loader

Principale

Sinusite

Tonsillite cronica nei bambini: sintomi e trattamento. Consulenza pediatra

La tonsillite cronica è una malattia di natura allergica infettiva, con sviluppo di infiammazione persistente nelle tonsille (più spesso palatino, lingo-faringeo meno spesso). La malattia può svilupparsi a qualsiasi età del bambino..

Normalmente, il tessuto linfoide delle tonsille è la prima barriera per i microrganismi, impedendo loro di entrare nel tratto respiratorio. Nella tonsillite cronica, le tonsille colpite dai microbi stessi diventano al centro dell'infezione, la causa della sua diffusione ad altri organi e tessuti.

La tonsillite cronica è molto comune tra i bambini. Secondo le statistiche, questa malattia viene rilevata nel 3% dei bambini di età inferiore ai 3 anni e nel 15% circa dei bambini di età inferiore ai 12 anni. Più della metà dei bambini del gruppo di malattie frequenti e di lunga durata presenta tonsillite cronica.

Cause della malattia

Di solito, l'insorgenza di tonsillite cronica è preceduta da frequente tonsillite, sebbene il processo possa terminare con una transizione a una forma cronica anche dopo un caso di tonsillite acuta, se non viene trattato o il corso del trattamento non viene eseguito fino alla fine.

Gli agenti causali dell'infiammazione cronica delle tonsille possono essere:

  • streptococco beta-emolitico (il più comune);
  • haemophilus influenzae;
  • pneumococco;
  • stafilococco.

In rari casi, la tonsillite cronica è causata da virus, micoplasma, clamidia, funghi.

Tutti sono in grado di causare disbiosi della microflora nel rinofaringe, che porta all'interruzione del processo di autopulizia delle lacune nelle tonsille, allo sviluppo e alla riproduzione della microflora patogena, che provoca infiammazione cronica.

Fattori come l'ipotermia, l'infezione virale respiratoria acuta, la ridotta immunità e una situazione stressante possono attivare la microflora patogena nelle tonsille. Questi fattori causano anche esacerbazione della tonsillite cronica. La malattia si sviluppa più spesso nei bambini con allergie alimentari, rachitismo, rinite cronica, ipovitaminosi e altri fattori che riducono l'immunità.

Raramente sono casi di tonsillite cronica nei bambini che non hanno mai avuto mal di gola prima - la cosiddetta forma priva di angina. In questo caso, la causa sono le malattie in cui le tonsille palatine sono coinvolte nel processo infiammatorio: stomatite, adenoidite, malattia parodontale, carie, sinusite.

I patogeni penetrano attivamente nel tessuto linfoide della tonsilla, nei vasi sanguigni e linfatici. Le tossine rilasciate da loro causano lo sviluppo di una reazione allergica. Le esacerbazioni dell'infiammazione cronica portano a iperplasia e cicatrici o, al contrario, atrofia delle tonsille.

Nella tonsillite atrofica, il tessuto fibroso sostituisce il tessuto linfoide delle tonsille e le tonsille si restringono. Con la tonsillite ipertrofica, si verifica anche la crescita del tessuto connettivo (fibroso), ma a causa di un aumento dei follicoli purulenti, le cisti si formano dalle lacune, quindi le tonsille aumentano di dimensioni.

A seconda della predominanza di piccoli ascessi o lacune dilatate nell'amigdala interessata, vengono isolate rispettivamente forme follicolari o lacunari di tonsillite cronica. E poiché la lesione del tessuto linfoide è irregolare in diverse aree, la superficie delle tonsille diventa irregolare, irregolare.

Sintomi

La tonsillite cronica è caratterizzata dai seguenti sintomi:

  1. Tappi purulenti nelle lacune delle tonsille. Sono costituiti da muco, cellule epiteliali diradate, microbi e causano infiammazione nell'amigdala. Al posto delle cellule epiteliali respinte, si forma un cancello di ingresso permanente per i batteri negli spazi. Le spine irritano le terminazioni nervose, che si manifestano con una sensazione di solletico e mal di gola, stimolo alla tosse, respiro corto, aumento della frequenza cardiaca e dolore alle orecchie.
  2. Isolamento di contenuti simili a pus da lacune quando si preme sulle tonsille.
  3. Alitosi associata alla presenza di tappi purulenti.
  4. Formazione di aderenze (aderenze) delle tonsille con gli archi palatine.
  5. Ingrandimento dei linfonodi sottomandibolari, densi e sensibili alla palpazione, non saldati insieme.
  6. Rossore degli archi palatali anteriori.
  7. Aumento della temperatura a lungo termine entro 37,5 0 С.
  8. Con un'esacerbazione della tonsillite, il bambino si stanca rapidamente, diventa lunatico e irritabile, preoccupato per il mal di testa.

Qual è il pericolo di tonsillite cronica

La tonsillite cronica, essendo un focus costante di infezione nel corpo del bambino, non solo esaurisce il sistema immunitario, ma può anche portare a una serie di complicazioni:

  • reumatismi che colpiscono il cuore (con lo sviluppo di difetti) e le articolazioni;
  • malattie dei reni e del sistema urinario (glomerulonefrite e pielonefrite);
  • otite media con perdita dell'udito;
  • polmonite;
  • poliartrite (infiammazione articolare);
  • esacerbazione di malattie allergiche;
  • psoriasi (malattia della pelle).

La tonsillite cronica può causare tireotossicosi (malattia della tiroide). La tonsillite, non trattata a lungo, può portare allo sviluppo di una malattia autoimmune, quando, a causa di un malfunzionamento del sistema immunitario, il corpo produce anticorpi verso le proprie cellule.

Pertanto, la situazione non deve essere lasciata incontrollata. È necessario contattare il medico ORL in modo tempestivo e curare il bambino.

Trattamento

Esiste un trattamento conservativo e chirurgico della tonsillite cronica.

Con un'esacerbazione del processo, viene eseguito un trattamento conservativo:

  • terapia antibiotica, tenendo conto della sensibilità dell'agente patogeno in base ai risultati di uno striscio batteriologico dalla faringe;
  • applicazione locale di batteriofagi: i virus per batteri - streptococchi e stafilococchi sono chiamati batteriofagi. Di particolare importanza è il trattamento della tonsillite cronica con batteriofagi nel caso in cui l'agente patogeno sia insensibile agli antibiotici;
  • irrigazione di tonsille o gargarismi con soluzioni o aerosol di disinfettanti (soluzione di furacilina, soluzione di soda);
  • usare sotto forma di compresse per riassorbimento di farmaci con azione antimicrobica (Decatilen, Antiangin, ecc.);
  • il trattamento con medicinali omeopatici può essere utilizzato per l'esacerbazione della tonsillite e come profilassi (il farmaco e la dose devono essere selezionati da un omeopata bambino);
  • trattamento di fisioterapia (tubo-quarzo gola, UHF, ultrasuoni).

Il trattamento chirurgico (rimozione delle tonsille) viene effettuato solo quando viene diagnosticata la fase di scompenso della tonsillite cronica: le tonsille sono completamente colpite e non svolgono una funzione protettiva senza la possibilità del suo restauro. Le tonsille infette portano più danni al corpo del bambino che benefici, e la chirurgia è l'unica via d'uscita.

Le indicazioni per l'operazione sono:

  • infiammazione purulenta dell'orofaringe;
  • danno ad altri organi causato da tonsillite;
  • sepsi tonsilogenica;
  • mancanza di effetto dal trattamento conservativo, come evidenziato da frequenti esacerbazioni di tonsillite (un'indicazione assoluta per l'intervento chirurgico è l'insorgenza di mal di gola da streptococco 4 o più volte all'anno).

In precedenza, le tonsille venivano rimosse con un bisturi - un metodo piuttosto doloroso, accompagnato da una significativa perdita di sangue. Sono attualmente in uso nuove tecnologie, inclusa la rimozione delle tonsille con un laser.

I vantaggi della chirurgia laser sono evidenti:

  • metodo altamente accurato e meno traumatico;
  • la capacità di rimuovere parte della tonsilla interessata, che ha perso la sua funzione;
  • minima perdita di sangue dovuta alla coagulazione laser dei vasi sanguigni;
  • basso rischio di complicanze;
  • abbreviare il periodo di recupero;
  • bassa probabilità di recidiva della malattia.

Gli interventi laser vengono generalmente eseguiti in anestesia generale al fine di escludere una situazione stressante per il bambino e consentire al chirurgo di eseguire accuratamente la rimozione. L'operazione richiede fino a 45 minuti. Quando il bambino si sveglia, viene applicato un impacco di ghiaccio sulla zona del collo.

Dopo l'intervento chirurgico, antidolorifici e antibiotici vengono utilizzati per prevenire le complicanze. Per diversi giorni, al bambino viene dato cibo in forma liquida e gelato (sono esclusi i piatti caldi).

Esistono altri metodi di tonsillectomia: l'uso di azoto liquido o ultrasuoni. La chirurgia laser è la più delicata. La scelta del metodo chirurgico viene eseguita dal medico in base al grado di proliferazione del tessuto connettivo, alla densità delle cicatrici e alla loro fusione con i tessuti dell'orofaringe.

L'operazione è controindicata per:

  • processi infiammatori acuti (la rimozione delle tonsille è possibile 3 settimane dopo il recupero);
  • malattie del sangue e disturbi del sistema di coagulazione;
  • diabete mellito;
  • tubercolosi attiva;
  • aneurisma orofaringeo e altre anomalie vascolari;
  • mestruazioni nelle ragazze.

Trattamento della tonsillite cronica con rimedi popolari

Al bambino dovrebbe essere insegnato a sciacquarsi la bocca dopo aver mangiato. Per il risciacquo, puoi usare decotti di camomilla, corteccia di quercia, radice di calamo separatamente o sotto forma di tasse. Le tisane vengono assunte per via orale. È meglio acquistare commissioni già pronte (in farmacia), poiché è importante tenere conto dell'interazione tra i componenti della raccolta. Le tariffe possono avere un diverso focus di azione:

  • tisana con azione antinfiammatoria: l'erba di farfara, l'erba di San Giovanni, l'assenzio, l'aneto, la salvia, il timo, il calamo e la radice di peonia, i fiori di camomilla e calendula, le foglie di ribes si mescolano in quantità uguali; 1 cucchiaino raccolta, è necessario versare 200 ml di acqua bollente, lasciare per 4 ore, portare a ebollizione, filtrare e annaffiare il bambino 50-100 ml (a seconda dell'età) 2 volte al giorno;
  • tisana per rafforzare il sistema immunitario: iperico, equiseto, rosmarino selvatico, voluschu, radice di calamo e liquirizia, frutti di cinorrodo mescolati in parti uguali, prendere 1 cucchiaino. mescolare in un bicchiere di acqua bollente, preparare e bere come un normale tè.

Come agente fortificante, puoi preparare una miscela: 5 parti di succo di barbabietola, 3 parti di sciroppo di cinorrodo, mescolare 1 parte di succo di limone e lasciare in frigorifero per un giorno, assumere 1-2 cucchiaini dopo i pasti. 3 volte al giorno.

Per i gargarismi, la medicina non nativa raccomanda le seguenti soluzioni:

  • aggiungere 1 cucchiaino in un bicchiere di acqua calda. sale e 5 gocce di iodio (se non si è allergici allo iodio) e sciacquare ogni 3 ore;
  • Tritare 2 grandi spicchi d'aglio in una pressa, spremere il succo e aggiungerlo a un bicchiere di latte caldo, raffreddare e fare i gargarismi due volte al giorno.

L'inalazione dà un buon effetto nel trattamento della tonsillite. Per loro, puoi usare tinture alcoliche di eucalipto o iperico (1 cucchiaio di tintura per 1 litro di acqua bollente, vapore per 15 minuti), infuso di salvia (1 cucchiaio di erbe per bicchiere di acqua bollente, lasciare per 20 minuti e aggiungere 1 litro di acqua bollente ).

Suggerimenti per il pediatra per prevenire la tonsillite cronica

Se un bambino ha la tonsillite cronica, è importante condurre un ciclo profilattico almeno 2 volte l'anno al fine di prevenire un'esacerbazione. Il trattamento deve essere prescritto da un medico ORL e monitorato per un mese.

Può includere dosi profilattiche di bicillina, l'uso di soluzioni antisettiche per gargarismi alla gola 2 volte al giorno (soluzioni di furacilina, clorofilla, decotto di camomilla, salvia, calendula, ecc.).

Il trattamento di fisioterapia sotto forma di irradiazione di quarzo generale e locale migliora l'immunità locale, migliora la circolazione sanguigna e linfatica.

Un buon effetto è dato dal lavaggio delle lacune nella forma lacunare di tonsillite con una soluzione di furacilina, rivanolo o soluzione salina (a volte con l'aggiunta di penicillina). Con la forma follicolare, la procedura non ha senso.

Altre misure preventive sono ugualmente importanti:

  • assicurare la pulizia della bocca del bambino (risciacquo dopo aver mangiato);
  • trattamento tempestivo di patologie dentali e gengivali;
  • igiene nell'appartamento;
  • assicurare una dieta equilibrata;
  • stretta aderenza al regime giornaliero, sonno adeguato, carichi di allenamento adeguati per il bambino;
  • soggiorno quotidiano all'aria aperta;
  • esclusione dell'ipotermia;
  • indurendo il corpo del bambino e le sue tonsille (senza esacerbazioni, abituare le tonsille a bevande fredde in piccole porzioni);
  • massaggio delle tonsille con leggeri movimenti delle mani dalla mascella inferiore alle clavicole prima che il bambino esca o mangi cibo freddo;
  • ha un effetto benefico sulle condizioni generali del bambino; ​​soggiorno prolungato in riva al mare.

Riprendi per i genitori

Le manifestazioni della tonsillite cronica non sono sempre pronunciate, quindi non è facile per i genitori determinare la sua presenza in un bambino. Questa malattia può creare con le sue complicazioni problemi per l'intera vita successiva del bambino, quindi è importante diagnosticare e curare in modo tempestivo..

Gli esami ORL aiuteranno a identificare la malattia e forniranno il corretto trattamento locale e generale. Richiede attenzione e pazienza da parte dei genitori. Misure preventive tempestive impediranno lo sviluppo di complicanze. In assenza di esacerbazioni di tonsillite cronica entro 5 anni, possiamo parlare della cura del bambino.

Come aiutare la gola di un bambino con tonsillite cronica dice a "School of Doctor Komarovsky":

Maggiori informazioni su come trattare la tonsillite cronica nei bambini:

Tonsillite in un bambino: sintomi, tipi e trattamento

Una delle malattie infantili più comuni è la tonsillite. Questa è una malattia infettiva che provoca intossicazione locale e generale e che porta, in assenza di una terapia adeguata, a gravi conseguenze per il corpo. Qual è la causa di questa malattia e come trattare correttamente e in modo sicuro la tonsillite in un bambino?

La natura della tonsillite

La malattia si manifesta, prima di tutto, da cambiamenti patologici nell'orofaringe, in particolare nelle tonsille (tonsille).

Le tonsille sono formazioni linfoidi in profondità nella bocca. La loro funzione è quella di creare una barriera insormontabile per germi, virus e altri microrganismi nel loro cammino verso il tratto respiratorio inferiore..

Quando un agente infettivo entra nella superficie delle tonsille, si innesca una risposta istantanea: le tonsille secernono una secrezione ormonale che sopprime l'attività degli agenti patogeni.

Un sistema immunitario correttamente funzionante fornisce una risposta adeguata, affronta l'infezione in uno stadio o nell'altro della tonsillite acuta. Con una resistenza corporea insufficiente, non è possibile sopprimere completamente l'infezione, le manifestazioni della malattia cessano di essere tollerabili e si sviluppano forme gravi della malattia.

Importante! La tonsillite in un bambino ha la tendenza a un decorso cronico, quindi dovresti essere molto serio nel trattare le sue manifestazioni acute, al fine di evitare lo sviluppo della malattia in tonsillite cronica in un bambino.

Cause di tonsillite nei bambini

Per tutta la vita, una persona è costantemente in contatto con molti microrganismi: funghi, virus, batteri. Ma nella maggior parte dei casi, tali incontri si svolgono in modo impercettibile, senza influire sul benessere dell'adulto o del bambino. Ciò significa che l'inseminazione ha avuto luogo in una piccola quantità (che è la norma, soggetta all'igiene del corpo) e le difese del corpo funzionano normalmente.

Ma in alcune situazioni, l'infezione (introduzione di microrganismi e loro riproduzione) è inevitabile. Questo accade con una temporanea riduzione della forza immunitaria:

  • Con ipotermia locale (bevande fredde, gelato);
  • Con ipotermia generale;
  • Con una situazione traumatica prolungata;
  • Dopo una recente malattia;
  • Sullo sfondo di un ambiente sfavorevole;
  • Quando viene a contatto con una persona malata con mal di gola purulenta (forma batterica) o quando condivide oggetti domestici e personali con lui (piatti, spazzolino da denti, ecc.).

In questi casi, batteri o virus attaccano il corpo, principalmente le mucose, che porta allo sviluppo di processi infiammatori, in particolare a malattie come: tonsillite, faringite, rinite. Spesso è necessaria una seria assistenza medica per eliminare queste malattie. I virus nella maggior parte dei casi causano una forma semplice (catarrale) di tonsillite, mentre i batteri (principalmente stafilococco) causano mal di gola purulenta (forma follicolare e lacunare di tonsillite nei bambini).

Il periodo di incubazione per la tonsillite batterica è da due a cinque giorni dopo il contatto con il paziente. Tuttavia, se il paziente con cui si è verificato il contatto ha assunto antibiotici, allora non era contagioso. 24 ore dopo l'inizio degli antibiotici, il paziente diventa non infettivo.

Sintomi di tonsillite nei bambini

Nella stragrande maggioranza dei casi, la tonsillite acuta nei bambini si verifica prima in tenera età. La tonsillite acuta in un bambino inizia abbastanza brillantemente - senza precursori e in breve tempo compaiono i seguenti segni:

  • Mal di gola, che si fa sentire costantemente ed è aggravato dalla deglutizione, a volte si irradia all'orecchio;
  • Tonsille gonfie e rossore visibile;
  • Respiro affannoso;
  • Voce rauca e dolore quando parla;
  • Il colore della gola è grigio-giallo;
  • Aumento della mascella e dei linfonodi cervicali;
  • Un aumento della temperatura (a seconda del tipo di angina) - dal subfebrile all'alta (39 ° C), che è difficile scendere;
  • Deterioramento del benessere generale - debolezza, irritabilità, letargia, mancanza di appetito, mal di testa, nausea o vomito.

Sintomi di tonsillite nei neonati e nei bambini piccoli

Oltre alla febbre alta, i seguenti sintomi indicano la presenza di tonsillite (tonsillite) nei neonati:

  • Rifiuto di mangiare;
  • Saliva in eccesso a causa dell'incapacità di deglutire
  • Insonnia o stanchezza insolite;
  • Respiro affannoso.

Cambiamenti visibili, evidenti anche quando si esamina la cavità orale ad occhio nudo, si verificano nelle tonsille. Le tonsille aumentano di volume, la loro superficie è allentata, le pieghe delle lacune sono levigate. La mucosa mostra chiari segni della malattia:

  • Il rossore (da lieve a luminoso) è una forma catarrale, la più innocua, più facile da trattare. Nella stragrande maggioranza dei casi, l'agente causale è un virus;
  • Le formazioni di punti di un colore bianco-giallastro sono una forma follicolare che richiede un trattamento locale intensivo. In oltre il 90% dei casi, l'agente causale è lo stafilococco;
  • Placca purulenta - la diffusione del pus dalle pieghe, dove si sono stabilite le colonie dell'agente causale dell'infezione - la forma lacunare. Oltre il 90% dei casi è causato da stafilococco.

La classificazione della tonsillite acuta non si limita a queste forme, ma sono le più comuni. In ogni caso, il principale segno e focus della malattia è il mal di gola..

Trattamento della tonsillite nei bambini

Vari metodi e mezzi sono usati per trattare la tonsillite acuta e cronica..

Come trattare la tonsillite acuta in un bambino

Questa malattia è più comunemente chiamata mal di gola. Con un trattamento efficace, passa senza lasciare traccia, senza lasciare complicazioni.

Importante! Anche un singolo episodio di mal di gola può causare gravi conseguenze in futuro: malattie renali e cardiache (ad esempio reumatismi), se le raccomandazioni mediche vengono trascurate. Sono i genitori che svolgono il ruolo principale nell'organizzazione del processo di trattamento, perché il mal di gola viene trattato in regime ambulatoriale.

Nella forma acuta (malattia primaria), il pediatra prescrive farmaci, fisioterapia, prescrive il risciacquo (almeno 6 volte al giorno), un'abbondante bevanda calda attraverso una cannuccia, mangiare piatti a base di purea e un regime.

L'eliminazione della fonte di infezione richiede l'assunzione di antibiotici, farmaci antivirali o agenti antifungini. Solo un medico può determinare esattamente quale medicinale fermerà la diffusione della malattia, quindi l'automedicazione è completamente inaccettabile: i mezzi che hanno aiutato un bambino possono essere completamente inutili per un altro, e in alcuni casi possono causare danni.

Importante! Gli antibiotici aiutano solo con la natura batterica della malattia - con mal di gola purulento in un bambino (tonsillite lacunare e follicolare) - e non aiuteranno se un virus è l'agente causativo dell'angina (come nella tonsillite catarrale).

Senza assumere antibiotici, solo quando si risciacqua la gola, la tonsillite batterica acuta nei bambini scompare entro 12-15 giorni. Una volta che inizi a prendere antibiotici, l'infezione scompare entro 3-5 giorni.

Degli agenti fisioterapici, vengono spesso utilizzati UHF, elettroforesi, inalazione, applicazione di farmaci alle tonsille, rimozione manuale di tappi e placca. A casa, è importante garantire la regolarità dell'assunzione di farmaci, la frequenza di risciacquo (almeno 6 volte al giorno), per i bambini - lubrificare le tonsille con una garza imbevuta di Miramistin o soluzione salina.

  • Soluzione di risciacquo e lubrificante per tonsille: mescolare 1/2 cucchiaio di sale in 1 bicchiere di acqua calda e risciacquare con questa soluzione 6-10 volte al giorno. Aiuta a rimuovere il muco e rimuovere il liquido in eccesso dai tessuti delle tonsille infiammate..

Un'attenzione insufficiente alle manifestazioni acute della malattia porta a una malattia cronica, che è molto più difficile da curare che acuta.

Come trattare la tonsillite cronica in un bambino

Quando un mal di gola passa allo stadio cronico, è importante sapere che i mal di gola ripetuti sono esacerbazioni di una malattia lenta. In questo caso, la fonte di infezione rimane nel corpo, molto spesso nelle depressioni delle tonsille e talvolta nei denti cariati o nella cavità nasale..

Importante! Ci vuole pazienza per correggere la tonsillite cronica. Un costante lavoro mirato può portare al controllo completo della malattia, all'età adulta e alla vittoria su di essa..

Per trattare correttamente la tonsillite cronica in un bambino, è necessario seguire diversi principi fondamentali:

  • Sanificazione della cavità orale - eliminazione dei focolai di infezione batterica o fungina - pulizia delle tonsille, trattamento della carie, mughetto, infiammazione delle gengive;
  • Evitare i fattori che indeboliscono il sistema immunitario - raffreddori, situazioni stressanti, visitare eventi di massa durante i periodi di epidemie;
  • Normalizzazione dello stile di vita - stabilire un regime giornaliero con sufficiente riposo e mancanza di sforzi eccessivi, passeggiate quotidiane;
  • Rafforzare l'immunità - indurire il corpo durante la remissione, adattamento graduale a fattori indebolenti, nutrizione fortificata completa e sufficiente (non eccessiva), attività fisica per età.

Il medico prescrive raccomandazioni specifiche per l'uso di medicinali.

Con l'inefficacia della terapia conservativa e la progressione della malattia, si raccomanda la rimozione delle tonsille. Il trattamento chirurgico allevia il corpo di una costante fonte di infezione, ovvero le tonsille.

La chirurgia moderna in questo settore viene eseguita utilizzando un laser, un coltello elettrico o una criodistruzione. Tutti questi metodi sono delicati, le complicanze postoperatorie sono estremamente rare, il rischio di sanguinamento grave è praticamente ridotto a zero..

Ricette di medicina tradizionale

Nella tonsillite cronica, è molto importante mantenere non solo la pulizia della cavità orale, ma anche rafforzare le mucose, aumentando così la resistenza locale a fattori esterni sfavorevoli: raffreddamento, infezioni, allergeni. Per questo, le procedure domestiche sono ampiamente utilizzate, in particolare, il risciacquo regolare della bocca (e in alcuni casi il naso) con decotti e infusi di erbe medicinali. Le erbe vengono aggiunte alle bevande.

Le ricette per farmaci utili sono mostrate nella tabella.

Forma e azioneComposizionePreparazioneApplicazione
Infusione antisettica - pulizia delle mucoseCamomilla (fiori), acqua bollente1 - 2 cucchiaini le materie prime essiccate vengono versate con 1 bicchiere di acqua bollente, insistono in un ambiente caldo (sotto copertura) per 30 - 60 minuti, filtrateGargarismi con una soluzione 2 - 3 volte al giorno.

È preferibile utilizzare ogni volta un'infusione preparata al momento

Rafforzare l'infusione - aumentando la resistenza del corpoCinorrodo (bacche), acqua bollente, miele2 cucchiai. l. bacche fresche o 1 cucchiaio. l. tritato secco e versare 200 ml di acqua bollente. Insisti in un thermos per diverse ore (notte)Bere come bevanda fortificata durante il giorno. Diluire con acqua o tè, aggiungere miele
Brodo detergente - disinfezione del cavo oraleSalvia (erbe e fiori), eucalipto (foglie), menta (erba)1 cucchiaino ciascuno. le materie prime secche di ciascun componente vengono versate con acqua bollente e cotte sotto un coperchio per 5 - 10 minuti. Lasciare raffreddare, filtrareBrodo caldo sciacquare la gola, mucosa nasale 2 volte al giorno. Utile soprattutto per il raffreddore comune.
Brodo abbronzante - rinforza le mucoseQuercia (corteccia o foglie), acqua, succo di limoneLa quercia grezza viene prodotta con acqua bollente (1 cucchiaio. L. Per bicchiere), bollita per 10 - 20 minuti, filtrata. Prima dell'uso, aggiungere il succo di limone - se desiderato - o acqua: il medicinale per bambini deve essere traslucido, non torbidoSciacquare la bocca durante le epidemie stagionali 3 volte al giorno

Pertanto, la tonsillite, sia acuta che cronica, è una grave malattia dell'infanzia. Un trattamento adeguatamente organizzato offre la possibilità di sbarazzarsi della malattia anche prima di entrare in età adulta. Vale la pena provare.

Ricorda che solo un medico può fare una diagnosi corretta, non automedicare senza consultare e fare una diagnosi da un medico qualificato.

Tonsillite nei bambini: tipi, sintomi, trattamento e complicanze

La tonsillite è un processo infiammatorio di natura infettiva che colpisce le tonsille palatine situate nella cavità orale. Nei bambini, questa patologia si verifica dopo aver raggiunto i 2 anni di età, l'incidenza di picco, secondo le statistiche, scende all'età di 5-10 anni. La tonsillite è caratterizzata da un decorso grave, mal di gola grave, febbre alta e necessità di assumere antibiotici. Può essere acuto o cronico. La forma acuta di tonsillite causata da un agente patogeno batterico (di solito streptococco beta-emolitico) è anche nota come mal di gola.

Le ragioni per lo sviluppo della malattia

Le tonsille palatine (o tonsille) sono formazioni linfoidi accoppiate situate nella cavità orale tra le due arcate palatine sul retro della faringe. Sono la prima barriera protettiva affrontata da agenti patogeni patogeni che entrano nel corpo da goccioline trasportate dall'aria. La loro funzione principale è prevenire l'ulteriore avanzamento degli agenti infettivi e la formazione dell'immunità locale. Ogni tonsilla ha una struttura porosa con profonde crepe (circa 10-15 pezzi), che sono chiamate lacune.

A volte, a contatto con un'infezione, le formazioni linfoidi non possono far fronte all'attacco e sono colpite da batteri patogeni (streptococchi, stafilococchi, pneumococchi, emofilo influenzae, ecc.), Parassiti (clamidia, micoplasma) o virus. In questo caso, aumentano di dimensioni, si infiammano, si gonfiano, perdono la loro funzione protettiva, che causa la tonsillite..

L'infezione da agenti patogeni patogeni, il più comune dei quali è lo streptococco beta emolitico, viene effettuata da goccioline trasportate dall'aria (tosse, starnuti), attraverso piatti, giocattoli e articoli per l'igiene personale. I più sensibili alla malattia sono i bambini che frequentano asili, scuole, circoli, luoghi pubblici. Inoltre, la tonsillite può svilupparsi da sola quando i microrganismi patogeni e opportunistici, normalmente presenti sulle mucose, iniziano a moltiplicarsi attivamente sullo sfondo di un indebolimento generale dell'immunità o dell'esposizione a fattori avversi..

Lo sviluppo della tonsillite nei bambini può essere facilitato da:

  • infezioni virali (adenovirus, rinovirus, enterovirus, influenza, parainfluenza, virus dell'herpes);
  • disturbi della respirazione nasale;
  • adenoiditi;
  • processi infiammatori nella cavità orale (carie, parodontite, stomatite);
  • ipotermia;
  • fatica;
  • dieta squilibrata;
  • ipovitaminosi;
  • patologia del rinofaringe (sinusite, aderenze);
  • caratteristiche anatomiche dell'apparato linfoide faringeo (lacune strette e profonde delle tonsille, passaggi multipli a fessura).

Il gruppo a rischio comprende bambini con patologia perinatale, anomalie costituzionali, predisposizione ereditaria, tendenza alle allergie e ridotta immunità.

Tipi di tonsillite

La tonsillite nei bambini può essere acuta o cronica. Nell'infiammazione acuta, si nota un quadro clinico pronunciato..

Dalla natura dell'infiammazione

Esistono i seguenti tipi:

  1. Catarrale. C'è un aumento delle tonsille e dei linfonodi vicini, iperemia, placca sierosa biancastra.
  2. Lacunare. È caratterizzato dalla presenza negli spazi di una placca purulenta con una tonalità gialla, gonfiore delle tonsille, iperemia, linfonodi ingrossati.
  3. Follicolare. C'è la formazione di follicoli purulenti puntuali sotto lo strato superiore del tessuto linfoide, pronunciata iperemia.
  4. Cancrena. Si verificano cambiamenti ulcerativi-necrotici nel tessuto delle tonsille, ulcere e forma di placca grigio-biancastra sul retro della gola.
  5. Fibrinoso. È caratterizzato dalla formazione di una placca biancastra traslucida sulle tonsille, in apparenza la placca ricorda un film sottile.
  6. Flemmonosa. È un'infiammazione purulenta dei tessuti tonsillari con formazione di ascessi a una o due facce.

Il processo infiammatorio cronico viene preso in considerazione se la malattia viene diagnosticata più di due volte l'anno. Il motivo principale della sua insorgenza nei bambini non è la forma acuta completamente guarita, il mal di gola frequente e la mancanza di misure per prevenire la malattia. Processi infiammatori cronici nella cavità orale e nel rinofaringe, naso chiuso, ARVI frequente contribuiscono al suo sviluppo. Le tonsille diventano un focus cronico di infezione. Le esacerbazioni si verificano durante la stagione fredda, periodo autunno-inverno, con indebolimento stagionale dell'immunità ed esposizione a basse temperature.

Per natura del flusso

Esistono due tipi di tonsillite cronica:

  1. Compensata. Ci sono sintomi locali di infiammazione cronica (iperemia, edema, ingrossamento), le tonsille perdono parzialmente le loro funzioni protettive.
  2. Scompensata. C'è una disfunzione delle tonsille, frequente tonsillite, complicata da un ascesso. Oltre ai segni locali di infiammazione, sono possibili processi infiammatori nei seni nasali, danni agli organi interni.

Nella tonsillite cronica nelle tonsille, si verifica gradualmente la crescita o la morte del tessuto linfoide, seguita dalla sua sostituzione con il tessuto connettivo. A questo proposito, viene fatta una distinzione tra forme ipertrofiche (un aumento del volume delle formazioni linfoidi) e forme atrofiche (una diminuzione delle dimensioni e delle rughe delle tonsille).

Sintomi di tonsillite

L'acuta e le esacerbazioni della tonsillite cronica in un bambino sono caratterizzate dai seguenti sintomi:

  • brividi, febbre, temperatura corporea elevata (38-40 ° C);
  • secchezza, solletico, formicolio e mal di gola di varia intensità, aggravati dalla deglutizione e dallo sbadiglio;
  • mal di testa;
  • ingrossamento, gonfiore e arrossamento delle tonsille, possibilmente formazione di ascessi o placca purulenta sulla loro superficie;
  • alitosi;
  • raucedine della voce, anche perdita temporanea;
  • debolezza generale, letargia, sonnolenza;
  • mancanza di appetito;
  • irritabilità, malumore, disturbi del sonno;
  • tosse secca;
  • ingrossamento dei linfonodi sottomandibolari.

Nella forma acuta di infiammazione delle tonsille nei bambini, si notano sintomi di intossicazione del corpo, nausea, vomito, dolore addominale, crampi e disturbi digestivi.

Al di fuori dell'esacerbazione nella tonsillite cronica, i sintomi del bambino sono lievi. Disturbo da periodico dolore moderato o fastidio alla gola, alitosi, febbre bassa, aumento della fatica, sonnolenza, tosse secca.

Diagnostica

Se sospetti la tonsillite, dovresti consultare un pediatra o un otorinolaringoiatra per confermare la diagnosi e stabilire il tipo di malattia. Se il bambino è in gravi condizioni, il medico viene chiamato a casa. L'autodiagnosi e l'autotrattamento sono inaccettabili.

Per confermare la diagnosi, viene eseguito:

  • raccogliere l'anamnesi, intervistare i genitori e un bambino malato;
  • esame visivo della mucosa della gola (faringoscopia);
  • palpazione dei linfonodi cervicali;
  • analisi generale di sangue e urina.

Per identificare l'agente patogeno, viene prelevato uno striscio dalla faringe per coltura batterica.

Trattamento della malattia

Il trattamento della tonsillite nei bambini richiede un'attenzione speciale al fine di prevenire lo sviluppo di gravi complicanze. Il corpo del bambino è molto più difficile da tollerare questa malattia rispetto agli adulti. I sintomi di intossicazione generale sono molto spesso presenti, l'alta temperatura è difficile da abbattere con i farmaci antipiretici tradizionali. Spesso, il trattamento viene effettuato in ambito ospedaliero.

Durante la malattia, si consiglia di rimanere a letto, aderire a una dieta parsimoniosa, escludere cibi che irritano la mucosa della gola. Un elemento importante del trattamento della tonsillite è un'abbondante bevanda calda (acqua bollita, composte, tè), aiuta a prevenire la disidratazione del corpo sullo sfondo dell'ipertermia, che è particolarmente importante per i bambini piccoli. È inoltre necessario fornire ventilazione frequente e pulizia a umido nella stanza in cui si trova il paziente..

La terapia efficace e tempestiva della tonsillite acuta consente di ripristinare completamente le funzioni protettive delle tonsille interessate. La scelta dei farmaci e il dosaggio sono determinati dal medico, tenendo conto della loro sicurezza, facilità d'uso, gravità della condizione e caratteristiche individuali del paziente. Il corso terapeutico comprende i seguenti gruppi di farmaci:

  • antibiotici;
  • immunomodulatori e agenti antivirali;
  • agenti locali antisettici e analgesici (spray, losanghe e losanghe, soluzioni per il risciacquo e l'inalazione);
  • farmaci antiallergici;
  • probiotici;
  • antipiretici.

Terapia antibiotica

Gli antibiotici per la tonsillite acuta nei bambini causati da batteri sono i pilastri della terapia. A seconda della gravità del decorso della malattia e dell'età del paziente, vengono prescritti in forma orale (compresse, sciroppi, sospensioni) o iniezioni (iniezioni endovenose o intramuscolari). Gli antibiotici comunemente usati includono farmaci con un ampio spettro di azione antibatterica, contenenti come ingredienti attivi:

  • ceftriaxone;
  • amoxicillina;
  • penicillina;
  • amoxicillina e acido clavulanico;
  • eritromicina;
  • spiramicina;
  • azitromicina.

Dopo l'inizio della terapia antibiotica, un notevole miglioramento della condizione si verifica già il 3 ° giorno, ma questo non è considerato un motivo per l'interruzione del farmaco. Il corso completo del trattamento per la tonsillite è di 7-10 giorni, deve essere effettuato fino alla fine, poiché altrimenti è possibile la formazione di resistenza nei batteri e il passaggio del processo infiammatorio a una forma cronica.

Terapia locale

Mirato ad alleviare i sintomi. Gli agenti antisettici per il trattamento della tonsillite nei bambini sono prescritti:

  • compresse di faringosi, decatilen;
  • spruzza ingalipt, angilex, hexoral, stopangin, tantum verde;
  • risciacquo con una soluzione di furacilina, clorofillio, clorexidina, iodolo, miramistina.

Trattamento concomitante

Insieme agli antibiotici per la prevenzione dei disturbi gastrointestinali nei bambini causati da diarrea associata agli antibiotici, vengono prescritti probiotici (linex, bifidumbacterin, lactiale, bifiform).

L'uso di agenti antivirali e immunomodulatori è consigliabile se l'angina si è sviluppata sullo sfondo di un'infezione virale.

Dagli antipiretici, i farmaci a base di ibuprofene o paracetamolo vengono utilizzati sotto forma di sciroppi, supposte, compresse, a seconda dell'età del bambino.

Il trattamento con rimedi popolari per la tonsillite è di natura ausiliaria ed è consentito solo previo accordo con il medico. I più efficaci sono gargarismi e inalazioni di vapore con infusi o decotti di erbe medicinali che hanno effetti antisettici, emollienti e antinfiammatori. Tali piante includono camomilla, calendula, salvia, erba di San Giovanni, eucalipto..

Metodi di fisioterapia

La terapia laser e a microonde, l'UHF, l'ultofonoforesi danno buoni risultati per alleviare l'infiammazione e l'edema. Si raccomanda di condurre tali corsi in concomitanza con la terapia farmacologica (vitamine, immunomodulatori, rimedi omeopatici) due volte l'anno al fine di prevenire le esacerbazioni. Trattare la tonsillite cronica è un affare difficile ea lungo termine. Il pieno recupero si dice se non ci sono state esacerbazioni per 5 anni.

Chirurgia

Con tonsillite frequente e grave tonsillite cronica, al bambino viene raccomandato un intervento chirurgico, consistente nella rimozione delle tonsille infiammate (tonsillectomia). Può essere eseguito dopo aver raggiunto l'età di 3 anni in anestesia generale o locale. Indicazioni per tonsillectomia:

  • inefficacia della terapia conservativa a lungo termine;
  • la comparsa di complicanze dagli organi interni;
  • ascesso paratonsillare;
  • infiammazione purulenta dell'orofaringe;
  • sovrapposizione delle vie aeree superiori con tonsille ipertrofiche.

Le indicazioni per la rimozione delle tonsille sono anche frequenti esacerbazioni (più di 5 volte l'anno).

Video: otorinolaringoiatra dei bambini sulle cause, il trattamento, la prevenzione e le complicanze della tonsillite

complicazioni

La tonsillite nei bambini deve essere trattata in modo tempestivo e adeguato, impedendo la transizione del processo infiammatorio in una forma cronica, irta di sviluppo di complicanze che rappresentano un rischio per la salute. Le conseguenze di un mal di gola non trattato possono creare problemi per l'intera vita futura di un bambino e persino finire con disabilità..

Le complicanze locali che si verificano durante la malattia includono:

  • ascessi paratonsillari e parafaringei;
  • sanguinamento dalle tonsille causato dalla presenza di ulcere;
  • la transizione dell'infezione e lo sviluppo del processo infiammatorio negli organi vicini (otite media, eustachite, sinusite, sinusite);
  • edema laringeo con sviluppo di asfissia (una condizione pericolosa per la vita);
  • suppurazione intorno alle tonsille;
  • sepsi tonsilogenica.

Le complicanze comuni della tonsillite che colpiscono tutto il corpo e si sviluppano gradualmente includono:

  • danno ai glomeruli dei reni (glomerulonefrite);
  • difetti cardiaci acquisiti;
  • endocardite infettiva, miocardite;
  • artrite reumatoide;
  • vasculite emorragica;
  • polmonite ricorrente;
  • bronchiectasie;
  • tireotossicosi;
  • psoriasi, eczema, eritema essudativo.

Per controllare lo sviluppo di complicanze nella tonsillite cronica, si raccomanda a un bambino di consultare regolarmente un reumatologo, un cardiologo, un nefrologo e altri specialisti, nonché di eseguire test per identificare le patologie sopra descritte in una fase precoce.

Tonsillite nei bambini: trattamento, sintomi, complicanze, prevenzione

La tonsillite nei bambini è un'infezione comune del tratto respiratorio superiore. Allo stesso tempo, non vi è alcuna tendenza verso una diminuzione del numero di complicanze. Pertanto, la nomina di una terapia adeguata è uno dei compiti importanti dell'otorinolaringoiatria..

La tonsillite può essere acuta o cronica. Il processo di solito coinvolge non solo le tonsille palatine, l'infiammazione può diffondersi alla faringeo, le tonsille linguali e la laringe. La tonsillite virale è più spesso osservata nei bambini di età inferiore a 3 anni, dopo 5 anni aumenta il numero di forme batteriche di infezione.

Il trattamento tempestivo della tonsillite acuta previene la comparsa di un processo cronico e complicazioni a carico di cuore, polmoni, reni, articolazioni.

La conoscenza delle caratteristiche dell'età nei bambini gioca un ruolo importante nella diagnosi e nel trattamento delle malattie della faringe e, in particolare, delle tonsille palatine. Nel primo anno di vita, inizia lo sviluppo attivo dell'anello linfoide. È costituito da faringeo, due tube, due tonsille palatine e linguali, nonché dal tessuto linfoide della parete faringea posteriore.

Lo sviluppo dei follicoli nelle tonsille è completato entro la fine del primo anno di vita, ma forse prima, poiché il corpo immediatamente dopo la nascita è esposto all'azione di batteri e sostanze tossiche ambientali.

Le tonsille palatine raggiungono il pieno sviluppo a 3 anni. Nei bambini piccoli, i passaggi stretti delle singole lacune si estendono in estensione, il che contribuisce all'insorgenza del processo infiammatorio.

Le masse proteiche, il muco, le colonie di microrganismi ristagnano nelle lacune e causano irritazione della mucosa, contribuendo all'esacerbazione e alla diffusione del processo infiammatorio al parenchima e alla capsula delle tonsille.

Le tonsille raggiungono la loro massima dimensione di 5-7 anni. Il tessuto linfoide diventa ipertrofico a causa dell'intensa formazione dell'immunità attiva e della ristrutturazione immunobiologica del corpo durante la neutralizzazione di agenti tossici infettivi che hanno penetrato le tonsille.

Dopo 10 anni, l'involuzione correlata all'età del tessuto linfoide inizia con una parziale sostituzione del tessuto fibroso connettivo. La dimensione delle tonsille diminuisce gradualmente e all'età di 16 anni rimangono i loro piccoli resti..

Le ragioni per lo sviluppo della malattia

Molto spesso, la tonsillite acuta è causata da un'infezione virale. Il ruolo principale è svolto da virus respiratori, adenovirus, virus di Epstein-Barr, enterovirus. Nei bambini, fino al 30% dei casi di tonsillite acuta è causata da streptococco piogenico o streptococco beta-emolitico del gruppo A. Meno comunemente, stafilococchi, pneumococchi o infezione fungina fungono da agente eziologico.

Modi di infezione nelle tonsille:

  • disperso nell'aria (insieme all'aria inalata);
  • enterale (ad esempio, con prodotti lattiero-caseari);
  • traumatico (dopo lesioni o operazioni sulle parti posteriori della cavità nasale e del rinofaringe);
  • endogeno: a seguito dell'attivazione della microflora delle lacune tonsillari in pazienti con tonsillite cronica, con sinusite purulenta, presenza di denti cariati, sullo sfondo di malattie infiammatorie del cavo orale o gastroenterite.

L'infezione, penetrando nelle tonsille, provoca un processo infiammatorio acuto, accompagnato da edema tissutale, linfostasi e pletora. Possibile trombosi vascolare con comparsa di microascessi.

Nella tonsillite cronica, la reattività immunitaria generale del corpo diminuisce. L'inizio dell'infiammazione cronica è causato da disturbi nei processi biologici nelle tonsille. Ciò è facilitato da:

  • lacune profonde, strette e densamente ramificate delle tonsille;
  • passaggi a fessura, penetrando nell'intero spessore della tonsilla palatina;
  • drenaggio ostruito da profonde sezioni di lacune;
  • cambiamenti cicatriziali nei vasi sanguigni e linfatici dopo processi infiammatori acuti;
  • reattività del follicolo;
  • lo stato dell'apparato recettoriale;
  • grande superficie di aspirazione dell'epitelio lacunare.

Con un'infezione virale, la terapia antibiotica non viene eseguita. In questo caso, il medico seleziona i farmaci antivirali e immunostimolanti.

Le masse proteiche, il muco, le colonie di microrganismi ristagnano nelle lacune e causano irritazione della mucosa, contribuendo all'esacerbazione e alla diffusione del processo infiammatorio al parenchima e alla capsula delle tonsille.

Nello sviluppo della tonsillite cronica, i virus non sono la causa di cambiamenti infiammatori, ma, causando disturbi circolatori e linfatici, creano condizioni per la moltiplicazione dei batteri e la comparsa di un decorso ricorrente della malattia.

Esiste una connessione tra le tonsille e il sistema endocrino: con l'angina aumenta la secrezione di corticosteroidi e con la tonsillite cronica si riduce la funzione della corteccia surrenale.

La tonsillite cronica si verifica spesso nei bambini con allergie, rachitismo, diatesi essudativa, rinite cronica, sinusite.

La flora patogena ad un certo stadio può diventare un fattore scatenante nello sviluppo di processi autoimmuni.

Sintomi di tonsillite nei bambini

La gravità dei sintomi della tonsillite è determinata dalla forma della malattia, dalla sua durata, dalle condizioni generali del corpo e può variare a seconda dell'età del bambino..

Segni di tonsillite nei bambini:

  • gola infiammata;
  • dolore o disagio durante la deglutizione;
  • aumento della temperatura corporea;
  • mal di testa;
  • aumento della salivazione;
  • dolore ai muscoli e alle articolazioni;
  • ingrossamento e indolenzimento dei linfonodi regionali;
  • irritabilità, pianto, apatia.

In presenza di un processo infiammatorio pronunciato, possono verificarsi la comparsa di nasalità, difficoltà respiratorie, irradiazione del dolore durante la deglutizione nell'orecchio e perdita temporanea dell'udito.

Nella tonsillite cronica, si manifesta un respiro putrido, tosse secca, malessere, scarsa pelle, diminuzione dell'appetito, aumento della fatica.

Diagnostica

I principali metodi per diagnosticare la tonsillite includono:

  • esame da un otorinolaringoiatra o pediatra;
  • pharyngoscopy;
  • esame del sangue clinico;
  • analisi generale delle urine;
  • coltura batteriologica da tonsille per flora patologica e sensibilità agli antibiotici.

Secondo le indicazioni, il medico può inviare una radiografia del torace, ECG (elettrocardiografia), esame ecografico del cuore. In caso di tonsillite cronica, potrebbe essere necessario un consulto con un cardiologo, reumatologo, nefrologo, neuropatologo, specialista in malattie infettive, dentista.

Con la faringoscopia, viene determinato:

  • iperemia, ingrossamento ed edema delle tonsille, archi anteriori e posteriori, palato parzialmente molle;
  • superficie allentata delle tonsille;
  • depositi acuti o solidi sulle tonsille di bianco, bianco sporco o giallo;
  • tappi caseosi purulenti in lacune.

Dal video e dalla foto della gola presi durante la faringoscopia, i confini del processo patologico sono chiaramente visibili. Con una forma compensata della malattia, l'infiammazione è limitata alle tonsille palatine. Più il bambino è piccolo, più i sintomi sono pronunciati..

Nella tonsillite cronica, sono possibili cambiamenti cicatriziali nelle tonsille, a causa delle quali la loro superficie diventa irregolare, irregolare. Possono ipertrofia o atrofia.

L'immagine del sangue riflette i cambiamenti caratteristici dell'infiammazione acuta: leucocitosi, aumento della VES (tasso di sedimentazione eritrocitaria), aumento del numero di neutrofili (con danno batterico) o linfociti (con eziologia virale della malattia). Nella tonsillite cronica, la proteina C-reattiva si trova nel 60% dei casi.

Nell'analisi generale delle urine, possono apparire tracce di proteine.

La cultura batteriologica rivela il tipo di agente patogeno e la sua sensibilità ai farmaci antibatterici.

Per diagnosticare la presenza di streptococco beta-emolitico di gruppo A, viene prescritto un test rapido. Viene eseguito in 5 minuti e aiuta a non perdere il mal di gola da streptococco nelle prime fasi. Pertanto, il test evita le complicazioni associate alla diagnosi tardiva e al trattamento di questa forma di tonsillite..

Trattamento della tonsillite nei bambini

Decide come trattare la tonsillite in un bambino, il pediatra o il medico ORL.

Mostra riposo a letto, bevanda abbondante. Il cibo dovrebbe essere facilmente digeribile, parsimonioso, ricco di vitamine, principalmente latticini e vegetali.

Se si sospetta, così come quando viene confermata la forma batterica dell'angina, vengono prescritti antibiotici ad ampio spettro:

I farmaci scelti per il trattamento della tonsillite streptococcica sono l'amoxicillina o la fenossimetilpenicillina. L'antibiotico deve essere prescritto solo da uno specialista.

Con un'infezione virale, la terapia antibiotica non viene eseguita. In questo caso, il medico seleziona i farmaci antivirali e immunostimolanti.

La terapia locale svolge un ruolo importante. I gargarismi caldi sono prescritti con agenti antimicrobici o antisettici:

  • soluzione di furacilina;
  • una soluzione debole di permanganato di potassio;
  • Soluzione di clorexidina o miramistina;
  • soluzione di bicarbonato di sodio;
  • decotto di salvia, calendula, camomilla;
  • soluzioni con sale marino.

L'area delle tonsille e della faringe è lubrificata con Protargol, la soluzione di Lugol.

Le inalazioni sono anche prescritte con una soluzione di Cromohexal, Tonsilgon N, Miramistin. Recensioni positive confermano che questi farmaci hanno il massimo effetto terapeutico quando si utilizza un nebulizzatore, che trasforma la soluzione in un aerosol..

A temperature elevate (38-38,5 ° C), sono indicati farmaci anti-infiammatori non steroidei (Nurofen, Paracetamol). Una grave intossicazione associata a febbre alta può provocare convulsioni, vomito e perdita di coscienza, specialmente nei neonati e nei neonati.

Su consiglio del Dr. E.O. Komarovsky, è molto importante ripristinare il bilancio idrico. A casa, si consiglia di bere spesso a piccoli sorsi. Acqua minerale, tè con lamponi, limone e / o miele, decotto di rosa canina, succhi di frutta sono adatti per questo. In ambito ospedaliero, il volume di liquido perso con la temperatura viene reintegrato da infusioni endovenose.

Nella tonsillite cronica vengono utilizzati metodi di trattamento fisioterapici, che hanno un effetto stimolante sul corpo. Spesso usato:

  • UHF (terapia ad altissima frequenza);
  • esposizione a un laser al neon-elio;
  • irradiazione ultravioletta delle tonsille;
  • elettroforesi del cloruro di calcio;
  • ultrafonoforesi di interferone, estratto di aloe;
  • fangoterapia.

Una grave intossicazione associata a febbre alta può provocare convulsioni, vomito e perdita di coscienza, specialmente nei neonati e nei neonati.

Con un decorso ricorrente della malattia, le tonsille devono essere rimosse.

complicazioni

Nei casi più gravi, possono svilupparsi complicazioni:

  • ascessi paratonsillari e parafaringei;
  • infiammazione acuta dell'orecchio medio;
  • laringite;
  • edema laringeo;
  • flemmone del collo;
  • mediastiniti;
  • endocardite;
  • cardiopatia reumatica;
  • reumatismi articolari;
  • lupus eritematoso sistemico;
  • pielonefrite;
  • glomerulonefrite diffusa;
  • disfunzione della corteccia surrenale;
  • sepsi.

Prevenzione

La prevenzione della tonsillite comprende:

  • risanamento della cavità orale;
  • ripristino della normale respirazione nasale in patologia del naso e dei seni paranasali;
  • aumentare la resistenza generale del corpo;
  • lavaggi frequenti delle mani.

È necessario rilevare e trattare tempestivamente le malattie infettive acute e croniche del tratto respiratorio superiore e inferiore.

Al fine di prevenire lo sviluppo di gravi complicanze, quando i bambini sviluppano mal di gola, è necessario consultare un medico e seguire tutte le raccomandazioni cliniche loro assegnate..

video

Offriamo per la visualizzazione di un video sull'argomento dell'articolo.