento di tutti gli organi interni. Il massimo impatto ricade sul sistema cardiovascolare e nervoso, nonché sugli organi del tratto urinario. Vengono attivati ​​processi autoimmuni, portando alla sintesi di anticorpi aggressivi che agiscono contro il proprio corpo. È così che si sviluppano tutte le gravi complicanze del mal di gola da streptococco: reumatismi, glomerulonefrite, miocardite e altri..

GABHS è l'agente causale non solo del mal di gola, ma anche della scarlattina. La scarlattina è più comune nell'infanzia. Le donne incinte di solito hanno già l'immunità contro questa malattia. Quando si incontrano di nuovo con streptococco, sviluppano angina specifica. La scarlattina è estremamente rara durante la gravidanza..

L'angina si sviluppa non solo con infezione esogena (esterna), ma anche con infezione endogena (interna). Questo è possibile nelle donne con tonsillite cronica. Sullo sfondo di una diminuzione delle difese del corpo, viene attivata la propria infezione e compaiono tutti i sintomi dell'angina. Abbastanza spesso, la tonsillite cronica si aggrava nel primo trimestre di gravidanza, anche nelle primissime fasi subito dopo aver concepito un bambino.

Sintomi

Il periodo di incubazione per l'angina dura dalle 12 alle 72 ore ed è determinato dal tipo di agente patogeno. L'inizio della malattia è sempre acuto. La temperatura corporea aumenta, c'è un forte mal di gola (specialmente durante la deglutizione). I linfonodi cervicali sono ingranditi. La gravità delle manifestazioni dell'angina dipenderà dalla forma della malattia e dalla reattività generale del corpo..

Esistono diversi tipi di angina:

catarrale

  • febbre moderata;
  • debolezza generale, brividi, malessere;
  • mal di gola e secchezza;
  • ingrossamento e forte dolore dei linfonodi cervicali.

Con l'angina catarrale, le tonsille palatine aumentano di dimensioni. C'è iperemia diffusa (arrossamento), edema. Una placca purulenta appare sulla superficie delle tonsille. L'iperemia può essere limitata solo al tessuto delle tonsille o diffusa al palato molle e duro, nonché alla parte posteriore della faringe. Il decorso è favorevole, tutti i sintomi scompaiono entro 1-3 giorni con un trattamento adeguato. In caso di terapia inadeguata, il mal di gola catarrale può assumere un'altra forma.

Follicolare

  • aumento della temperatura corporea a 39 ° C e oltre;
  • segni pronunciati di intossicazione generale: debolezza, brividi, mal di testa e dolore muscolare;
  • forte dolore durante la deglutizione;
  • difficoltà a deglutire il cibo;
  • ingrossamento e forte dolore dei linfonodi cervicali.

La condizione di una donna incinta con angina follicolare è significativamente compromessa. All'esame sono visibili tonsille palatine ingrossate e gonfie, palato molle e archi palatini. I follicoli purulenti - piccole vescicole giallastre - si formano sulle tonsille. I follicoli sono aperti, ma la placca purulenta non va oltre le tonsille. Il recupero avviene dopo 5-7 giorni con una terapia tempestiva.

cassettone

I sintomi del mal di gola lacunare sono simili alle manifestazioni della forma follicolare della malattia. Le condizioni della donna sono gravi, la temperatura corporea sale spesso a 40 ° C. Una fioritura purulenta giallastra e un film sottile appaiono sulla superficie delle tonsille. La placca non va oltre le tonsille e può essere facilmente rimossa con una spatola. Durata della malattia - fino a 7 giorni.

fibrinoso

La tonsillite fibrinosa si sviluppa come una complicazione di altre forme della malattia. Le condizioni generali della donna sono disturbate e persiste un forte mal di gola. La placca purulenta si estende oltre le tonsille, diffondendosi al palato molle e duro. Lo sviluppo di gravi complicanze nei primi giorni della malattia, fino al danneggiamento delle membrane del cervello, è possibile.

flemmonosa

La tonsillite flemmonica è un ascesso intratonsillare e si presenta come una complicazione di altre forme di tonsillite acuta. Estremamente raro durante la gravidanza.

  • grave mal di gola durante la deglutizione, la conversazione;
  • posizione forzata della testa;
  • trisma dei muscoli masticatori (incapacità di aprire la bocca);
  • temperatura corporea elevata;
  • indolenzimento dei linfonodi regionali.

Con angina flemmona, la lesione è generalmente unilaterale. C'è uno scioglimento dei tessuti della tonsilla, edema, spostamento dell'ugola verso il lato sano. I fattori predisponenti per lo sviluppo del mal di gola flemmonico includono il fumo di tabacco. Trattamento chirurgico: apertura dell'ascesso e lavaggio della cavità con farmaci antibatterici.

herpangina

Il mal di gola erpetico si verifica quando gli enterovirus sono interessati. I principali sintomi della tonsillite acuta sono uniti da segni di danno al tratto digestivo (nausea, vomito, dolore addominale). Caratterizzato da un aumento della temperatura corporea a 39-40 ° C, pronunciati segni di intossicazione generale del corpo. La corrente è favorevole. Con una terapia adeguata, il recupero avviene 3-5 giorni dopo l'insorgenza della malattia.

Complicanze della gravidanza e conseguenze per il feto

Molte malattie infettive si verificano molto presto durante la gravidanza. Poco dopo il concepimento del bambino, lo sfondo ormonale cambia e le difese del corpo diminuiscono naturalmente. La soppressione dell'immunità è necessaria per consentire a una donna di sopportare e dare alla luce un bambino. Altrimenti, il corpo della futura madre percepirà l'embrione come un agente straniero, che porterà inevitabilmente ad un aborto spontaneo..

Abbastanza spesso, il mal di gola si verifica entro 2-4 settimane, anche prima che le mestruazioni attese siano ritardate. Durante questo periodo, molte donne non conoscono ancora l'inizio della gravidanza e non associano il malessere che è sorto al concepimento di un bambino. Spesso, la futura mamma inizia a prendere antibiotici e altri potenti farmaci che possono influenzare lo sviluppo dell'embrione. Tale terapia per un massimo di 4 settimane può portare ad aborto spontaneo o alla formazione di malformazioni congenite del feto..

Anche l'angina, che si manifesta in un periodo di 4-12 settimane, non è molto favorevole per una donna e il suo bambino. Durante questo periodo, la futura mamma di solito già conosce il suo cambiamento di posizione e non assumerà farmaci vietati nelle prime fasi della gravidanza. Ma anche una terapia adeguata non garantisce un esito favorevole alla gravidanza. I batteri e i virus che sono penetrati nell'embrione possono interrompere il suo normale sviluppo e portare alla formazione di difetti degli organi interni incompatibili con la vita. Più breve è il periodo di gestazione, maggiore è la probabilità di un esito avverso per il feto..

L'elevata temperatura corporea e l'intossicazione generale del corpo sono un altro fattore sfavorevole che interferisce con il normale corso della gravidanza. È noto che un aumento della temperatura superiore a 37,5 ° C aumenta significativamente il rischio di aborto spontaneo fino a 12 settimane. L'aborto può verificarsi all'altezza del mal di gola o poche settimane dopo il recupero..

Nonostante tutti i possibili rischi, l'angina nelle prime fasi non è una ragione per un aborto indotto. È impossibile prevedere in anticipo in che modo la malattia influenzerà le condizioni della donna e del feto. In molti casi, la tonsillite scompare senza conseguenze significative per il bambino. La gravidanza in questo caso procede in modo sicuro e termina con la nascita di un bambino sano a tempo debito.

Come ridurre i rischi di effetti avversi sul feto?

  1. Prima di assumere qualsiasi farmaco, assicurati che non ci sia gravidanza - donare il sangue per hCG o fare un test a casa. Rilevante per le donne che intendono concepire un bambino.
  2. Se la gravidanza è confermata, non assumere alcun farmaco senza parlare con il medico. Molti farmaci sono vietati nel primo trimestre in quanto potenzialmente pericolosi per lo sviluppo del feto.
  3. Diffidare di usare la medicina tradizionale. Alcuni preparati a base di erbe possono causare aborti spontanei all'inizio della gravidanza.
  4. Applicare tutti i mezzi non farmacologici disponibili per alleviare l'angina (bere molti liquidi, riposo a letto, ecc.).
  5. Se la condizione peggiora e ci sono segni di una minaccia di interruzione della gravidanza (sanguinamento, dolore nella parte inferiore dell'addome), assicurarsi di consultare un medico.

Metodi di trattamento

Il trattamento dell'angina nel primo trimestre di gravidanza è associato a determinate difficoltà. Durante questo periodo, molti farmaci sono vietati per l'uso. Alcuni fondi sono in grado di provocare un aborto spontaneo, altri portano alla formazione di anomalie nello sviluppo degli organi interni del feto. L'assunzione di eventuali farmaci nelle prime fasi della gravidanza è possibile solo previo accordo con il medico.

La terapia del mal di gola viene di solito eseguita a casa. Il ricovero in ospedale è indicato solo nelle forme gravi di tonsillite acuta, nonché nello sviluppo di complicanze (incluso ostetrico). Per eliminare il processo infiammatorio nel rinofaringe, vengono prescritti farmaci antibatterici. Nel primo trimestre, è possibile utilizzare penicilline e cefalosporine come le più sicure per l'embrione. La scelta di un farmaco specifico, il dosaggio e la durata del ricovero sono determinati dal medico in base alla forma di mal di gola e alla gravità della condizione della futura mamma. Il corso del trattamento dura da 5 a 10 giorni.

Con febbre grave con brividi, vengono prescritti farmaci antipiretici (ibuprofene o paracetamolo). L'aspirina è vietata durante la gravidanza! I farmaci antipiretici devono essere assunti rigorosamente secondo le istruzioni e in nessun caso il dosaggio indicato deve essere superato. Il paracetamolo e l'ibuprofene hanno una proprietà spiacevole: possono provocare un aborto spontaneo nel primo trimestre di gravidanza. Ecco perché tali fondi sono prescritti solo a temperature corporee superiori a 38,5 ° C. Con la febbre moderata, è possibile rinunciare ai farmaci antipiretici.

Per la terapia locale vengono utilizzati spray o losanghe antisettici. La gamma di farmaci per il mal di gola nel primo trimestre di gravidanza è molto limitata. Lizobact, Laripront, Miramistin e alcuni altri mezzi sono approvati per l'uso. Prima di utilizzare qualsiasi farmaco, non sarà superfluo consultare un medico e leggere le istruzioni per il farmaco.

Nel primo trimestre di gravidanza, grande importanza è attribuita alla terapia non farmacologica. Con l'angina, le seguenti raccomandazioni aiuteranno ad alleviare la condizione:

  1. Bevi più liquidi: bevande alla frutta, bevande alla frutta, tè. Le bevande dovrebbero essere calde, ma non calde. Le bevande calde irritano la mucosa orale e peggiorano la condizione con l'angina.
  2. Mangia solo alimenti facilmente digeribili (preferibilmente sotto forma di cereali e purè di patate, in modo da non danneggiare la mucosa). Evita cibi piccanti, salati e speziati fino al completo recupero.
  3. Resta a letto se la temperatura corporea è alta.
  4. Non dimenticare di ventilare la stanza.
  5. Umidifica la stanza. L'aria secca irrita la mucosa rinofaringea e rallenta il recupero.
  6. Non dimenticare la pulizia quotidiana con acqua. In caso di malessere, affidare la pulizia al coniuge o ad altri parenti.

La prevenzione specifica dell'angina non è stata sviluppata. Per aumentare la resistenza generale del corpo, dovresti mangiare razionalmente durante la gravidanza, muoverti di più ed essere più spesso all'aria aperta. È necessario monitorare attentamente lo stato della cavità orale, per trattare i focolai di infezione cronica (compresi i denti cariati) nel tempo. Nel periodo autunno-inverno, per mantenere l'immunità, si consiglia di assumere vitamine complesse sviluppate appositamente per le donne in gravidanza.

Come e come trattare l'angina durante la gravidanza nel 1 °, 2 ° e 3 ° trimestre

L'angina durante la gravidanza è abbastanza comune, poiché il corpo è sottoposto a forte stress, a seguito del quale l'immunità diminuisce. L'angina è un mal di gola infettivo acuto o cronico che, se non adeguatamente trattato, porta allo sviluppo di altre gravi malattie. Durante la gravidanza, la difficoltà sta nel fatto che molti farmaci rimangono vietati e l'impatto negativo sullo sviluppo del bambino è grande..

Caratteristiche della malattia nelle donne in gravidanza

In ogni trimestre di gravidanza, può svilupparsi qualsiasi forma di angina: sia catarrale che batterica o purulenta. Gli agenti patogeni (stafilococchi, adenovirus, streptococchi) sono facilmente trasmessi dalle famiglie di contatto e dalle goccioline trasportate dall'aria.

Puoi distinguere il mal di gola dagli altri raffreddori con i seguenti segni:

  • aumento di temperatura elevata;
  • forte dolore, secchezza e mal di gola;
  • tosse secca;
  • ingrossamento dei linfonodi sottomandibolari o parotidi;
  • diminuzione del sonno, diminuzione dell'appetito, sonnolenza, apatia.

All'esame, un terapeuta o uno specialista in malattie infettive nota un mal di gola rosso, le tonsille aumentano di dimensioni, è facile notare una fioritura di tinta bianca o giallastra su di loro. Con una forma purulenta di mal di gola, è possibile rilevare anche focolai purulenti.

Durante il trattamento dell'angina durante la gravidanza, è necessario seguire rigorosamente tutte le raccomandazioni del medico. Non dovresti bere farmaci da solo e modificare il loro dosaggio. Solo un terapista e specialista in malattie infettive, tenendo conto della settimana di gravidanza, seleziona farmaci sicuri e calcola il dosaggio.

La terapia terapeutica della tonsillite non è completa senza antibiotici, composti disinfettanti per trattamento, irrigazione e risciacquo dell'orofaringe, fitoterapia.

Primo trimestre

I primi mesi di gravidanza sono caratterizzati dalla posa di importanti organi del feto e qualsiasi processo infettivo e infiammatorio nel corpo di una donna può interrompere questo processo. La gravidanza procede con complicazioni e continue minacce di aborto spontaneo.

L'angina durante la gravidanza durante il primo trimestre porta a una mancanza di ossigeno, si sviluppa l'ipossia fetale. Aumenta la probabilità di aborto spontaneo.

Un aumento della temperatura corporea superiore a 38,3 gradi porta a interruzioni nello sviluppo e nel funzionamento degli organi interni del bambino. Il travaglio può iniziare prematuramente a causa di distacco prematuro della placenta.

Quando vengono rilevati i primi sintomi della malattia, è necessario cercare l'aiuto di uno specialista. L'angina all'inizio della gravidanza è indesiderabile da trattare con antibiotici. Il medico selezionerà la terapia più sicura, ma solo se l'angina non è accompagnata da complicanze.

Secondo e terzo trimestre

In caso di mal di gola durante la gravidanza nel secondo e terzo trimestre, la minaccia per il nascituro rimane, sebbene non in misura così forte:

  • Esiste ancora il rischio di sviluppare una mancanza di ossigeno a causa di una violazione della distribuzione dell'afflusso di sangue.
  • Le tossine causano avvelenamento fetale.
  • La quantità di componenti nutrizionali che vengono consegnati al feto diminuisce e si verifica un ritardo nella sua crescita e sviluppo.

Il trattamento dell'angina nelle donne in gravidanza nel 2 ° e 3 ° trimestre viene effettuato con antibiotici della serie penicillina o cefalosporina.

Trattamento del mal di gola durante la gravidanza

Al fine di scegliere il metodo di trattamento corretto, viene fatta una diagnosi preliminare. Il medico esamina la gola del paziente, determina la condizione dei linfonodi al tatto, ascolta il torace e ascolta i principali disturbi. I risultati delle prove di laboratorio saranno sicuramente richiesti. Viene prelevato uno striscio dalla superficie delle tonsille per determinare l'agente patogeno e la sua sensibilità a un particolare gruppo di antibiotici. Un esame del sangue può aiutare a determinare l'estensione dell'infezione..

Il mal di gola è spesso trattato con agenti antibatterici..

Gli antibiotici meno sicuri ed efficaci per l'angina nelle donne in gravidanza sono: "Ampicillina", "Amoxicillina", "Azitromicina", "Eritromicina".

Prescrivere spray, compresse e pastiglie per una dissoluzione lenta ("Antiangin", "Lizobakt", "Hexaliz"). Disinfettano la superficie mucosa ed eliminano l'infiammazione.

Un metodo di trattamento approvato e provato è il risciacquo della bocca con erbe (fanno decotti a base di salvia, camomilla, calendula). Disinfetta le superfici, riduce l'infiammazione, allevia il dolore con la soluzione "Furacilin".

Terapia antibiotica

Quando si scelgono antibiotici per la tonsillite durante la gravidanza, si dovrebbe tenere conto della loro efficacia contro l'agente causale dell'infezione, nonché della gravità del decorso della malattia.

Le medicine non dovrebbero influenzare negativamente il feto.

I farmaci consentiti, che di solito sono prescritti per l'infiammazione delle tonsille, sono: "Amoxiclav", "Azithromycin", "Augmentin", "Vilprafen", "Rovamycin", "Flemoxin", "Zinnat", "Sumamed". I componenti attivi di questi farmaci non hanno un effetto negativo sullo sviluppo del bambino..

Il trattamento dell'angina con antibiotici della serie cefalosporina e penicillina viene effettuato solo in ospedale.

Nutrizione e cura

Nella fase acuta del mal di gola, si consiglia di sdraiarsi a letto e bere molti liquidi. La dieta dovrebbe contenere cibi fortificati. Inoltre, dovresti assumere un multivitaminico. Aiuteranno ad aumentare la resistenza del corpo all'angina. Il cibo dovrebbe essere frazionario, è meglio mangiare il cibo in una forma tritata, in modo da non ferire ancora una volta il mal di gola.

È meglio rifiutare cibi piccanti, acidi, salati, grassi e dolci, poiché aumentano ulteriormente l'irritazione del mal di gola e contribuiscono alla diffusione del processo infettivo. Non mangiare cibi troppo caldi.

Terapia locale

Pastiglie e pastiglie ("Lizobact", "Faringosept", "Imudon") aiutano a ridurre il dolore, distruggere i batteri e prevenirne l'ulteriore diffusione.

Le soluzioni tonsille aiutano a rimuovere la placca, disinfettare la superficie e ridurre l'area dell'infiammazione.

La benda viene avvolta attorno al dito, inumidita in una soluzione e la gola viene trattata. Antisettici validi e approvati sono: "Stomatidin", "Chlorophyllipt", "Lugol".

Uno spray locale consente di distribuire uniformemente la composizione e di combattere efficacemente l'agente causale della malattia: "Miramistin", "Stopangin", "Ingalipt".

  • Una soluzione di "Furacilin" aiuta ad accelerare il recupero, alleviare l'infiammazione e ridurre il dolore. Per prepararlo, è sufficiente sciogliere una compressa del farmaco in acqua.
  • Non è necessario diluire la soluzione di risciacquo con Stopangin prima dell'uso. 13 ml sono sufficienti per una procedura.
  • Il risciacquo con Miramistin aiuta. Prendi 12 ml di soluzione per un risciacquo.
  • Prescrivere il farmaco "Rotokan". Ci vorranno 5 ml di composizione per dissolversi in 180 ml di acqua.
  • La soluzione di soda è considerata efficace..

Il risciacquo regolare della gola con decotti di erbe farmaceutiche aiuta (calendula, camomilla, eucalipto, salvia sono considerati efficaci).

Mal di gola e gravidanza

Il calore nel corpo durante la gravidanza con angina a causa di un aumento della temperatura può causare anomalie fisiche e mentali nello sviluppo del bambino.

A temperature elevate, il sangue inizia ad addensarsi e circola più lentamente nel corpo. La quantità di ossigeno e sostanze nutritive che entrano nel feto attraverso la placenta è significativamente ridotta. L'ipossia si sviluppa. Pertanto, abbattere la temperatura non è solo possibile, ma necessario.

Un agente antipiretico dovrebbe essere assunto in caso di un forte aumento della temperatura per lungo tempo.

Per ridurre la temperatura, è utile bere molto liquido (sono adatti composta, tè al lampone, zenzero, limone e miele).

Puoi applicare un asciugamano imbevuto di acqua fresca sulla fronte, mentre la tisana a base di origano, piantaggine e farfara aiuta a ridurre la temperatura in modo rapido e sicuro. Ogni erba viene presa in una quantità di 30 grammi, la miscela viene versata con acqua bollente e lasciata in infusione per 40 minuti. Bere un brodo pronto è raccomandato tre volte al giorno, 90 ml..

Se la temperatura corporea sale a 39 gradi, è indispensabile assumere un agente antipiretico ("Nurofen", "Ibuprofen", "Paracetamol", "Panadol"). È altamente indesiderabile usarli negli ultimi mesi di gravidanza. Non è possibile abbassare la temperatura "Aspirina".

Gli specialisti dovrebbero decidere come curare il mal di gola durante la gravidanza. Il terapista, tenendo conto delle raccomandazioni del ginecologo sulle caratteristiche del corso della gravidanza, dovrebbe prescrivere i farmaci appropriati. Se il trattamento è stato avviato in tempo, sarà possibile sbarazzarsi della malattia in 7-9 giorni. Impacchi non dovrebbero essere applicati sulla zona del collo, i pediluvi caldi, il riscaldamento e altre procedure termiche sono controindicati.

Perché l'angina è pericolosa durante la gravidanza

Se il trattamento del mal di gola viene ritardato in qualsiasi fase della gravidanza o viene selezionata la terapia farmacologica sbagliata, il rischio di complicanze aumenta.

Il pericolo minaccia non solo la donna stessa, ma anche il feto, soprattutto nel primo e nel secondo trimestre di gravidanza.

La penetrazione del processo infiammatorio negli organi vicini diventa un fattore stimolante nello sviluppo di meningite, polmonite, pielonefrite, gravi malattie cardiache e può persino portare ad avvelenamento del sangue. In questo caso, il trattamento in un ospedale è necessario sotto la costante supervisione dei medici..

Nel caso dell'aggiunta di un'infezione secondaria, la circolazione sanguigna è disturbata, il flusso di sangue alla placenta diminuisce, l'ipossia si sviluppa, si verifica intossicazione fetale, ritardo nella sua crescita e sviluppo, distacco prematuro della placenta.

Prevenzione

Per prevenire lo sviluppo dell'angina durante la gravidanza, una donna dovrebbe seguire una serie di raccomandazioni:

  • dovresti limitare le visite a luoghi affollati;
  • evitare il contatto con persone che hanno il raffreddore;
  • quando si visita la clinica, si consiglia di indossare una benda di garza;
  • nella stagione fredda, devi iniziare a prendere vitamine;
  • la stanza deve essere regolarmente ventilata e la pulizia a umido.

La malattia è più facile da prevenire che affrontare i sintomi spiacevoli e le possibili conseguenze in seguito. Puoi discutere di questo problema con il ginecologo e i terapisti presenti, che ti aiuteranno a scegliere i mezzi giusti per proteggere dalle infezioni.

Sintomi e trattamento dell'angina durante la gravidanza

L'articolo parla dell'angina durante la gravidanza. Parliamo delle sue varietà, sintomi e trattamento nel 1 °, 2 ° e 3 ° trimestre. Scoprirai se l'angina è pericolosa nelle fasi precoci e tardive della gravidanza, le sue conseguenze e la prevenzione, quale antibiotico può essere preso e se colpisce il feto.

Cos'è l'angina

L'angina è una malattia infettiva acuta, che è accompagnata da un'infiammazione acuta delle tonsille e di altre formazioni linfoidi della faringe. È un disturbo stagionale che di solito si verifica in autunno e in primavera..

L'angina nelle donne in gravidanza si verifica in un contesto di immunità indebolita

Molto spesso, la malattia si verifica nei bambini di età inferiore ai 15 anni (circa il 60%) e nelle persone di età inferiore ai 30 anni. La malattia si manifesta a causa dell'ingestione di vari microbi, di solito streptococchi, nella faringe, insieme a oggetti domestici utilizzati dal paziente (ad esempio, piatti). Di norma, i microbi che si trovano nella gola e non causano malattie si attivano sotto l'influenza di condizioni avverse, ad esempio ipotermia, mangiare cibi troppo freddi o gelati, nonché a causa di improvvisi sbalzi di temperatura..

L'immunità delle gestanti, specialmente all'inizio della gravidanza, è indebolita. Ciò è necessario affinché l'ovulo fecondato si attacchi alla parete dell'utero e non venga respinto dal corpo. È sullo sfondo di una diminuzione dell'immunità che si verifica l'angina nelle donne in gravidanza, che ha una serie di conseguenze negative per la madre e il feto..

Ma prima di procedere con la diagnosi e il trattamento, non sarà superfluo capire i principali tipi di questo disturbo..

A causa del fatto che gli agenti causali della malattia sono numerosi microrganismi patogeni diversi, la patologia è classificata come segue:

  • Mal di gola catarrale: questa varietà è caratterizzata da un intenso processo infiammatorio nell'area delle tonsille colpite e da un'alta temperatura corporea.
  • Il mal di gola batterico è la forma più comune. Si verifica a causa di streptococchi, stafilococchi, enterovirus e adenovirus.
  • Mal di gola purulento - è lei che si verifica più spesso nelle donne in gravidanza, procede in varie forme.

Varietà di mal di gola purulenta:

  • Follicolare - di solito lieve durante la gravidanza. Caratterizzato dalla comparsa di punti bianchi (pustole) sulle aree interessate.
  • Lacunare - caratterizzato dalla formazione di un film giallastro sulle tonsille.
  • Necrotico - è la forma più grave, poiché la necrosi (morte) dei tessuti tonsillari si forma sullo sfondo. Il più delle volte si verifica in combinazione con la scarlattina.

Sintomi

Al fine di determinare la presenza di angina, è necessario conoscerne i segni principali. Un mal di gola durante la gravidanza può essere dovuto a vari motivi: questo può includere sovraccarico delle corde vocali e raffreddori e l'uso di cibi freddi. Solo uno specialista può diagnosticare la malattia.

I principali sintomi della patologia sono:

  • febbre, un forte aumento della temperatura corporea fino a 40 gradi;
  • forte mal di gola che rende difficile parlare, mangiare o bere;
  • voce nasale;
  • perdita di appetito ridotta o completa;
  • aumento della sudorazione;
  • mal di testa;
  • dolore ai muscoli e alle articolazioni;
  • arrossamento della gola;
  • la comparsa di ascessi bianchi sulle tonsille;
  • un aumento delle dimensioni dei linfonodi;
  • deterioramento generale della salute, debolezza.

Se tali segni vengono rilevati nelle fasi iniziali o tardive della gravidanza, è necessario visitare un medico il più presto possibile. Il trattamento della malattia in una fase precoce eviterà varie complicazioni. Ma l'automedicazione è vietata..

L'angina è pericolosa sia per la donna incinta che per il feto

Perché l'angina è pericolosa durante la gravidanza

Qualsiasi malattia durante il periodo del parto può influire negativamente sul corso della gravidanza, sul benessere della madre e sullo sviluppo del feto. Per questo motivo, è necessario cercare di ridurre al minimo i rischi di infezione da patologie, mangiare bene e assumere multivitaminici.

L'angina è una malattia insidiosa che è pericolosa in tutti i trimestri della gravidanza..

La malattia è particolarmente pericolosa nel primo trimestre, poiché interferisce con la normale formazione della placenta e la deposizione di organi vitali nel feto. L'angina nelle prime settimane di gravidanza provoca carenza di ossigeno e intossicazione dell'intero organismo del nascituro. Tutto ciò può portare ad aborto spontaneo, congelamento o morte fetale intrauterina..

Nel secondo e terzo trimestre, la patologia può anche influenzare negativamente il feto. Un aumento della temperatura in una donna incinta porta a intossicazione del feto, nonché a una mancanza di nutrienti e ossigeno. L'angina nella tarda gravidanza provoca disturbi nello sviluppo di organi e sistemi interni del nascituro.

È stato dimostrato che un aumento della temperatura corporea superiore a 38 gradi in una donna incinta influisce negativamente sulle capacità mentali e sul sistema nervoso del bambino nell'utero. Inoltre, l'alta temperatura influisce negativamente sulla placenta, causando in alcuni casi il suo rifiuto, che porta ad aborto spontaneo o parto prematuro..

effetti

In assenza di trattamento o condotta scorretta, l'angina durante la gravidanza può portare alle seguenti complicazioni:

  • pielonefrite;
  • sepsi;
  • miocardite;
  • meningite;
  • la formazione di cavità purulente nelle tonsille e in altri tessuti;
  • reumatismi;
  • nefrite glomerulare;
  • polmonite.

Tutte queste complicazioni possono verificarsi nella futura mamma. Allo stesso tempo, la patologia può penetrare nel feto, a seguito della quale si verifica la sua morte..

L'angina per il feto è pericolosa perché provoca:

  • avvelenamento generale del corpo;
  • ipossia;
  • distacco placentare prematuro;
  • ritardo dello sviluppo;
  • cambiamenti patologici nella circolazione sanguigna nell'utero.

Diagnostica

Una diagnosi corretta e tempestiva contribuisce a un trattamento rapido e di successo con conseguenze negative minime.

La presenza della malattia può essere determinata dall'esame visivo della paziente, dalle sue lamentele, dai segni e sintomi della malattia. È obbligatorio uno studio di laboratorio sul materiale prelevato da tonsille e tessuti infiammati. Questo aiuta a identificare l'agente causale dell'infezione, seguito dalla selezione della terapia farmacologica..

Come trattare l'angina durante la gravidanza

Solo uno specialista dovrebbe trattare l'angina. La terapia antibiotica con amoxicillina è di solito prescritta. Non aver paura di assumere antibiotici, poiché i rimedi moderni hanno un effetto delicato e non danneggiano il feto, soprattutto se il trattamento viene eseguito nel 3 ° trimestre.

Oltre agli antibiotici, vengono prescritti anche farmaci antinfiammatori e antisettici, come Neo Angin, Angin Hel, Anti Angin (spray). Tutti questi farmaci agiscono localmente ed eliminano rapidamente i sintomi spiacevoli che causano la malattia..

È anche importante osservare il riposo a letto, se c'è una temperatura, pulirlo con acqua calda, usare un impacco freddo sulla fronte. Inoltre, per eliminare la temperatura, puoi usare Nurofen, Paracetamol o Panadol per bambini.

Gargarismi con decotti alle erbe possono aiutare ad alleviare il dolore

Rimedi popolari

In alcuni casi, la medicina tradizionale può essere utilizzata per trattare l'angina durante la gravidanza. Possono essere utilizzati solo previa consultazione e autorizzazione di un medico..

Sciacquare la bocca con decotti di erbe che hanno un effetto antimicrobico sono considerati efficaci e innocui: salvia, camomilla, calendula, ecc. Puoi anche usare la soluzione di Furacilin. I brodi e le soluzioni dovrebbero sciacquarsi il mal di gola ogni ora.

Inoltre, puoi usare le inalazioni, ma dovresti stare attento con loro. Ciò è dovuto al fatto che tali procedure possono influire negativamente sul benessere di una donna incinta e se dopo l'inalazione compaiono vertigini e debolezza, dovrebbero essere abbandonate. Se l'inalazione di vapori medicinali non provoca deterioramento nella futura gestante, per l'inalazione si consiglia di utilizzare oli aromatici di rosa canina, abete, eucalipto e decotti a base di erbe (menta, camomilla, ecc.).

Ricette per rimedi popolari per l'angina durante la gravidanza:

  • Macina due limoni nella buccia con zucchero semolato. Insistere sulla miscela per 5-10 ore, dopo di che si dovrebbe prendere 1 cucchiaino. cinque volte al giorno. Tale rimedio ha effetti antinfiammatori e antisettici, rafforza il sistema immunitario e satura il corpo con vitamina C.
  • Prendi 1 spicchio d'aglio, tritalo finemente e aggiungi 250 ml di succo di mela. Bollire la composizione preparata a fuoco medio per 5 minuti. Bevi 1 bicchiere caldo tre volte al giorno.
  • Prendi 1 mela e 1 cipolla, grattugiale finemente, quindi aggiungi 40 g di miele all'impasto. Prendi mezzo cucchiaino tre volte al giorno.

Nutrizione

Durante il trattamento, è necessario osservare alcune regole nutrizionali: mangiare bene, assumere multivitaminici, rifiutare cibi acidi e salati (irritano le mucose).

Bere molti liquidi aiuta a ridurre i segni di intossicazione, eliminare le tossine e ripristinare la perdita di liquidi dopo la febbre. Si consiglia di bere acqua calda o tè con succo di limone. Ma è meglio astenersi dall'usare bevande alla frutta.

Prevenzione

Prevenire lo sviluppo della patologia è più semplice che cercare di affrontarne le conseguenze. Le misure preventive in gravidanza precoce e tardiva consistono in:

  • minimizzare le visite a una grande folla di persone, specialmente durante il periodo di influenza e SARS;
  • rifiuto di comunicare con i malati;
  • aerazione regolare dei locali e pulizia a umido (almeno 3 volte a settimana);
  • l'uso di eteri per la disinfezione dell'aria in casa, poiché gli oli sono abete, tea tree, arancio, pino;
  • uso di umidificatori;
  • prendendo multivitaminici per le donne in gravidanza.

Al primo segno di malattia, vai immediatamente dal medico e non automedicare. Non esitare e non aspettarti che la malattia scompaia da sola. Il trattamento prematuro può portare a tristi conseguenze. Facile gravidanza e parto per te!

Tonsillite durante la gravidanza

La gravidanza è un periodo meraviglioso ed emozionante nella vita di ogni donna. Ma raramente c'è una donna incinta che ha trascorso tutti i 9 mesi senza problemi di salute. Dalla banale SARS, all'esacerbazione delle malattie esistenti, nessuno è immune. In questo articolo parleremo di tonsillite durante la gravidanza. Spesso alle donne viene diagnosticata questa diagnosi anche prima della gravidanza, può periodicamente ricordare a se stessa con mal di gola frequente o mal di gola, ma durante l'attesa per il bambino, è necessario essere più attenti con esso e in nessun caso auto-medicare.

Cos'è la tonsillite e come si manifesta?

Cominciamo dal fatto che la tonsillite è un'infiammazione delle tonsille, molto spesso palatina, ha una natura batterica (di solito streptococcica) o virale. Le tonsille sono organi del sistema linfatico e fungono da "guardie" sulla via di tutti gli agenti infettivi che entrano nel nostro corpo.

⁣ Modi di infezione:

2. Autoinfezione: in presenza di denti cariati, malattia parodontale, sinusite e altre malattie del corpo, può essere provocata l'infiammazione delle tonsille.

Tipi di tonsillite

L'acuta (tonsillite) è una malattia infettiva, i cui agenti causali sono più spesso streptococchi o stafilococchi, meno spesso virus (herpes, Coxsackie), nonché funghi del genere Candida in collusione con la flora batterica.

La tonsillite cronica durante la gravidanza è una conseguenza della tonsillite acuta non trattata prima di essa, può verificarsi dopo un mal di gola o altre malattie che causano infiammazione del tratto respiratorio superiore (scarlattina, morbillo, difterite). Sintomi

Tonsillite acuta

1. Mal di gola, acuto, si verifica durante la deglutizione di cibo e saliva.

2. Aumento della temperatura.

3. Allargamento delle tonsille.

4. La presenza di tappi caseosi nelle lacune delle tonsille.

5. Sintomi di intossicazione (malessere, debolezza).

Tonsillite cronica

1. Mal di gola.

2. Dolore durante la deglutizione.

3. Tosse secca e fastidiosa.

4. Odore dalla bocca.

5. Frequente febbre di basso grado (37-37,5).

6. Diminuzione dell'appetito.

Tonsillite cronica durante la gravidanza, conseguenze

Qualsiasi infiammazione nel corpo mette a dura prova il nostro sistema immunitario, che a sua volta indebolisce le difese del corpo e riduce l'immunità. Inoltre, la presenza nel corpo di una costante fonte di infezione può provocare un'infezione intrauterina del feto, poiché i batteri possono diffondersi liberamente in tutto il corpo della madre con il flusso sanguigno.

La tonsillite cronica, se non trattata, può provocare un parto prematuro o portare allo sviluppo di gestosi tardiva, che è una grave complicanza del corso della gravidanza.

E, naturalmente, i medici hanno paura delle complicazioni dopo un mal di gola, poiché lo streptococco β-emolitico di gruppo A può causare gravi problemi alle articolazioni (reumatismo), al cuore (periarterite nodosa), alle malattie renali (nefrite) e ad altre malattie. È possibile che un ascesso paratonsillare si sviluppi come una complicazione locale della tonsillite.L'opzione ideale sarebbe quella di visitare un medico ORL nella fase di pianificazione della gravidanza e decidere cosa fare meglio con il tuo problema: o profilatticamente trattare o rimuovere chirurgicamente le tonsille.

Non ogni mal di gola è mal di gola, quindi, se compaiono sintomi di disagio, dovresti consultare un terapeuta o un ENT o consultare un medico generico che combina diversi specialisti.

Diagnosi di tonsillite

Si attira l'attenzione su tonsille ipertrofiche (ingrandite), arrossamenti, edema dei tessuti e delle mucose, un aumento dei linfonodi cervicali. Potrebbe anche essere prescritto un esame del sangue clinico, in cui sarà visibile la reazione infiammatoria del corpo: un aumento dei leucociti, l'aspetto delle loro forme immature (spostamento della formula dei leucociti a sinistra) e un aumento significativo dell'ESR.

Trattamento della tonsillite durante la gravidanza

Quindi, come e come trattare la tonsillite durante la gravidanza? Con un'esacerbazione della malattia, ti viene mostrato riposo a letto, cioè devi prendere un congedo per malattia se stai ancora lavorando. È molto importante controllare l'assunzione di una quantità sufficiente di liquido: succhi di frutta, bevande alla frutta, tè, brodo di cinorrodo, latte. Dovresti bere 1,5-2 litri di liquido per aiutare a ridurre l'intossicazione nel corpo. Si consiglia di pulire il cibo, in una forma calda, per ferire il mal di gola il meno possibile. Escludiamo: cibi caldi, freddi, salati e piccanti, carni affumicate, cracker e biscotti secchi.

⁣ La preparazione per un'esacerbazione richiede solitamente antibiotici. Di solito, alle donne in gravidanza vengono prescritti farmaci antibatterici del gruppo della penicillina: amoxicillina e suoi analoghi. I dosaggi, la frequenza di somministrazione e la durata del corso della terapia sono determinati dal medico, in base a reclami, esame ed età gestazionale. Inoltre, viene utilizzato anche un gruppo di macrolidi-josamicina (con il nome commerciale di wilprafen solutab), che è anche approvato per l'uso da parte di donne in gravidanza. Ora, il cosiddetto antibiotico locale sotto forma di spray - viene spesso prescritto il bioparox: può essere utilizzato dalle donne nella posizione.

Non è necessario aver paura di prescrivere antibiotici durante la gravidanza, ci sono situazioni in cui è necessario, al momento ci sono diversi gruppi di antibiotici consentiti per le donne in gravidanza, ovviamente, solo un medico può prescrivere e annullare gli antibiotici.

I preparati antisettici locali hanno anche un rapido effetto sotto forma di risanamento dei fuochi dell'infiammazione e alleviano il dolore. Per questo, ci sono soluzioni pronte: miramistina (ci sono flaconi spray), clorexidina (ha un sapore amaro, quindi non a tutti piace). Si consiglia di fare i gargarismi con furacillina o camomilla - la cosa principale qui è farlo spesso: i primi giorni - ogni ora, quindi l'effetto sarà evidente.

Per eliminare la sindrome del dolore, puoi usare lo spray Tantum Verde: ha un effetto analgesico, ha un effetto antinfiammatorio e antimicotico. Tra i risciacqui, puoi sciogliere gli antisettici sotto forma di compresse: faringose ​​o lisobatto.

Se la temperatura corporea supera i 38 °, è possibile utilizzare paracetamolo o ibuprofene.

Il farmaco antisettico locale Lugol si è dimostrato efficace, ma questo spray è a base di iodio e deve essere usato con cautela in caso di problemi alla tiroide e spesso allergico allo iodio, che dovrebbe essere preso in considerazione quando si sceglie questo farmaco per il trattamento della tonsillite. durante la gravidanza.

Lavare le tonsille

Nell'ufficio di un medico ORL, il medico può sciacquare le lacune delle tonsille con una soluzione antisettica, a causa della quale si verifica la pulizia meccanica dei tappi purulenti, che consente di alleviare la condizione e ridurre l'infiammazione. A volte il lavaggio viene effettuato con l'aiuto di un apparecchio per il vuoto tonsillare, ma durante la gravidanza non può sempre essere utilizzato: nel primo e terzo trimestre ci sono controindicazioni.

Rimozione di tonsille

In caso di trattamento inefficace: esacerbazioni frequenti, decorso grave, accumulo costante di pus nelle tonsille - ci sono indicazioni per la rimozione delle tonsille. L'operazione viene eseguita in anestesia locale e dura circa mezz'ora. La rimozione laser delle tonsille è ora possibile: questa è un'alternativa rapida e meno traumatica al bisturi del chirurgo.

Spesso, i pazienti ritardano l'operazione all'ultimo, credendo ingenuamente che, dopo aver rimosso le tonsille, rimarranno indifese contro le malattie, ma con la tonsillite cronica, le tonsille cessano di svolgere la loro funzione e sono solo al centro dell'infezione cronica nel corpo.

Medicina tradizionale per tonsillite

Il nostro amore per la medicina tradizionale non può essere sottovalutato. Naturalmente, come adiuvante, si è mostrata bene, ma allo stesso tempo ha anche alcuni svantaggi: spesso le erbe medicinali sono un allergene pronunciato e le proprietà medicinali delle erbe sono inferiori in termini di efficacia rispetto ai preparati chimici, quindi è possibile perdere tempo nel loro trattamento e peggiorare la condizione.

Con la tonsillite durante la gravidanza, dovresti pensarci due volte prima di usare le erbe, dal momento che non tutte sono sicure nelle tue condizioni, ad esempio i lamponi sono controindicati nelle donne in gravidanza, poiché causano ipertonicità dell'utero.

Nei forum sulla tonsillite durante la gravidanza, le madri affermano di usare decotti di camomilla, salvia, eucalipto e vengono utilizzate sia per il risciacquo che per l'inalazione. Ma con la camomilla, è anche meglio non essere zelanti, quindi può causare ipertonia in caso di sovradosaggio e provocare un parto prematuro. Per le inalazioni vengono utilizzati nebulizzatori speciali. In caso di gravidanza complicata (minaccia di interruzione, preeclampsia, malattie cardiache nella madre), tale trattamento è controindicato. È importante ricordare che la tintura di propoli può essere utilizzata per via orale solo nelle prime fasi della gravidanza (contrariamente al parere dell'esperto) e anche solo in una forma molto diluita e dopo aver consultato uno specialista.

Come capisci, la tonsillite è una malattia grave piena di varie complicazioni, quindi dovresti prenderla sul serio e trattarla insieme a un medico di cui ti fidi. Non farti prendere dal panico se hai la tonsillite durante la gravidanza e hai bisogno di farmaci - il danno dal farmaco è trascurabile rispetto alla costante intossicazione del corpo e al rischio di infezione del feto, in particolare con la tonsillite all'inizio della gravidanza. essere sano!