loader

Principale

Rinite

Teraflu

Il limone TeraFlu è un rimedio sintomatico per eliminare le manifestazioni di malattie da "raffreddore" (mal di testa, febbre, congestione nasale, ecc.).

Indicazioni per l'uso

TeraFlu è progettato per alleviare rapidamente i sintomi e alleviare la condizione di malattie infettive e infiammatorie, accompagnata da febbre alta, congestione nasale, dolore muscolare, dolori muscolari e febbre. È usato per infezioni virali respiratorie acute, sinusite, rinite, raffreddore, rinofaringite, rinusinusopatia, influenza e altre malattie di natura "fredda".

Affronta anche bene la sindrome del dolore da lieve a moderata in problemi dentali, artralgia, emicrania, mialgia, algodismenorrea.

Composizione del preparato

Il farmaco contiene diversi ingredienti attivi. In 1 bustina:

  • Paracetamolo - 0,325 g
  • Fenilefrina (come cloridrato) 0,01 g
  • Feniramina (come maleato) 0,02 g
  • Vitamina C - 0,05 g.

Altri ingredienti: citrato di sodio (sotto forma di diidrato), mela e limone, additivi alimentari (coloranti, aromi), composto di calcio, saccarosio.

La polvere extra di TeraFlu contiene una doppia dose di paracetamolo - 0,65 g, non contiene acido ascorbico, i restanti principi attivi vengono somministrati nella stessa quantità della prima preparazione. I componenti ausiliari si differenziano per gli additivi alimentari: coloranti e aromi.

Proprietà curative

L'azione combinata di TheraFlu è ottenuta grazie alle proprietà dei suoi principi attivi. Il farmaco allevia vari tipi di dolore, abbassa la febbre, facilita la respirazione, allevia la congestione nasale e migliora il passaggio dell'aria:

  • Il paracetamolo ha un effetto antinfiammatorio analgesico, antipiretico e lieve. È adsorbito dal tratto gastrointestinale, i tassi più alti si trovano entro un'ora dopo l'ingestione. L'emivita delle dosi terapeutiche va da 1 ora a 4, viene completamente escreta dal corpo durante il giorno.
  • La fenilefrina allevia bene i sintomi della malattia: abbassa la temperatura, restringe i vasi sanguigni, riducendo il gonfiore nei passaggi nasali e facilitando la respirazione.
  • La feniramina neutralizza i recettori H1, esibisce un effetto antiallergico. Come parte di TheraFlu, arresta la lacrimazione e le perdite nasali, riduce l'intensità del processo infiammatorio, elimina il sudore, il prurito agli occhi e al naso.
  • L'acido ascorbico riduce la permeabilità vascolare, supporta l'immunità, migliora il benessere.

Moduli di rilascio

Costo medio: 392-502 rubli.

Il farmaco è disponibile sotto forma di polvere a grana fine per la preparazione di una soluzione curativa. Una miscela di bianco con inclusioni gialle, odore di limone. Il potenziale attaccamento della polvere nel sacchetto non è uno svantaggio. Il liquido recuperato è leggermente giallastro, poco chiaro, ha un sapore di limone o mela cannella.

Il prodotto è confezionato in 21,78 g ciascuno In un pacchetto - 10 bustine, annotazione.

Modalità di applicazione

La polvere di TeraFlu, secondo le istruzioni per l'uso, viene diluita immediatamente prima dell'assunzione. Non è consigliabile preparare la soluzione in anticipo. Puoi usare acqua di qualsiasi temperatura, ma è preferibile bere la bevanda curativa calda - in questo modo la medicina agisce più velocemente. Come qualsiasi farmaco antipiretico, i farmaci non devono essere consumati prima dei pasti, dovrebbero essere bevuti circa un'ora dopo un pasto. Questo metodo riduce il rischio di danni allo stomaco..

La tariffa giornaliera di TeraFlu in bustine è di 3 bustine a intervalli regolari (almeno 4 ore). Il medicinale viene bevuto durante il giorno, l'ultima dose deve essere fatta poco prima di andare a letto.

Durante la gravidanza e l'allattamento

TeraFlu non viene usato durante la gravidanza e l'allattamento, poiché il paracetamolo presente nella sua composizione è altamente attivo: può superare la barriera placentare e accumularsi nel liquido amniotico. È possibile utilizzare il farmaco solo come indicato da un medico in caso di emergenza.

Non è raccomandato bere TeraFlu e donne in allattamento. Se non c'è altro modo per affrontare il malessere, l'allattamento deve essere sospeso durante l'assunzione del farmaco..

Controindicazioni

È vietato assumere TeraFlu:

  • Se c'è un'ipersensibilità individuale ai componenti
  • Per gravi patologie di CVS, fegato, reni
  • Con una ghiandola tiroidea iperattiva (ipotiroidismo)
  • Se ci sono malattie del sistema ematopoietico
  • Per epilessia, trombosi, disturbi del sonno
  • Durante il trattamento con IMAO (nonché 2 settimane prima e dopo l'uso di farmaci), antidepressivi triciclici, β-bloccanti
  • Con dipendenza da alcol o contemporaneamente con farmaci contenenti alcol
  • Con deficit di sucrasi / isomaltasi, malassorbimento di glucosio-galattosio
  • Se il paziente ha un'intolleranza al fruttosio congenita
  • Bambini di età inferiore ai 12 anni
  • Durante la gravidanza e l'epatite B.

TeraFlu è prescritto con cautela in presenza di:

  • Diabete
  • Ipertensione arteriosa
  • Gravi malattie dell'apparato respiratorio, sangue
  • Violazione della minzione (con adenoma prostatico)
  • Glaucoma ad angolo chiuso.

Il medico deve essere informato su queste e altre malattie esistenti in modo che analizzi la condizione e determini se è possibile assumere TheraFlu in questo o quel caso. Ciò contribuirà ad evitare gravi effetti collaterali e complicazioni..

Precauzioni

TeraFlu non cura la malattia, ma allevia solo i suoi sintomi, quindi alcuni pazienti hanno un falso senso di recupero. Dopo aver assunto la polvere, una persona si sente meglio: la temperatura diminuisce, la respirazione nasale migliora e la tosse si attenua. Ma in realtà, la malattia rimane all'interno del corpo. E se non vai da un medico, non sottoporsi a un trattamento, puoi avere complicazioni. È meglio bere TeraFlu in quei casi in cui non puoi ammalarti in alcun modo - prima di eventi importanti che non possono essere cancellati - se hai un viaggio urgente, una sessione, un colloquio. Cioè, il farmaco viene assunto per un breve periodo come farmaco concomitante nel trattamento della malattia di base. Inoltre, il suo corso non dovrebbe superare i tre giorni. Trascorso questo tempo, devi consultare un medico.

Durante l'assunzione di TeraFlu, non si dovrebbe bere nulla contenente alcol: bevande, medicine, tinture, in modo da non causare danni al fegato.

Controllare i farmaci assunti per la presenza di paracetamolo in modo da non superare l'assunzione giornaliera della sostanza e non causare un sovradosaggio.

Il paracetamolo distorce le letture del glucosio di laboratorio.

Poiché TeraFlu influisce sul lavoro del sistema nervoso centrale - provoca sonnolenza e minore attenzione, dovrebbe essere preso con cautela da tutti coloro che sono coinvolti nella guida di un veicolo o impegnati in attività che richiedono una risposta rapida.

Interazioni tra farmaci

Quando si assume TeraFlu, si deve tener conto della sua capacità di reagire con i componenti di altri farmaci:

Il paracetamolo - una sostanza che può accumularsi nel corpo, con un uso prolungato, provoca danni tossici al fegato, provoca sanguinamento. Il suo effetto dannoso è potenziato quando combinato con derivati ​​cumarinici, barbiturici, farmaci antiepilettici e anti-tubercolosi.

  • L'assorbimento della sostanza aumenta quando combinato con metoclopramide o domperidone. Di conseguenza, aumenta la concentrazione di paracetamolo nel plasma sanguigno..
  • Il paracetamolo rallenta l'escrezione di cloramfenopi, riduce l'effetto dei diuretici. Se combinato con zidovudina, aumenta il rischio di neuropenia e sanguinamento.
  • L'alcool aumenta gli effetti epatotossici del paracetamolo.

Feniarmin. Le sue proprietà antistaminiche sono potenziate quando combinate con farmaci che influenzano il sistema nervoso centrale (ipnotici, tranquillanti, barbiturici, anticonvulsivanti, ecc.). La sostanza stessa aumenta l'effetto dell'atropina e di vari farmaci antispasmodici.

La fenilefrina aumenta l'effetto degli inibitori MAO, che possono provocare una crisi ipertensiva. L'uso di TeraFlu con altri farmaci sintomatici provoca ipertensione arteriosa e disturbi del sistema cardiovascolare e con glicosidi cardiaci: interruzione del cuore e sviluppo di un attacco.

Effetti collaterali

TeraFlu può causare effetti indesiderati:

  • Aumento della debolezza e del disagio
  • Mal di testa, vertigini
  • Eccitabilità e irritabilità aumentate, paura e ansia
  • Perdita di orientamento nello spazio
  • Confusione di coscienza, disturbi del sonno
  • Rumore nelle orecchie
  • Cardiopalmus
  • Aumento della pressione sanguigna
  • Nausea
  • Disturbo delle feci
  • Dolore addominale, bruciore di stomaco
  • Bocca asciutta
  • Broncospasmo
  • Allergie cutanee (eruzione cutanea, arrossamento, prurito)
  • Attivazione enzimatica renale (senza ittero).

Se si manifesta uno dei suddetti sintomi o altre manifestazioni individuali di malessere, il farmaco deve essere annullato e consultare un medico.

Overdose

Non superare il dosaggio del farmaco TheraFlu, poiché l'intossicazione può essere estremamente pericolosa e causare molti gravi problemi di salute. Inoltre, non esiste un antidoto al farmaco.

Le gravi conseguenze di un sovradosaggio sono principalmente associate alle proprietà del paracetamolo. In casi difficili, si sviluppano fenomeni necrotici nel fegato, che comportano una violazione o un fallimento di organi e sistemi interni.

Negli adulti si sviluppano processi indesiderati dopo aver consumato 10 g di paracetamolo, nei bambini la sua quantità è di 150 mg per 1 kg di peso corporeo. Il gruppo a rischio comprende anche anziani e bambini piccoli, pazienti con patologie epatiche, alcolisti, infezione da HIV, pazienti con deficit di peso.

Dopo una singola assunzione di grandi dosi di farmaci, la vittima ha pallore della pelle, si sviluppa la nausea. I segni di danno epatico non compaiono immediatamente, ma diverse ore o anche diversi giorni dopo la somministrazione. Uno dei segni è il dolore addominale.

Pertanto, in caso di sovradosaggio di paracetamolo, non puoi esitare con un aiuto medico. È necessario chiamare un'ambulanza il prima possibile.

Un sovradosaggio di feniramina maleata e fenilefrina provoca:

  • Sonnolenza seguita dallo sviluppo dell'eccitazione nervosa
  • Soppressione del sistema nervoso centrale
  • Visione offuscata
  • Mal di testa, vertigini
  • Tremore agli arti
  • Disturbi del sonno
  • Mucose secche
  • Temperatura elevata
  • aritmia
  • svenimenti
  • Convulsioni (nei casi più gravi - coma).

Condizioni e durata

Il farmaco è adatto per l'uso entro 2 anni dalla data di produzione. Conservare in un luogo protetto dalla luce solare, dall'umidità e fuori dalla portata dei bambini, a temperatura ambiente fino a 25 ° С.

Analoghi

Esistono molti farmaci per migliorare la condizione nelle malattie dell'apparato respiratorio. Per facilitare la scelta, è necessario contattare un medico o un farmacista.

Antiflu

Contract Pharmacal Corporation (USA)

Prezzo: (5 bastoncini) - 203 rubli.

Un farmaco per il trattamento sintomatico di influenza, raffreddore, ecc. L'azione del farmaco è fornita da paracetamolo, fenilefrina sotto forma di cloridrato, clorfeniramina sotto forma di maleato. Il farmaco è progettato per gli adulti, può essere somministrato a bambini di età superiore ai 12 anni.

È prodotto sotto forma di polvere confezionata per la preparazione di soluzioni medicinali. Non puoi prendere più di 4 bastoncini al giorno (pausa - almeno 4 ore).

Dignità:

  • Rimuove rapidamente le condizioni simil-influenzali.

svantaggi:

  • Molte controindicazioni
  • Alto prezzo.

Theraflu ® Istruzioni per l'uso di influenza e raffreddore

Titolare dell'autorizzazione all'immissione in commercio:

Prodotto da:

Proprietario del marchio:

Contatti per richieste:

Forma di dosaggio

reg. №: P N012063 / 01 dal 31.05.11 - Data di immatricolazione definitiva: 28.06.18
Theraflu per influenza e raffreddore

Forma di rilascio, confezione e composizione del farmaco Theraflu per influenza e raffreddori

Polvere per preparazione di soluzione per somministrazione orale (limone) bianca con macchie gialle, a flusso libero, granulare, senza particelle estranee, con odore di agrumi; sono ammessi grumi morbidi.

1 confezione.
paracetamolo325 mg
feniramina maleato20 mg
fenilefrina cloridrato10 mg
vitamina C50 mg

Eccipienti: citrato di sodio diidrato - 120,74 mg, acido malico - 50,31 mg, colorante giallo tramonto - 0,098 mg, colorante giallo chinolina - 0,094 mg, biossido di titanio - 3,16 mg, aroma di limone - 208,42 mg, fosfato di calcio tribasico - 82 mg, acido citrico - 1221,79 mg, saccarosio - 20.000 mg.

22,1 g - bustine multistrato (4) - confezioni di cartone.
22,1 g - bustine multistrato (10) - confezioni di cartone.
22,1 g - bustine multistrato (14) - confezioni di cartone.

effetto farmacologico

Farmaco combinato, la cui azione è dovuta ai suoi componenti costitutivi. Ha un effetto antipiretico, analgesico, vasocostrittore, elimina i sintomi del "freddo". Costringe i vasi sanguigni ed elimina l'edema della mucosa della cavità nasale e del rinofaringe.

Il paracetamolo ha effetti analgesici e antipiretici sopprimendo la sintesi delle prostaglandine nel sistema nervoso centrale. Non influenza la funzione piastrinica e l'emostasi.

La feniramina è un agente antiallergico, bloccante dei recettori dell'istamina H 1. Elimina i sintomi allergici, ha un moderato effetto sedativo e mostra anche attività antimuscarinica.

Fenilefrina - alfa 1 -adrenomimetico, provoca vasocostrizione, elimina gonfiore e iperemia della mucosa nasale.

farmacocinetica

Il paracetamolo viene assorbito rapidamente e quasi completamente dal tratto gastrointestinale. La Cmax nel plasma viene raggiunta entro 10-60 minuti dopo la somministrazione orale. Distribuito nella maggior parte dei tessuti del corpo. Penetra attraverso la barriera placentare, escreto nel latte materno. A concentrazioni terapeutiche, il legame con le proteine ​​plasmatiche è trascurabile, ma aumenta con l'aumentare della concentrazione. Subisce il metabolismo primario nel fegato. Viene escreto principalmente nelle urine sotto forma di glucuronidi e solfati. T 1/2 è da 1 a 3 ore.

La Cmax della feniramina nel plasma viene raggiunta dopo circa 1-2,5 ore. La T 1/2 della feniramina è di 16-19 ore.Il 70-83% della dose viene escreto nelle urine sotto forma di metaboliti o invariato.

La fenilefrina viene assorbita dal tratto gastrointestinale. Viene metabolizzato durante il "primo passaggio" attraverso la parete intestinale e nel fegato, quindi, se assunto per via orale, la fenilefrina cloridrato è caratterizzata da una biodisponibilità limitata. La Cmax nel plasma viene raggiunta nell'intervallo da 45 minuti a 2 ore ed è escreta dai reni quasi completamente sotto forma di composti solfati. T 1/2 è di 2-3 ore.

È rapidamente e completamente assorbito dal tratto digestivo. Legame proteico al plasma - 25%. Viene escreto sotto forma di metaboliti nelle urine. L'acido ascorbico, assunto in quantità eccessive, viene rapidamente escreto immodificato nelle urine.

Indicazioni del farmaco Teraflu per influenza e raffreddori

  • trattamento sintomatico di malattie infettive e infiammatorie (ARVI, compresa l'influenza), accompagnato da febbre alta, brividi, dolori muscolari, mal di testa e dolori muscolari, naso che cola, congestione nasale, starnuti.
Apri l'elenco dei codici ICD-10
Codice ICD-10Indicazione
J06.9Infezione acuta del tratto respiratorio superiore, non specificata
J10Influenza dovuta al virus influenzale stagionale identificato
R50Febbre di origine sconosciuta

Regime di dosaggio

Dentro. Il contenuto di una bustina viene sciolto in 1 bicchiere di acqua calda, ma non bollente. Accettato caldo. Una dose ripetuta può essere assunta ogni 4-6 ore (non più di 3-4 dosi entro 24 ore).

TeraFlu per influenza e raffreddore può essere utilizzato in qualsiasi momento della giornata, ma l'effetto migliore si ottiene assumendo il farmaco prima di coricarsi, di notte. Se non si verifica alcun sollievo dai sintomi entro 3 giorni dall'inizio del farmaco, è necessario consultare il medico.

Non usare TheraFlu per raffreddori e influenza per più di 5 giorni.

Nei pazienti con funzionalità epatica compromessa o sindrome di Gilbert, è necessario ridurre la dose o aumentare l'intervallo tra le dosi.

In caso di grave insufficienza renale (l'intervallo QC tra le dosi deve essere di almeno 8 ore.

Non è richiesto alcun aggiustamento della dose nei pazienti anziani.

Effetto collaterale

Determinazione della frequenza degli effetti collaterali: molto spesso (≥1 / 10), spesso (≥1 / 100 e Dal sistema ematopoietico: molto raramente - trombocitopenia, agranulocitosi, leucopenia, pancitopenia.

Dal sistema immunitario: raramente - ipersensibilità (eruzione cutanea, mancanza di respiro, shock anafilattico), angioedema; frequenza sconosciuta - reazione anafilattica, sindrome di Stevens-Johnson, necrolisi epidermica tossica.

Dal sistema nervoso: spesso - sonnolenza; raramente - vertigini, mal di testa.

Disturbi mentali: raramente - aumento dell'eccitabilità, disturbi del sonno.

Dal lato dell'organo della visione: raramente - midriasi, paresi della sistemazione, aumento della pressione intraoculare.

Dal lato del sistema cardiovascolare: raramente - tachicardia, palpitazioni, ipertensione arteriosa.

Dal sistema digestivo: spesso - nausea, vomito; raramente - costipazione, secchezza della mucosa orale, dolore addominale, diarrea.

Dal fegato e dal tratto biliare: raramente - aumento dell'attività degli enzimi epatici.

Dalla pelle e dai tessuti sottocutanei: raramente - eruzione cutanea, prurito, eritema, orticaria.

Dal sistema urinario: raramente - difficoltà a urinare.

Reazioni generali: raramente - malessere.

Se uno qualsiasi degli effetti indesiderati sopra elencati peggiora e compaiono altri effetti indesiderati, il paziente deve consultare un medico..

Controindicazioni per l'uso

  • ipersensibilità a componenti di medicina;
  • grave malattia cardiovascolare;
  • ipertensione arteriosa;
  • ipertensione portale;
  • diabete;
  • ipertiroidismo;
  • glaucoma ad angolo chiuso;
  • feocromocitoma;
  • alcolismo;
  • carenza di sucrasi / isomaltasi, intolleranza al fruttosio, malassorbimento di glucosio-galattosio;
  • simultaneo o entro le 2 settimane precedenti l'assunzione di inibitori MAO;
  • uso concomitante di antidepressivi triciclici, beta-bloccanti e altri simpaticomimetici;
  • gravidanza;
  • periodo di allattamento al seno;
  • bambini sotto i 12 anni.

Con cautela: con grave aterosclerosi delle arterie coronarie, malattie cardiovascolari, epatite acuta, anemia emolitica, asma bronchiale, grave patologia epatica o renale, iperplasia prostatica, difficoltà a urinare a causa di ipertrofia prostatica, malattie del sangue, deficit di glucosio-6-fosfato deidrogenasi, iperbilirubinemia congenita (sindromi di Gilbert, Dubin-Johnson e Rotor), con esaurimento, disidratazione, ostruzione piloroduodenale, stenosi dell'ulcera gastrica e / o duodenale, epilessia, durante l'assunzione di farmaci che possono influenzare negativamente i microsomi epatici (ad esempio, induttori del fegato) ; in pazienti con formazione ricorrente di calcoli di acido urico nel rene.

Applicazione durante la gravidanza e l'allattamento

Domanda di violazioni della funzionalità epatica

Domanda di funzionalità renale compromessa

Applicazione nei bambini

istruzioni speciali

Per evitare danni tossici al fegato, il farmaco non deve essere combinato con l'uso di bevande alcoliche..

I pazienti devono consultare un medico se:

  • c'è asma bronchiale, enfisema o bronchite cronica;
  • i sintomi persistono entro 5 giorni o sono accompagnati da febbre grave per 3 giorni, eruzione cutanea o mal di testa persistente.

Questi potrebbero essere segni di violazioni più gravi..

Theraflu per influenza e raffreddore contiene:

  • saccarosio 20 g per bustina. Questo dovrebbe essere preso in considerazione nei pazienti con diabete mellito. I pazienti con rari problemi ereditari come intolleranza al fruttosio, malassorbimento di glucosio-galattosio o carenza di sucrasi-isomaltasi non devono assumere Theraflu per influenza e raffreddori;
  • colorante giallo tramonto (E110). Può provocare reazioni allergiche;
  • sodio 28,3 mg per bustina. Questo dovrebbe essere preso in considerazione nei pazienti che seguono una dieta a basso contenuto di sodio..

Non utilizzare il farmaco da bustine danneggiate.

Influenza sulla capacità di guidare veicoli e meccanismi

Teraflu per influenza e raffreddore può causare sonnolenza, pertanto durante il trattamento non è consigliabile guidare veicoli o impegnarsi in altre attività che richiedono concentrazione di attenzione e alta velocità delle reazioni psicomotorie.

Overdose

I sintomi da sovradosaggio sono principalmente dovuti al paracetamolo.

Sintomi: compaiono principalmente dopo aver assunto 10-15 g di paracetamolo. In casi gravi di sovradosaggio, il paracetamolo ha un effetto epatotossico, incl. può causare necrosi epatica. Inoltre, il sovradosaggio può causare nefropatia irreversibile e danni al fegato irreversibili. La gravità del sovradosaggio dipende dalla dose, pertanto i pazienti devono essere avvertiti del divieto dell'uso simultaneo di farmaci contenenti paracetamolo. Il rischio di avvelenamento è espresso, soprattutto nei pazienti anziani, nei bambini, nei pazienti con malattie epatiche, nei casi di alcolismo cronico, nei pazienti con esaurimento e nei pazienti che assumono induttori degli enzimi microsomiali epatici.

Il sovradosaggio di paracetamolo può portare a insufficienza epatica, encefalopatia, coma e morte.

Sintomi di sovradosaggio di paracetamolo nelle prime 24 ore: pallore della pelle, nausea, vomito, anoressia, convulsioni. Il dolore addominale può essere il primo segno di danno epatico e di solito non si manifesta entro 24-48 ore e talvolta può comparire più tardi, dopo 4-6 giorni. Il danno epatico si manifesta al massimo dopo 72-96 ore dall'assunzione del farmaco. Possono anche verificarsi disturbi del metabolismo del glucosio e dell'acidosi metabolica. Anche in assenza di danno epatico, possono svilupparsi insufficienza renale acuta e necrosi tubulare acuta. Sono stati segnalati casi di aritmia cardiaca e pancreatite.

Trattamento: l'introduzione di acetilcisteina in / in o per via orale come antidoto, lavanda gastrica, ingestione di metionina può avere un effetto positivo, almeno 48 ore dopo un sovradosaggio. Si raccomanda l'assunzione di carbone attivo, il monitoraggio della respirazione e della circolazione sanguigna. Se si sviluppano convulsioni, può essere prescritto diazepam.

Feniramina e fenilefrina (i sintomi da sovradosaggio sono combinati a causa del rischio di potenziamento reciproco dell'effetto parasimpatico della feniramina e dell'effetto simpaticomimetico della fenilefrina in caso di sovradosaggio di farmaci)

Sintomi: sonnolenza, a cui si aggiungono ulteriormente ansia (soprattutto nei bambini), disturbi visivi, rash, nausea, vomito, mal di testa, irritabilità, vertigini, insonnia, disturbi circolatori, coma, convulsioni, cambiamenti nel comportamento, aumento della pressione sanguigna e bradicardia. Con un sovradosaggio di feniramina, sono stati riportati casi di "psicosi" simile all'atropina.

Trattamento: non esiste un antidoto specifico. Sono necessarie cure di routine, tra cui carbone attivo, lassativi salini, supporto cardiaco e respiratorio. Gli psicostimolanti (metilfenidato) non devono essere prescritti a causa del rischio di convulsioni. Con ipotensione arteriosa, è possibile utilizzare farmaci vasopressori.

In caso di aumento della pressione sanguigna, è possibile somministrare alfa-bloccanti per via endovenosa, perché la fenilefrina è un agonista selettivo dei recettori α 1 -adrenergici, pertanto l'effetto ipotensivo nel sovradosaggio deve essere trattato bloccando i recettori α 1 -adrenergici. Se si sviluppano convulsioni, somministrare diazepam.

Interazioni farmacologiche

Aumenta gli effetti degli inibitori MAO, dei sedativi, dell'etanolo.

Il rischio di azione epatotossica del paracetamolo aumenta con l'uso simultaneo di barbiturici, fenitoina, fenobarbital, carbamazepina, rifampicina, isoniazide, zidovudina e altri induttori degli enzimi microsomiali epatici.

Con l'uso regolare a lungo termine del paracetamolo, l'effetto anticoagulante del warfarin e di altri cumarinici può aumentare, mentre aumenta il rischio di sanguinamento. L'uso singolo di paracetamolo non ha effetti significativi.

La metoclopramide aumenta il tasso di assorbimento del paracetamolo e riduce il tempo per raggiungere la sua C max nel plasma sanguigno. Allo stesso modo, domperidone può aumentare il tasso di assorbimento del paracetamolo.

Il paracetamolo può portare ad un aumento della T 1/2 del cloramfenicolo.

Il paracetamolo può ridurre la biodisponibilità della lamotrigina, mentre l'efficacia della lamotrigina può diminuire a causa dell'induzione del suo metabolismo nel fegato.

L'assorbimento del paracetamolo può essere ridotto se usato contemporaneamente alla colestiramina, ma la riduzione dell'assorbimento è insignificante se la colestiramina viene assunta un'ora dopo.

L'uso regolare di paracetamolo con zidovudina può causare neutropenia e aumentare il rischio di danni al fegato.

Probenecid influenza il metabolismo del paracetamolo. Nei pazienti che usano contemporaneamente probenecid, la dose di paracetamolo deve essere ridotta.

L'epatotossicità del paracetamolo aumenta con l'uso eccessivo prolungato di etanolo (alcool).

Il paracetamolo può influire sui risultati del test dell'acido urico utilizzando il reagente precipitante fosfotungstato.

È possibile aumentare l'effetto di altre sostanze sul sistema nervoso centrale (ad esempio, inibitori MAO, antidepressivi triciclici, alcool, farmaci antiparkinsoniani, barbiturici, tranquillanti e farmaci). La feniramina può inibire l'azione degli anticoagulanti.

Theraflu per influenza e raffreddore è controindicato nei pazienti che hanno ricevuto o hanno ricevuto inibitori MAO nelle ultime 2 settimane. La fenilefrina può potenziare l'azione degli inibitori MAO e causare una crisi ipertensiva.

L'uso simultaneo di fenilefrina con altri farmaci simpaticomimetici o antidepressivi triciclici (ad esempio amitriptilina) può aumentare il rischio di reazioni avverse dal sistema cardiovascolare.

La fenilefrina può ridurre l'efficacia dei beta-bloccanti e di altri farmaci antiipertensivi (ad es. Debrisochina, guanetidina, reserpina, metildopa). Possibile aumento del rischio di ipertensione e altri effetti collaterali cardiovascolari.

L'uso concomitante di fenilefrina con digossina e glicosidi cardiaci può aumentare il rischio di aritmie cardiache o infarto del miocardio.

L'uso concomitante di fenilefrina con alcaloidi dell'ergot (ergotamina e metisergide) può aumentare il rischio di ergotismo.

Condizioni d'immagazzinamento di Teraflu della droga per influenza e raffreddori

Il farmaco deve essere conservato fuori dalla portata dei bambini a una temperatura non superiore a 25 ° C.

Cosa aiuta Teraflu

"Teraflu", cosa aiuta questo farmaco complesso? Lo strumento ha un effetto anestetico, termoregolatorio, antiallergenico e decongestionante. Le istruzioni per l'uso raccomandano di assumere il medicinale "Teraflu" per raffreddori e influenza.

Composizione e forma di rilascio

Il medicinale viene prodotto sotto forma di compresse, spray, polvere per la preparazione della soluzione. Gli elementi attivi del rimedio "Teraflu", da cui aiuta con il raffreddore, sono:

  1. paracetamolo;
  2. fenilefrina cloridrato;
  3. feniramina maleato;
  4. vitamina C.

Gli eccipienti sono: maltodestrina, acesulfame potassio, fosfato di calcio, magnesio stearato, sodio diidrato e altri componenti.

Proprietà farmacologiche

I componenti attivi del farmaco "Teraflu", da cui si manifesta l'effetto analgesico, antinfiammatorio, antiedematoso e antipiretico, agiscono in modo complesso. Il paracetamolo blocca l'attività enzimatica delle cicloossigenasi, interrompendo così la riproduzione delle prostaglandine. Colpisce selettivamente i recettori termoregolatori nel cervello, modifica il limite di sensibilità.

Ciò provoca l'effetto anti-infiammatorio, analgesico e debole di Teraflu. Con cosa aiuta il principio attivo feniramina maleato? Questo componente è responsabile delle proprietà antiallergiche del farmaco, elimina l'azione dell'istamina. Di conseguenza, diminuisce il gonfiore delle mucose del tratto respiratorio, lacrimazione, prurito al naso.

La fenilefrina cloridrato provoca il restringimento dei capillari nella mucosa nasale. Questo aiuta a sbarazzarsi dei segni di un raffreddore, espressi da gonfiore e arrossamento della mucosa del naso e della gola, normalizza la secrezione del naso, il drenaggio dell'orecchio medio.

La presenza di acido ascorbico avvia la difesa del corpo, aumenta l'immunità. La vitamina rinforza le pareti vascolari, mostra proprietà antiossidanti, protegge le membrane cellulari dai danni dei radicali liberi che accompagnano il processo infiammatorio.

Medicina "Teraflu": cosa aiuta

Le indicazioni per l'uso del farmaco includono le seguenti malattie e condizioni:

  • rinite allergica;
  • un raffreddore;
  • rinorrea;
  • sinusite;
  • rinofaringite;
  • febbre da fieno;
  • influenza;
  • rinite, compreso vasomotore;
  • rhinosinusopathy.

Controindicazioni

Le istruzioni per l'uso vietano l'assunzione della soluzione di Teraflu quando:

  • alcolismo;
  • bambini sotto i 15 anni;
  • diabete mellito;
  • ipersensibilità alla composizione del farmaco "Teraflu", che può causare allergie;
  • ipertensione portale.

Non è consigliabile assumere il medicinale per le donne in gravidanza e le madri che allattano. Non è raccomandato bere il farmaco in combinazione con bloccanti adrenergici e antidepressivi.

Prestare attenzione durante l'uso del prodotto da persone con ipertensione, ipertiroidismo, patologie complesse del sangue, reni, fegato, pazienti con asma bronchiale, prostatite. Poiché Teraflu ha un effetto sull'attenzione e sulla reazione, si raccomanda di astenersi dal guidare un'auto durante il trattamento..

Medicina "Teraflu": istruzioni per l'uso

La polvere viene diluita in un bicchiere di acqua calda e bevuta, non permettendo al farmaco di raffreddarsi. Il dosaggio giornaliero non deve superare i 3 pacchetti. L'intervallo tra le dosi è superiore a 4 ore. Il massimo risultato dell'azione del farmaco si osserva quando si assume la soluzione prima di coricarsi. Senza prescrizione medica, è possibile utilizzare il prodotto per non più di 3 giorni. In assenza di un risultato terapeutico durante questo periodo, è necessario contattare uno specialista.

Effetti collaterali

Il farmaco "Teraflu", recensioni e istruzioni lo confermano, può causare:

  • Vertigini.
  • Nervosismo.
  • Sonnolenza.
  • Battito cardiaco.
  • Bocca asciutta.
  • Insonnia.
  • Fatica.
  • Disturbi delle feci.
  • Eccitabilità aumentata
  • allergie.
  • Nausea o vomito.

Raramente si può osservare:

  • trombocitopenia.
  • stranguria.
  • Mucose secche.
  • discinesia.
  • Anemia emolitica.
  • Minzione ritardata.
  • bradicardia.
  • leucopenia.
  • Ipertensione.
  • Orticaria.

Prezzo e analoghi

È possibile sostituire Teraflu con analoghi: Grippocitron, Fervex, Coldrex, Rinza, Astracitron. Viene anche mostrato l'assunzione di tali varietà del medicinale "Teraflu" come - LAR, - Immuno, - Bro, - Extra, - Extratab. È possibile acquistare polvere al gusto di limone per 170 rubli per 4 sacchetti.

Opinioni dei pazienti

I pazienti danno recensioni per lo più positive su Teraflu. Molte persone lo prendono ai primi sintomi di raffreddore e influenza. Il medicinale aiuta ad eliminare i segni di questi disturbi senza esercitare un effetto sistemico..

I pazienti spesso pongono la domanda su quale sia meglio di Teraflu o Coldrex? I medici rispondono che entrambi gli analoghi hanno un effetto simile sul corpo. Le medicine alleviano solo i sintomi delle malattie, senza eliminare la causa della malattia. La preferenza dovrebbe essere data a Teraflu, in quanto ha una composizione più equilibrata.

Teraflu

Istruzioni per l'uso

Alcuni fatti

Secondo le statistiche, le ARVI rappresentano almeno il 90% di tutte le malattie infettive e infiammatorie nel mondo. Secondo l'Organizzazione mondiale della sanità, quasi tutti gli adulti di buon corpo soffrono di episodi di SARS almeno 2 volte l'anno. Questo spesso diventa la causa della disabilità temporanea e porta a significative perdite economiche nella produzione. Una prevenzione efficace e un trattamento moderno delle infezioni possono ridurre il numero medio di giorni trascorsi dai pazienti in congedo per malattia, il che, a sua volta, riduce i costi finanziari della società. L'uso di agenti sintomatici può migliorare significativamente le condizioni dei pazienti e accelerare il processo di recupero. TeraFlu è uno degli agenti combinati più efficaci usati per il trattamento delle infezioni respiratorie accompagnato da febbre febbrile, naso che cola, mal di gola e tosse, emicrania e dolori muscolari.

Il farmaco originale appartiene alla società farmaceutica Novartis (Svizzera). In Canada, è disponibile nella catena di farmacie come NeoCitran, negli Stati Uniti e in Europa è noto come Teraflu. Può essere acquistato in farmacia in Russia con il nome TheraFlu. Il principale componente attivo del farmaco è il paracetamolo (paracetamolo), un analgesico non narcotico con la capacità di bloccare l'enzima COX-3 situato nel sistema nervoso centrale, che provoca una serie di sue azioni (antipiretico, analgesico). Il paracetamolo fu testato per la prima volta nel 1886 da Joseph von Mehring. Dopo numerosi studi clinici, è apparso per la prima volta sul mercato farmaceutico statunitense nel 1953 e già all'inizio del 21 ° secolo, il paracetamolo, che fa parte di oltre 500 farmaci su prescrizione e non soggetti a prescrizione, è diventato uno dei più popolari e venduti al mondo..

Gruppo farmacologico

Antipiretici combinati.

Elenco delle indicazioni per l'uso

TeraFlu è usato per il trattamento sintomatico a breve termine nei seguenti casi: • Malattie respiratorie acute (J06); • Influenza del tratto respiratorio superiore (J11.1); • Rinofaringite acuta (J00); • Raffreddori con rinite (R06.7) e temperatura corporea elevata (R50.0).

Forma di dosaggio

Prodotto sotto forma di polveri solubili per uso interno (con aroma di agrumi o frutti di bosco). TeraFlu Extra con aroma di cannella e mela. La polvere è confezionata in bustine da 22 g. Ogni cartone contiene 10 buste.

Composizione

Contenuto di una bustina del farmaco: 325 mg di paracetamolo (1 bustina di TeraFlu Extra - 650 mg), 10 mg di sale di fenilefrina cloridrato, 20 mg di feniramina. La composizione include 0,05 g di vitamina C (che rappresenta il 60% dell'indennità giornaliera raccomandata). Ingredienti inattivi: malato, fosfato di calcio, citrato di sodio, saccarosio, biossido di titanio, citrato anidro, aroma naturale e sintetico (limone, frutti di bosco, mela-cannella), aromi.

farmacocinetica

Dopo aver utilizzato la soluzione, il principio attivo dell'agente viene assorbito attraverso le mucose intestinali entro 10 minuti. La concentrazione massima di paracetamolo nel siero del sangue dei pazienti viene registrata dopo 30-60 minuti. L'emivita del principio attivo quando assunto in una dose terapeutica è di 4-6 ore. Circa il 10-15% del paracetamolo si lega alle proteine ​​plasmatiche, a seguito della quale penetra rapidamente nelle barriere istochimiche, diffondendosi uniformemente attraverso i tessuti. Ha la capacità di attraversare le barriere placentare e ematoencefalica. In una donna che allatta, meno del 2% della quantità ingerita di paracetamolo può passare nel latte materno. La fenilefrina cloridrato viene parzialmente assorbita nel sistema digestivo, metabolizzata nel tratto gastrointestinale e nei tessuti del fegato. Il feniramina maleato è un antistaminico, il cui effetto si osserva a causa del blocco dei recettori H1 del tratto respiratorio. La sua massima concentrazione nel plasma si nota 60-80 minuti dopo la somministrazione. La sostanza è parzialmente metabolizzata e anche escreta dai reni nella sua forma originale (80%), l'emivita è di 16 ore.

Effetti farmacodinamici

TeraFlu è un potente farmaco complesso usato per alleviare i sintomi dell'ARVI. Il paracetamolo, che è il suo principale ingrediente attivo, ha pronunciato effetti anti-febbrili e analgesici che si verificano quando viene inibito l'enzima COX3. L'agente simpaticomimetico fenilefrina cloridrato stimola i recettori alfa-adrenergici, allevia il gonfiore, restringe i vasi nella mucosa nasale e dei seni paranasali. Il componente antistaminico del fenilammina maleato porta a una diminuzione dell'essudazione, eliminazione di lacrimazione, prurito, naso che cola.

Controindicazioni

Le istruzioni per l'uso del farmaco contengono il seguente elenco di condizioni in cui è vietato l'uso del farmaco. Questi includono: • Carenza di enzimi congeniti (carenza di sucrasi-isomaltasi). • Malassorbimento di glucosio-galattosio. • Intolleranza al fruttosio. • Cirrosi epatica, ipertensione portale. • Abuso di alcool. • Maggiore suscettibilità alle sostanze attive e ausiliarie del farmaco. • Età fino a 12 anni, periodo di allattamento, 1 trimestre di gestazione. Con attenzione è necessario usare il medicinale per ipertensione, diabete complicato, glaucoma, gravi patologie dei sistemi epatobiliare e urinario, malattie del sangue e iperbilirubinemia congenita (sindrome di Gilbert e Rotor). Non è possibile combinare questo agente con altri medicinali contenenti paracetamolo, nonché antidepressivi triciclici e inibitori delle monoamino ossidasi. Il farmaco ha un lieve effetto sedativo, pertanto durante il trattamento non è raccomandato guidare automobili e svolgere lavori che richiedono concentrazione e concentrazione. La combinazione di TeraFlu con alcol etilico porta ad un aumento della sonnolenza e aumenta anche il rischio di insufficienza epatica, pertanto, durante il trattamento, è necessario astenersi dal bere bevande alcoliche.

Metodo di somministrazione e dose

Il medicinale è destinato alla somministrazione orale. Per preparare la soluzione, versare il contenuto di 1 bustina con 200 ml di acqua calda (non acqua bollente) e mescolare accuratamente fino a che liscio. È necessario bere il medicinale caldo, immediatamente dopo la preparazione. Una dose ripetuta è consentita dopo 4-6 ore. Puoi bere la soluzione in qualsiasi momento della giornata, ma l'effetto migliore si osserva quando si utilizza il farmaco di notte, prima di coricarsi. Se entro 3 giorni non si verifica alcun sollievo, è necessario consultare uno specialista per diagnosticare e prescrivere un trattamento etiotropico. Non assumere il rimedio combinato contro influenza e raffreddore per più di 5 giorni. Nei pazienti con sindrome di Gilbert o grave insufficienza renale, l'intervallo tra le dosi del farmaco deve essere aumentato ad almeno 8 ore. Non è richiesto un aggiustamento del dosaggio nei bambini di età superiore ai 12 anni e negli anziani.

Azioni indesiderabili

Il farmaco combinato TheraFlu per influenza e raffreddore può causare le seguenti reazioni collaterali: • Allergie come orticaria, edema di Quincke. In rari casi, porta allo sviluppo di shock anafilattico, eritema essudativo maligno e sindrome di Lyell. • Vertigini, mal di testa. • Eccessiva irritabilità neuropsichica. • Maggiore sonnolenza, letargia. • Lesioni dell'apparato visivo: pupille dilatate, spasmo di accomodamento, attacchi di glaucoma. • Crisi ipertensiva, aumento della frequenza cardiaca, dolore toracico. • Sintomi dispeptici (sensazione di pesantezza, fastidio addominale, desiderio di vomito), secchezza della mucosa orale. • Costipazione, aumento della frequenza dei movimenti intestinali. • Lesioni del sistema urinario: dolore nella zona renale, difficoltà, disagio durante la minzione. • Da parte del sistema epatobiliare: aumento dell'attività degli enzimi epatici, dolore, pesantezza nell'ipocondrio destro, compromissione della digestione del cibo. • Malessere generale, debolezza. In caso di comparsa e intensificazione di una qualsiasi delle reazioni indesiderate, è necessario annullare immediatamente il farmaco e consultare uno specialista.

Interazione con altri medicinali

I componenti dell'agente complesso sono in grado di interagire con altri farmaci. • Il paracetamolo è in grado di potenziare l'effetto degli inibitori delle monoaminossidasi, dell'alcool etilico, dei sedativi. Aumenta il rischio di effetti tossici sul fegato quando usato insieme a barbiturici, rifampicina, isoniazide, zidovudina, aumenta l'effetto anticoagulante del warfarin (aumentando così la probabilità di sanguinamento). In grado di ridurre la biodisponibilità della lamotrigina. • La feniramina riduce l'effetto dell'assunzione di anticoagulanti. Rafforza l'effetto delle sostanze che colpiscono il sistema nervoso centrale (antidepressivi, medicinali antiparkinsoniani, barbiturici, tranquillanti). • La fenilefrina cloridrato è in grado di causare una crisi ipertensiva in combinazione con inibitori MAO, riduce l'effetto dei beta-bloccanti, aumenta il rischio di aritmie nei pazienti che assumono digossina. Prima del trattamento in presenza di un'infezione, è necessario consultare il medico curante e informarlo su tutti i farmaci assunti.

Applicazione durante la gravidanza

Non sono stati condotti studi speciali sull'effetto del farmaco sul feto e sul corpo della donna durante la gestazione. È possibile utilizzare questo farmaco durante la gravidanza solo su raccomandazione di uno specialista se i benefici della terapia superano il rischio percepito. Quando si assume il farmaco durante l'allattamento, è necessario interrompere l'allattamento per diversi giorni e trasferire il bambino in miscele artificiali adattate.

Overdose

Le manifestazioni cliniche sono espresse da sintomi di superamento del dosaggio consentito del principale ingrediente attivo del paracetamolo e si verificano quando assunto sopra i 15 g, tra cui: • mucose e pelle pallide, sudorazione. • diminuzione dell'appetito, nausea, vomito. • Convulsioni. • Sensazioni dolorose, disagio nell'addome (che può indicare lo sviluppo di una grave complicazione - necrosi epatica). Per eliminare questi effetti, l'acetilcisteina viene somministrata per via endovenosa. Si raccomanda di pulire lo stomaco da cibo e detriti di farmaci, assumere assorbenti orali, terapia sintomatica (anticonvulsivanti). I segni di un'eccessiva assunzione di feniramina e fenileterina sono letargia, ansia, mal di testa e vertigini, un aumento dei valori della pressione sanguigna, battito cardiaco lento, disturbi circolatori e sindrome convulsiva. Sorbenti, lassativi salini, alfa-bloccanti nella crisi ipertensiva sono usati come trattamento.

Funzionalità di archiviazione

Il medicinale deve essere conservato in un luogo asciutto lontano da fonti di luce a una temperatura di +25 gradi. È necessario proteggere la medicina dai bambini.

Data di scadenza

In condizioni normali, la durata di conservazione del farmaco è di 24 mesi. È severamente vietato utilizzare il farmaco dopo la scadenza del periodo indicato sulla confezione..

Condizioni di vacanza

Il medicinale TheraFlu viene erogato nella rete della farmacia senza prescrizione medica. Produttori Novartis Consumer Health Inc. (USA), Famar Orleans (Francia).