loader

Principale

Scarlattina

Angina durante la gravidanza nel primo trimestre

Le prime fasi della gravidanza si distinguono per un periodo speciale per il feto. È nei primi mesi che gli organi vengono deposti, l'inizio del loro sviluppo. Qualsiasi influenza negativa da fattori esterni o dal corpo di una donna incinta può portare a gravi disturbi, allo sviluppo di anomalie intrauterine.

Il corpo di una donna per 9 mesi è esposto a agenti patogeni infettivi, a causa di una diminuzione delle funzioni protettive del sistema immunitario. A questo proposito, devi essere più attento alla tua salute, sottoporsi regolarmente a visite mediche.

Il contenuto dell'articolo

L'influenza dell'angina sul decorso della gravidanza

A seconda della prevalenza del processo patologico, l'angina durante la gravidanza può assumere la forma di:

  • attenzione infettiva locale (limitata), quando l'agente patogeno e la sua azione sono localizzati solo nel tessuto delle tonsille;
  • un processo comune è caratterizzato da danni ai tessuti circostanti, strutture con formazione di ascessi, ad esempio il palato molle, l'ugola, la parete faringea posteriore, i linfonodi regionali;
  • la forma tossica si manifesta con la generalizzazione dell'infezione, quando i microrganismi patogeni penetrano nel flusso sanguigno generale, provocando lo sviluppo di malattie di organi distanti, ad esempio reni, articolazioni, miocardio. Questa forma porta a uno shock tossico infettivo, che è pericoloso per la vita non solo per la donna incinta, ma anche per il feto (aborto spontaneo).

Nel caso di un processo infettivo locale, la condizione del nascituro non soffre, poiché l'immunità delle donne è in grado di mantenere la malattia in una forma limitata, prevenendo la diffusione di agenti patogeni.

La diagnosi precoce e il trattamento competente prevengono le complicanze dell'angina all'inizio della gravidanza.

Quando il mal di gola porta a conseguenze indesiderabili?

Nel 1 ° trimestre, vengono posati gli organi del feto, da cui dipende successivamente lo sviluppo e la salute del nascituro. Quando dovresti avere paura della tonsillite?

  • Se la malattia viene diagnosticata erroneamente, a causa della quale anche le tattiche di trattamento sono inefficaci. Avendo stabilito l'origine virale della malattia, ad esempio l'ARVI, una donna inizia a prendere farmaci antivirali che non hanno assolutamente alcun effetto sui patogeni batterici. Di conseguenza, lo streptococco continua a moltiplicarsi, la tonsillite progredisce, si verifica la generalizzazione del processo infettivo.
  • Approccio terapeutico errato. Con la forma catarrale, l'uso di farmaci antibatterici può essere evitato, tuttavia, a condizione che l'uso di antisettici locali sia iniziato presto. Con la progressione della malattia, si sviluppa la tonsillite lacunare follicolare, che richiede l'uso di agenti antibatterici. Senza terapia antibiotica, l'agente patogeno entra nel flusso sanguigno, si diffonde in tutto il corpo.
  • Assunzione di droghe pericolose. Nelle prime fasi della gravidanza si formano organi fetali. L'uso di agenti antibatterici che hanno un effetto tossico sul nascituro aumenta il rischio di anomalie congenite. Alcuni gruppi di antibiotici penetrano nella barriera placentare, interrompendo così la posa di organi e sistemi.

Complicanze dell'angina

Perché si sviluppano complicanze nelle donne in gravidanza dopo un mal di gola? Il funzionamento del sistema immunitario consiste nella sintesi di anticorpi durante la penetrazione di agenti patogeni infettivi nel corpo attraverso il tratto respiratorio, in modo alimentare. Gli anticorpi sono proteine ​​specifiche che vengono prodotte in risposta alla circolazione di antigeni estranei nel flusso sanguigno. Il loro compito è quello di distruggere l'infezione attraverso l'interazione di anticorpi con antigeni..

Con la generalizzazione del processo infettivo, quando lo streptococco entra nel flusso sanguigno generale, il sistema immunitario sintetizza gli anticorpi. Tuttavia, vale la pena notare che lo streptococco nella sua struttura ha un complesso di antigeni, che è simile agli antigeni del muscolo cardiaco, delle articolazioni, dei reni e di altri tessuti. Di conseguenza, il sistema immunitario inizia a reagire ai propri tessuti come a un oggetto estraneo..

La produzione di anticorpi nelle prime settimane di gravidanza contro le loro proteine ​​porta a danni agli organi e gravi complicazioni. Tutte le conseguenze indesiderabili possono essere suddivise in sottogruppi.

Complicazioni generali si sviluppano a seguito del lancio di una cascata di reazioni dovute al contatto di anticorpi con antigeni, a seguito dei quali viene diagnosticato un danno al miocardio, ai reni, alle articolazioni.

  1. Il danno miocardico reumatico è la complicazione più comune. Lo sviluppo della febbre reumatica si verifica a causa della produzione di anticorpi contro il tessuto connettivo da parte del sistema immunitario. Il danno al muscolo cardiaco porta alla formazione di cardiopatia valvolare, che è una grave complicazione. Con l'infiammazione del miocardio, viene diagnosticata la miocardite. La donna inizia a preoccuparsi di dolori al petto, mancanza di respiro, malessere, mentre la temperatura rimane nei limiti normali. Con la progressione dell'infiammazione, i soffi cardiaci vengono auscultati, si verificano disturbi del ritmo e si registra l'ipertermia. A loro volta, le aritmie aumentano il rischio di complicanze tromboemboliche. Quando la membrana cardiaca interna è danneggiata, si verifica endocardite, che non può essere stabilita nella fase iniziale a causa dell'assenza di angina pectoris. Sintomaticamente, la malattia si manifesta come ipertermia, mancanza di respiro, ispessimento delle falangi delle dita. Con la diffusione del processo infiammatorio nel guscio esterno del cuore, si sviluppa la pericardite. Un tipo secco di pericardite si manifesterà con l'angina pectoris, che si intensifica quando si gira, facendo un respiro profondo, irradiandosi a sinistra. Nel caso di una forma essudativa, c'è un accumulo di liquido nella cavità pericardica, che porta alla compressione del cuore. Tra i sintomi clinici, vale la pena evidenziare mancanza di respiro, dolore nell'area del cuore e disturbo della deglutizione. Con la progressione di queste complicanze, si sviluppa l'insufficienza cardiaca..
  2. Nel periodo 1-2 settimane dopo la tonsillite trasferita, il cui trattamento si è rivelato inefficace, aumenta il rischio di lesione renale. Spesso si sviluppa pielonefrite, glomerulonefrite, registrata come il secondo tipo più comune di complicanze. La pielonefrite sintomatica si manifesta con febbre alta, brividi, dolore nella regione lombare, disturbi disurici (minzione frequente). Nei test delle urine viene registrato un aumento del numero di batteri e leucociti. Con la glomerulonefrite, una donna è preoccupata per l'ipertensione arteriosa, il gonfiore, la comparsa di sangue nelle urine. L'analisi delle urine rivela microematuria, proteinuria (aumento dei livelli proteici).
  3. Se si perde il tempo di iniziare il trattamento per l'angina, le articolazioni possono essere danneggiate. L'artrite si manifesta con un aumento del volume dell'articolazione dovuto a gonfiore dei tessuti, dolore durante il movimento, arrossamento della pelle sopra le articolazioni e mobilità limitata. Di solito sono interessate diverse articolazioni delle gambe (ginocchio, caviglia). In caso di attacco reumatico, sono interessate le articolazioni grandi e piccole degli arti superiori e altre localizzazioni (artrite migratoria).
  4. La sepsi è molto meno comune, ma deve essere tenuta presente.

Le complicanze dell'angina provocano ipossia fetale, a seguito della quale si sviluppano gravi malformazioni. Aumenta anche il rischio di morte intrauterina, asfissia fetale e aborto spontaneo..

Le complicazioni locali sono rappresentate da cambiamenti locali, che sono molto più facili da affrontare rispetto al caso di danni a tutto il corpo.

  • L'otite media è spesso osservata dopo una forma catarrale di tonsillite, ma l'infiammazione dell'orecchio medio è possibile con altre forme di malattia. L'otite media sintomatica si manifesta con ipertermia subfebrile, dolore, malessere generale. Con l'avanzamento della patologia, l'udito diminuisce fino alla completa perdita. Inoltre, lo sviluppo della mastoidite non è escluso, quando si nota la comparsa di un focus infiammatorio nell'area del processo mastoideo. In questo caso, il dolore è localizzato dietro l'orecchio..
  • L'ascesso, il flemmone di cellulosa viene registrato dopo il mal di gola follicolare e lacunare, quando il pus si diffonde ai tessuti attorno alle tonsille. Un ascesso si distingue per chiari confini dell'infiammazione purulenta, che si presenta sotto forma di una cavità, mentre il flemmone è un'infiammazione diffusa con una componente purulenta. Clinicamente, la patologia può essere sospettata sulla base della febbre febbrile, intenso dolore alla gola, ingrossamento, indolenzimento dei linfonodi localizzati da vicino. A causa del forte dolore, la deglutizione è difficile, l'appetito diminuisce.
  • L'edema laringeo è una complicazione pericolosa. Man mano che aumenta, la voce cambia, appare una tosse, ma la donna non riesce a schiarirsi la gola. Respirare gradualmente diventa difficile (dapprima, inspirare, quindi espirare), gravi difficoltà respiratorie. La pelle diventa bluastra. In questo momento, il feto sperimenta una grave mancanza di ossigeno, soffre di ipossia. Senza assistenza tempestiva, aumenta il rischio di mortalità, sia per la donna incinta che per il feto..
  • Il sanguinamento si sviluppa sullo sfondo della tonsillite flemmone. Ciò si verifica a causa di danni ai vasi sanguigni che alimentano le tonsille attraverso la fusione purulenta. Il sanguinamento non può essere fermato senza cure mediche qualificate.

Effetti collaterali degli agenti antibatterici

L'angina nel primo trimestre di gravidanza catarrale può essere trattata senza antibiotici. Tuttavia, è necessaria una stretta supervisione medica sulle condizioni della donna, il nascituro. Un rapido inizio del trattamento, il rispetto di tutte le raccomandazioni del medico consente di evitare la progressione della malattia.

Altre forme di tonsillite richiedono una terapia antibiotica. La scelta sbagliata dei farmaci porta a gravi conseguenze per il feto. Analizziamo quali farmaci antibatterici possono essere assunti durante la gravidanza.

Il gruppo di antibiotici sicuri comprende penicilline (Amoxiclav, Augmentin), cefalosporine (Cefepim, Ceftriaxone), macrolidi (Sumamed). Questi farmaci sono prescritti da un medico in un dosaggio terapeutico per combattere i patogeni infettivi. I farmaci non danneggiano il feto, quindi sono ampiamente utilizzati per l'uso in ostetricia.

I farmaci proibiti includono:

  • aminoglicosidi dovuti all'effetto negativo sugli organi dell'udito, sui reni;
  • Metronidazolo (proibito quando l'angina è all'inizio della gravidanza);
  • i sulfamidici provocano la comparsa di ittero;
  • le tetracicline contribuiscono allo sviluppo di anomalie dentali, strutture ossee;
  • i fluorochinoloni portano ad anomalie del tessuto cartilagineo delle articolazioni;
  • La clindamicina può accumularsi nel fegato fetale.

La gentamicina, il cloramfenicolo hanno molti effetti collaterali per il feto, quindi sono anche controindicati durante la gravidanza. Il loro uso porta a mutazioni.

Come evitare complicazioni?

Quando si osservano gravidanza e mal di gola nelle prime fasi, le conseguenze possono essere molto gravi, quindi è necessario consultare prontamente un medico. Cosa è necessario per evitare complicazioni dopo la tonsillite?

  • Resto riposo a letto (almeno una settimana) con sospetto di mal di gola, abbondanza di bevande calde, alimenti dietetici ad eccezione di cibi piccanti, grassi, solidi, pasti.
  • Farmaci antibatterici.
  • Gargarismi con soluzioni antisettiche (clorofillio, miramistina, furacilina), soluzioni a base di erbe (Rotokan). Quando si usano le infusioni di erbe, si dovrebbe ricordare che alcune erbe influenzano lo sfondo ormonale, il tono dell'utero, che è irto di aborto spontaneo.
  • Antipiretici a base di paracetamolo. I farmaci per l'aspirina sono vietati.
  • Complessi multivitaminici, frutti, brodo di cinorrodo.

E infine, per prevenire lo sviluppo di complicanze consentirà un regolare follow-up da parte di uno specialista. Il controllo rigoroso del laboratorio, l'esame ecografico del feto e, se necessario, l'uso di altri metodi diagnostici sono particolarmente importanti..

Perché l'angina è pericolosa durante la gravidanza nel primo trimestre?

L'angina durante la gravidanza nel primo trimestre è particolarmente pericolosa, poiché durante questo periodo si verifica la formazione e la formazione dei principali organi e sistemi dell'embrione. Qualsiasi malattia durante la gravidanza ha conseguenze negative. Compresa la tonsillite. Non solo la malattia stessa può causare intossicazione fetale, ma anche quei farmaci che vengono utilizzati per il trattamento.

Tipi di infezioni e loro impatto

Le infezioni intrauterine, in cui il corpo della madre è la fonte di infezione del feto, portano a:

  • alla nascita di un bambino morto nel 15-17%;
  • a manifestazioni di morbilità neonatale precoce nel 5-27%.

In altri casi, un risultato favorevole è dovuto all'azione congiunta del sistema immunitario del feto e della madre. La patologia fetale causata dall'infezione intrauterina può essere provocata da circa 30 tipi di batteri, virus, 6 tipi di funghi e 4 tipi di protozoi. L'angina all'inizio della gravidanza può essere causata da:

  • adenovirus;
  • virus dell'influenza;
  • coronavirus;
  • herpesvirus.

Muffe, funghi candida, protozoi (micoplasmi, clamidia), Pseudomonas aeruginosa ed Escherichia coli, ecc. Diventano agenti patogeni. a seconda della patogenicità e della localizzazione, possono causare diversi tipi di tonsillite:

Con un trattamento prematuro o inadeguato, la tonsillite acuta può causare gravi complicazioni in una donna, provocare congelamento fetale e aborto spontaneo.

Il meccanismo di influenza della patologia

Nella pratica ostetrica, si osserva che non vi è alcuna correlazione tra la gravità delle manifestazioni della patologia nella madre e nel feto. Ad esempio, un decorso asintomatico o lieve dell'angina può causare anomalie fetali incompatibili con la vita. Questo fenomeno è spiegato dai diversi livelli di suscettibilità dei tessuti embrionali a vari agenti patogeni infettivi..

Il rischio di sviluppare patologie fetali all'inizio della gravidanza è anche spiegato dal fatto che i tessuti in via di sviluppo hanno una maggiore velocità e intensità energetica dei processi che si verificano in essi, che è un ambiente eccellente per i microrganismi patogeni per la vita. Oltre ai patogeni stessi, il feto ha un effetto dannoso:

  • tossine prodotte da microrganismi patogeni;
  • prodotti di decomposizione durante la morte di microrganismi;
  • sostanze sintetizzate durante i disordini metabolici nel corpo materno;
  • ipertermia che accompagna la tonsillite acuta;
  • ipossia dovuta a insufficiente afflusso di sangue.

Le conseguenze di un mal di gola dipendono dall'età gestazionale. Tuttavia, nel 1o trimestre di gestazione (nel periodo di embriogenesi e sviluppo placentare), non possono verificarsi danni a ovulo, embrione e feto precoce. Ciò è dovuto al fatto che fino a 14 settimane l'embrione manca di strutture che interagiscono con l'agente infettivo..

L'assenza del sistema immunitario durante questo periodo di gestazione è accompagnata dall'assenza di cellule immunocompetenti, immunoglobuline endogene, un meccanismo di distruzione del corpo microbico dipendente dal complemento. Nonostante il fatto che l'istituzione di formazioni immunitarie avvenga nelle prime fasi dell'embriogenesi (4-5 settimane), la protezione del feto viene effettuata nel primo periodo di gestazione da cellule immunitarie e anticorpi che migrano attraverso la placenta dal corpo della donna.

I linfociti fetali nel primo periodo dell'ontogenesi sono coinvolti nella soppressione degli ausili T materni, che riflette l'orientamento soppressivo del sistema immunitario. Pertanto, lo stato del sistema immunitario di una donna incinta nelle prime fasi della gestazione è di grande importanza. Quanto prima un agente infettivo viene introdotto in un feto non protetto, tanto più gravi sono le conseguenze dell'infezione.

Conseguenze dell'infezione in diverse fasi della gestazione

Se l'infezione si è verificata durante la fecondazione, potrebbe verificarsi la morte dello zigote. Nelle prime fasi dell'embriogenesi e durante il periodo di placentogenesi (da 6 giorni a 8 settimane), l'angina può portare a deformità, sviluppo di insufficienza placentare o morte dell'embrione. Nelle prime settimane di gravidanza, l'effetto patogeno di un agente infettivo porta al verificarsi di cosiddette pseudo-deformità, allo sviluppo di cambiamenti sclerotici nei tessuti e negli organi del feto.

La malattia di una donna incinta alla fine del primo trimestre di gestazione può portare a disturbi negli organi già formati. Nel secondo trimestre, il feto reagisce all'introduzione dell'infezione in un modo peculiare, vale a dire l'insorgenza di infiltrazioni di leucociti, cambiamenti nei tessuti e una violazione della regolazione umorale.

Modi di infezione

Con l'angina, l'agente infettivo entra nel feto principalmente attraverso la via ematogena. Un focus purulento-infiammatorio nel corpo della madre contribuisce alla penetrazione di infezioni e tossine nella circolazione sistemica, da dove entrano nel liquido amniotico e nel sistema circolatorio fetale attraverso la placenta.

Si verifica un danno generalizzato ai sistemi fetali e alla sepsi intrauterina. Colpendo la parte fetale della placenta e violando la barriera placentare, l'agente infettivo viene introdotto nella circolazione sistemica del feto, quindi si diffonde nei tessuti secondo il principio del tropismo. L'angina nel primo trimestre di gravidanza può portare alle seguenti anomalie nel feto:

  • micro e idrocefalo;
  • calcificazione intracranica;
  • anomalie dello sviluppo degli arti;
  • patologie del sistema cardiovascolare.

La patologia può manifestarsi sia immediatamente alla nascita che avere conseguenze a lungo termine. L'inizio della pielonefrite cronica o del diabete mellito giovanile è spiegato dall'introduzione dell'infezione da enterovirus.

L'organismo in gravidanza subisce una serie di cambiamenti adattativi. Una diminuzione del livello di immunità durante la gestazione è dovuta a una diminuzione del rischio di sviluppare processi autoimmuni e il rifiuto del feto come organismo estraneo. Durante questo periodo, il corpo della donna è indifeso, la penetrazione di un agente infettivo che causa mal di gola può essere sia dall'esterno, da una persona malata, sia dall'interno, da un focus di infiammazione cronica.

Fattori predisponenti della malattia

L'immunodeficienza fisiologica rende il corpo di una donna molto sensibile non solo alle infezioni, ma anche a fattori esterni come l'ipotermia. I seguenti fattori contribuiscono al verificarsi dell'angina:

  • la presenza di focolai cronici di infezione (carie, rinite, sinusite, ecc.);
  • violazione dell'integrità delle tonsille;
  • la curvatura del setto nasale e lo sviluppo di processi infiammatori in questo contesto;
  • reazioni allergiche accompagnate da febbre da fieno;
  • ipotermia;
  • aumento della secchezza dell'aria inalata;
  • vivere in condizioni sfavorevoli per l'ambiente.

Conoscendo una possibile infezione, una donna dovrebbe prendere misure per prevenire infetti e raffreddori, sullo sfondo del quale può svilupparsi l'angina, cercare prontamente un aiuto medico quando si verificano i primi sintomi della malattia. Un atteggiamento frivolo nei confronti dell'angina può portare a gravi patologie non solo del feto, ma anche della donna incinta.

Sintomi di patologia

Per rispondere in modo tempestivo all'insorgenza della malattia, una donna dovrebbe sapere quali sintomi accompagnano la malattia. Nelle prime fasi della gestazione, l'angina può verificarsi in una forma lubrificata o asintomatica, dovuta all'immunodeficienza fisiologica, poiché le forze del corpo mirano a mantenere la gravidanza e non a formare una risposta adeguata all'invasione di un agente infettivo. L'inizio asintomatico dell'angina può successivamente portare a una complicazione del suo decorso, che è accompagnata dai seguenti sintomi:

  • un forte aumento della temperatura corporea ai valori subfebrilici:
  • dolore alla gola, che è caratterizzato da un aumento della gravità;
  • difficoltà a deglutire;
  • iperemia ed edema delle tonsille con l'apparenza di una placca bianco-gialla sulla loro superficie;
  • manifestazioni generali di una condizione febbrile;
  • diminuzione dell'appetito, nausea;
  • indolenzimento dei linfonodi regionali.

Diversi tipi di mal di gola differiscono nei cambiamenti che si verificano nelle tonsille. Con l'angina follicolare, sulla superficie delle tonsille compaiono punti di placca separati e, con una forma lacunare, la placca copre completamente la ghiandola, formando un film. Il tipo necrotico di patologia è accompagnato dalla distruzione (necrotizzazione) del tessuto tonsillare.

Il mal di gola erpetico è accompagnato da eruzioni cutanee, disturbi dispeptici, dolore muscolare. Quasi tutti i sintomi si osservano nella forma ulcerosa membranosa della patologia. Nonostante la gravità della malattia, può manifestarsi solo come mal di gola. È impossibile determinare in modo indipendente il tipo di mal di gola e il tipo di agente infettivo. Pertanto, è necessario consultare immediatamente un medico per eseguire misure diagnostiche e chiarire la diagnosi. L'angina che si sviluppa durante la gravidanza ha una serie di caratteristiche nel trattamento della patologia.

Caratteristiche del trattamento sistemico della malattia

Il trattamento di una donna incinta con qualsiasi patologia dovrebbe essere il più delicato possibile, poiché la maggior parte dei farmaci ha un effetto dannoso sul feto. Tuttavia, il trattamento del mal di gola batterico è impossibile senza la nomina di antibiotici. Pertanto, il compito del medico curante è quello di scegliere un medicinale che non influisca sul feto. Il gruppo più sicuro di antibiotici sono:

  • Suprax, Cefazolin, Zinnat, Cefepim, Zinacef;
  • Azitromicina, Claritromicina, Emocina, Sumamed, Eritromicina, Rovamicina;
  • Ampicillina, Amoxiclav, Flemoklav, Oxacillin.

Questi antibiotici sono ammessi durante la gravidanza. Ma possono essere prescritti da un medico solo dopo aver deciso che è impossibile curare l'angina senza di loro. Nel trattamento del mal di gola catarrale, il medico può prescrivere clorofillio, che non contiene componenti sintetici e può anche essere prescritto ai bambini. O Miramistin ed Hexoral, che sono raccomandati per mal di gola e mal di gola per le donne in gravidanza.

Per ridurre la temperatura corporea, si raccomandano i preparati di paracetamolo, poiché i farmaci a base di acido acetilsalicilico sono controindicati durante la gravidanza. Non è raccomandato l'uso di integratori alimentari, poiché non vi sono dati provenienti da studi clinici sull'effetto dei farmaci sul corpo di una donna incinta o del feto. Non automedicare. Poiché i metodi alternativi possono anche avere effetti collaterali e spesso non ci sono dati sull'effetto delle erbe sul feto.

Viene mostrata una bevanda abbondante. Nel primo trimestre, non vi è ancora alcun rischio di sviluppare edema e il liquido pulirà il corpo dalle tossine e ripristinerà l'equilibrio idrico alle alte temperature. Una donna incinta dovrebbe prestare attenzione all'alimentazione. Non dovresti forzare a mangiare con il pretesto della necessità di nutrire il feto se la donna non lo desidera. Cibo e bevande devono essere a una temperatura confortevole, non irritante per la gola e facilmente assorbibili. È necessario introdurre complessi vitaminici e minerali per mantenere la forza.

I medici non raccomandano nemmeno il trattamento omeopatico, poiché con l'angina non è sempre efficace, ma può aumentare il carico di droga sul corpo della donna. Devi anche stare attento quando scegli le losanghe per succhiare. Puoi usare Faringosept, Lizobact, Chlorophyllipt, Laripront, Travisil vegetale, Imudon. Ma il loro uso deve anche essere concordato con il medico. La terapia del mal di gola purulenta dovrebbe avvenire solo su raccomandazione di un medico, l'automedicazione può portare alla sepsi.

Terapie locali

Il trattamento locale della malattia dovrebbe includere il trattamento delle ghiandole con antisettici: clorofillio, stomatodina, soluzione di perossido di idrogeno, clorexidina. I gargarismi danno un buon risultato. Puoi preparare decotti di erbe medicinali (camomilla, salvia, piantaggine, calendula, harmala, petto peloso, corteccia di quercia, ecc.).

Puoi preparare una soluzione di risciacquo da preparati farmaceutici (un complesso di estratti di erbe Rotokan o il farmaco antibatterico Furacilin). Puoi sciacquare con mezzi già pronti per disinfettare la gola Miramistin e Clorexidina. Il risciacquo all'inizio della malattia deve essere eseguito ogni 2 ore, quindi è possibile ridurre la procedura a 3 volte al giorno fino al completo recupero..

Il primo trimestre di gravidanza è un periodo molto importante nella formazione del feto, quindi non puoi tollerare la malattia alle gambe e ignorare le raccomandazioni del medico. È necessario rispettare il riposo a letto, evitare lo stress, trattare l'angina in modo completo, usando farmaci sistemici e locali.

Quali metodi sono vietati

Durante la gravidanza, non è possibile utilizzare non solo antibiotici del gruppo di fluorochinoloni e farmaci della serie tetraciclina, soluzioni locali contenenti iodio, ma anche procedure di fisioterapia. Le donne in gravidanza non devono eseguire procedure termiche: impacchi caldi, intonaci di senape, pediluvi caldi. Il surriscaldamento, anche localizzato, può diffondere l'infezione o causare un aborto spontaneo.

I farmaci correttamente selezionati, il dosaggio e il corso del trattamento garantiscono un risultato favorevole. Per fare ciò, si raccomanda che quando compaiono i primi segni della malattia, consultare immediatamente un medico che, sulla base dei risultati dell'esame diagnostico passato, prescriverà il trattamento corretto e competente..

Come viene trattata l'angina durante la gravidanza

Cos'è l'angina?

L'angina è una malattia infettiva acuta (leggi - contagiosa) delle tonsille, che è spesso causata da streptococco e stafilococco. Le tonsille palatine formano un anello linfoide protettivo che protegge il corpo. Qualsiasi infezione che tenta di entrare nel corpo attraverso il naso o la bocca incontra resistenza dal sistema immunitario. Il campo di battaglia in questo caso è la gola, che si infiamma gravemente..

L'angina durante la gravidanza, così come in qualsiasi altro periodo, è acuta e cronica. La forma acuta si sviluppa a seguito di un'infezione respiratoria o ipotermia, che riduce le difese. Il decorso cronico viene cancellato, le esacerbazioni hanno gli stessi sintomi della forma acuta.

  • esordio acuto con un forte aumento della temperatura corporea fino a 39 gradi e oltre;
  • grave intossicazione - brividi, mal di testa, debolezza, dolori muscolari, sudorazione, mancanza di appetito;
  • mal di gola causato da ingrossamento e gonfiore delle tonsille, quando il cibo solido non può essere ingerito;
  • linfonodi ingrossati e doloranti sotto le orecchie e la mascella inferiore.

L'angina è particolarmente pericolosa nelle prime fasi, poiché il corpo non solo inizia a combattere i patogeni, ma coinvolge anche i propri organi interni - cuore, reni, articolazioni - dal meccanismo di difesa autoimmune. Vengono prodotti troppi anticorpi che possono danneggiare il feto sia nel primo trimestre che in altre occasioni.

L'infezione ha la capacità di penetrare in qualsiasi organo interno attraverso la rete di vasi linfatici, che è più ramificata del sangue.

Perché non puoi guarire te stesso

Sintomi simili all'angina possono essere una manifestazione di malattie completamente diverse: difterite, mononucleosi infettiva, leucemia, HIV e altri. L'auto-trattamento dei virus non ha solo senso, ma porta anche danni evidenti: il corpo non deve solo combattere l'agente causale dell'infiammazione, ma anche neutralizzare il farmaco, che è inutilmente caricato sul corpo della futura madre.

Il primo trimestre è il periodo più vulnerabile della gravidanza per il feto, quando vengono deposti i suoi organi interni. Il minimo fallimento in questo momento porta a difetti dello sviluppo che non possono essere eliminati in futuro..

Il secondo trimestre è il momento in cui si formano gli organi principali del feto ed è più protetto. Tuttavia, una donna diventa più vulnerabile, può sviluppare malattie cardiache e renali con una grave disfunzione di questi organi, che rimarrà per tutta la vita.

Nel terzo trimestre, la malattia è pericolosa sia per il feto che per la donna, sono possibili le seguenti complicazioni:

  • nascita prematura;
  • congelamento dello sviluppo fetale;
  • distacco della placenta;
  • tossicosi tardiva.

Il trattamento corretto prescritto da un medico quasi sempre evita conseguenze avverse, soprattutto nelle prime fasi..

Come viene trattata l'angina?

Nelle prime fasi, viene prestata particolare attenzione alla creazione di condizioni ottimali per lo sviluppo del feto e alla prevenzione delle infezioni. Mentre la temperatura è mantenuta, è necessario osservare il riposo a letto - questo riduce la probabilità di danni al cuore. Devi bere molto liquido caldo in modo che il corpo venga rapidamente pulito da frammenti di batteri, prodotti metabolici patologici e tossine. Faranno tè, acqua minerale e composta fatta in casa. È importante che la bevanda sia esattamente calda, a temperatura ambiente..

Devi mangiare quando vuoi. Se non c'è affatto appetito, non dovresti mangiare con la forza: il corpo spende energia per combattere le infezioni e non ci sono risorse per digerire il cibo. Un giorno o due a dieta mezza affamata non possono danneggiare il feto, il corpo ha delle riserve per questo caso.

Il primo trimestre è un periodo troppo importante per combattere il tuo stesso corpo. Il cibo è semplice e morbido: brodi, purè di carne, ricotta, purè di patate, uova alla coque. Hai bisogno di qualcosa che sia facile da ingoiare. L'ingestione di cibo attraverso il dolore non è solo spiacevole, ma anche dannosa: puoi danneggiare meccanicamente il tessuto infiammato.

Si consiglia di fare i gargarismi alla gola ogni ora, i gargarismi regolari rimuovono i patogeni dalla superficie delle tonsille. Il risciacquo non può resistere alla penetrazione dell'agente patogeno negli organi interni e abbreviare la durata della malattia, ma migliora anche le condizioni generali. È molto utile fare i gargarismi dopo ogni pasto..

Come risciacquo, è adatta la seguente soluzione:

  • 200 ml, o un bicchiere, acqua calda;
  • 1 mezzo cucchiaino di sale
  • 1 mezzo cucchiaino di bicarbonato di sodio;
  • alcune gocce di iodio (2-4, non di più), se non ci sono malattie della tiroide.

I decotti alle erbe possono essere utilizzati se il medico lo consente. Molte piante medicinali - spago, assenzio, timo, salvia - sono controindicate durante la gravidanza a causa delle loro proprietà. Prima di preparare qualsiasi pianta, è necessario consultare il proprio medico..

Gli antipiretici sono anche raccomandati da un medico. Il paracetamolo è considerato il più sicuro per la madre e il feto, per il quale sono stati condotti studi clinici a tutti gli effetti. Il paracetamolo è prodotto con vari nomi commerciali da aziende farmaceutiche in molti paesi. L'uso di farmaci antibatterici, specialmente nel secondo trimestre, è obbligatorio, senza di essi sono possibili complicazioni. Vengono utilizzati antibiotici provati, preferibilmente quelli che la donna incinta ha già usato in precedenza. Ciò eviterà una reazione allergica. Il medico decide quale antibiotico usare..

Dopo la nomina dei farmaci antibatterici, lo stato di salute migliora entro 1-2 giorni. L'errore più comune e pericoloso di questo periodo è la cessazione non autorizzata dei farmaci. Una diminuzione della temperatura e una diminuzione del dolore non significano che la malattia sia finita. L'agente infettivo e gli anticorpi ad esso continuano a circolare nel corpo, facendo il loro lavoro distruttivo.

Il numero schiacciante di infiammazioni renali e malattie reumatiche è una conseguenza di mal di gola non trattati.

Insieme agli agenti antibatterici, vengono prescritti antistaminici per ridurre la probabilità di sviluppare processi autoimmuni.

Un po 'di prevenzione e miti

Ci sono molti miti sul trattamento. In particolare, è una convinzione molto comune che qualsiasi infezione possa essere trattata con un antibiotico "tre volte al giorno". In realtà, questo è tutt'altro che il caso. I batteri sono diventati così adattati agli antibiotici che molte specie hanno semplicemente smesso di rispondere ai farmaci. Il medico deve prescrivere il trattamento, non il farmacista.

  • La pubblicità dei medicinali non dovrebbe essere presa sul serio: nessuno ha la responsabilità dell'automedicazione con loro.
  • La migliore prevenzione è una buona alimentazione, aria fresca e riposo adeguato.

Un'alimentazione adeguata è quella in cui il completo complemento dei nutrienti è presente in quantità sufficienti. La nutrizione è importante non solo per lo sviluppo fetale, ma anche per l'immunità: se non ci sono abbastanza proteine ​​animali, la risposta immunitaria non può essere efficace. Camminare in aria e il sole rafforza le difese, sature di ossigeno. Durante il sonno, viene ripristinato il sistema nervoso, che è utile per una donna e un bambino non ancora nato.

L'angina nelle donne in gravidanza può terminare con il recupero e non lasciare conseguenze se il trattamento viene avviato da un medico fin dalle prime ore.

Il trattamento è prescritto solo da un medico, tenendo conto delle caratteristiche individuali del corpo e della durata della gravidanza.

L'angina è una malattia contagiosa, quindi è impossibile ammalarsi così, senza una fonte di infezione. È necessario contattare il paziente o l'attivazione dell'infezione cronica dovrebbe essere attivata nel corpo. L'infezione cronica può essere riscontrata, ad esempio, in denti cariati, tonsille ingrossate e allentate. Una donna in età fertile deve combattere costantemente i focolai di infezione, soprattutto se sta pianificando una gravidanza. Si consiglia di evitare il contatto con i malati, lavarsi costantemente le mani, usare stoviglie e biancheria separate.

Come trattare l'angina durante la gravidanza 1 trimestre - trattamento e conseguenze

L'angina è una tonsillite acuta che si manifesta come infiammazione delle tonsille. Questa malattia è abbastanza comune nelle donne in gravidanza e può essere pericolosa sia per la futura mamma che per il bambino. È nel primo trimestre che l'angina può avere un impatto negativo sullo sviluppo del feto. Pertanto, non puoi fare a meno di un adeguato trattamento e supervisione da parte di un medico..

In questo articolo, ti diremo perché l'angina è pericolosa nel primo trimestre di gravidanza e come trattarla correttamente..

Cause dell'evento

Il principale agente causale dell'angina è batteri e virus. Questo include streptococco emolitico, pneumococco, virus dell'influenza. Sopprimono il sistema immunitario e si moltiplicano rapidamente nella faringe e nelle tonsille, causando così un'infiammazione..

Le donne in gravidanza possono contrarre la tonsillite acuta attraverso goccioline trasportate dall'aria, mani sporche, cibo e così via..

Nel primo trimestre, si raccomanda di limitare il soggiorno in luoghi affollati, non di comunicare con i pazienti. Lavarsi le mani più spesso e maneggiare il cibo (verdura, frutta) con acqua bollente.

La tonsillite acuta può verificarsi a causa di carie, malattie ORL, raffreddori e influenza. Queste malattie devono essere prontamente trattate in modo da non complicare il corso della gravidanza e prevenirne lo sbiadimento o la cessazione..

Sintomi

I principali sintomi del mal di gola:

  • Mal di gola, difficoltà a deglutire;
  • Affaticamento, debolezza;
  • Perdita di appetito;
  • Mal di testa;
  • Brividi;
  • Gonfiore, arrossamento delle tonsille;
  • La comparsa di pus e placca sulla superficie delle tonsille;
  • Un aumento delle dimensioni dei linfonodi, del loro dolore;
  • Aumento della temperatura a quaranta gradi.

A volte durante la gravidanza, l'angina potrebbe non manifestarsi con alcun sintomo. La donna non sente mal di gola, la temperatura non aumenta. Ma dopo un po 'la temperatura aumenta, la respirazione diventa difficile.

Gli esperti affermano che la perdita di appetito può essere il primo e principale sintomo di mal di gola durante la gravidanza. Il dolore articolare può essere presente come supplemento.

A seconda del tipo di angina, possono comparire diversi sintomi. Quindi, con una forma catarrale, c'è arrossamento e gonfiore della faringe e delle tonsille, un rivestimento di bianco sulla lingua. Piccole vescicole giallastre si formano sulle tonsille durante il mal di gola follicolare.

Il più pericoloso è l'angina lacunare. Può portare a varie complicazioni. Con questo tipo di tonsillite acuta, si osserva un aumento delle dimensioni delle tonsille e la comparsa di depressioni su di esse. Sulle tonsille si forma una fioritura di una tonalità bianco-gialla.

Possibili complicazioni

Quando il trattamento viene fornito in modo tempestivo e selezionato correttamente, non sorgono complicazioni. Ma se un mal di gola viene avviato o auto-medicato, il che è particolarmente pericoloso nel primo trimestre di gravidanza, ci possono essere conseguenze molto gravi sulla salute..

  1. Meningite (in caso di infezione delle ossa del cranio e delle meningi);
  2. Ascesso laringeo (con angina lacunare, quando l'infiammazione è purulenta);
  3. Poliartrite (infiammazione articolare);
  4. Pielonefrite, glomerulonefrite (malattia renale);
  5. Processo infiammatorio nei linfonodi.
  6. Sepsi (avvelenamento del sangue e danni agli organi);
  7. Polmonite (polmonite)
  8. Miocardite (danno miocardico).

Le conseguenze negative possono anche influenzare le condizioni del feto. In questo caso, la circolazione del sangue nell'utero può essere interrotta, provocando intossicazione e ipossia dell'embrione. Le complicanze della tonsillite acuta possono provocare distacco di placenta o influire sullo sviluppo fetale.

Trattamento

Il trattamento del mal di gola comprende diversi aspetti:

  1. Questo sta prendendo antibiotici.
  2. Per schiarire la gola da germi e batteri, è necessario eseguire un gargarismo..
  3. Gli antistaminici sono prescritti per alleviare il gonfiore.
  4. Si consiglia di seguire una dieta delicata con sufficiente acqua e riposo a letto.
  5. Per un trattamento più completo, puoi utilizzare i rimedi popolari..

Farmaco

Nella maggior parte dei casi, per il trattamento dell'angina nel primo trimestre, Bioparox è prescritto alle donne in gravidanza sotto forma di spray. Questo medicinale ha un effetto locale, pertanto non influisce negativamente sullo sviluppo del bambino. Se la temperatura è salita a trentotto o più gradi, vengono prescritti altri antibiotici, ad esempio l'ampicillina.

I medici possono raccomandare i seguenti farmaci come losanghe:

  • Neo angina. Ha un effetto locale. Prendi una compressa ogni 2-3 ore.
  • Faringosept. Questo farmaco uccide bene i batteri patogeni. Le compresse si dissolvono fino a quando non si dissolvono completamente dai quindici ai venti minuti dopo aver mangiato. La ricezione viene effettuata una compressa fino a cinque volte al giorno.
  • Lizobact. Il farmaco ha proprietà antisettiche. Le compresse non devono mai essere ingerite. Due compresse devono essere succhiate fino a quattro volte al giorno per otto giorni.
  • Travisil. Queste compresse sono composte da ingredienti naturali. La loro azione ha lo scopo di eliminare l'irritazione della mucosa faringea. Si consiglia di assumere due compresse tre volte al giorno..

Gargarismi della gola:

  • Furacilin. Sciogli una compressa in un bicchiere d'acqua e fai dei gargarismi ogni mezz'ora.
  • Miramistin durante la gravidanza. Fai i gargarismi con un cucchiaio di Miramistin fino a cinque volte al giorno.
  • Stopangin. Il farmaco non è diluito, ma assunto in un volume di quindici millilitri e gargarismi per trenta secondi fino a cinque volte al giorno.

Oltre a risciacqui e losanghe, è possibile utilizzare spray con nomi simili (Faringosept, Stopangin).

L'assunzione di antipiretici può influire sullo sviluppo del feto, quindi sono prescritti in casi molto rari. È vietato prendere l'aspirina. Si consiglia di sostituirlo con paracetamolo..

Casi in cui puoi assumere farmaci antipiretici:

  1. L'alta temperatura persiste o aumenta.
  2. La temperatura è salita sopra i trentotto gradi.

Rimedi popolari

Infusi e decotti di erbe:

  • Infuso di salvia. Un cucchiaio di salvia essiccata viene infuso per un'ora in un bicchiere di acqua calda. Quindi la miscela viene filtrata e bevuta mezzo bicchiere prima dei pasti tre volte al giorno..
  • Un decotto di latte, curcuma e pepe. Un pizzico di curcuma e pepe nero macinato viene aggiunto a un bicchiere di latte caldo bollito. Bere prima di dormire per tre o più giorni.
  • Infuso di camomilla. In un bicchiere di acqua bollente, viene insistito un cucchiaino di camomilla per mezz'ora. Un cucchiaio di miele e un paio di gocce di succo di limone vengono aggiunti all'infuso. Puoi bere più volte al giorno invece del tè.
  • Mescolare acqua e alcool in un rapporto da tre a uno e inumidire una benda o un panno con la miscela risultante. Mettono una benda intorno al collo e la avvolgono con una calda sciarpa in cima. Tale impacco può essere fatto fino a due volte al giorno per due ore.
  • Le foglie di cavolo vengono posizionate su una benda, che viene applicata al collo. Avvolgi una sciarpa sopra. L'impacco viene cambiato dopo due ore.

Per alleviare la temperatura, puoi bere un decotto di fiori di tiglio, tè con zenzero e miele.

E al fine di ridurre il mal di gola e rimuovere la placca, si consiglia gargarismi con la soda.

Prevenzione

Per prevenire l'insorgenza di mal di gola durante la gravidanza, è necessario ricordare la prevenzione volta a mantenere l'immunità.

  1. Evitare il contatto con persone malate.
  2. Usa solo le tue posate e articoli per l'igiene.
  3. Lavati spesso le mani.
  4. In inverno, lubrificare il naso con unguento ossolinico, gargarismi con brodo di calendula o eucalipto.
  5. Bevi vitamine prenatali.
  6. Ventilare le stanze, disinfettarle.
  7. Trattare le malattie dentali e otorinolaringoiatriche in modo tempestivo.

Come trattare la sinusite negli adulti impara da questo articolo.

Trattamento dell'otite media nei bambini: //drlor.online/zabolevaniya/uxa/otit/lechenie-v-domashnix-usloviyax.html

video

conclusioni

L'angina durante il primo trimestre di gravidanza è la più pericolosa. Può danneggiare non solo la donna, ma anche il suo bambino non ancora nato, poiché l'infezione influisce negativamente sul corpo nel suo insieme e può provocare lo sviluppo di gravi complicazioni (pielonefrite, meningite, ascesso e così via). Durante la malattia, dovresti rimanere a letto, provare a mangiare cibi liquidi, ad esempio brodo di pollo, bere molta acqua calda e accarezzarti la gola più spesso. Ma non dimenticare che durante la gravidanza, non puoi fare bagni caldi e cuocere a vapore le gambe..

Ricorda che un trattamento corretto e tempestivo sotto la supervisione di un medico aiuterà a superare la malattia nel più breve tempo possibile e mantenere la salute.!

Tutto sulla sinusite (ICD-10): sintomi, tutti i possibili trattamenti, prevenzione. Il meglio per fare i gargarismi con mal di gola è descritto qui.

Angina durante la gravidanza

Le tonsille nel corpo umano sono composte da tessuto linfoide. Una delle funzioni più importanti del tessuto linfoide è quella di svolgere funzioni protettive contro gli effetti dell'infezione. In questo organo ha luogo il processo di formazione di anticorpi in relazione ai patogeni. Le tonsille palatine proteggono il tratto respiratorio inferiore dalla penetrazione di virus, batteri, funghi, protozoi in essi. Ma questo provoca anche l'infiammazione che si verificano spesso delle tonsille stesse, che è caratterizzata da dolore e febbre alta. Durante l'intero periodo di gravidanza, è quasi impossibile evitare le malattie della gola. L'immunità di una donna affronta da sola un lieve raffreddore entro 5-7 giorni. E un tale disturbo non minaccia il corso della gravidanza. Ma se un mal di gola è un sintomo di un mal di gola, non dovresti auto-medicare. Le complicanze di questa malattia sono pericolose sia per la salute della donna che per il feto in crescita..

Angina durante la gravidanza: classificazione, cause, sintomi

Nella pratica medica, l'angina è un'infiammazione infettiva acuta delle tonsille, causata da un'infezione batterica. Tuttavia, nel senso più ampio della parola, questo termine significa la sconfitta di tutte le principali formazioni linfoidi dell'orofaringe: due palatali, linguali, faringei e due tonsille tubulari. Inoltre, i noduli linfoidi della mucosa sono spesso coinvolti nel processo infiammatorio..

Classificazione

Nel classificatore internazionale delle malattie ICD-10, l'angina è chiamata tonsillite acuta, che è designata dal numero J03. La tonsillite acuta si trova nel gruppo di infezioni respiratorie acute del tratto respiratorio superiore. Nella pratica medica, l'angina è divisa nei seguenti tipi:

  • catarrale;
  • follicolare;
  • a cassettoni;
  • flemmonosa;
  • membranoso ulceroso.

Tutti rappresentano un singolo processo patologico del passaggio da uno stadio della malattia a un altro. La tonsillite catarrale è la forma più lieve di tonsillite acuta. La malattia può fermarsi al primo stadio o può progredire ulteriormente. Le ultime quattro forme sono spesso chiamate tonsillite purulenta a causa della caratteristica suppurazione delle tonsille. La tonsillite purulenta è una forma grave della malattia ed è caratterizzata da un abbondante accumulo di essudato giallastro sulle tonsille.

Cause e sintomi della malattia

Nella maggior parte dei casi (80%) gli streptococchi causano mal di gola. Inoltre, la causa di questa malattia può essere stafilococchi, pneumococchi, meningococchi, micoplasmi. La tonsillite acuta è una malattia contagiosa che viene trasmessa da persona a persona da goccioline trasportate dall'aria. I seguenti fattori contribuiscono all'infezione durante la gravidanza:

  • ipotermia di tutto l'organismo o delle sue parti;
  • bassa immunità;
  • essere in stanze con una grande folla di persone.

Nella maggior parte delle donne in gravidanza, le difese del corpo sono indebolite da una dieta squilibrata, patologie croniche degli organi interni, stress e ansia. Il modo più semplice per contrarre un'infezione è nel periodo autunno-inverno. Ma anche in estate, è sufficiente comunicare a stretto contatto con una persona malata, quindi rimanere sotto aria condizionata o in una bozza, bere acqua fredda.

Il quadro clinico nelle donne in gravidanza non è diverso dalle donne non in gravidanza. Tutte le forme di angina sono caratterizzate da un'insorgenza acuta della malattia, espressa dai seguenti sintomi:

  • aumento di temperatura a 38–40 ° С;
  • un forte dolore alla gola che peggiora durante la deglutizione;
  • ingrandimento e arrossamento delle tonsille, comparsa di placca su di esse;
  • brividi, debolezza, mal di testa;
  • infiammazione dei linfonodi mascellari, che è espressa dalla loro maggiore dimensione e dolore durante i movimenti della testa.

Il periodo di incubazione può variare da alcune ore a due giorni. La gravità dei sintomi dolorosi raggiunge il massimo il secondo giorno di malattia. La fase acuta dell'angina dura circa cinque giorni. Quindi i sintomi iniziano a diminuire, ma possono persistere per altri 4-5 giorni. I linfonodi mascellari ingrossati infiammati sono un segno distintivo dell'angina.

Caratteristiche di ogni tipo di mal di gola

Ciascuna delle forme di tonsillite acuta differisce l'una dall'altra per il grado di manifestazione del quadro clinico.

Il mal di gola catarrale può essere confuso con l'ARVI, poiché non c'è placca sulla lingua e sulle tonsille, i linfonodi sono leggermente allargati. La temperatura di solito non supera i 38 ° C. Ma con ARVI, di solito si osservano naso che cola e tosse e i linfonodi non aumentano. Se una donna incinta ha una forte immunità, questa forma di malattia scompare dopo due o tre giorni. Se il corpo non riesce a far fronte all'infezione, il mal di gola si sposta nelle fasi successive.

La temperatura corporea con angina follicolare è generalmente nell'intervallo da 38 a 39 ° C, si osserva una placca bianca sulla lingua. Con questa forma, le tonsille sono notevolmente ingrandite e sulla loro superficie ci sono elevazioni giallastre (follicoli). I linfonodi cervicali si ingrandiscono di oltre un centimetro.

I sintomi e il decorso della tonsillite lacunare sono simili al follicolare. Solo i follicoli sulle tonsille formano intere isole e possono coprire l'intera superficie, appare il gonfiore delle creste faringee laterali.

Il grado di mal di gola con forma flemmona è sempre definito grave. Tutti i sintomi sono pronunciati, appare un forte alito cattivo e la saliva inizia a fluire abbondantemente. Di norma, c'è un forte aumento di un'amigdala, che si sposta visivamente al centro.

La causa del mal di gola ulcerativo membranoso è il bacillo a forma di fuso e lo spirochete della cavità orale. Allo stesso tempo, il mal di gola disturba solo da un lato, la temperatura è leggermente aumentata. Di solito, questa forma di tonsillite acuta è accompagnata da alitosi. I linfonodi si infiammano solo sul lato interessato. Un'ulcera con bordi chiari appare sulla superficie di una delle tonsille palatine, che è coperta da un rivestimento grigio-giallo. Con complicazioni, la lesione può estendersi oltre le tonsille..

Galleria fotografica: tipi di tonsillite

Il pericolo di mal di gola durante la gravidanza

L'angina durante la gravidanza è pericolosa con febbre alta e possibili complicazioni. Numerosi studi hanno rivelato una relazione tra la temperatura corporea superiore a 38,5 ° C e l'insorgenza di malformazioni fetali. Il rischio del loro aspetto nel primo trimestre è particolarmente elevato, quando ha luogo la formazione dei principali organi e sistemi del nascituro. Molti medici associano il verificarsi di aborti spontanei (aborti spontanei) in una fase precoce proprio con malattie precedenti accompagnate da febbre alta. E questo sintomo è tipico per quasi tutte le forme di angina..

Se la malattia non viene trattata nei primi tre giorni, le forme lievi di tonsillite acuta si trasformeranno in gravi, che dal quinto giorno possono causare le seguenti complicazioni:

  • locale: otite media, laringite acuta, sinusite, ascesso paratonsillare;
  • generale: reumatismi, danno renale bilaterale, infiammazione del muscolo cardiaco, danno alla cistifellea, meningite.

In rari casi, a seguito di un ascesso, può verificarsi un'infezione generale del corpo con microrganismi che sono entrati nel flusso sanguigno. Una malattia così grave si chiama sepsi tonsillare. Le complicanze dell'angina possono causare danni irreparabili alla salute della donna incinta e allo sviluppo del feto. L'ascesso paratonsillare è una complicazione dell'angina e richiede un intervento chirurgico

Trattamento

La medicina moderna ha mezzi sufficienti per evitare lo sviluppo di complicanze sotto forma di poliartrite e sepsi. Ma una donna incinta dovrebbe consultare un medico in tempo se compaiono i primi sintomi della malattia. L'autotrattamento è controindicato. Solo uno specialista esperto può diagnosticare l'angina e scegliere un metodo terapeutico. I segni di tonsillite acuta possono essere confusi con faringite virale, difterite, mononucleosi infettiva. E tutte queste malattie richiedono un trattamento completamente diverso..

Diagnostica

La diagnostica del mal di gola può consistere nelle seguenti attività:

  • valutazione del quadro clinico: reclami, misurazione della temperatura, esame delle condizioni delle tonsille (faringoscopia) e dei linfonodi (palpazione);
  • condurre un esame del sangue generale;
  • prendendo un tampone dalle tonsille per determinare la presenza dell'agente causale di difterite;
  • L'esame batteriologico è di solito prescritto solo in singoli casi.

Con il rilevamento tempestivo della tonsillite acuta, non è necessario il ricovero in ospedale della donna incinta. Con gravi sintomi dolorosi, è indicato il trattamento in un ospedale. La faringoscopia che utilizza un endoscopio è uno dei metodi principali per diagnosticare l'angina.

Metodi di trattamento

I principali metodi di terapia per l'angina in una donna incinta:

  • rispetto delle regole generali per migliorare le difese dell'organismo;
  • terapia antibiotica;
  • assunzione di farmaci antipiretici;
  • trattamento topico per alleviare i sintomi dolorosi.

Per tutte le forme di tonsillite durante la gravidanza, è indicato il riposo a letto. L'attività fisica nella fase acuta della malattia può influire negativamente sul funzionamento del cuore. È necessario bere molto liquido caldo: acqua minerale, composta, tè. Dovresti mangiare cibi caldi e delicati che non irritano le tonsille doloranti. Zuppe, brodi, purè di patate sono i più adatti in questo caso. Il riposo a letto deve essere osservato durante la fase acuta della malattia..

Terapia antibiotica

L'angina viene trattata rapidamente ed efficacemente con antibiotici. Ma per una donna incinta, la maggior parte di questi farmaci è controindicata a causa dei loro effetti avversi sulla formazione fetale. Il rischio è particolarmente elevato nel primo trimestre. Fortunatamente, esistono numerosi antibiotici approvati per l'uso in gravidanza se la loro efficacia è superiore al potenziale rischio di esposizione. La tonsillite acuta è proprio una situazione del genere. Il corso della terapia antibiotica può essere prescritto solo da un medico. In generale, una donna incinta può essere trattata con i seguenti antibiotici:

  • penicilline: amoxicillina, ampicillina, amoxiclav, augmentina;
  • cefalosporine: Cefazolina, Ceftriaxone, Cefuroxime, Cefatoxime;
  • macrolidi: eritromicina, azitromicina.

La durata media della terapia antibiotica è di circa dieci giorni. È importante assumere antibiotici per alcuni giorni, anche dopo che i sintomi dolorosi si sono risolti. Altrimenti, c'è il rischio di complicazioni tardive. Pertanto, una donna incinta dopo un mal di gola dovrebbe visitare un medico due volte a settimana per un altro mese. Gli antibiotici Augmentin e Amoxiclav combinano un elevato effetto terapeutico e una relativa sicurezza nel trattamento dell'angina durante la gravidanza

Farmaci antipiretici

Come antipiretici durante la gravidanza, il paracetamolo e l'ibuprofene sono approvati per l'uso. Il paracetamolo può essere assunto per tutto il periodo e l'ibuprofene non è raccomandato nel terzo trimestre. Ma quest'ultimo ha anche un effetto antinfiammatorio. L'effetto di questi farmaci antipiretici si fa sentire entro trenta o quaranta minuti dopo l'assunzione. Il massimo effetto terapeutico si verifica in un'ora e mezza e dura dalle quattro alle sei ore. Durante la gravidanza, si raccomanda un breve ciclo di trattamento (non più di tre giorni). Il paracetamolo e l'ibuprofene possono causare reazioni allergiche sotto forma di eruzioni cutanee e prurito, disturbi del sistema digestivo.

La terapia locale significa

I rimedi topici sono destinati al trattamento antisettico della mucosa della gola, ai tessuti idratanti, alla rimozione di muco e pus accumulati. Questo trattamento riduce l'infiammazione e il dolore. Il trattamento locale viene effettuato utilizzando i seguenti mezzi:

  • soluzioni di risciacquo;
  • spray per irrigazione;
  • losanghe.

Ma tutti i medici ricordano che la terapia locale non può sostituire i farmaci antibatterici per l'angina e non influire in alcun modo sulla probabilità di complicanze..

Gli indicatori di recupero sono la normale temperatura corporea per 5 giorni, nessun mal di gola e dolore alla palpazione dei linfonodi mascellari, sangue normale, urine ed elettrocardiogramma.

N.L. Kunelskaya, A.B. Turovsky, Yu.S. Kudryavtseva

"Angina: diagnosi e trattamento"

Si consiglia di preparare soluzioni di risciacquo dai seguenti agenti antisettici: perossido di idrogeno, furacilina, clorexidina. Per il trattamento delle mucose, secondo le istruzioni, si consiglia di utilizzare una soluzione allo 0,25% di perossido di idrogeno. Furacilina e clorexidina sono attive contro streptococchi e stafilococchi. Per preparare una soluzione a base di furacilina, è necessario assumere una compressa e scioglierla in 100 ml di acqua calda. La clorexidina (0,05-0,1%) è pronta per l'uso immediato. Durante il risciacquo, le soluzioni non devono essere ingerite. Si consiglia di eseguire questa procedura dalle sei alle otto volte durante il giorno..

Gli spray per l'angina inibiscono batteri e funghi, stimolano il processo di rigenerazione dei tessuti interessati. Durante la gravidanza, sono consentiti i seguenti farmaci:

  • Stopangin;
  • Ingalipt;
  • Hexoral;
  • Miramistin.

Le losanghe riducono l'infiammazione e il dolore, aumentano l'effetto degli antibiotici. Le compresse devono essere assorbite lentamente senza deglutire. Sono usati due alla volta, tre o quattro volte al giorno. Durante la gravidanza, le seguenti pastiglie sono approvate per l'uso con l'approvazione di un medico:

  • Lizobact;
  • Faringosept;
  • Strepsils.

Tabella: agenti topici per il trattamento dell'angina durante la gravidanza

Modulo per il rilascioSostanza attivaindicazioniPrezzo, rub.
Perossido di idrogenoSoluzione.Perossido di idrogeno.
  • trattamento antisettico delle mucose;
  • la guarigione delle ferite.
Da 6 a 100 ml (3%).
FuracilinCompresse soluzione.NITROFURAZONE.
  • danno alla mucosa;
  • ferite purulente.
Da 95 per 20 pezzi.
clorexidinaSoluzione.clorexidina.
  • infiammazione della mucosa;
  • ferite purulente;
  • trattamento antisettico della mucosa.
Da 12 a 100 ml.
StopanginSpray.hexetidine.
  • tonsillite;
  • angina;
  • faringite.
Da 220 a 30 ml.
HexoralSpray.hexetidine.
  • angina;
  • faringite;
  • infezioni fungine.
Da 300 a 40 ml.
IngaliptSpray.
  • olio di menta piperita;
  • olio di eucalipto;
  • streptocide.
  • tonsillite;
  • faringite;
  • laringite.
Da 70 a 20 ml.
MiramistinSpray.Benzildimetile 3.Malattie infettive e infiammatorie della gola, ferite purulente sulla mucosa.Da 236 per 50 ml.
LizobactPastiglie.Lisozima, piridossina (vitamina B6).Infezioni e infiammazioni della mucosa laringea.Da 274 per 30 pezzi.
FaringoseptPastiglie.Ambazon.Infezioni e infiammazioni della mucosa laringea.Da 165 per 20 pezzi.
StrepsilsPastiglie.Alcool diclorobenzilico, amilmetacresolo.Malattie infettive e infiammatorie della faringe.Da 175 per 24 pezzi.

Tonsillectomia (rimozione delle tonsille) durante la gravidanza

Trenta anni fa, le tonsille furono rimosse per quasi tutti con una diagnosi di tonsillite cronica. Oggi le opinioni dei medici sono divise. Molti di loro sono piuttosto diffidenti nei confronti della tonsillectomia, credendo che un importante organo che protegge il corpo dalle infezioni venga rimosso. La tonsillite cronica è un processo infiammatorio costante con esacerbazioni frequenti (più di cinque volte l'anno). In questo caso, le tonsille sono notevolmente ingrandite e sono una fonte di infezione cronica. Qualsiasi raffreddore, ipotermia, esaurimento fisico causano un'esacerbazione di tonsillite cronica, i cui sintomi sono simili a quelli di un mal di gola. Il trattamento di questa malattia è un processo piuttosto lungo associato a un rafforzamento generale del sistema immunitario e all'eliminazione di cause esterne. Alcuni medici raccomandano di rimuovere le tonsille per la tonsillite cronica anche nella fase di pianificazione del bambino. Durante la gravidanza, la tonsillectomia può essere eseguita solo se esiste una minaccia immediata di disabilità per la donna. I medici ritengono che sia più sicuro rimuovere le tonsille nel primo trimestre. Nel terzo trimestre, la chirurgia può essere eseguita solo in casi eccezionali. Indicazioni per tonsillectomia nella tonsillite cronica:

  • esacerbazioni frequenti;
  • completa perdita delle loro funzioni protettive da parte delle tonsille;
  • sviluppato a seguito di reumatismi cronici da infezione, malattie cardiache, danni ai reni e alle vie biliari;
  • insorgenza ripetuta di ascesso paratonsillare;
  • compromissione persistente delle funzioni di deglutizione e respirazione;
  • inefficacia della terapia antibiotica.
La rimozione delle tonsille palatine colpite viene effettuata durante la gravidanza solo se esiste una minaccia di conseguenze irreparabili per la salute della donna incinta

Un'altra opinione è che un focus cronico di infezione del tessuto linfoide nella gola indica un fallimento nel lavoro di tutte le difese del corpo sul principio dei vasi comunicanti. Nella maggior parte dei casi, ci sono malattie croniche concomitanti del tratto gastrointestinale, milza, reni, fegato. Con un'immunità debole, la rimozione delle tonsille, di norma, migliora le patologie in altri organi. Quindi, molti dei miei conoscenti in epoca sovietica caddero sotto la rimozione generale delle tonsille. Di conseguenza, uno ha sviluppato insufficienza renale, l'altro ha sviluppato sinusite cronica, il terzo è trattato per bronchite ogni marzo. Alcuni sono riusciti a evitare un intervento chirurgico e successivamente a liberarsi della tonsillite cronica grazie a uno stile di vita sano: indurimento, esercizio all'aria aperta e seguendo i principi di una dieta equilibrata. Allo stesso tempo, nessun trattamento e prevenzione aiuterà se testerai costantemente le tue tonsille per forza con bevande fredde, correnti d'aria, condizionatori d'aria, camminando nel gelo severo senza cappello e in una giacca corta, alcool e fumo. Durante la pianificazione della gravidanza per la tonsillite cronica, è necessario innanzitutto rafforzare il sistema immunitario, cercare di curare la patologia degli organi interni e adottare regolarmente misure preventive.

Rimedi popolari per l'angina

I rimedi popolari per il trattamento del mal di gola sono destinati al risciacquo della gola e alla somministrazione orale. Quando si utilizzano questi metodi, è necessario comprendere che sono solo uno strumento ausiliario e non possono sopprimere la crescita e la riproduzione dei batteri. Durante la gravidanza, dovresti fare attenzione a ingerire i decotti alle erbe, poiché molte erbe possono influenzare negativamente lo sviluppo del feto.

È più sicuro fare i gargarismi con le infusioni di camomilla ed eucalipto. Per preparare questo brodo, è sufficiente prendere un cucchiaio dell'ingrediente e versare un bicchiere di acqua bollente, lasciarlo fermentare. Uno dei rimedi casalinghi più efficaci per i gargarismi è la soluzione di sale di soda, che viene prodotta mescolando un cucchiaino di ciascun ingrediente in un bicchiere d'acqua..

Se la donna incinta non è allergica ai prodotti delle api, il miele e la propoli possono essere usati per alleviare il mal di gola. Puoi semplicemente tenerli in bocca per molto tempo. Si consiglia inoltre di sciogliere il miele nel latte caldo e di berlo di notte. Puoi anche aggiungere un pezzettino di burro lì..

Prevenzione della malattia

Spesso, per non avere mal di gola, è sufficiente aderire alle seguenti misure preventive:

  • mantenere l'immunità con una dieta equilibrata e complessi multivitaminici;
  • evitare ipotermia, stress, cibi freddi o caldi;
  • evitare di stare in compagnia di una persona infetta e in stanze chiuse con una grande folla di persone;
  • sciacquare la gola con soluzioni antisettiche regolarmente una o due volte al giorno;
  • ventilare e umidificare lo spazio abitativo;
  • camminare all'aria aperta per molto tempo.

Video: miti e realtà sull'angina

Recensioni

All'inizio ho avuto un'angina molto brutta. Hanno iniettato antibiotici, ma era tutto in ospedale. Ero molto preoccupato per il bambino, grazie a Dio, tutto ha funzionato! Guarisci intensamente. la cosa principale è che non c'è alta temperatura.

Graffiti

http://www.volgo-mama.ru/forum/index.php?showtopic=159603&st=0&p=2959326&#entry2959326

Sono incinta di 5-6 settimane. Sarei dovuto andare per registrarmi, ma... mi sono ammalato. In primo luogo, la temperatura è aumentata bruscamente (38,8), terribilmente spaventata con mio marito, hanno chiamato un'ambulanza, il medico ha detto che avevo mal di gola e, inoltre, purulento. Da dove viene, non lo so. Il giorno successivo la temperatura è stata mantenuta. Gargarismi con sale, soda e iodio. Poi ho chiamato il mio ginecologo. Ha detto di bere mezza pillola di paracetamolo, asciugarsi, bere tè al lampone e andare a letto. La mattina dopo ho preso la mia temperatura basale. Aveva 37.3 anni. Durante il giorno, la temperatura non si è abbassata, l'intera giornata è stata di circa 37,9 e alla sera è salita a 39. Il medico ha prescritto un antibiotico, ha detto che non c'era nessun posto dove andare. Si chiama ampicillina. La temperatura scende Oggi non era all'inizio, ma alla sera erano 37.7. Al mattino ho misurato di nuovo la temperatura basale di 37,8.

Julia She

https://forum.materinstvo.ru/index.php?view=findpost&showtopic=99555&p=4469826

Con una visita tempestiva da un medico, l'angina viene facilmente curata entro una settimana, senza influenzare lo sviluppo e la crescita del nascituro. Conoscere le principali cause e sintomi della malattia aiuterà una donna incinta a riconoscere in tempo una malattia pericolosa, ad avviare una terapia adeguata e quindi a evitare complicazioni. Con una forte immunità e aderenza alle misure preventive, la probabilità di avere mal di gola durante la gravidanza è ridotta al minimo.